Jump to content
RobSpax

1990 Prost vs Senna

Recommended Posts

Per HBK: posso capire che sia inconcepibile oggi un atteggiamento simile ma fu chiaro che la Ferrari era finita in mezzo ad una vendetta personale.

 

Mi immagino essere un moderatore di un forum in quei due anni :wacko2::superlol:

 

 

Immagino senna dipinto come un pivello traditore infame diavolo sceso in terra...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io penso che quel titolo sia stato meritato. Certo, se, e sottolineo se, Prost fosse riuscito a vincerlo in extremis, sarebbe stato anche in tal caso meritato.

 

Tuttavia, come mia sensazione, fra i titoli di Senna il 1990 ? forse quello dove veramente Ayrton raggiunge la piena maturit?, come visione della corsa, tattica e strategia.

 

Una volta lo disse lui stesso, dopo Suzuka '90: "Nel 1988 c'erano state solo le vittorie. Ci siedevamo a inizio anno, programmavano a grandi linee la stagione e procedevamo a suon di vittorie. Invece quest'anno ci sono state s? le vittorie, ma anche i secondi posti, i terzi. Abbiamo vinto dove potevamo, e ci siamo ben piazzati dove il massimo ottenibile era un secondo o terzo posto. Non eravamo pi? imbattibili come negli anni scorsi, e abbiamo saputo gestire le gare dove eravamo meno competitivi, traendo il massimo".

 

forse il piu' difficile fu il 1991,dove la mclaren aveva cominciato il suo inarrestabile declino e stava esplodendo la superwilliams,fu una stgione in cui senna non sbaglio' praticamente nulla ad eccezione di un testacoda in spagna.

 

il 90' fu una stagione ugualmente brillante,giocata sull tattica e la straegia,senna sapeva che per battere prost la velocita' poteva non bastare.comunque alla fine la ferrari era molto competitiva,e la mcalren in evidente difficolta'.a suzuka srappo' la pole ma forse la ferrari era messa meglio per la gara

 

non lo sapremo mai comunque...quella stagione l'arma vincente di senna erano le pole position,senza quelle non so quante gare avrebbe vinto..partire davanti era un vantaggio non da poco senza i rifornimenti,al contrario prost non fu sempre brillante in qualfica spesso partiva dietro e doveva arrancare tutta la gara per superare gentepiu' lenta di lui..

 

altrimenti non so in gara quale fosse la machina migliore...prost fu molto criticato quell'anno,comincio' tutto ad imola quando si fece tutta la gara dietro nannini,e fu criticato per tutto il resto della stagione.stimato dai tecnici e criticato dai tfosi,come sempre toccava al professore...

 

comunque una stagione memorabile,l'anno dei mondiali di calcio,sembrava ch l'italia toccasse il cielo con un dito,peccato che poi non ha vinto niente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per? nel 1991, al momento della esplosione delle Williams, Senna pot? disporre di uno stratosferico vantaggio di punti accumulato all'inzio quando le Williams erano totalmente inaffidabili.

In tal modo, Senna pot? gestire la situazione e aspettare che la McLaren reagisse, senza perdere la testa del mondiale (il distacco minimo con Mansell fu dopo la Germania, nona gara, 8 punti. Per il resto ebbe quasi sempre 15-20 punti di vantaggio).

Nel '90, invece, dopo Silverstone, met? campionato, Prost strapp? la leadership del mondiale (Prost 41, Senna 39), anche se solo per un GP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io penso che un pilota, dal piu scarso al migliore, non possa permettersi delle azioni come quella che fece senna. vendetta o no, fu una cosa vergognosa. al limite si (vedi alonso-ham) ma mai oltre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan
Per? nel 1991, al momento della esplosione delle Williams, Senna pot? disporre di uno stratosferico vantaggio di punti accumulato all'inzio quando le Williams erano totalmente inaffidabili.

In tal modo, Senna pot? gestire la situazione e aspettare che la McLaren reagisse, senza perdere la testa del mondiale (il distacco minimo con Mansell fu dopo la Germania, nona gara, 8 punti. Per il resto ebbe quasi sempre 15-20 punti di vantaggio).

Nel '90, invece, dopo Silverstone, met? campionato, Prost strapp? la leadership del mondiale (Prost 41, Senna 39), anche se solo per un GP.

 

Proprio per questo ritengo strabiliante la stagione di Prost , specialmente contando quanto fosse superiore la Mclaren rispetto alla Ferrari sotto tutti gli aspetti . Basti pensare che dopo il gp del Canada praticamente non ci speravano pi? nel mondiale , in sole 3 gare si capovolse tutto.

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pi? leggo i vostri commenti pi? mi rendo conto che noi stiamo vedendo un altro sport oggi...

 

:up:

 

vedi Playstation!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per? nel 1991, al momento della esplosione delle Williams, Senna pot? disporre di uno stratosferico vantaggio di punti accumulato all'inzio quando le Williams erano totalmente inaffidabili.

In tal modo, Senna pot? gestire la situazione e aspettare che la McLaren reagisse, senza perdere la testa del mondiale (il distacco minimo con Mansell fu dopo la Germania, nona gara, 8 punti. Per il resto ebbe quasi sempre 15-20 punti di vantaggio).

Nel '90, invece, dopo Silverstone, met? campionato, Prost strapp? la leadership del mondiale (Prost 41, Senna 39), anche se solo per un GP.

 

dopo il gran premio di germania '91 erano in pochi a scommettere su senna.8 punti di vantaggio e una williams che sembrava inarrestabile.poi vinse a budapest piu' che altro grazie alla pole ottenuta con una benzina speciale della shell,a spa arranco' tutta la gara fortuna per lui che mansell si ritiro' epatrese si autoelimino' mentre era in rimonta,oltre ad alesi ritiratosi mentre era intesta.poi a estoril i meccanici williams diedero la mazzata finale al mondiale di mansell.

 

molti si chiedono perche' senna fosse cosi ossessionato con le position,in realta' in quell'epoca,senza rifonimenti e quando i sorpassi cominciavano ad essere gia' molto difficili,partire davanti rappresentava una buona percetuale di successo.

 

tutti i successi di senna nel 90/91 son basati sulla pole position,che rappesentava il vntaggio di stare davanti e costringeva gli altri a dover recuperare,esponendosi all'errore.altrimenti non so se avrebbe vinto quei mondiali,la mclaren non era poi cosi performante in gara

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites
dopo il gran premio di germania '91 erano in pochi a scommettere su senna.

 

Concordo. Ero molto pessimista fino a Monza. E non ero per niente tranquillo neanche dopo Barcellona: l'errore di Ayrton mi aveva fatto tremare.

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrese a Spa '91 incominci? ad accusare problemi al cambio una volta raggiunto Piquet, costringendolo a perdere posizioni dato venendo poi superato in successione da De Cesaris (al quale se non si fosse guastato il motore della sua Jordan, avrebbe potuto attaccare Senna), Berger e Moreno

Edited by Murray Walker

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anch'io quello del 1990 ? il titolo che amo meno ma sono convintissimo che Ayrton avrebbe vinto comunque e mi dispiace solo perch? come disse Ramirez avrebbe potuto vincere facendo una delle gare fenomenali di cui era capace

Concordo sul fatto che forse Senna lo avrebbe vinto cmq, ma anche Prost l'anno prima l'avrebbe molto probabilmente vinto cmq.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ALL'EPOCA per il ricordo abbastanza vivido che ho io,l'incidente fu preso dalla fia com incidente di gara,senna non ammise nulla e fu archiviato come un tentativo di sorpasso molto azzardato di senna,diciamo cosi.

in realta' molti avevano il sospetto che senna,o diciamo cosi la quasi certezza che l'avessefatto apposta,ma prove certe non c'erano.

Ma detta cosi non regge... ? come se si debba punire solo la volontariet?, ma un azzardo oltremisura vada archiviato solo come incidente di gara, senza penalit?.

La verit? ? che si ? permesso a Senna di pareggiare il conto, 1-1 palla al centro (anche se in realt? quello di Prost ? + un goal in fuorigioco, mentre quello di Senna ? pi? considerabile un goal di mano con fallo sul portiere).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le polemiche ci furono, e molte, anche nel '90, altroch?. Tuttavia a parte le chiacchiere non si prese alcun provvedimento.

 

Una settimana dopo Suzuka, venne anche proposto di creare una super-commissione di esperti composta da ex-piloti come Stewart, Lauda, ecc. per giudicare gli incidenti sospetti... Ma poi non se ne fece nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un parziale OT: ma ci pensate a che F1 sarebbe stata se ci fosse stato un Mosley presidente con le sue manie 'persecutorie' (non mi riferisco alle fruste ma alle infinite, cervellotiche penalit? che da qualche anno 'vivacizzano' il circus)?

 

Forse, per?, con gente come Senna, Prost e Mansell, non avrebbero avuto il coraggio di mettere in pratica queste penalit?...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra l'altro in un intervista di Fiorio a un settimanale cocoslovacco disse che prima della manovra famosa di Senna, ancora non disperava di prendere Senna alla Ferrari; in ogni modo secondo me quel tiotolo era predestinato non tanto perch? Senna era piu' forte secondo me in quel periodo, ma perch? la McLaren era troppo superiore, Prost fece gi? tanto ad arrivare in corsa al titolo con una serie di piazzamenti sul podio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Le polemiche ci furono, e molte, anche nel '90, altroch?. Tuttavia a parte le chiacchiere non si prese alcun provvedimento.

 

Una settimana dopo Suzuka, venne anche proposto di creare una super-commissione di esperti composta da ex-piloti come Stewart, Lauda, ecc. per giudicare gli incidenti sospetti... Ma poi non se ne fece nulla.

 

certo che ci furuno le polemiche,ma a differenza del 1989 dove c'era una vittoria subjudice,nel 1990 con l'incidente che mise prost fuori causa fini tutto alla prima curva.

 

non venne preso nesun provvedimento semplicemente perche' non si poteva stabilire la volontarieta' dell'azione di senna.inoltre una squalifica di senna per la gara di suzuka o per la successiva ad adeaide,non avrebbe cambiato nulla.con prost ritirato il mondale era comunque finito.

 

in inverno si parlo' di questa commissione speciale,una sorta di arbitro in campo,che doveva multare o sanzionare comportamenti scorretti,seduta stante.

 

era tutt pero' molto precoce,la f.1 di allora era diversa,non esistevano investigazioni sugli incidenti,succedevano e basta.

le penalita' venivano date per altre cose,l'incidente in se stesso tra due piloti non era materia di investigazione alcuna.

 

la prma categoria a dar penalita' per incidenti e collisioni fu il superturismo negli anni 90',la f.1 comincio' neggli anni 2000.

 

serra nell'inverno del 1990 fece una vignetta satirica sulla commissione di esperti.fino a suzuka 90' ci si basava sul codice d'onore dei piloti,i contatti se avvenivano avvenivano e basta.

il duello senna-prost e ache le collissioni dschumacher ad adlaide e jerez,portarono ad un altro paremtro di valutazione,che in f.1 poteva esistere anche il contatto premeditato e per questo doveva esistere uno staff di giudici che lo penalizzasse in pista.

 

oggi siamo all'estremo,vengono penalizzati non solo le scorrettezze ma spesso anche le manovre eccessive che invece dovrebbero rientrare nei normali incdenti di gara

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un parziale OT: ma ci pensate a che F1 sarebbe stata se ci fosse stato un Mosley presidente con le sue manie 'persecutorie' (non mi riferisco alle fruste ma alle infinite, cervellotiche penalit? che da qualche anno 'vivacizzano' il circus)?

 

Forse, per?, con gente come Senna, Prost e Mansell, non avrebbero avuto il coraggio di mettere in pratica queste penalit?...

Con la fiscalit? odierna, tra 1989 e 1990 avrebbero preso solo delle grandi penalit?.

Forse nel 1990 non ci fu accanimento perch? i tifosi ferraristi sapevano perdere (perch? abituati, purtroppo), e la qualit?/competenza del tifoso medio era notevolmente maggiore di quella odierna.

Se succedesse oggi una cosa del genere (Hamilton che a Suzuka 2010 butta fuori Alonso e si assicura il titolo), i tifosi se la prenderebbero di pi? perch? sono* abituati a vincere e non sanno perdere, non accettano la sconfitta. Non a caso le telecronache di Mazzoni mi dicono siano diventate una continua giustificazione alle cattive prestazioni della Ferrari, quando il tutto si potrebbe riassumere con "quest'anno va male, mettetevi il cuore in pace".

Detto questo, sarei ben felice di rivivere duelli del genere: piuttosto che i battibecchi odierni in conferenza stampa, preferisco di gran lunga che i piloti saldino i loro conti in sospeso in pista.

 

*non parlo in terza persona perch? ho cambiato improvvisamente bandiera, ma perch? a differenza di molti ferraristi (soprattutto quelli diventati tali durante il dominio di Schumacher) sono capace di perdere e accetto le sconfitte in quanto parte del gioco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In quegli anni l'atmosfera intorno allo sport era meno isterica. Hanno ragione quelli che dicono che la delusione fu forte, ma fu solo delusione. A quei tempi i risultati si accettavano, anche quando maturavano in circostanze eticamente poco sportivo. Anche il furterello nel calcio veniva accettato con pi? filosofia.

Molti di noi erano poi consapevoli dell'enorme talento di Senna, della sua superiorit? rispetto a Prost. Dal quale, dicamola tutti, ci aspettavamo molto di pi? a SPA e a Monza.

Comunque si, altri tempi. Soprattutto si rispettavano tutti i piloti per i rischi che prendevano. Nessuno si sarebbe mai sognato di contestare Senna o chiunque altro. A Imola 1991 c'ero (che disastro): a fine corsa solito applauso al vincitore.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

in ogni caso io preferisco oggi a ieri. meglio che ci sia una punizione come a monaco06, che lasciare impunite certe scorrettezze

Share this post


Link to post
Share on other sites

×