Jump to content
Ciktost

La F1 in TV

Recommended Posts

può darsi che gli spettatori non stiano calando come ci si poteva aspettare perchè ormai il pubblico rimasto è quello che segue anche stagioni già decise a marzo tipo queste?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, Alex_Ferrari ha scritto:

può darsi che gli spettatori non stiano calando come ci si poteva aspettare perchè ormai il pubblico rimasto è quello che segue anche stagioni già decise a marzo tipo queste?

 

Esatto, il tonfo gigante è stato con il passaggio da RAI a payTV nel 2012. Lì hanno perso i casual fan. Con il passaggio da RAIUNO a 8, hanno perso un'ulteriore grossa fetta dei vecchietti che pensano che ci siano solo due canali. Ormai non perdono più nulla. La F1 fattura il record più alto di sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Natural Blonde Killer ha scritto:

adesso la perdita  sarà solo nel lungo periodo se non vi sarà il giusto ricambio generazionale.

 

Questo è vero ma è da capire se il mancato ricambio generazionale è dovuto solo alla payTV.

 

Ormai le corse non attirano tanto tra i giovani per tanti motivi generazionali. Le macchine non sono oggetti desiderati per mille motivi.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

la macchina una volta era quasi un oggetto del desiderio, adesso c'è una forte campagna denigratoria in atto con la scusa dell'inquinamento...

Share this post


Link to post
Share on other sites

frequentando ragazzi tra i 20 e i 25 mi sono reso conto che non è tanto il non considerare più la macchina come oggetto del desiderio, ma le diverse abitudini generazionali ed anche il concetto di divertimento, mi spiego:

la i-generation vuole le cose subito, facilmente, in modo immediato e con un dispendio minimo di tempo. l'abbonamento sky non è ne veloce ne immediato, quindi rinunciano subito e cercano l'alternativa streaming; lo streaming che viene proposto è non di elevata qualità, mediamente costoso, e soprattutto non consente repliche o registrazioni, quindi tu obblighi dei ragazzi di 20 anni a stare attaccato ad uno schermo per 1 ora e 30/2 ore la domenica alle 15, senza altre possibilità. Non lo accetteranno mai.

L'alternativa sarebbe o accorciare la gara, o sviluppare piattaforme streaming con repliche, registrazioni e storico delle gare (per ora fantascienza per la f1).

 

secondo punto è il solito, la F1 si è fatta la nomea di sport noioso ed i piloti sono teleguidati dall'elettronica e dal box, tra l'altro il dominio di un unico team ammazza ulteriormente l'interesse. I giovani vogliono i sorpassi e lo spettacolo, ed anche se non è nel dna della f1 questa dovrebbe adattarsi ai tempi  (senza perdere se stessa) se non rischia di essere soppiantata

Share this post


Link to post
Share on other sites

magari bisogna semplicemente accettare che è finito il tempo della F1, come finì il tempo delle bighe

  • Fernandello 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, lucaf2000 ha scritto:

la macchina una volta era quasi un oggetto del desiderio, adesso c'è una forte campagna denigratoria in atto con la scusa dell'inquinamento...

Ma via, cosa c'entra la campagna denigratoria? La macchina era il mio oggetto del desiderio molto prima che qualche campagna denigratoria potesse dissuadermi dall'acquisto :asd: Piuttosto mi sorprendo di come la F1 riesca ancora a scoppiare di salute nonostante la m***a che è, e che lo zoccolo duro di cui parlava chatruc e che è disposta a pagare Sky non si sia ancora stancato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Natural Blonde Killer ha scritto:

frequentando ragazzi tra i 20 e i 25 mi sono reso conto che non è tanto il non considerare più la macchina come oggetto del desiderio, ma le diverse abitudini generazionali ed anche il concetto di divertimento, mi spiego:

la i-generation vuole le cose subito, facilmente, in modo immediato e con un dispendio minimo di tempo. l'abbonamento sky non è ne veloce ne immediato, quindi rinunciano subito e cercano l'alternativa streaming; lo streaming che viene proposto è non di elevata qualità, mediamente costoso, e soprattutto non consente repliche o registrazioni, quindi tu obblighi dei ragazzi di 20 anni a stare attaccato ad uno schermo per 1 ora e 30/2 ore la domenica alle 15, senza altre possibilità. Non lo accetteranno mai.

L'alternativa sarebbe o accorciare la gara, o sviluppare piattaforme streaming con repliche, registrazioni e storico delle gare (per ora fantascienza per la f1).

 

secondo punto è il solito, la F1 si è fatta la nomea di sport noioso ed i piloti sono teleguidati dall'elettronica e dal box, tra l'altro il dominio di un unico team ammazza ulteriormente l'interesse. I giovani vogliono i sorpassi e lo spettacolo, ed anche se non è nel dna della f1 questa dovrebbe adattarsi ai tempi  (senza perdere se stessa) se non rischia di essere soppiantata

Conosco uno che non ha mai visto mezza gara di f1 ma si è messo a guardare la formula E e gli piace. Dice che è bella perchè ci sono sorpassi, le gare non sono troppo lunghe e ci sono delle cose tipo mario kart che la rendono divertente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, S. Bellof ha scritto:

Ma via, cosa c'entra la campagna denigratoria? La macchina era il mio oggetto del desiderio molto prima che qualche campagna denigratoria potesse dissuadermi dall'acquisto :asd: Piuttosto mi sorprendo di come la F1 riesca ancora a scoppiare di salute nonostante la m***a che è, e che lo zoccolo duro di cui parlava chatruc e che è disposta a pagare Sky non si sia ancora stancato. 

forse col cambio generazionale la F1 andrà a morire 

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

magari bisogna semplicemente accettare che è finito il tempo della F1, come finì il tempo delle bighe

 

se venissero ascoltati i pareri dei fan per fare cambiamenti in meglio si potrebbe salvare per me

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, S. Bellof ha scritto:

Ma via, cosa c'entra la campagna denigratoria? La macchina era il mio oggetto del desiderio molto prima che qualche campagna denigratoria potesse dissuadermi dall'acquisto :asd: Piuttosto mi sorprendo di come la F1 riesca ancora a scoppiare di salute nonostante la m***a che è, e che lo zoccolo duro di cui parlava chatruc e che è disposta a pagare Sky non si sia ancora stancato. 

Beh ma rispetto ad una volta vedo che la macchina viene vista in maniera diversa ..

Comunque temo abbia ragione Rube, alle nuove generazioni interessa poco della F1 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/6/2019 Alle 21:20, Natural Blonde Killer ha scritto:

 

se venissero ascoltati i pareri dei fan per fare cambiamenti in meglio si potrebbe salvare per me

Se si ascoltassero i pareri dei fan , cioè della maggioranza, non degli intenditori, ecco cosa avremmo:

 

1) due gare a weekend di 30 minuti.

 

2)  griglia gara 1 con inversione delle qualifiche

 

3) griglia gara 2 con inversione di gara 1

 

4) rotazione dei piloti sulle varie macchine

 

5) powerboost deciso dal televoto

 

6) safety car a random

 

7) scorciatoie da prendere tot volte a gara

 

Io ho quasi 40 e capisco perchè la macchina non sia il sogno di un giovane. Da piccolo, si ragionava su quanto costasse una macchina. Dicevo, se avessi 15k prenderei la KIA, se avessi 25k l'A3, se avessi 40k la serie 3. Ora ti tocca ragionare su quanto paghi di bollo e di quale consuma meno.

 

Vent'anni fa ci si fermava a random a fare benzina. Mi ricordo che molti di noi preferivano la Shell causa Ferrari. Oggi la Shell non la trovi nemmeno per strada e tutti sappiamo esattamente quanto costa il litro. Ieri uscendo da Lignano ero in riserva patocca, mi sono fermato e visto il prezzo, sono ripartito. Cosa impensabile negli anni '90.

 

Circa 15 anni fa, quando andavo con gli amici a vedere concerti, l'importante era raccattare soldi per comprarsi il biglietto. Poi ci si arrivava in un modo o nell'altro. Pochi anni dopo, oltre al biglietto il problema era fare il pieno alla macchina. Da dieci anni, la paura di tutti è pure il pedaggio.

 

Sempre fino a dieci o quindici anni fa, la macchina la usavi per andare in quel centro commerciale lontano da casa dove trovavi cose che qui non c'erano oppure per girare in certi negozi di Milano che avevano chissà cosa. Ho perso una vita intera alla ricerca di maglie originali della NFL o della palla originale Wilson. Oggi trovi tutto su internet. Ci metti un secondo e compri.

 

Riassumendo, girare in macchina è un salasso e soprattutto non ha l'utilità che poteva avere una volta. Questo porta a non considerare la macchina come un oggetto desiderabile.

 

Poi c'è la questione sogni. Una volta leggevi del resoconto della gara IndyCar su Autosprint e sognavi a come sarebbe stata quella gara osservando le tre foto pubblicate. Oggi puoi trovare gare intere o riassunti in un istante su youtube, quindi non sogni le gare perchè sono lì e le vedi quando vuoi. Una volta, noi appassionati registravamo le gare su VHS e custodivamo gelosamente le nostre collezioni, riguardando i GP durante l'inverno. Questo ci ha fatto avere un sacco di pazienza e di goderci appieno le corse. Un ragazzo di oggi può fare tutto quando vuole quindi è dura tenerlo pazientemente fermo a godersi una gara lunga.

 

Tanto per fare un esempio, il motomondiale al Mugello tiene botta perchè è una sorta di rave party dove i ragazzi vanno la sera per disfarsi e fare casino. Le gare le vedono poi di sfuggita e sul totale dei presenti, l'ottanta percento sa poco di chi stia correndo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono d'accordo. infatti penso che se la f1 vuole continuare ad esistere sia necessario fare dei cambiamenti, hai voglia a sentire i puristi, regole e format vanno corretti altrimenti piano piano vedremo forse solo gare nei cittadini

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minuti fa, Beyond ha scritto:

sono d'accordo. infatti penso che se la f1 vuole continuare ad esistere sia necessario fare dei cambiamenti, hai voglia a sentire i puristi, regole e format vanno corretti altrimenti piano piano vedremo forse solo gare nei cittadini

 

Non capisco il tuo ragionamento o forse hai sbagliato qualcosa nella frase. Sembri a favore dei cambiamenti ma poi dici che la F1 finirà a correre solo nei cittadini come una cosa negativa.

 

Io credo che fare dei cambiamenti sia una buona cosa ma senza stravolgere l'essenza delle corse. Le regole antisportive (griglie rovesciate, televoto, ecc.) sicuramente non vanno bene. La doppia gara potrebbe anche starci solo se una propedutica è di qualifica e breve e poi si lascia un evento principale lungo.

 

In ogni caso, credo che se le gare fossero combattute, ci sarebbero pochi motivi per lamentarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, chatruc ha scritto:

 

Non capisco il tuo ragionamento o forse hai sbagliato qualcosa nella frase. Sembri a favore dei cambiamenti ma poi dici che la F1 finirà a correre solo nei cittadini come una cosa negativa.

 

 

intendo che se vogliamo che la f1 resti un campionato con un briciolo di interesse e corso negli autodromi, si dovranno fare delle scelte.

io credo che nell'era attuale la gente sia sempre meno disposta a spendere centinaia di euro di biglietti, viaggio, hotel per vedere una gara. se poi vedono pure schifezze come la settimana scorsa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

intendo che se vogliamo che la f1 resti un campionato con un briciolo di interesse e corso negli autodromi, si dovranno fare delle scelte.

io credo che nell'era attuale la gente sia sempre meno disposta a spendere centinaia di euro di biglietti, viaggio, hotel per vedere una gara. se poi vedono pure schifezze come la settimana scorsa...

 

Il tuo pensiero è piuttosto simile al mio, ma entrambi abbiamo delle convizioni sbagliate.

 

Gli organizzatori pagano più che mai per avere i GP e poco importa dei biglietti. La F1 incassa e può correre anche a porte chiuse.

 

Le payTV pagano il doppio di pochi anni fa nonostante gli anni di dominio Mercedes.

 

Sembra impossibile ma il giocattolo funziona alla grande.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul medio periodo, dubito fortemente sul lungo.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, chatruc ha scritto:

 

 

 

Gli organizzatori pagano più che mai per avere i GP e poco importa dei biglietti. La F1 incassa e può correre anche a porte chiuse.

 

 

 

non mi sembra sia tanto vero, si gli organizzatori allo stato attuale riescono a gestire le cose per qualche anno, ma poi la maggior parte cede. negli ultimi 10 anni abbiamo visto istanbul, malesia, india, corea, valencia dove si corre per qualche anno e poi ciao, non credo che sia la strada da percorrere per la f1. gli stessi cittadini che hanno una organizzazione diversa non solo costano almeno quanto una pista normale, ma rischiano lo stesso di sparire dopo un po' come si sente dire di baku e singapore.

sopravvivono quelli in cui pagano gli emiri come bahrain e abu dhabi, gli stessi pompati circuiti in russia e messico con ogni probabilità non dureranno molto.

certo si può andare dietro ogni anno al miglior offerente come faceva bernie, ma mi sembra una strada senza futuro

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

che trashata il duello Villeneuve-Arnoux commentato da Vanzini

Share this post


Link to post
Share on other sites

×