Jump to content
Sign in to follow this  
marcostraz

E se ci fosse un accordo Formula 1-Indycar?

Recommended Posts

So che ? fantascienza, ma io butto l? una ipotesi: e se la nuova Formula 1 (quella FIA) e la Indycar facessero due regolamenti simili per permettere un interscambio? Ad esempio la Indycar ha gi? detto che le specifiche dei nuovi motori che dovrebbero entrare in vigore a partire dal 2011/2012 dovrebbero dare la possibilit?, con leggeri adattamenti, di essere utilizzati in varie categorie (loro lo fanno soprattutto perch? sono sostanzialmente a braccetto con l?ALMS)?e se la Formula 1 facesso un regolamento simile per un interscambio tra le due categorie?la Indycar dovrebbe vedere l?ingresso di Audi-Volkswagen, Alfa Romeo e Porsche?la Formula 1 non potrebbe avere l?interesse a fare un regolamento simile, cos? da poter vedere le proprie vetture correre la gara pi? prestigiosa negli USA e quindi aver un notevole ritorno di immagine dall?altra parte dell?oceano e allo stesso tempo poter anche usufruire dei motori dei costruttori sopracitati, mentre la Indycar potrebbe a sua volta usufruire di forze nuove e fresche come i team che potrebbero arrivare dall?Europa? So che al momento ? fantascienza, ed anche a me vedere un ?inciucio? della Indycar con la FIA un po? mi preoccuperebbe, ma sarebbe davvero una idea cos? peregrina?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando accadono scissioni, soprattutto pesanti come questa, si pu? pensare a tutte le ipotesi. Quindi no, non ? un'idea matta. Forse impraticabile, ma non per questo matta.

 

Prima per? pensiamo a tornare la serie pi? spettacolare al mondo, visto che quest'anno stiamo perdendo qualche colpo. Basta togliere due o tre limitazioni tecniche per tornare come poco tempo fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forse impraticabile, ma non per questo matta.

In fin dei conti sarebbe una cosa abbastanza simile a quella che accadeva negli anni '60...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non penso che il problesa sarebbe di carattere tecnico ... i telai si possono adattare e le macchine possono essere modificate a piacimento ...

 

quello che ? difficile da modificare ? la mentalit? burocratica della FIA ... arroccata su un sistema pachidermico di riunioni contro-riunioni, summit, delibere e chi pi? n? ha pi? ne metta ...

 

la Indy, che ha una struttura molto snella, autonoma e celere nelle decisioni, non accetter? mai di sottostare a certi sistemi che negli USA sarebbero da medioevo ...

 

secondo me ? pi? facile che entrino nella Indy nuovi costruttori di motori ... e non escludo Ferrari e Mercedes ... e che venga data la possibilit? di usare anche altri telai in concorrenza con Dallara (come del resto era fino a qualche anno fa) ...

 

la F1 che corre in USA fa audience, la Indy che corre in Europa non fa nulla ...

 

e poi la cosa intrigante sarebbe vedere i nostri team alle prese con gli ovali ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti nella mia proposta intendevo una partnership tra le due categorie, ma mai e poi mai la Indycar dovrebbe sottostare alla FIA, mai...sulla F1 che corre negli USA, fa audience qua, di l? ? un prodotto poco spendibile...magari andando a braccetto con una categoria riconosciuta come la Indycar e, specialmente, con un evento come Indianapolis magari acquisterebbe credibilit?...ma per ora la Formula 1 cos? come l'abbiamo conosociuta non torna negli USA semplicemente perch? agli americani non piace...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora mi ricordo la bottiglietta che schiacci? Barrichello nel 2005 :hihi:..........se gli americani avessero avuto altro tra le mani lo avrebbero tirato in pista uguale..... :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lasciando un attimo da parte la F1, in tutte le ipotesi sugli scenari futuri relativi all'aspetto tecnico della competizione in IRL, il punto focale della questione ? capire le mosse di Tony George e degli ufficiali, e cosa vogliono farne della loro serie. Al momento sembrano molto aperti sui motori, ma non sui telai, e questo in nome della sicurezza. La maniera con cui hanno introdotto una serie di piccole limitazioni qua e la sin dal 2003 testimonia come il mirino sia stato decisamente puntato verso la riduzione delle velocit?. Tornare di punto in bianco a gestire la concorrenza tra pi? fornitori sarebbe difficile, equivarrebbe a ricominciare da capo, tornare a fare 230 a Indy e annullare 6 anni di fatica nel realizzare regolamenti che permettessero di avere in contemporanea spettacolo in pista e sicurezza massima.

 

Da questo punto di vista direi che siamo arrivati alla saturazione, dopo 6 anni appunto, ed ? necessario fare qualche passettino indietro per tornare a garantire lo spettacolo di due o tre anni fa, ed ora ? possibile farlo senza rischiare nulla, dato l'incredibile livello di sicurezza raggiunto. Questo per lasciare alla grande l'attuale Dallara quando arriver? quella nuova. E, come ripeto, la mia opinione ? che vedremo ancora solo un telaio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me vedremo ancora un solo telaio...Dallara ha fatto un grandissimo lavoro, specialmente per la sicurezza...sinceramente a me non dispiace questo fatto del singolo telaista...insomma se nel 2011 vedremo un solo telaio, Dallara, e diversi motoristi, a me la cosa va pi? che bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites

In fondo ? anche una cosa pi? facile da gestire, parlando di sviluppi, rispetto ai telai.........ci sono molti modi per rendere il tuo motore pi? competitivo e performante del rivale, senza necessariamente intaccare le velocit? massime, puoi concentrarti sulla coppia, medi regimi e tutte ste cose qua. In questo modo si ravvivano le gare su stradali (lo scopo della plurifornitura ? proprio questo, il motore attuale in assenza di concorrenza ? stato plafonato di proposito), e sugli ovali dove i cavalli contano si e no, si riesce agevolmente a rimanere nei margini di sicurezza dettati dalla IRL.

Con i telai e l'aerodinamica invece ? tutto diverso......basta farsi scappare di mano la situazione dall'inizio e sono guai. Si ? arrivati troppo lontano sulla sicurezza per correre il rischio di rimettere tutto in gioco. La chiave ? capire che due motoristi accettano di buon grado limitazioni, perch? hanno altro spazio dove giostrare e battersi a vicenda, due telaisti no. Nella nuova Dallara gli ufficiali consentiranno dei margini di modifica su due o tre elementi aerodinamici, ma a nessun team sar? permesso di sviluppare parti per conto proprio. Eventuali modifiche di carattere maggiore saranno decise comunemente da IRL e Dallara. D'altronde il monomarca consiste proprio in questo. Quando c'erano pi? fornitori, ognuno lavorava con i propri team clienti infischiandosene della IRL stessa. A questo unisci regolamenti blandi, e i risultati erano robe allucinanti sugli ovali. Adesso questa situazione non ? pi? proponibile, per fortuna. La competizione e la concorrenza spinta ai massimi livelli ? bella, ? l'essenza dell'automobilismo, ma in IRL meglio farne a meno. Ci si diverte lo stesso, anzi di pi?.

Edited by CerberuS

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×