Jump to content
mongo

Stagione 2010, ....mondiale 10?

Recommended Posts

Per aumentare lo spettacolo basterebbe togliere un po' di grip aerodinamico (vedasi: eliminare il diffusore) in favore di quello meccanico (vedasi: pi? importanza a motori e gomme pi? larghe) e render meno restrittivo il regolamento.

 

Non vedo perch? in questo modo la sicurezza dovrebbe diminuire, ormai queste F1 (almeno nella cellula di sicurezza) sono quasi indistruttibili! Se Mosley dovesse diventare presidente della NASCAR o dell'IRL cosa dovrebbe dire :lol: :lol: ?

 

(A parte che gli ovali riempiti di chicanes sarebbero alquanto strampalati tecnicamente...).

 

Infatti, il direttore di quattrotrupote che di corse me capisce parecchio anni fa diceva proprio questo, con l'aderenza attuale le monpposto ? come se non curvassero nemmeno, ? come fare la gara quasi tutta a tavoletta, e le curve vengono messe solo per onor di firma; per? un problema che gli Ingegfnerio saranno sempre in grado di superare quello di riguadagnare l'aderenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'? nulla di anacronistico nel proporre un cambio manuale... se F1 ? equivalente a pilotaggio, il cambio manuale aumenta il fattore pilotaggio... e sar? il pilota, con la sua abilit?, a cambiare rapidamente marcia.

 

Considero anacronistico tornare ai dischi in acciaio, se quelli in carbonio sono pi? efficaci e garantiscono prestazioni migliori, non vedo perch? tornare indietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mito della velocit?. L'uomo ne ? sempre stato affascinato. L'auto non nasce per correre: nasce per spostarsi. Qualcuno per? intuisce che quell'aggeggio pu? essere lo strumento moderno, tecnologico (quando non iper-tecnologico) per soddisfare questo mito antichissimo dell'uomo, ancestrale. E farlo in modo pi? pregnante nella civilt? tecnologica (di per s? distruttrice di miti) che in quella mitica ormai sepolta.

Un piccolo miracolo, un mito ancestrale potenziato (e non ucciso, come normalmente avviene) dalla tecnologia.

La sfida sul filo dei 300 all'ora: affascinante perch? pericolosissima, mica da tutti.

Poi alla tecnologia da corsa ? stato chiesto non di alimentare il mito ancestrale della velocit? ma l'esigenza (e dico esigenza) tutta moderna della sicurezza. Dalla sfida a 300 all'ora alla sfilata a 300 all'ora.

Si ? perso qualcosa che non ? pi? recuperabile, anche perch? la mentalit? attuale non rinuncia alla sicurezza.

Spero di essermi spiegato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non c'? nulla di anacronistico nel proporre un cambio manuale... se F1 ? equivalente a pilotaggio, il cambio manuale aumenta il fattore pilotaggio... e sar? il pilota, con la sua abilit?, a cambiare rapidamente marcia.

 

Considero anacronistico tornare ai dischi in acciaio, se quelli in carbonio sono pi? efficaci e garantiscono prestazioni migliori, non vedo perch? tornare indietro.

Il concetto ? che anche col cambio sequenziale hai un vantaggio, quindi ? anacronistico pure tornare al manuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il concetto ? che anche col cambio sequenziale hai un vantaggio, quindi ? anacronistico pure tornare al manuale.

vero, ma sar? il pilota con la sua abilit?, a limare il vantaggio che si avrebbe con il sequenziale.

 

Beninteso che sempre meglio il sequenziale dell'automatico vero e proprio, che divagava qualche annetto fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il concetto ? che anche col cambio sequenziale hai un vantaggio, quindi ? anacronistico pure tornare al manuale.

 

E invece le vetture attuali hanno qualcosa di non anacronistico? I motori ad iniezione indiretta con altre tecnologie ormai superate sono al passo coi tempi? L'anno prossimo si vedranno auto pi? lente di quelle 2004 (6 anni prima) dell'ordine di 5/6/7 secondi a giro.

A questo punto, ben venga qualcosa di genuinamente anacronistico come il cambio manuale!

Share this post


Link to post
Share on other sites

finalmete le poles torneranno a fare statistica vera e non bigogner? piu mettere tra parentesi 5 euro

Share this post


Link to post
Share on other sites
E invece le vetture attuali hanno qualcosa di non anacronistico? I motori ad iniezione indiretta con altre tecnologie ormai superate sono al passo coi tempi? L'anno prossimo si vedranno auto pi? lente di quelle 2004 (6 anni prima) dell'ordine di 5/6/7 secondi a giro.

A questo punto, ben venga qualcosa di genuinamente anacronistico come il cambio manuale!

Va b? ma ? sempre sbagliato accettare cose sbagliate solo perch? ce ne sono altre sbagliate.

Per me il concetto ? che bisognerebbe smetterla di lavorare solo sull'aerodinamica e ricominciare a lavorare di pi? sulla parte meccanica, compreso, ovviamente, il motore, come tu stesso hai fatto notare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
finalmete le poles torneranno a fare statistica vera e non bigogner? piu mettere tra parentesi 5 euro

Questa ? anche secondo me una cosa positiva ....sopratutto per Alonso, troppo sminuito con la crisi :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

il cambio manuale pone un problema al pilota che dovrebbe staccare la mano dal volante con evidente diminuzione della sicurezza sopratutto per i cambi nelle curve ...

 

lasciamo il sequenziale con le alette e togliamo un p? di altre cose e in merito ai dischi dei freni ... con uqelli al carbonio c'? l'unico problema che si raffreddano se non sono usati per un p? di tempo, per? sono molto pi? affidabili ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che nel 2010 non ci sar? il cambio manuale....ma nonostante vedremo un grande mondiale. Sperem :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
il cambio manuale pone un problema al pilota che dovrebbe staccare la mano dal volante con evidente diminuzione della sicurezza sopratutto per i cambi nelle curve ...

 

lasciamo il sequenziale con le alette e togliamo un p? di altre cose e in merito ai dischi dei freni ... con uqelli al carbonio c'? l'unico problema che si raffreddano se non sono usati per un p? di tempo, per? sono molto pi? affidabili ...

dipende da cosa intendi per affidabili. Quelli in carbonio hanno una vita di qualche centinaio di km e a volte non resistono per l'intero gp. Quelli d'acciao resistono mille volte pi? a lungo :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante spunto:

 

4 Nov 2009

Toyota, un altro dinosauro se ne va

Postato il 2009 in Formula 1

 

Tadashi Yamashina, il presidente di Toyota Motorsport, e team principal per quello che riguarda la F.1, ? scoppiato addirittura in lacrime durante la conferenza stampa indetta a Tokyo per annunciare il ritiro della prima Casa al mondo dal dorato Circus dei Gran Premi. Per lui, per tutta l?azienda, si ? trattato di una sconfitta fragorosa dagli umilianti contorni: pur disponendo del budget pi? alto di tutti i tempi i giapponesi hanno chiuso la loro lunga avventura senza titoli e persino senza nemmeno una vittoria.

La Toyota esce di scena peraltro rispettando un copione che su questo blog ? stato annunciato gi? ad inizio anno e pi? volte sottolineato con foga: il rischio che a fine anno Renault, Toyota e BMW scappassero via era chiarissimo, soltanto i pi? ciechi potevano credere a due campionati distinti, soltanto i pi? ignoranti di cose di questo mondo potevano arricciare il naso all?idea che potessero arrivare nuove squadre senza blasone a rimpinguare gli schieramenti.

Mosley ha solo detto male cose giustissime, e se i costruttori avessero accettato con serenit? l?idea di avere team minori al loro fianco le fughe non ci sarebbero state perch? un conto ? per una Toyota e una BMW vivacchiare a centro schieramento, salvate dai piccoli a chiudere la griglia, e un conto ? occupare le due ultime file come ? successo a Montecarlo.

Per l?associazione dei costruttori questa ? una caporetto: la BMW da tempo via, la Toyota che ha detto finalmente con chiarezza quello che tutti nel Circus sapevano da mesi, e la Renault che zitta zitta sta mollando tutto come da sempre auspicato dal suo capo Ghosn. S?, perch? se anche non l?avete letto da nessuna parte, tutto lascia credere che nel 2010 quella che correr? sar? la Megaphone-Renault, una squadra con capitali russi e motori Renault con dietro a tutto Flavio Briatore a tirare le file dell?operazione. In parole povere, e senza annunci ufficiali, anche la Renault si sta di fatto sfilando, scocciata di buttare via soldi per raccogliere mosche. ? il solito refrain: a parte la Ferrari che ha le corse nel suo Dna, per i grandi costruttori lo sport ? soltanto business e quando non ne vale pi? la pena si chiudono i rubinetti e l?interesse. Tutto il contrario per i team privati che invece con le corse ci debbono vivere e ben vengano questi ultimi, la F.1 potr? solo guadagnarne come accadeva ai bei tempi: bassa litigiosit? e le competizioni avanti tutto.

Chi adesso trema commette un errore, il futuro pu? soltanto svoltare al bello e le regole si potranno scrivere senza i troppi interessi di bottega che imponevano soltanto vincoli incrociati per paura che questo o quel costruttore potesse averne dei vantaggi. Se n?? andata la Honda ed ? arrivata la Brawn e la differenza si ? vista, ha smobilitato la Renault ed ? venuta fuori la Red Bull. Credete a un vecchio che questo mondo lo ha frequentato per una vita: oggi ? un gran giorno per la F.1.

Carlo Cavicchi

andiamodicorse_quattroruote.it

 

Sono perfettamente d'accordo e perdono magnanimamente XD il refuso che ha portato Cavicchi a scrivere "Renault" - vedi bold rosso - mentre pensava a "Jaguar-Ford"... :hihi:

 

E' la stessa tesi sostenuta ieri ad un Gr Radio 1 dal direttore ( di quattroruote ) e osteggiata, stranamente :hihi: , da Colajanni che parlava di "grave crisi per la F1 se mollano i grandi costruttori"...

Certo, per chi ha puntato tutto sull'alleanza coi mega-boss dell'auto nella FOTA ? un brutto colpo... senza FOTA ( o con una fotina fatta da tanti team privati ) risorge la sindrome recondita dell' "accerchiamento garagista" XD

 

Io invece la penso come Cavicchi, da sempre. La Ferrari dovrebbe ri-iniziare ad agire e comportarsi come team che "ha le competizioni, in particolar modo la F1, nel suo DNA" e meno come Factory-super-tecnologica all glamour-fashioned con tanto di super-parco Disneyland per gli ex commercianti di cammelli.

 

O meglio, si pu? vendere a caro prezzo le proprie auto ai figli (ricchi) del profeta anche senza fare la F1, come Daimler ( quella Rolls, dei cugini Volkswagen ) insegna... basta scegliere.

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo o per fortuina penso che i grandi marchi restaranno pur sempre nell'ambiente, ci sar? un ricambio, sembra che la Lotus sia interessata a ripartire da dove aveva lasciato prima della morte di Chapman; ci saranno cifre inferiori che consentiranno ai costruttori medi di gareggiare;

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cavicchi mette in evidenza delle cose giuste, ma la sua analisi non mi convince del tutto.

 

L'idea di rimpinguare gli schieramenti di team che a 4 mesi dall'inizio della stagione neanche hanno un progetto non mi pare una salvezza per la Formula 1. A parte la Campos, gli altri nuovi team sono progetti bislacchi di gente che da un giorno all'altro ha deciso di buttare un po' di soldi in F1.

Almeno un tempo si partiva con team di F3000 e poi si cercava di fare il grande passo. Team piccoli ma affiatati e competenti, non salti nel buio.

 

Anche l'idea che Mosley l'abbia vista lunga e abbia cercato di salvare il circus dalla fuga dei costruttori non mi torna.

Il regolamento che ? stato ideato, il blocco dei test e degli sviluppi, le continue modifiche al regolamento, sono servite solo per frustrare i costruttori. Mosley ha voluto semplicemente umiliarli per evitare che essi assumessero troppa importanza in Formula 1.

BMW e Toyota hanno giustamente calcolato che non ? conveniente giocare ad una lotteria in cui il loro biglietto costa 4-5 volte quello della Brawn GP senza avere maggiori chances di vittoria. Renault sta facendo lo stesso calcolo.

 

Penso che il 2010 rischi di essere un anno veramente nero per la Formula 1.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che cosa hanno fatto i costruttori x la F1 questi ultimi 10 anni? Fabricare lamenti con carattere esponenziale fra i tifosi

 

 

Forse scopriamo che non sono imprescindibili, con la eccezione della Ferrari, ovviamente :hihi:

 

 

 

 

Rischio di un 2010 nero? al 100%,...ma a chi non piace le emozioni forti? XD

 

 

Spero che il 2010 non sia come il nero 2009, cio? ....pieno di pagelle flash, ...dato assolutamente significativo del "ottimo livello" raggiunto :hihi:

Edited by mongo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non mi preoccupo per la F1, anzi. Mi piacciono le novit?... sono ansioso di vedere le nuove monoposto. Per? mi piacerebbe vederle girare pi? spesso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io non mi preoccupo per la F1, anzi. Mi piacciono le novit?... sono ansioso di vedere le nuove monoposto. Per? mi piacerebbe vederle girare pi? spesso...

 

 

Forse ti dovremo complimentare...Ecclestone vuole adesso 20 GP

 

 

Ma se la cosa diventa come nel 2009, io preferirei vederle girare meno :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forse ti dovremo complimentare...Ecclestone vuole adesso 20 GP

Ma se la cosa diventa come nel 2009, io preferirei vederle girare meno :hihi:

A dire il vero stavo pensando a dei test "privati"... forse avrei dovuto scriverlo. :wacko2:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
A dire il vero stavo pensando a dei test "privati"... forse avrei dovuto scriverlo. :wacko2:

 

no, no, si capiva benissimo che parlavi dei test

 

 

ma era buon momento per ricordare che la F1 cresce in numero di amici e forse anche nelle feste programmate :hihi:

Edited by mongo

Share this post


Link to post
Share on other sites

×