Jump to content
Ciktost

La F1 in TV

Recommended Posts

Ho notato anche io questa cosa...e anche il cambio di posizioni

Esatto, cosa che mi ha mandato un pelo in confusione ad un certo punto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

probabile che al circuito bangla hanno avuto qualche problema con i sensori, se li saranno rubati :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La triste fine di Interlagos, da circuito storico a circuito bangla.

 

O meglio, con le vicinanze bangla, con base bangla la casa di nonna Nilde (un saluto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nilde Iotti?

 

Nonna Neide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Saprò come si chiama.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per la cronaca a Race Anatomy, il grande Leo Turrini, ha espresso il desiderio che le penalità sui cambi di componenti delle vetture non siano date al pilota.

 

evidentemente diciamo entrambi eresie?

 

:dirol:

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

la tua opinione ha un valore, perché distruggerla dicendo che Turrini la pensa allo stesso modo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo quello che conta maggiormente è il campionato piloti...il campionato costruttori solitamente viene assieme... quindi si deve necessariamente penalizzare il pilota... il pilota è la scuderia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torniamo alla buona e vecchia regola degli scarti.

Puoi eliminare 4 risultati peggiori in una stagione.

Si lasciano le penalità come ora, e se alla fine quei gp sono risultati i peggiori, li scarti.

Il pilota non perde niente, ovviamente i punti che acarta il pilota, verranno tolti anche alla squadra, cosi lei Sarà penalizzata, e il pilota no.

Ggr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'amor del cielo gli scarti no. Con tutto il rispetto per la tua opinione, ma penso siano una porcheria, ho in mente Prost che nel 1988 fa più punti effettivi ma perde lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto grazie per il rispetto.

Da altro canto, gli scarti possono essere una specie di salvasfighe.

Ora non mi metterò di certo a rifare i conti, ma forse con tre scarti ham vinceva l'anno scorso.

Ad ogni modo, come dici giustamente, va salvaguardato chi fa più punti.

Ggr

Share this post


Link to post
Share on other sites

non servono i conti per stabilire che Hamilton avrebbe vinto con gli scarti lo scorso anno :asd:

 

per la questione di non dare penalità in griglia ai piloti quando cambiano PU l'idea di non penalizzare il pilota è molto bella, il problema è che non vedo nessuna soluzione. Se non si danno penalità, allora i team cambiano PU tutti i giorni e finirà per vincere Stroll perché è l'unico che può permettersele :asd:. Dare invece penalità nei costruttori è un'altra soluzione che non mi sembra applicabile visto che basti prendere l'esempio di quest'anno, col campionato piloti molto più combattuto di quello costruttori, allora Mercedes avrebbe potuto cambiare motore a Hamilton, prendersi un'ininfluente penalità nel vinto campionato costruttori ma dando un ingiusto vantaggio al proprio pilota.

 

Per me la situazione va bene così, certo possono succedere cose assurde come il 2016 dove un pilota parte in fondo 35 volte e rompe 5 motori e il compagno con un'auto indistruttibile, ma comunque sono situazioni eccezionali e statisticamente improbabili.

 

 

Edited by Froome

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto grazie per il rispetto.

Da altro canto, gli scarti possono essere una specie di salvasfighe.

Ora non mi metterò di certo a rifare i conti, ma forse con tre scarti ham vinceva l'anno scorso.

Ad ogni modo, come dici giustamente, va salvaguardato chi fa più punti.

Ggr

 

Anche perché la rottura in gara, come un incidente, è parte del gioco. Si potrebbe risistemare il sistema delle penalità, per renderlo meno pesante e meno influente sull'economia del campionato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che dice Turrini e che sostieni te è comprensbile ma tecnicamente non giusto.

Se quattro motori devono reggere 20 GP, se un pilota corre con motori pompati, uno per gara, vince il titolo. Ma che senso avrebbe?

Immagina la Mercedes che con quattro motori vince il titolo costruttori mentre la Ferrari vince il piloti grazie ai cambi motore e sacrifica il costruttori? non avrebbe senso.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torniamo alla buona e vecchia regola degli scarti.

Puoi eliminare 4 risultati peggiori in una stagione.

Si lasciano le penalità come ora, e se alla fine quei gp sono risultati i peggiori, li scarti.

Il pilota non perde niente, ovviamente i punti che acarta il pilota, verranno tolti anche alla squadra, cosi lei Sarà penalizzata, e il pilota no.

Ggr

ma intendi quella regola in vigore fra gli anni 80 e 90?se intendi quella,non sono d'accordo perchè,cosi facendo Prost ha perso almeno 2 titoli,a favore di Senna.Sicuramente mi sto sbagliando,ed intendi altro,nel caso chiedo "scudo" cit

Share this post


Link to post
Share on other sites

No no. Intendo quella. Si potrebbe modificare escludendo le posizioni da podio tra i risultati da scartare.

Ggr

Share this post


Link to post
Share on other sites

La regola era valida dal primo mondiale di F1 nel 1950 fino al 1990 compreso. In generale, con varie formule, si scartavano i peggiori risultati. In tal modo veniva penalizzato il pilota formichina nei confronti di piloti vincenti ma non costanti.

I mondiali persi da Prost nei confronti di Senna furono uno solo, quello del 1988. Poichè segnarono tante doppiette, alla fine Prost ebbe come risultati utili sette vittorie e quattro secondi posti, scartando pure secondi posti. Senna invece ebbe otto vittorie e tre secondi posti.

In ogni caso ci furono piloti meno veloci ma costanti che vinsero lo stesso come Piquet contro Mansell nel 1987 e Prost contro Senna nel 1989.

Con tale sistema, non ci sarebbero molto ingiustizie. Schumacher non avrebbe dovuto penare fino alla fine per il titolo 2003, Antonelli avrebbe chiuso facilmente il titolo 2017 mentre aveva ancora Luthi con possibilità nonostante una sola vittoria contro otto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

da Repubblica

 

. Più complicata la situazione della Formula 1: Sky vuole tutti i Gran Premi da trasmettere in pay, e in esclusiva, non solo in Italia ma anche in Inghilterra (BskyB) e Germania (Deutsche Sky). La tv di Murdoch è disposta a pagare circa 70-80 milioni per (tutte) le gare italiane, da dare in diretta e in esclusiva: in questo caso sarebbe un guaio serio per la Rai che adesso ha (solo) 9 Gp in diretta, gli altri in differita. Che direbbero Mercedes e Ferrari? Su questo confida la Rai, che non si arrende.

 

 

Pensavo che la trattativa fosse in stato molto più avanzato invece pare che ancora non si sappia se ci sarà ancora la F1 sulla Rai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

alla fine si accorderanno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si faranno pagare pure qualcosa in più per le stesse cose :asd: In Inghilterra mi pareva già ufficiale l'esclusività Sky dal 2019.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×