Jump to content
Sign in to follow this  
renault

gordon smiley

Recommended Posts

vorrei aprire un topic su gordon smiley....

ebbe secondo me uno degli incidenti piu terrificanti della storia delle corse.

qualcuno mi sa dire come mai la sua vettura scart? all'improvviso verso il muretto esterno?

povero gordon.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'auto di Smiley perse carico aerodinamico al retrotreno, innsescando un sovrasterzo: non appena il povero pilota controsterz? per recuperare la vettura, il carico ritorn? improvvisamente, facendolo schiantare contro il muro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io me lo ricordo in una gara di F1 fuori campionato, forse alla gara di Campioni del 1977.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io me lo ricordo in una gara di F1 fuori campionato, forse alla gara di Campioni del 1977.

 

 

grazie chatruc.... si dovrebbero ricordare questipoveri piloti sfortunati ogni tanto e non solo i vari senna, villeneuve, ecc...

un po di spazio anche a smiley, paletti, williamson... e tutti coloro che hanno avuto la fortuna di entrare fra i grandi perch? deceduti troppo presto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In his book, "Rapid Response", Dr Steve Olvey, Indycar Medical Director between 1979 and 2003, made the following comments about the incident:

 

"During an attempt to qualify for the Indy 500, Gordon Smiley, a cocky young driver from Texas, was determined to break 200 mph or die trying. Several veteran drivers...had warned him that he was in way over his head, driving all wrong for the Speedway. Smiley was a road racer and was used to counter-steering his car to avoid a crash if the rear wheels broke traction.

 

While rushing to the car, I noticed small splotches of a peculiar gray substance marking a trail on the asphalt leading up to the driver. When I reached the car, I was shocked to see that Smiley's helmet was gone, along with the top of his skull. He had essentially been scalped by the debris fence. The material on the race track was most of his brain. His helmet, due to massive centrifugal force, was literally pulled from his head on impact...I rode to the care center with the body. On the way in I performed a cursory examination and realized that nearly every bone in his body was shattered. He had a gaping wound in his side that looked as if he had been attacked by a large shark. I had never seen such trauma." (Rapid Response, pp 98-99).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Steve Olvey ? il classico dottore americano matto per le corse, nato per far quel lavoro in pista li. Non mi piace ricordarlo per aver salvazo Zanardi, sarebbe troppo riduttivo, ma per mille altri antefatti che lo portano ad essere un mito. Mi ricordo la sua rabbia e il suo sconforto nel dover dichiarare morto Greg Moore a Fontana nel 1999, il coraggio di prendere una decisione fondamentale come quella di non far correre la gara di Fort Worth nel 2001, quando si resero conto che l'ovale era "troppo inclinato" per poterci correre senza che la forza centrifuga non annebbiasse la vista dei piloti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io me lo ricordo in una gara di F1 fuori campionato, forse alla gara di Campioni del 1977.

 

Era il 1979, con la Tyrrell 008 del Melchester Racing, 10? classificato, alle spalle della compagna di squadra Desir? Wilson e davanti a Giacomo Agostini.

 

Qui ? affiancato a De Angelis.

 

scan0001smileyroc79.jpg

 

Quello stesso anno corse la F.Aurora con la stessa macchina e anche con una Surtees TS 20 con la quale vinse a Silverstone.

 

smileysstone79afx.jpg

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa che ha fatto una delle morti pi? violente di sempre per quanto riguarda gli sport motoristici.

 

Gi? la frase "nearly every bone in his body was shattered" ? orribile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche l'incidente di swede savage a indy 73 fu terribile, cosi come quello del 64 dove furono coinvolti 2 piloti di cui non ricordo il nome...

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Eddie Sachs e Dave MacDonald...

 

si giusto... grazie.

 

tra l'altro uno dei due usc? di pista con la stessa dinamica dell'incidente di swede savage 9 anni dopo, e poi tornato in pista fu centrato in pieno dall'altro, generando un incendio incredibile...gi? lo era quello del primo botto.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×