Jump to content
Sign in to follow this  
luke36

Le "new entry" della F1 2010

Recommended Posts

Il primo esemplare della Lotus scender? in pista per la prima volta il 17 febbraio a Jerez, saltando quindi le prime 2 sessioni di test collettivi. La seconda macchina dovrebbe essere pronta per l'ultimo test di Barcellona.

 

http://www.autosport.com/news/report.php/id/80763

 

 

Intanto Peter Windsor si lamenta per la chiusura forzata dei team prevista anche quest'anno per il mese di agosto.

Ma non sarebbe meglio avere qualcosa di concreto in mano prima di lamentarsi?

 

Mah...

 

http://www.autosport.com/news/report.php/id/80730

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

A me Gascoyne pare un po' un cazzaro che si sa vendere molto bene.

 

Windsor ? quello che usa i meccanici come i cannoni di Mussolini?

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiaramente vuole impedire agli avversari di copiare il colore delle tute dei meccanici, deve essere per forza questo perch? non credo che la USF1 abbia qualcos'altro di copiabile :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su formula1.com ci sono immagini inerenti all'auto della usf1.

Non vorrei dire una cavolata...ma se fosse la parte del cockpit quella delle immagini non vi pare un p? troppo carroarmato quell'auto?.

neanche la renault superava quella larghezza.

 

Magari saranno le foto con relativi effetti zoom,per?... :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su formula1.com ci sono immagini inerenti all'auto della usf1.

Non vorrei dire una cavolata...ma se fosse la parte del cockpit quella delle immagini non vi pare un p? troppo carroarmato quell'auto?.

neanche la renault superava quella larghezza.

 

Magari saranno le foto con relativi effetti zoom,per?... :unsure:

 

 

le ho viste anche io e non mi piacciono per niente quelle foto... :nope:

 

Forse essendo consapevoli che staranno nelle retrovie quelli della USF1 hanno deciso di fare un cockpit-muso da speronamento in modo da farsi strada buttando fuori gli altri :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fernandes, piena fiducia in Gascoyne

 

Tony Fernandes è convinto di avere trovato la persona giusta in Mike Gascoyne, il neo direttore tecnico della Lotus. Il tecnico inglese ha molte credenziali avendo avuto un passato importante, anche se da qualche anno era fuori dal giro. Adesso la rivalsa in Lotus.

 

Il malese Fernandes proprietario della Lotus ha piena fiducia in Gascoyne. "Io non ho molta esperienza in F1 per cui credo in lui. Alcuni sono scettici, io no"

 

"E' una persona incredibile, dotato di una grande passione ed energia. Abbiamo più chance ora rispetto ad un anno fa. Ad esempio l'anno scorso abbiamo visto per qualche minuto Buemi davanti a tutti, per non parlare della Force India che ha tenuto testa alla McLaren e stava acciuffando la Ferrari. Questo è il bello, avere una chance. Non vediamo l'ora che arrivi marzo per poter essere sulla griglia di partenza anche noi".

 

Nella speranza di essere davanti ai nuovi team, cosa si aspetta Fernandes da Gascoyne nel 2010? "O vince o farà lo steward sulla mia linea aerea", ha riso l'uomo più importante della Lotus.

 

"Ma è soprattutto importante l'ambiente che avrà attorno. Tu puoi prendere un grande musicista e se poi gli dici fai questo o quell'altro non sarà più una star. Bisogna lasciare libertà creativa ai migliori, così per dare loro la carica giusta, la passione non si può comprare con tutti i soldi possibili. Noi abbiamo il migliore".

 

gpupdate.net

 

 

:hihi::hihi::hihi:

Edited by Murray Walker

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me questa mi ha un p? spaventato...

 

f1us.png

comunQue sarebbe un sogno lavorare in una factory di f1.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah...io dopo tutta la vinceda brawn dello scorso anno starei molto attento a prendere per il c**lo....questi magari arrivano e vincono il mondiale.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunQue sarebbe un sogno lavorare in una factory di f1.

 

Come legittima aspirazione personale sicuramente, per? bisogna tenere conto che si tratta di un lavoro molto precario. Poi bisogna distinguere tra quelli che vanno in autodromo e quelli che restano in officina.

 

La disponibilit? deve essere pressoch? totale anche per questi ultimi.

Prima di Montreal 2007 la Ferrari prov? al Ricard delle ali specifiche per il circuito canadese con ottimi risultati. Queste ali vennero prodotte in fretta e furia e spedite in nordamerica ma una di esse venne pronta quando il cargo era gi? partito e un meccanico fu incaricato di portare personalmente l'ala a Montreal. La Ferrari compr? il biglietto sia per il meccanico che per l'ala che non poteva ovviamente essere imbarcata nella stiva assieme ai bagagli. Per? un oggetto di quelle dimensioni non pu? nemmeno essere considerato come bagaglio a mano e l'equipaggio pretese che l'ala venisse assicurata al sedile come un normale passeggero. Le normali cinture, troppo corte, non riuscivano ad avvolgere l'ala e cos?, dopo aver pregato il comandante di comprendere la situazione ("Se l'ala si rompe io posso fare a meno di tornare a casa"), il meccanico fiss? in qualche modo l'ala al sedile con del nastro da pacchi. Una volta giunto ai box di Montreal e consegnato il pezzo, ? stato poi mandato in albergo per la notte e la mattina seguente ? ritornato subito in Italia, una "tirata" mica male.

 

Per chi va in trasferta il lavoro ? sicuramente meno gravoso rispetto al passato. Oggi le monoposto sono costruite con sistemi modulari e se un pilota rompe un pezzo non lo si ripara/revisiona pi? in pista come un tempo, si sostituisce tutto il gruppo interessato con uno di ricambio e poi lo si revisiona quando si torna a casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×