Jump to content
Ciktost

La F1 in TV

Recommended Posts

Dove abito io non ricevo il segnale digitale terrestre ( ricevo solo i canali Rai e i 5 principali Mediaset in maniera pessima) quindi 3 anni fa ho dovuto installare una parabola ed acquistare un decoder Tivùsat . Bene, da circa 10 giorni tra i canali tivusat ho cominciato a ricevere Cielo e Dmax. Che voglia dire qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

opinione personale del tutto opinabile:

 

il digitale terrestre è una delle tante cagate che in Italia potevamo risparmiarci.

 

 

Senza entrare nel merito del bordello politico e burocratico, il passaggio al digitale era sacrosanto ma andava fatto 10 anni prima, adesso ci troviamo con uno standard di trasmissione vecchio e inadeguato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo chiedi o lo affermi?

 

Domande retoriche, ma molto probabili. Ormai su raiuno come sport, c'è solo il calcio con la coppa italia, dato che anche 90 minuto non fa più ascolti e l'hanno retrocesso su raidue. Inizio a pensare che la rai ha perso interesse: può darsi che venga smentito. Ma dare 11 gare in differita su 20 non è una cosa eccezionale. Però alla fine sky ha fatto quello che doveva fare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza entrare nel merito del bordello politico e burocratico, il passaggio al digitale era sacrosanto ma andava fatto 10 anni prima, adesso ci troviamo con uno standard di trasmissione vecchio e inadeguato.

 

:up:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Senza entrare nel merito del bordello politico e burocratico, il passaggio al digitale era sacrosanto ma andava fatto 10 anni prima, adesso ci troviamo con uno standard di trasmissione vecchio e inadeguato.

 

Molti Paesi lo hanno fatto prima di noi o lo hanno completato prima di noi.

 

Però è anche vero che lo standard in Europa è ormai il DVB-T: non è inadeguato.

 

Ad essere inadeguato semmai è il sistema con cui le emittenti trasmettono il segnale.

Molte nazioni non hanno l'interattività (tipo l'MHP), alte trasmettono in solo MPEG 2, pur avendo magari completato il passaggio prima di noi.

L'Italia trasmette sia in MPEG 2 che in MPEG 4 e utilizza anche l'MHP (anche se non ha avuto successo).

 

Ma come detto il problema sono le trasmissioni, che non sono in HD e in alcuni casi sono ancora al vecchio formato 4/3 invece dei 16/9, ormai standard per qualsiasi televisore di nuova generazione.

 

Il secondo problema dipende invece dall'amministrazione, che non sa gestire le frequenze (un mese fa era sparita la Rai in Lombardia e Veneto per colpa di un'errata assegnazione di una frequenza a una tv locale).

 

Il terzo problema infine è la conformazione del territorio, che è ricco di zone collinari o montuose che complicano la copertura (quando la tv svizzera RSI fece il passaggio, questo problema rese irreperibile la frequenza in una vastissima zona del loro territorio).

 

Col satellitare ovviamente questi problemi non ci sono (anche se sicuramente ce ne possono essere di altri).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però è anche vero che lo standard in Europa è ormai il DVB-T: non è inadeguato.

inadeguato no, però è scocciante pensare che, dopo averci messo una vita a passare al dvbt per la nostra solita lentezza, tra qualche anno si dovrà cambiare di nuovo per il t2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

inadeguato no, però è scocciante pensare che, dopo averci messo una vita a passare al dvbt per la nostra solita lentezza, tra qualche anno si dovrà cambiare di nuovo per il t2

 

Hai ragione, ma questi continui cambiamenti dell'uso di uno standard sono fatti per scopo di marketing.

Chi oggi compra in televisore nuovo, fra un paio d'anno d'anni si ritroverà con uno strumento inadeguato al nuovo sistema e sarà costretto ad acquistare un nuovo decoder o un nuovo televisore...

 

Naturalmente anche la F1 si sta avviando verso la cessione dei diritti integrali alle sole pay-tv, perché le pay-tv possono pagare molto di più rispetto alle tv standard.

Quindi anche gli organizzatori ragionano in termini di marketing.

 

Le pay-tv a loro volta ci fanno business, perché se monopolizzano gli eventi in esclusiva aumenteranno con buona probabilità il bacino di utenza e aumenteranno così gli introiti grazie agli abbonamenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai ragione, ma questi continui cambiamenti dell'uso di uno standard sono fatti per scopo di marketing.

perdona, il marketing lo fanno le case che producono i tv senza decoder dvbt2, lo standard nuovo nasce a prescindere ed è senza dubbio utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

perdona, il marketing lo fanno le case che producono i tv senza decoder dvbt2, lo standard nuovo nasce a prescindere ed è senza dubbio utile.

 

Questo è verissimo.

Però mi piacerebbe a quel punto che se si impone uno switch-off, si deve imporre allo stesso tempo lo stop totale alla vendita degli apparecchi che non dispongono della nuova tecnologia almeno 2/3 anni prima della data stabilita dell'adozione della nuova tecnologia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

infatti il dvbt2 non è ancora usato da noi e la legge prevede che dal 2015 le nuove tv debbano necessariamente averlo. la "colpa" è dei produttori che per risparmiare non hanno messo i decoder, quando in uk ad esempio sono inclusi da diversi anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

infatti il dvbt2 non è ancora usato da noi e la legge prevede che dal 2015 le nuove tv debbano necessariamente averlo. la "colpa" è dei produttori che per risparmiare non hanno messo i decoder, quando in uk ad esempio sono inclusi da diversi anni.

 

E io che pensavo di comprare entro pochi mesi un nuovo televisore per vedere la F1... :asd:

 

Ero orientato su uno smart TV Samsung, ma ho visto che la Samsung non ne produce con decoder DVB-T2 se non un solo modello da 75" !

 

Buono a sapersi, così eviterò di buttar via soldi su un mezzo che sarà tecnologicamente inadeguato già tra due anni! :zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli ultimi sony già hanno tutti i sintonizzatori dvbt2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

gli ultimi sony già hanno tutti i sintonizzatori dvbt2

 

Sì, ho visto.

Però probabilmente non sono in HEVC/H.265, che è il nuovo formato che sostituirà quelli attuali (il decreto stabilisce che dal 01/01/2015 tutti i televisori/ricevitori dovranno avere questo formato).

 

A parte che da quello che ho letto in giro le trasmissioni a regime inizieranno non prima del 2016/2020... però spendere 500/600 € per un tv nuovo solo per vedere la F1 ... quando dopo due anni avrò un ferro vecchio, mi farebbe giare le scatole!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissà se riuscirò a farmene una ragione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il DVB-T2 è usato da noi da almeno 2 anni (Europa 7) solo che nessuno lo sa :asd: Si poteva utilizzare benissimo allo switch off ma evidentemente qualcuno aveva interesse a vendere l'HD come qualcosa di esotico. Certo l'HD è possibile anche in DVB-T (vedi canale RAI e i finti mediaset) ma si pappa un sacco di banda e per un motivo e l'altro ce n'e' poca e sempre di meno. Dal 2015 i televisori in vendita con certi bollini (decisi sempre dalla solita cricca rai-m$-sky) dovranno avere il decoder dvb-T2 (e non H.265, quella è una codifica e non è legata allo standard di trasmissione) ma l'adozione sarà lentissima a meno di non voler scatenare la rivolta dei pantofolai

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si poteva utilizzare benissimo allo switch off

assolutamente impossibile dai, è pure uno standard nato nel 06-07

Share this post


Link to post
Share on other sites

e sardegna a parte lo switch off è iniziato a fine 2009 poche settimane dopo sono iniziate le trasmissione in T2 su un mux BBC.

 

Poi chiaro che per come erano messe le cose era di fatto molto difficile (sarebbe stata dura giustificare i finanziamenti per i fottuti decoder dvb-t e continuare a spacciare l'MPEG2 come un'innovazione) pero' il risultato è che siamo sempre indietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema non è quello, perchè tolto qualche canale in uk nel resto d'europa il dvbt2 non è usato. semplicemente dovevano vendere da subito i tv anche con quel decoder.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Il DVB-T2 è usato da noi da almeno 2 anni (Europa 7) solo che nessuno lo sa :asd: Si poteva utilizzare benissimo allo switch off ma evidentemente qualcuno aveva interesse a vendere l'HD come qualcosa di esotico. Certo l'HD è possibile anche in DVB-T (vedi canale RAI e i finti mediaset) ma si pappa un sacco di banda e per un motivo e l'altro ce n'e' poca e sempre di meno. Dal 2015 i televisori in vendita con certi bollini (decisi sempre dalla solita cricca rai-m$-sky) dovranno avere il decoder dvb-T2 (e non H.265, quella è una codifica e non è legata allo standard di trasmissione) ma l'adozione sarà lentissima a meno di non voler scatenare la rivolta dei pantofolai

 

L'HEVC (o H.265 che dir si voglia) è uno standard di codifica video tuttora in fase di implementazione.

Non è stata ancora approvata la versione definitiva a livello di standard ISO.

Ho letto in giro che il codec "finale" doveva essere pronto tra il 2013 e il 2014, quindi ci siamo quasi.

 

Questo significa che chi sta trasmettendo con la tecnologia DVB-T2 lo sta facendo in forma "sperimentale" con una versione HEVC non ancora "standard".

 

Se un televisore è dotato di sintonizzatore DVB-T2, per un eventuale switch tra il 2015 e il 2020 "potrebbe" essere già pronto.

Dico potrebbe perché il "codec" che verrà poi usato (l'HEVC appunto) potrebbe essere un po' diverso da quello in uso tuttora in forma sperimentale.

 

Questo che significa?

Che ad andar bene, sarà sufficiente aggiornare il software del televisore per installare il codec aggiornato a switch ultimato; il televisore continuerà a funzionare col ricevitore originale.

Ma se per qualche ragione la componente hardware del sintonizzatore DVB-T2 non sarà del tutto compatibile con la versione finale del codec che sarà rilasciata dallo standard ISO, quel sintonizzatore DVB-T2 sarà a quel punto inutile.

 

I casi sono due:

1) O si compra un televisore DVB-T1 puntando al ritardo (molto probabile e verosimile) che ci sarà nell'attuazione del nuovo standard (si parla del 2016 o del 2020 addirittura).

In questo caso si risparmia, perchè un DVB-T1 viene offerto a un prezzo molto più basso di un DVB-T2, il cui costo ora è sproporzionato decisamente verso l'alto.

 

2) Oppure si cerca di fare un "investimento" puntando al DVB-T2, contando nel fatto che molto probabilmente (anche se non si può avere la certezza assoluta) non sarà necessario comprare un nuovo decoder tra qualche anno.

 

Chi sceglie la prima ipotesi, deve tenere conto che appunto entro 6/7 anni ci sarà lo switch, e a quel punto o si compra il decoder, oppure si cambia televisore.

Non ho idea di quanto durino i moderni televisori LED (i catodici duravano anche decenni), ma 6/7 anni sono un tempo che potrebbe anche essere ragionevole.

 

Finisco questa considerazione abbastanza OT tornando IT parlando appunto dello standard di trasmissione che si usa in F1: vi risulta che la FOM trasmetta in HEVC (H.265)?

Qualcuno sa per caso se e quando ha in programma di farlo o di sperimentarlo?

Edited by Rhobar_III

Share this post


Link to post
Share on other sites

non penso che ci sia alcuna rete televisiva che trasmette in h.265 visto che è sperimentale

la manciata che usa il dvnt2 lo fa col h.264

Share this post


Link to post
Share on other sites

×