Jump to content
lucagt2

Ultimo giro di Senna a San Marino 94: si vedono gli occhi di Ayrton in un fotogramma

Recommended Posts

Certo, sono cose che fanno parte delle corse, non ho mai pensato che, lui, Head e Williams meritassero la galera ma uscirsene dopo 20 anni con una balla che non sta in piedi manco a tenerla non gli fa onore, poteva risparmiarsela.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ovviamente no, perché forse è stato proprio lui a deliberare quella modifica, che poi ha causato l'incidente.

Resta il fatto che ormai è successo e continuare a parlarne non cambierà le cose. Tirare fuori il discorso ogni tot, cercando altre cause, oltre che essere inutile, lo trovo anche offensivo.

 

Su una cosa mi sento di giustificare Newey.

Nella formula 1, in particolare fino al 94 era la prassi fare modifiche del genere anche in fretta e furia.

Poi che abbia colpe è pacifico ma che siano capitate parecchie circostanze sfortunate (piantone rotto, asfalto rifatto con saltelli che lo danneggiano, muro e nessuna via di fuga perchè c'era il fiume, braccetto della sospensione che si infila appena dentro la visiera...) è altrettanto pacifico.

 

 

 

Su questo concordo, guarda che io non colpevolizzo Newey, purtroppo sono cose che fanno parte del mondo delle corse. La sua sfiga è stata quella che a morire sulla sua macchina sia stato Senna perché, non me ne voglia il buon Damon, se a morire fosse stato l'inglese non sarebbe fregato niente a nessuno.

Quello che detesto è che ciclicamente si tiri fuori l'argomento, ogni volta con una scusa diversa e più fantasiosa dell'altra.

Ormai è successo, la verità si conosce, forse è il caso di metterci una pietra sopra e non pensarci più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ovviamente no, perché forse è stato proprio lui a deliberare quella modifica, che poi ha causato l'incidente.

Resta il fatto che ormai è successo e continuare a parlarne non cambierà le cose. Tirare fuori il discorso ogni tot, cercando altre cause, oltre che essere inutile, lo trovo anche offensivo.

 

Su una cosa mi sento di giustificare Newey.

Nella formula 1, in particolare fino al 94 era la prassi fare modifiche del genere anche in fretta e furia.

Poi che abbia colpe è pacifico ma che siano capitate parecchie circostanze sfortunate (piantone rotto, asfalto rifatto con saltelli che lo danneggiano, muro e nessuna via di fuga perchè c'era il fiume, braccetto della sospensione che si infila appena dentro la visiera...) è altrettanto pacifico.

 

 

:zizi:

 

due incidenti potenzialmente mortali nello stesso punto.

 

la botta laterale per Piquet non ho capito come l'abbia retta.

 

 

a berger oltre al terribile impatto pure le fiamme

Share this post


Link to post
Share on other sites

I soccorsi nel caso di Berger furono da applausi, velocissimi e precisi. :up: Rimasi col cuore in gola per attimi, ma appena visto come sconfissero velocemente le fiamme pensai subito che Gerhard non avrebbe subito gli stessi danni che subì il più glorioso connazionale.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ovviamente no, perché forse è stato proprio lui a deliberare quella modifica, che poi ha causato l'incidente.

Resta il fatto che ormai è successo e continuare a parlarne non cambierà le cose. Tirare fuori il discorso ogni tot, cercando altre cause, oltre che essere inutile, lo trovo anche offensivo.

 

Su una cosa mi sento di giustificare Newey.

Nella formula 1, in particolare fino al 94 era la prassi fare modifiche del genere anche in fretta e furia.

Poi che abbia colpe è pacifico ma che siano capitate parecchie circostanze sfortunate (piantone rotto, asfalto rifatto con saltelli che lo danneggiano, muro e nessuna via di fuga perchè c'era il fiume, braccetto della sospensione che si infila appena dentro la visiera...) è altrettanto pacifico.

 

Il punto è proprio quel " fretta e furia " : erano mesi che c'era quel problema da risolvere, non è una magagna sorta durante il weekend di corsa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè però così si passa dal processo ai fatti al processo alle intenzioni. Non lo sappiamo, ma chissà quante situazioni simili ci sono state e ci sono nel mondo delle corse. E sono gli stessi piloti ad accettare questo modo di fare le cose, perchè "motorsport is dangerous" (era Hulkenberg, mi sembra, che si era scagliato contro Halo proprio per questo motivo). Io direi di fermarsi all'accertamento dei fatti (che è giusto) e non andare oltre.

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo ma in proposito Newey dovrebbe evitare di sparare str****te, Senna era un pilota e se doveva prendersi un rischio al 99% se lo prendeva senza pensarci ma quella domenica si è ritrovato praticamente col volante in mano, dal cameracar la cosa è evidentissima, al massimo la spanciata che molti tirano in ballo può avere dato il colpo di grazia al componente difettoso.

Non capisco perché discutere ancora su una dinamica ormai acclarata.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Vabbè però così si passa dal processo ai fatti al processo alle intenzioni. Non lo sappiamo, ma chissà quante situazioni simili ci sono state e ci sono nel mondo delle corse. E sono gli stessi piloti ad accettare questo modo di fare le cose, perchè "motorsport is dangerous" (era Hulkenberg, mi sembra, che si era scagliato contro Halo proprio per questo motivo). Io direi di fermarsi all'accertamento dei fatti (che è giusto) e non andare oltre.

 

Finchè nessuno muore possono fare quello che gli pare, quando qualcuno muore è automatico che parta un'indagine per accertare le colpe ( almeno in Italia ) , che il fatto sia avvenuto in una pista , in un cantiere o in una discoteca. " Motorsport is dangerous " non conta più della legge di uno Stato.

Patrick Head è stato ritenuto colpevole del disastro, non è stato assolto.

Ovviamente si è arrivati a prescrizione perchè con condanna/e pesanti probabilmente in Italia ci saremmo giocati tutti gli avvenimenti motoristici per un bel periodo di tempo.

 

Concordo ma in proposito Newey dovrebbe evitare di sparare str****te, Senna era un pilota e se doveva prendersi un rischio al 99% se lo prendeva senza pensarci ma quella domenica si è ritrovato praticamente col volante in mano, dal cameracar la cosa è evidentissima, al massimo la spanciata che molti tirano in ballo può avere dato il colpo di grazia al componente difettoso.

Non capisco perché discutere ancora su una dinamica ormai acclarata.

Newey ? un dilettante in confronto a Hill , che si è preso la briga di tornare a Imola nel 2014 per girare un documentario e davanti al muro dire " non credo che l'incidente abbia avuto a che fare con l'integrità della macchina ". Ecco, finchè rimaniamo nell'ambito della fatalità, disgrazia ok, ma quando continuano le prese per il c*lo del mondo anglosassone ( tutto compatto ) sulla vicenda, le palle girano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per non parlare di Coulthard....

Share this post


Link to post
Share on other sites

due incidenti potenzialmente mortali nello stesso punto.

 

la botta laterale per Piquet non ho capito come l'abbia retta.

 

 

a berger oltre al terribile impatto pure le fiamme

Ne fece uno bruttissimo anche Alboreto con la Footwork, nel '91 mi pare.

Quello di Berger fu tremendo non solo per le fiamme ma anche per l'angolo d'impatto quasi perpendicolare (probabilmente fu quel 'quasi' a salvarlo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ci credete al destino? Aveva fatto notare (pure altri piloti) il pericolo di quell'avvallamento.

Senza contare la storia del muro da eliminare ma che non si poteva.

Hill potevano risparmiarselo per parlare della morte di Senna. Ci ha costruito una carriera sopra e quella fu la sua fortuna. Mettersi pure a ribadire possibilità di colpe di Senna è vergognoso da parte sua.

Lo disse già tempo prima: non serve che ce lo ripeta e vada piuttosto ad accendere un cero per il suo titolo mondiale.

Edited by biuspeed

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Berger andò veramente di lusso, il suo era un incidente potenzialmente mortale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al ferrarista si staccò l'alettone davanti se non ricordo male, l'effetto fu molto simile all'inconveniente capitato a Senna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto cosa capitò a Suzuka al compagno, a velocità inferiore, anche quello capitato a Piquet non ci scherza, ci scherza lui

 

E508AHh.jpg

 

Edited by The King of Spa

Share this post


Link to post
Share on other sites

In pubblico, in privato ne fu parecchio segnato, se non sbaglio disse che faticò a dormire per diversi mesi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

due incidenti potenzialmente mortali nello stesso punto.

 

la botta laterale per Piquet non ho capito come l'abbia retta.

 

 

a berger oltre al terribile impatto pure le fiamme

Ne fece uno bruttissimo anche Alboreto con la Footwork, nel '91 mi pare.

Quello di Berger fu tremendo non solo per le fiamme ma anche per l'angolo d'impatto quasi perpendicolare (probabilmente fu quel 'quasi' a salvarlo)

 

Perchè dici quasi perpendicolare ? con un calcolo approssimato ( trigonometria sul triangolo sotto ) viene fuori circa 20 gradi. Il valore vero non è molto lontano da questo. La vettura ha sbattuto e ha seguito l'andamento del muro esterno, fermandosi dopo quasi 200 metri.

2dskzm9.jpg

Edited by MagicSenna

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche Patrese ebbe un brutto incidente al tamburello. Tutti gli incidenti comunque avvennero per un problema tecnico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le 3 pole di Senna nel 94 sono uno spettacolo sottovalutato. Si fosse arreso in Brasile (perdendo via box) e fosse stato lasciato in pista ad Aida non sarebbero arrivati con l'acqua alla gola a Imola.

Newey da sempre dice di non dormire bene la notte per via di quella morte.

 

E' vero. Credo che furono tra le migliori prestazioni della sua carriera. Mise la macchina dove non poteva stare. Ad Interlagos aveva doppiato il compagno dopo una quarantina di giri. Il giro prima di girarsi aveva recuperato 1 secondo a Schumacher. Ad Aida fece la pole con un giro tirato alla morte. Incredibile la differenza di comportamento con la Benetton.

Lui era così, piuttosto che arrendersi si immolava. Per questo la gente lo ricorda ancora oggi come un eroe, e non solo per la morte in pista.

Anche ad Imola , ho visto e rivisto il filmato al rallentatore mille volte, sono convinto che lui entra nel curvone col volante che già comincia a muoversi, però tiene giù il piede e quando prende il bump a centro curva il piantone si spezza. Infondo lui era così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finchè nessuno muore possono fare quello che gli pare, quando qualcuno muore è automatico che parta un'indagine per accertare le colpe ( almeno in Italia ) , che il fatto sia avvenuto in una pista , in un cantiere o in una discoteca. " Motorsport is dangerous " non conta più della legge di uno Stato.

Patrick Head è stato ritenuto colpevole del disastro, non è stato assolto.

Ovviamente si è arrivati a prescrizione perchè con condanna/e pesanti probabilmente in Italia ci saremmo giocati tutti gli avvenimenti motoristici per un bel periodo di tempo.

 

 

Non hai colto il senso di quello che ho detto. Se si vuole processare il fatto che la riparazione sia stata fatta all'ultimo in fretta e furia (mentre il pilota la chiedeva già da tempo) , si passa a fare il processo alle intenzioni (per carità, niente di nuovo sotto la cupola della parrocchietta) e questo è totalmente fuori luogo. L'accertamento dei fatti è ben altra cosa. Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×