Jump to content
Sign in to follow this  
luke36

La storia della sicurezza in F1

Recommended Posts

in ogni caso lo vogliamo capire che ? impossibile togliere il pericolo di morte negli sport motoristici?l'unico modo ? eliminarli!

 

 

ricordiamoci anche che ? vero che non succede nulla dal 1994 per?:

Schumacher nel 1999!lui stesso affermo che si era sentito morire!

Villeneuve nel 2001 e diciamo che gli ? andata anche bene!

Burti 2001 se non erro e anche l? tutto bene!

Sato 2002!Notevole rischio

Wurz 2007 l? ? stata solo la fortuna!

Kubica 2007 anche l? ? andata bene popeva perdere le gambe!guardate le foto!

e che dire di Massa a mio parere questione di cm!

 

ripeto grandi passi in avanti ma anche la sorte ha dato una mano!

 

Eh, ma una volta tutti quegli "? stata solo fortuna", "gli ? andata bene" e simili non li avresti mai potuto citarli. E mi pare che tali casi siano stati un po' troppi per essere dovuti solo alla 'fortuna'.

 

Scusa, ma le proporzioni da te proposte mi sembrano un p? strane e senza troppa logica.

 

Perch? permettere un 3500 aspirato, e poi addirittura un 3000 turbocompresso?

 

E se 25 anni fa i turbo da 1500 cc arrivavano gi? a 1400 CV, e se tu vuoi limitare i cavalli a 1000, allora basterebbe gi? un 900 cc: sembra piccolo, ma oggi col turbo tireresti fuori molto, molto pi? di 1000 CV...

 

Insomma, un 3000 turbocompresso da F1 oggi arriverebbe a cifre mostruose (quindi visto che tu vuoi solo 1000 cavalli, a che serve un enorme 3000 da limitare? ? )

 

Lasciando stare le supercar stradali (che non possono certo avere le prestazioni da F1), se i turbo 1500 anni '80 arrivavano a 1400 CV, oggi un 3000 turbo arriverebbero come minimo al doppio, cio? circa 3000 CV. Ho detto 4000, ma forse non ? esagerato, calcolando 25 anni di progresso tecnico, di materiali ecc.

 

Beh, se cos? stanno le cose, nel regolamento ideale potrei limitare ai 1000 cm3 i turbo. Lo faccio subito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra che ci si stia un p? perdendo per strada e si tenda ad andare OT. Teoricamente si dovrebbe ripercorrere la strada della sicurezza nella storia della F1 e cio? parlare delle introduzioni "epocali" per la sicurezza come ad esempiol'introduzione del casco integrale o ad esempio l'uscire dalla monoposto in meno di 5 secondi. Insomma riscostruire il passato per capire il presente e ovviamente tentare di proporre qualcosa per il futuro.

 

Correggetemi se sbaglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una curiosità regolamentare:

 

- nel 1938-40 era previsto o il 4500 aspirato oppure il 3000 sovralimentato (con compressore meccanico: il turbo non esisteva).

 

- nel 1947-1951 era previsto o il 4500 aspirato oppure il 1500 sovralimentato (sempre con compressore).

 

Nel 1939 il motore dominante era il 3000 con compressore della Mercedes: 490 CV.

 

Nel 1951 il motore più potente era il 1500 con compressore dell'Alfetta: 430 CV.

 

Incredibile come in 12 anni un motore di 1500 avesse raggiunto quasi gli stessi cavalli di un 3000 del 1939 (entrambi sovralimentati mediamente compressore volumetrico).

 

Ancora più notevole se si pensa che l'Alfetta (che appunto nel '51 raggiunse i 430 CV) era nata quattordici anni prima, cioè nel 1937, come vettura cadetta (cioè come l'attuale GP2)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra che ci si stia un p? perdendo per strada e si tenda ad andare OT. Teoricamente si dovrebbe ripercorrere la strada della sicurezza nella storia della F1 e cio? parlare delle introduzioni "epocali" per la sicurezza come ad esempiol'introduzione del casco integrale o ad esempio l'uscire dalla monoposto in meno di 5 secondi. Insomma riscostruire il passato per capire il presente e ovviamente tentare di proporre qualcosa per il futuro.

 

Correggetemi se sbaglio.

 

Hai ragione Luke, ma quando si parla di motori, quelli veri e non quelli congelati dalla Formula Bernie, vado in sollucchero.... Scusa l'OT.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai ragione Luke, ma quando si parla di motori, quelli veri e non quelli congelati dalla Formula Bernie, vado in sollucchero.... Scusa l'OT.

 

 

Ma no ben venga. Solo sarebe molto interessante capire del perch? si introdusse il casco integrale. Quali furono le ragioni ? Insomma per noi ora la risposta ? banale ma all'epoca ? Un altro esempio erano gli occhialini che avevano vero vetro !! Si introdusse una regola che bannava il vetro e che introduceva il materiale plastico come il plexiglass che doveva non rompersi in mille pezzi mettendo a repentaglio la vista e la vita del pilota.

 

Insomma apparenti ingenuit? ma che poi alla fine sono state le tappe attraverso le quali si ? dove siamo ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma no ben venga. Solo sarebe molto interessante capire del perch? si introdusse il casco integrale. Quali furono le ragioni ? Insomma per noi ora la risposta ? banale ma all'epoca ? Un altro esempio erano gli occhialini che avevano vero vetro !! Si introdusse una regola che bannava il vetro e che introduceva il materiale plastico come il plexiglass che doveva non rompersi in mille pezzi mettendo a repentaglio la vista e la vita del pilota.

 

Insomma apparenti ingenuit? ma che poi alla fine sono state le tappe attraverso le quali si ? dove siamo ora.

 

certo per? che nel 1972 Helmut Marko perse un occhio proprio perch? a Clermont Ferrand un sasso colp? la visiera in plexiglass rompendola..sar? stata pure una fatalit?, proprio come quella di Massa l'anno scorso a Budapest, ma quel fattaccio mise la parola fine a quella che sembrava una luminosa carriera per un nuovo astro dell'automobilismo mondiale (due mesi prima Marko fin? secondo alla Targa Florio con l'Alfa Romeo 33TT3 mancando il successo per 11 secondi dopo che recuper? quasi un intero giro a medie furiose...)...

anche Senna purtroppo mor? per una tragica fatalit?, uno dei bracci dell'elemento superiore della sospensione destra che gli si infil? sotto il casco all'altezza della guarnizione fra visiera e casco...bisogenrebbe allora rendere fissa e non pieghevoloe la guarnizione

 

imola_94_helmet_2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

per esempio voi pensate che un incidente come senna sia impossibile nella f1 di ora?

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' vero che i circuiti dagli anni '90 in poi fanno schifo, ma ? anche vero che molte gare spettacolari avvenivano a Jerez e Budapest fino al 1991. Quindi anche le vetture c'entrano con il mancato spettacolo.

 

Un buon compromesso tra spettacolo e sicurezza c'? stato con l'introduzione della fibra di carbonio e la tragedia di Imola '94. Se ci fosse stata pi? attenzione a certe via di fuga, non ci sarebbe stata quella folle corsa verso le chicane. Quando la NASCAR ebbe quattro morti tra il 2000 e il 2001, si decise di fare le cose in maniera graduale senza stravolgere tutto. I risultati oggi si vedono: vetture pi? sicure e circuiti nemmeno toccati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtoppo ne ha avuti anche dopo il 2001!ma penso che il fattore morte in questi sport sia impossibile da eliminare?concordate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

si

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×