Jump to content
Sign in to follow this  
Kiwi

"vela cava" McLaren

Recommended Posts

Scelta interessante, ma credo che ognuno segua una propria linea di pensiero. C'? chi inclina il motore e il cambio, chi usa vele o simili, e cos? via. Vedremo quale sar? la soluzione migliore. La "vela" pu? essere un bel colpo, oppure rivelarsi un flop come tanti in passato. Tra doppi fondi, trichechi, formichieri ne abbiamo viste di soluzioni innovative rivelatesi dei flop.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scelta interessante, ma credo che ognuno segua una propria linea di pensiero. C'è chi inclina il motore e il cambio, chi usa vele o simili, e così via. Vedremo quale sarà la soluzione migliore. La "vela" può essere un bel colpo, oppure rivelarsi un flop come tanti in passato. Tra doppi fondi, trichechi, formichieri ne abbiamo viste di soluzioni innovative rivelatesi dei flop.

 

Una soluzione che a me piaceva era il muso Williams a tricheco, peccato fosse inefficace...

 

 

muso%20williams.JPG

Edited by Kiwi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma questo non ha nulla a che fare con la "vela"

 

GRAZIE.

 

L'articolo in effetti non parla della vela. Ma io cerco di ricordarmi sempre del vecchio adagio della McLaren che non fa le cose senza una motivazione. Ho letto l'intervista di un tizio che ha chiesto a un meccanico McLaren a corsa servisse la vela, perch? ci giocavano chiudendo l'apertura e se era vero che aiutava il diffusore, il meccanico ha risposto che non poteva dire niente e che l'unica cosa che poteva dire ? che il punto di forza della vela non era tanto la vela stessa ma gli effetti che produceva al posteriore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il posteriore della nuova MP4-25 dispone di diverse soluzioni aerodinamiche che sono state elaborate mediante prove in galleria del vento e il lavoro a brano. A prima vista il passo lungo della vettura, con il suo cambio lungo e stretto, che cattura l'occhio, ma in realt? ? la gestione del flusso d'aria sul retro che ? pi? insolito. Come la Red Bull, le uscite di scarico sono stati spostati verso la parte posteriore della vettura (grande freccia rossa), mentre l'aria dal radiatore del cambio, che ? stato raffreddato con l'aiuto di aria attentamente convogliati attraverso il airbox (freccia blu), ? utilizzati anche a vantaggio aerodinamico. Diretto verso la parte superiore della parte bassa l'alettone posteriore e il diffusore (piccole frecce rosse), intenzionalmente interferisce con il flusso d'aria su queste parti a determinate velocit?, causando loro di stallo. Un altro cambiamento per la progettazione della MP4-25 ? l'unico pilastro centrale (area gialla) in cui l'ala posteriore ? montato.

 

Traduzione.

 

In buona sostanza ? una soluzione standard per le f1 attuali.

 

Credo che la strada intrapresa dalla ferrari sia pi? sicura,difficile calibrare il sistema Mec per ogni circuito.

 

Il rischio ? sempre quello...dalla teoria alla pratica le cose cambiano,un curvone in appoggio non ? riconosciuto dal sistema di stallo del diffusore con le conseguenze prevedibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che la velocit? sia decisa a tavolino, quindi evidentemente imposteranno quella raggiunta all'inizio di determinati rettilinei. Anche perch? i circuiti di adesso sono tutti stop&go (buona parte). E comunque credi che non ci hanno pensato al problema del riconoscimento?

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT: Tra l'altro quella soluzione della Williams, la adott? un pilota a te caro, "Kiwi" eheh ... Almeno era molto simile.

La Brabham Offenhauser di Johnny Rutherford nella 500 Miglia di Indianapolis del 1972

th_1972indybrabhamoffyoc2.jpg

 

Colgo l'occasione anche per dare il benvenuto a "mauriturbo", non mi ero accorto si fosse iscritto a questo forum ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT: Tra l'altro quella soluzione della Williams, la adott? un pilota a te caro, "Kiwi" eheh ... Almeno era molto simile.

La Brabham Offenhauser di Johnny Rutherford nella 500 Miglia di Indianapolis del 1972

th_1972indybrabhamoffyoc2.jpg

 

Ma sei una miniera di informazioni!

Share this post


Link to post
Share on other sites

jtxkzr.jpg

 

In pratica la McLaren ha deciso di sfruttare a suo vantaggio la mancanza di grip del 2009. Come? Facendo un diffusore "intelligente". A basse velocit? la parte inferiore dell'alettone posteriore e il DDD (segnati in giallo) si accendono e funzionano creando grip come un normale diffusore double decker. A elevate velocit? (sui rettilinei) la parte superiore dell'ala quella in verde, scherma l'aria in arrivo e il DDD e il diffusore sottostanti vengono di colpo scaricati dell'aria che passa, permettendo alla vettura di ottenere velocit? di punta pi? elevate.

 

Come viene fatto questo? Grazie alla vela cava che convoglia in due flussi separati l'aria. E' evidente che passando da bassa ad alta velocit? cambia la portata dei due flussi all'interno della vela.

 

Ciao,

 

potresti spiegare meglio? Non ? che abbia ben capito...

 

Ale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

potresti spiegare meglio? Non ? che abbia ben capito...

 

Ale

 

The rear of the new MP4-25 features various aerodynamic solutions that have been devised through wind-tunnel testing and on-track work. At first glance it's the car's long wheelbase, with its long and narrow gearbox, that catches the eye, but it's actually the airflow management at the back which is more unusual. Like the Red Bull, the exhaust exits have been moved towards the rear of the car (large red arrow), whilst air from the gearbox radiator, which has been cooled with the help of air carefully channelled through the airbox (blue arrow), is also utilised for aerodynamic benefit. Directed towards the top of the rear wing's lower section and the diffuser (small red arrows), it intentionally interferes with airflow over these parts at certain speeds, causing them to stall. Another change to the design of the MP4-25 is the unique central pillar (yellow area) on which the rear wing is mounted.

 

ta_article_720.jpg

 

 

Fonte: formula1.com

 

Prego.

Share this post


Link to post
Share on other sites

The rear of the new MP4-25 features various aerodynamic solutions that have been devised through wind-tunnel testing and on-track work. At first glance it's the car's long wheelbase, with its long and narrow gearbox, that catches the eye, but it's actually the airflow management at the back which is more unusual. Like the Red Bull, the exhaust exits have been moved towards the rear of the car (large red arrow), whilst air from the gearbox radiator, which has been cooled with the help of air carefully channelled through the airbox (blue arrow), is also utilised for aerodynamic benefit. Directed towards the top of the rear wing's lower section and the diffuser (small red arrows), it intentionally interferes with airflow over these parts at certain speeds, causing them to stall. Another change to the design of the MP4-25 is the unique central pillar (yellow area) on which the rear wing is mounted.

 

ta_article_720.jpg

 

 

Fonte: formula1.com

 

Prego.

 

 

Avevo letto...ma ho ancora i miei dubbi: quello che mi hai riportato ? talmente generico che vale per qualunque cosa; mi incuriosiva la tua spiegazione sulla "chiusura" del profilo, ma non ho capito a quale profilo ti riferissi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo letto...ma ho ancora i miei dubbi: quello che mi hai riportato ? talmente generico che vale per qualunque cosa; mi incuriosiva la tua spiegazione sulla "chiusura" del profilo, ma non ho capito a quale profilo ti riferissi...

 

In McLaren ? dai tempi di Gordon Coppuck che adottano la filosofia "se c'? quel pezzo ci sar? un motivo". La pinna/vela della McLaren non ha nulla a che vedere con le pinne degli anni precedenti che servivano solo a stabilizzare la monoposto in curva. Alla domanda su cosa servisse in McLaren hanno risposto che il suo punto di forza ? in quello che fa. Se guardi sull'airscoope ci sono due aperture una ? per il raffreddamento l'altra invece ? quella cn cui ci giocavano nei test e porta all'alettone posteriore dove c'? un foro da cui l'aria esce. Inutile dire che in qualche modo va ad agire con l'aerodinamica al retrotreno dove guarda a caso c'? il diffusore. Il punto di forza del diffusore McLaren ? quella aletta nera, che rispetto alla vela o ad altre componenti sembra insignificante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la spiegazione, cercher? in giro qualche articolo dettagliato...cmq a me sembra una soffiatura che funziona solo sull'ala posteriore non sul diffusore.

 

Ale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la spiegazione, cercher? in giro qualche articolo dettagliato...cmq a me sembra una soffiatura che funziona solo sull'ala posteriore non sul diffusore.

 

Ale

 

Ovvio, ma il diffusore fisicamente sta da un'altra parte, ma i flussi che genera vanno a finire proprio in quella zona.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma la vettura si muove....e anche in fretta direi!

 

Non ? una soluzione cardine per la 25,? un optional che non s? nemmeno se lo vedremo a Barcellona.

 

Nei curvoni veloci la vela non ? il massimo della vita,se spira vento trasversale rischi di andare a margherite per eccessiva sensibilit? al vento trasversale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so, credo che sia un'elemento strutturale della macchina, in pratica dovrebbe funzionare interagendo con l'alettone, anche se non mi ? chiaro specificamente come, ma non essendo un ingegnere, n? un fisico ho i miei dubbi. Resta il dubbio sul fatto che la soluzione riesca a funzionare nel concreto.

Io personalmente resto dell'idea che la soluzione pi? funzionale sia aumentare lo spazio per il diffusore, che ? l'elemento chiave della vettura. Questo per? ? da vedere nel concreto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma la vettura si muove....e anche in fretta direi!

 

Non ? una soluzione cardine per la 25,? un optional che non s? nemmeno se lo vedremo a Barcellona.

 

Nei curvoni veloci la vela non ? il massimo della vita,se spira vento trasversale rischi di andare a margherite per eccessiva sensibilit? al vento trasversale.

 

La vela ce l'ha avuta la Ferrari nel 2008 in determinate gare, quindi evidentemente dei vantaggi li d

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so, credo che sia un'elemento strutturale della macchina, in pratica dovrebbe funzionare interagendo con l'alettone, anche se non mi ? chiaro specificamente come, ma non essendo un ingegnere, n? un fisico ho i miei dubbi. Resta il dubbio sul fatto che la soluzione riesca a funzionare nel concreto.

Io personalmente resto dell'idea che la soluzione pi? funzionale sia aumentare lo spazio per il diffusore, che ? l'elemento chiave della vettura. Questo per? ? da vedere nel concreto.

 

Esattamente, nemmeno io so come ma come diceva il buon Coppuck nessuno mette niente per niente, se l'hanno fatta cos? un motivo ci sar? e bisogner? vedere come si comporter? in pista. Di certo alla Mc hanno sfruttato un problema che avevano lo scorso anno, la mancanza di grip, solo che stavolta la sfruttano in maniera intelligente come ? spiegato nell'articolo postato sopra preso dal sito formula1.com.

 

P.S. In genere ? pi? facile capire delle soluzioni di natura meccanica che aerodinamica, perch? in genere l'aerodinamica ? meno intuibile. Per dire fenomeni come la cavitazione sono stati all'oscuro per anni anche per gli ingegneri pi? esperti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coppuck diceva cos? mentre altro proverbio saggio dice"dal dire al fare c'? di mezzo il mare".

 

Se tutte le buone intenzioni trovassero una risposta positiva..........sarebbe bello vero?

 

 

Per la vela......appunto l'avevano solo in certe configurazioni di pista......in alcune piste ? pi? il danno che l'utile.

 

Portarsi sulla groppa quel cartellone pubblicitario per forza maggiore non la vedo come una furbata.

 

Piuttosto la Mec ? sempre stata una delle poche a non usarlo......probabile che voglia recuperare il tempo perduto oppure si sono accorti che gli sponsor risaltano meglio su quella superficie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coppuck diceva cos? mentre altro proverbio saggio dice"dal dire al fare c'? di mezzo il mare".

 

Se tutte le buone intenzioni trovassero una risposta positiva..........sarebbe bello vero?

 

 

Per la vela......appunto l'avevano solo in certe configurazioni di pista......in alcune piste ? pi? il danno che l'utile.

 

Portarsi sulla groppa quel cartellone pubblicitario per forza maggiore non la vedo come una furbata.

 

Piuttosto la Mec ? sempre stata una delle poche a non usarlo......probabile che voglia recuperare il tempo perduto oppure si sono accorti che gli sponsor risaltano meglio su quella superficie.

 

Non credo che la Mecca debba ricorrere al mezzuccio della vela per avere pi? visibilit? degli sponsor. Ripeto la vela della McLaren non ? come le vele dell'anno scorso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×