Jump to content
Sign in to follow this  
Peterson

Album musicali

Recommended Posts

Per me "The Wall" è uno degli Album più sopravvalutati della storia, probabilmente perchè i Pink Floyd in quel tempo erano considerati i migliori, con questo non voglio dire che sia inascoltabile o che non possa essere apprezzato, ognuno ha i suoi gusti (giustamente), però ci sono diversi errori di interpretazione riguardo al genere... Lo hanno etichettato come Rock psichedelico (inglese), mentre si tratta di Rock acido (Psichedelia americana), e la differenza si sente se messo a confronto con i primi album del gruppo almeno fino al 1971, dove termina definitivamente questo genere, almeno per loro... Da "The dark side of the moon" oserei dire che i PF fossero molto più interessati all'utilizzo di nuovi suoni, con le loro apparecchiature ultra tecnologiche (per i tempi), diventando sempre più puntigliosi sui dettagli, chiamando ai loro concerti orchestre intere, per evitare "l'errore umano".... In poche parole "tanta tecnica e poco cuore"... Questo mi hanno trasmesso i Pink Floyd...

 

Ps: le informazioni sul genere mi sono state date da un venditore di dischi in vinile che se ne intende molto, non voglio fare la figura dell'intenditore esperto :rotfl: !!!

 

Guarda, lasciando da parte le "etichette" che i critici appioppano quà e là a dischi, autori e gruppi (e per i Floyd se ne sono sprecate parecchie), neppure a me "The Wall" ha mai incantato troppo....nonostante qualche cosa apprezzabile e qualche gemma sparsa nei due dischi le paranoie di Waters fanno già capolino.

Quando uscì avevo 16\17 anni ed ero un grande supporter (anche) dei Pink Floyd, ma "The Wall" nell'insieme fu un lavoro che mi lasciò deluso. Eppure quasi tutti ne andavan pazzi

Quando poi arrivò "the final cut" fu proprio la fine

Edited by duvel

Share this post


Link to post
Share on other sites

the wall ? un concept album.

Share this post


Link to post
Share on other sites

the wall ? un concept album.

 

Personalmente ho sentito concept migliori, in the Wall Waters ha voluto strafare, non ha voluto molti aiuti da Gilmour con il quale non andava d'accordo, infatti l'album ? stato salvato da poche canzoni... Con questo non dico che sia di bassa qualit?, per? dai Floyd ci si aspettava di pi?!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello non è un album da cui estrapolare un pezzo o più, ma una suite, una storia raccontata in musica, sfido chiunque oggi a far da solo, perchè così Waters "partorì" the wall, una cosa simile, ci sono pezzi come The Trial che non si possono definire semplicemente "canzoni".

 

http://www.youtube.com/watch?v=FCMHmDnfD6I

Edited by Finnish

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con Finnish. Lo stesso concetto lo si pu? applicare benissimo anche a Dark Side, Atom, Meddle.

 

Lascerei perdere il discorso delle "etichette" che a mio parere lasciano il tempo che trovano. La cosa che pi? mi piace dei Floyd ? che non c'? un album simile all'altro.

 

Che in The Wall appaiano le "paranoie" di Waters ? condivisibile ma ci? non toglie che sia un capolavoro, secondo me. Quando ? uscito avevo 12 anni e mi piaceva perch? erano i Floyd (presi anche il 45 giri di When the tigers broke free), perch? lo aspettavo con ansia dopo aver consumato il vinile di Wish. Poi, col tempo, ho imparato a capirlo e ad apprezzarlo per quello che era. Il film l'ho visto solo alla fine degli anni '80 in VHS e mi ha aiutato a capire ancora meglio il disco.

 

A me piace ancora da matti, anche nelle sue parte pi? cupe. Lo stesso The final cut, che mi lasci? un po' perplesso al primo ascolto, contiene delle emozioni pazzesche. L'assolo di Your possible pasts ? tanto breve quanto intenso e disperato. In quel solo c'? certamente tutta la classe di Dave ma c'? anche l'arte di Waters. I Floyd per me sono finiti l?.

 

http://www.youtube.com/watch?v=E-ve_sgdgZs

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da "The dark side of the moon" oserei dire che i PF fossero molto pi? interessati all'utilizzo di nuovi suoni, con le loro apparecchiature ultra tecnologiche (per i tempi), diventando sempre pi? puntigliosi sui dettagli, chiamando ai loro concerti orchestre intere, per evitare "l'errore umano".... In poche parole "tanta tecnica e poco cuore"... Questo mi hanno trasmesso i Pink Floyd...

 

Questo ? vero ma saprai certamente che la ricerca di nuovi suoni ? nel DNA dei Floyd da ben prima, basta pensare alle suite dal vivo di The Man e The Journey con l'utilizzo dell'Azimuth Co-ordinator.

 

Il "tanta tecnica e poco cuore" invece mi sembra che sia pi? relativo al periodo post Waters. Anche i pochissimi concerti di The Wall erano abbastanza "spartani" dal punto di vista della qualit? del suono, lo spazio per l'errore c'era eccome. Non parliamo poi dei concerti precedenti: se ascolti come suonavano Breathe dal vivo negli anni '70 storci un po' la bocca. Stesso discorso per Raving and drooling e Gotta be crazy, anche perch? loro sviluppavano gli album in concerto prima di farli uscire su disco.

 

Dall'87 invece c'? stato un enorme salto di qualit?. A Modena nell'88 ero seduto a fianco del mixer: mi sembrava di avere la mia cuffia Koss.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non metto in dubbio quello che dite (ciò che ho scritto era un mio parere personalissimo)... del resto la musica trasmette sensazioni diverse ad ogni persona!!! ;)

Edited by Peterson

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me "The Wall" è uno degli Album più sopravvalutati della storia, probabilmente perchè i Pink Floyd in quel tempo erano considerati i migliori, con questo non voglio dire che sia inascoltabile o che non possa essere apprezzato, ognuno ha i suoi gusti (giustamente), però ci sono diversi errori di interpretazione riguardo al genere... Lo hanno etichettato come Rock psichedelico (inglese), mentre si tratta di Rock acido (Psichedelia americana), e la differenza si sente se messo a confronto con i primi album del gruppo almeno fino al 1971, dove termina definitivamente questo genere, almeno per loro... Da "The dark side of the moon" oserei dire che i PF fossero molto più interessati all'utilizzo di nuovi suoni, con le loro apparecchiature ultra tecnologiche (per i tempi), diventando sempre più puntigliosi sui dettagli, chiamando ai loro concerti orchestre intere, per evitare "l'errore umano".... In poche parole "tanta tecnica e poco cuore"... Questo mi hanno trasmesso i Pink Floyd...

 

Ps: le informazioni sul genere mi sono state date da un venditore di dischi in vinile che se ne intende molto, non voglio fare la figura dell'intenditore esperto :rotfl: !!!

secondo me considerare le 2 cose inversamente proporzionali è un errore di colossale dimensione. Tra l'altro trovo divagante l'altrettanto sbagliato stereotipo che chi fa ausilio di sintetizzatori o programmi non ci metta cuore di default e al contrario chi strimpella su uno strumento stia sempre li a metterci cuore...

 

Secondo me poi tutto questo puntiglio nel definire i vari generi e sottogenerini è un lavoro utile soltanto a chi vende dischi... non esistono i generi (sono solo concetti astratti), esistono i brani musicali... che possono piacere o non piacere... stop.

Edited by Trailblazer

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me piace ancora da matti, anche nelle sue parte pi? cupe. Lo stesso The final cut, che mi lasci? un po' perplesso al primo ascolto, contiene delle emozioni pazzesche. L'assolo di Your possible pasts ? tanto breve quanto intenso e disperato. In quel solo c'? certamente tutta la classe di Dave ma c'? anche l'arte di Waters. I Floyd per me sono finiti l?.

 

http://www.youtube.com/watch?v=E-ve_sgdgZs

 

:zizi: il titolo di quell'album non lascia dubbi, il taglio finale, un album solista venduto per uno dei pink floyd, pi? di quanto lo sia stato The Wall.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:zizi: il titolo di quell'album non lascia dubbi, il taglio finale, un album solista venduto per uno dei pink floyd, pi? di quanto lo sia stato The Wall.

 

Esatto, e la riprova la si ha ascoltando The pros and cons of hitchiking che non ? altro che la prosecuzione di The final cut.

Allo stesso modo, considero A momentary lapse of reason e The division bell (quest'ultimo non l'ho nemmeno acquistato) come il terzo ed il quarto album di David Gilmour.

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli ultimi due mostrano solo la grandezza musicale dal punto di vista del lato tecnico, alla fine sono lontanissimi parenti di tutti gli album precedenti di cui l'accomuna solo il nome.

 

ma anche Waters da solista ha perso l'ispirazione dei tempi che furono.

 

ho visto in tv pezzi della loro ultima esibizione di tempo fa, per me commovente....

 

http://www.youtube.com/watch?v=ZnqU2OBBcF8

 

http://www.youtube.com/watch?v=9TTGJc3FqU8

Edited by Finnish

Share this post


Link to post
Share on other sites

due "vecchietti", se uno li incrociasse per strada stenderebbe a credere che quelli sono i pink floyd, fuori dallo star system, gente normale, ma che hanno fatto la storia.....poveri Rick e Roger "Syd" che ci hanno lasciati.

 

Nick Mason starebbe a suo agio in questo forum XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

mai sentito :zrzr:

 

per? mi sa che andrei in fiducia...

 

fine OT

 

soundsofthenurburgring.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT XD

 

ma il nastro adesivo sui fari a cosa serve, l'ho spesso visto ma non mi sono mai domandato perch?.

 

/OT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per tenere assieme alla bell'e meglio il tutto, dopo eventuali rotture provocate da sassi o altro

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah, grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

MusicCatalog%5CR%5CRadiohead%20-%20Amnesiac%5CRadiohead%20-%20Amnesiac.jpgkid_a1.jpg2ea0ac55.jpgMusicCatalog%5CD%5CDepeche%20Mode%20-%20Ultra%5CDepeche%20Mode%20-%20Ultra.jpgokl_okl_16907.jpg

La Fede!!! :idolo:

:hihi:

 

aggiungo anche i due "ai lati"

tn_Radiohead-The%20Bends.jpgradiohead_in_rainbows2.jpg(+bonus CD che ha un altro paio di capolavori)

 

portishead_dummy.jpgportis.jpgPortishead-Third.jpgportishead85.jpgCan-TM.jpg

monstermovie.jpgCan-FD.gif2r6gpzq.jpg

 

more to follow...

 

 

ps: nessun seguito, mi rompe troppo postare immagini, forse metto una lista... :hihi:

Edited by Hunaudi?res

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dummy mi piace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me considerare le 2 cose inversamente proporzionali è un errore di colossale dimensione. Tra l'altro trovo divagante l'altrettanto sbagliato stereotipo che chi fa ausilio di sintetizzatori o programmi non ci metta cuore di default e al contrario chi strimpella su uno strumento stia sempre li a metterci cuore...

 

Secondo me poi tutto questo puntiglio nel definire i vari generi e sottogenerini è un lavoro utile soltanto a chi vende dischi... non esistono i generi (sono solo concetti astratti), esistono i brani musicali... che possono piacere o non piacere... stop.

 

Non voglio dire che chi usa i sintetizzatori ha meno cuore di chi suona uno strumento, semplicemente ci vuole equilibrio tra le due cose, A ME un album dove nella maggior parte delle tracce ci sono i sint, trasmette molta freddezza...

Definire il genere invece conta come presentazione dell'album... Io suono e spesso il mio gruppo viene chiamato in locali dove si ascolta Rock'n'roll e Blues, i pezzi psichedelici o progressivi non vengono neanche ascoltati nella demo, purtroppo... Questa è la dimostrazione di quanto possa servire la definizione del genere!!! Poi ciò che ho scritto voleva solo essere un informazione, non volevo screditare l'album solo perchè dei critici non sanno fare il loro lavoro!!!!

Edited by Peterson

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×