Jump to content
Ciktost

La F1 in TV

Recommended Posts

1 ora fa, chatruc ha scritto:

Dicono che la F1 di vent'anni fa era divertente quando di fatto non lo era. Si dimenticano di tre stagioni stradominate da Schumacher su Ferrari, dei campionati William Renault, dei monomarca McLaren e della Williams Honda. Le stagioni 1984, 1987, 1988, 1989, 1992, 1993, 1996, 2001, 2002 e 2004 non erano per niente divertenti. Si parla di Senna come l'emblema delle gare divertenti quando in realtà ammazzava le gare dalla pole allungando di 30 secondi sugli inseguitori. Si evoca un passato glorioso che non è mai esistito.

 

:bravo:

chi invoca il divertimento dovrebbe guardare altri sport, non la F1.

1 ora fa, chatruc ha scritto:

Bobbiese poi parlava della ricaduta sul prodotto di serie e ben gli hanno ricordato del motore V16 del 1950 della BRM. Serviva per la serie? Poi c'era il L2 della Ferrari, il due tempi Jap, il H16, il W12 Life, la turbina Pratt & Whitney...servivano a sviluppare macchine stradali?

 

:sisi042:

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Ruberekus ha scritto:

Bobbiese ieri lo hanno massacrato :asd: 

 

Il problema è che lui ha messo in un pentolone un sacco di argomenti diversi

 

1) disinteresse dei giovani per i motori: non è colpa della F1, è un fenomeno sociale.

 

2) disorientamento dei potenziali compratori di automobili: è una questione politica che non riguarda la F1.

 

3) mancato sviluppo in F1 di tecnologie applicabili: in generale non le hanno mai sviluppate in corsa. In corsa si sviluppa tecnologia per vincere le gare. I turbo sono arrivati in F1 proprio per promozionare il prodotto di strada.

 

4) gare noiose: lo sono tanto e quanto lo erano quelle dei cosidetti tempi eroici. Il passato che viene richiamato in realtà non è mai esistito.

 

5) eccesso di tecnologia: da quando in F1 girano soldi veri, la tecnlogia top è sempre stata. Honda ha introdotto l'elettronica per consumare poco. Poi sono arrivate macchine con ABS, sospensioni attive e cambio automatico. Al Minardi Day era molto riconoscibile il passaggio da vetture normali vetture tecnologiche (le monoposto dal '90 sono troppo impegnative da far girare).

 

6) troppe gomme: su questo nessuno ha detto nulla. Dicono che il pubblico non capisce delle tre mescole a gara, cinque a stagione. Io ricordo nel 1989 che la Goodyear portava 5/6 mescole a gara più 2 da qualifica e 2 da bagnato. Solo che erano tutte nere e nessuno ci faceva caso tranne Piola su Autosprint

 

Ecco un esempio di tempi eroici:

 

Spagna 2019

spa19r.jpg

spa19gxg.jpg

Ecco i tempi eroici di 30 anni fa

spa89r.jpg

 

Fate delle considerazioni.

spa89gxg.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo, come ho sempre.detto, che non si stava meglio quanfo si stava peggio, la F1 è sempre stata, tolta qualche gara a stagione, soporifera, non è sicuramente quello il problema.

 

Il problema è che non c'è piu il ricambio generazionale di quelli che la seguono, perché non c'è piu la passione per le auto e di conseguenza l'ammirazione per chi le sa guidare al massimo.

Bob ha buttato dentro troppi argomenti, anche perché la sua lotta all'elettrico (che per altro condivido) lo porta spesso a perdersi in considerazioni non sempre centratissime. Però in studio hanno detto delle cose vere: fino a 20 anni fa quando avevi 16 correvi a farti la patente della moto, due mesi dopo aver compiuto i 18 avevi la patente della macchina. A questo aggiungo che cercavi di avere la macchina meno peggio in quanto a prestazioni, e se sapevi andare "forte" nelle collinette attorno al paese eri l'eroe della compagnia.

Da qualche anno ai ragazzi non frega nulla di tutto questo, a 18 anni vogliono l'iPhone 10 e vanno in treno o con il bus. Alla meglio guidano la scassona di famiglia e se la tengono tranquillamente fino ai 30 anni, quando dopo gli studi compreranno la prima smart elettrica con il loro stipendio.

Quelli della mia generazione facevano debiti per avere una Renault gt turbo di terza mano.

Come si puo pensare che, fatte queste premesse, i giovani possano appassionarsi di F1?

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre alle nuove generazioni social-dipendenti e auto-repellenti il problema è che la f1 ha perso una sua caratteristica fondamentale, ovvero il pericolo, il rischio, il "può succedere qualcosa". L'affidabilità è oramai alle stelle, i (pochi) errori non vengono puniti perché non ci sono vie di fuga ma parcheggi Esselunga e così via.

E' il motivo per cui io personalmente mi sto appassionando di più alle moto, perché nonostante la presenza anche lì di vie di fuga aeroportuali, elettronica stradiffusa (anche perché senza i piloti finirebbero sulla Luna), c'è ancora quella dose di rischio e di imprevedibilità (tipo una caduta). Oltre al fatto che, e parlo sempre per me, c'è un pilota come Marquez che in ogni momento di può tirare fuori una manovra o un sorpasso da farti sobbalzare sulla sedia, proprio quello che manca in molte gare di f1.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno che potrebbe fare il Marquez in F1 è Verstappen ma sono ancora troppo indietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, M.SchumyTheBest ha scritto:

Oltre alle nuove generazioni social-dipendenti e auto-repellenti il problema è che la f1 ha perso una sua caratteristica fondamentale, ovvero il pericolo, il rischio, il "può succedere qualcosa". L'affidabilità è oramai alle stelle, i (pochi) errori non vengono puniti perché non ci sono vie di fuga ma parcheggi Esselunga e così via.

E' il motivo per cui io personalmente mi sto appassionando di più alle moto, perché nonostante la presenza anche lì di vie di fuga aeroportuali, elettronica stradiffusa (anche perché senza i piloti finirebbero sulla Luna), c'è ancora quella dose di rischio e di imprevedibilità (tipo una caduta). Oltre al fatto che, e parlo sempre per me, c'è un pilota come Marquez che in ogni momento di può tirare fuori una manovra o un sorpasso da farti sobbalzare sulla sedia, proprio quello che manca in molte gare di f1.

 

difatti sono proprio poche le vetture che non arrivano al traguardo e sempre più spesso per incidente.

L'affidabilità è la costante "obbligatoria" perchè tutti le componenti delle PU devono durare.

Diciamo che è bello così? Può essere, ma sembra sempre più endurance a tappe, più che competizione al limite.

Poi @chatrucconfronta i tempi del GP di Barcellona '19, dove c'è stata la SC dal 46 al 52 giro, con azzeramento dei distacchi per l'unico incidente che c'è stato, con un gara a caso di 30 anni fa (quale sarebbe?)

personalmente dico che anche senza capire di quale GP si tratti, mi sembra sia stato ricco di "avvenimenti".

Poi naturalmente oggi i piloti hanno meno rischi e siamo tutti più contenti, sopratutto loro.

 

Altro sul confronto non mi interessa notare...

 

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le nuove generazioni si sono spostate molto su altri sport vedi l’NBA.

La MotoGP regge perché comunque ricca di spettacolo e sorpassi. Poi in Italia molto dipende anche da Valentino.

Il Calcio anche sta subendo una flessione, almeno per le presenze allo stadio. Parlo qui di Napoli, rispetto a 10 anni fa i giovanissimi non hanno quella passione di andare al San Paolo sempre. Oltre ad impianti fatiscenti e costi alti, molto dipende poi dal dominio Juve, l’anno scorso col Napoli quasi vittorioso c’era un clima pazzesco, che comunque non si vede se si fanno stagioni normali come quest’anno.

La NBA attrae per questo: è un gioco giovane, moderno, che raramente può farti disamorare.

Lo stesso dominio Golden State viene visto in maniera diversa.

 

Edited by VincenzoFerrari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma secondo me neanche la MotoGp regge granché, infatti a parte Spagna e Italia piloti al top quasi non ne arrivano da decenni (e per l'Italia è la VR Academy che fa molto, perché se aspettiamo la FIM campa cavallo). C'è Rossi che la tiene in buona parte in piedi, ed è per questo che lo terranno a correre finché possono (per carità si difende ancora bene, ma si difende appunto, di attaccare non se ne parla). Marquez non ha lo stesso seguito di Rossi; gli altri sono delle macchiette, mediaticamente parlando. La cosa buona della Motogp è che costa 1/10 della F1, quindi anche se se la filano solo in 3 Paesi, ovvero Spagna, Italia e Indonesia, si riesce comunque a tirare a campare. 

Edited by M.SchumyTheBest
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, VincenzoFerrari ha scritto:

Le nuove generazioni si sono spostate molto su altri sport vedi l’NBA.

La MotoGP regge perché comunque ricca di spettacolo e sorpassi. Poi in Italia molto dipende anche da Valentino.

Il Calcio anche sta subendo una flessione, almeno per le presenze allo stadio. Parlo qui di Napoli, rispetto a 10 anni fa i giovanissimi non hanno quella passione di andare al San Paolo sempre. Oltre ad impianti fatiscenti e costi alti, molto dipende poi dal dominio Juve, l’anno scorso col Napoli quasi vittorioso c’era un clima pazzesco, che comunque non si vede se si fanno stagioni normali come quest’anno.

La NBA attrae per questo: è un gioco giovane, moderno, che raramente può farti disamorare.

Lo stesso dominio Golden State viene visto in maniera diversa.

 

 

In ogni caso, credo che come ascolti la F1 sia sempre superiore alla motoGP o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se da appassionato di vecchia data oggi ti sposti dalla f1 alle moto, perché ormai manca il pericolo, l'imprevisto eccetera, ti succede perché non sei un appassionato di moto di lunga data.

Le moto saranno sempre piu pericolose delle macchine, ma anche li il mondo è cambiato.

Il rischio nel motorsport c'è ancora, in macchina non è raro che nelle corse in salita succeda qualche disastro, ma i tg non ne parlano, e su autosprint cartaceo piuttosto che su f1 passion trovi dei trafiletti a margine.

No, secondo me molto banalmente fino a 20 anni fa gran parte dei giovani avevano il mito della macchina e sel sapere guidare forte.

Oggi, non a tutti, ma alla maggior parte, frega nulla.

Tutto li.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La f1 è superiore alla motogp come ascolti (le moto sono ancora più di nicchia), ma in motogp con 20 milioni (sparo a caso ma non credo di andarci troppo lontano) ci fai una stagione ad alto livello, in f1 ci paghi l'hospitality. Ma anche la motogp è in crisi; Paesi come UK, Giappone, USA, Australia, un tempo fucina di talenti, sono letteralmente scomparsi da anni, se non decenni, dal panorama; domina la Spagna, l'Italia più indietro, gli altri non esistono se non una tantum un talento che esce fuori, per grazia ricevuta, da qualche altro posto. La gara dal vivo è ancora seguita (gli appassionati di moto mi pare "sentano" la gara live più di altri), ma poi in tv non c'è nessuno, e programmi per giovani piloti men che meno (idem in Italia, dove Rossi sta obiettivamente facendo un gran lavoro rispetto ai tempi dell'imbarazzante Team Italia).

Poi è chiaro che la moto rimane sempre più pericolosa della f1, ma il problema di quest'ultima è che ha perso anche quel minimo di rischio che c'era prima; non ricordo l'ultima volta che un pilota sia finito insabbiato da qualche parte, che abbia perso l'ala uscendo di pista o che abbia rotto in gara per più di 2 volte a stagione. Poi ci sono sempre i piloti a muro, qualche rottura, o in casi per fortuna rarissimi incidenti stile Bianchi, ma in genere vedere una gara da f1 non genera più alcun brivido, l'imprevedibile è oramai sparito o quasi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non siamo al Colosseo non mi interessa vedere piloti che rischiano di morire o rimanere paralizzati.

Se poi oggi i giovani non truccano più le auto e muoiono meno per strada è un'ottima notizia.  Tanto i soldi degli sponsor vanno esclusivamente ai grandi piloti. 

Edited by Picox
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche a me il rischio di incidente/caduta non è una determinante per valutare se la F1 mi piaccia di più o di meno, e se posso fare a meno di morti o feriti nel motorsport ben venga.

 i i ritiri per guasti poi li trovo odiosi in quanto tolgono dal gioco un pilota per un fattore non dipendente da lui (al netto di suoi errori).

 

Che i tempi siano cambiati è vero, la mia generazione e quella dopo la mia non sono molto appassionate motore, non per questo significa che abbiano meno valore comunque. Appurato questo poi dovrebbe essere la F1 a venire in contro alla società che è cambiata, è ovvio che si rimane fossilizzata così come è continuerà a perdere spettatori, e ciò non significa che debba snaturarsi.

 

Al giorno d'oggi i giovani vogliono: immediatezza e accessibilità multipiattaforma (che la f1 non ha),  lotte e spettacolo (che la f1 non ha) e piloti più divi (c'è solo Hamilton).

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto, il GP di Monaco sarà in DIRETTA sull'8. Aria di crisi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, Antonio91 ha scritto:

Intanto, il GP di Monaco sarà in DIRETTA sull'8. Aria di crisi?

 

E' la gara che fa più ascolti. E' un favore agli sponsor di La8.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era già previsto andasse sull'8 mi pare. Ci sarà anche l'inghilterra credo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si era già previsto come altri GP.

quest'anno le 4 gare in chiaro non sono più quelle finali... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Erano previste da inizio anno le live di Usa Monaco abu Dhabi è Monza 

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è anche Uk. Sono 5 come l'anno scorso ma più "spalmate"

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Antonio91 ha scritto:

Intanto, il GP di Monaco sarà in DIRETTA sull'8. Aria di crisi?

E io pago.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×