Jump to content
Sign in to follow this  
nico 1986

Riccardo Patrese il pilota italiano piu forte di tutti in f1

Recommended Posts

non male

la moglie :sisi:

 

Edited by sterla

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando vedo quel video di Patrese che guida spaventando la moglie mi viene in mente il mio elder brother che, fresco di patente, aveva comprato la Supercinque Turbo e mi accompagnava in giro. A quell'età si ha tanta intraprendenza e poco giudizio, per cui schiacciava un po' troppo l'acceleratore, ed io che avevo 6/7 anni mi mettevo a strillare "Ridley, sei pazzo? Non sei mica un pilota! Non siamo in pista! Stai attento che ti mettono in prigione!" Ma per fortuna non ha mai preso multe nè tantomeno è mai andato in galera. Era solo un attimo, poi tornava a guidare normalmente con mia somma gioia et gaudio.

Quella che si vede nel video è la seconda moglie di Patrese, Francesca Accordi, da cui era nato il figlio Lorenzo. Prima era sposato con Susi, da cui era nato Simone proprio il giorno del debutto di Riccardo in F1, nel 1977, e nel 1985 nacquero le due gemelle Maddalena e Beatrice; quest'ultima è una cavallerizza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

peccato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Susi ha sposato un imprenditore nautico.

 

1603861_1712.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo nel metterlo tra i più forti assieme a De Angelis e Alboreto ma "Il più forte" anche se 30 anni prima è e resta Ascari, l'unico all'altezza di Fangio in quegli anni. Certo altre macchine altri tempi ma Ascari è tra i Campionissimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

tornando a patrese, un giudizio più esaustivo?

è stato uno dei piloti più longevi, avendo corso da fine 70 a inizi 90, nella mia ignoranza non saprei bene come piazzarlo rispetto ai suoi contemporanei, di istinto mi verrebbe da dire che fosse un po' dietro ad Alboreto e De Angelis, il quale non dimentichiamo che se la giocava alla pari con Mansell e fece poco peggio di Senna nella stessa squadra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ebbe un 1991 molto buono, peccato che affidabilità e pessime partenze l'abbiano rallentato

Share this post


Link to post
Share on other sites

De Angelis secondo me è il miglior pilota italiano o lo poteva essere in prospettiva.

Trulli se avesse avuto una monoposto da vertice anche lui avrebbe fatto vedere cose incredibili. 

Alboreto il terzo incomodo.

Patrese era un buon pilota, niente di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

secondo me invece era alla pari con Alboreto, come velocità lo uguagliuava sicuramente, forse sbagliava leggermente di più, de Angelis andava forte se ben suppoortato ,  nel 1986 fino al momento dell'incidente non era in palla.

Sentendo quest'intervista mi pare di capire che ebbe l'opportynità di essere titolare Williams perchè ben supportato da bernie Ecclestrone, suo stimatore ai danni di Alboreto, infatti quest'ultimo era sul punto di firrnare con Frank

 

 

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riccardo, come velocità era li, però si, era meno costante nell'arco dell'intera stagione. Michele invece, nell'unica stagione dove ha avuto la vettura per vincere, ha dato prova di avere la tenuta mentale per andare forte sempre. Entrambi hanno avuto la chances mondiale, Michele forse si è dimostrato più forte in quel contesto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh se alboreto era a livelli di patrese vuol dire che non era gran che

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Non ento nel merito di chi fosse più forte, a quei tempi se fossi stato F. Williams avrei preso Alboreto, guardando indieto alle loro carriere ora invece non saprei; entrambi hanno fatto cose incredibili con macchine non al top, Patrese con la Arrows e Alboreto con la Tyrrell.

Sentendo l'intevista certo ferrari teneva davvero ai piloti Italiani tutto il conrtrario della gestione Montezemolo secondo me giustamente tirata giù da Marchionne. Solo pe citarne alcuni tenuti in conto da Ferrari o arrivati:

 

_ Merzario che fece discretamente

- Regazzoni quasi iridato

- Giacomelli a cui voleva offrire un sedile ma non ben definito

- Patrese che doveva venire nel 79

- de Cesaris ma poi sostuito da Alboreto

Edited by tigre
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/6/2020 Alle 00:18, tigre ha scritto:

Non ento nel merito di chi fosse più forte, a quei tempi se fossi stato F. Williams avrei preso Alboreto, guardando indieto alle loro carriere ora invece non saprei; entrambi hanno fatto cose incredibili con macchine non al top, Patrese con la Arrows e Alboreto con la Tyrrell.

Sentendo l'intevista certo ferrari teneva davvero ai piloti Italiani tutto il conrtrario della gestione Montezemolo secondo me giustamente tirata giù da Marchionne. Solo pe citarne alcuni tenuti in conto da Ferrari o arrivati:

 

_ Merzario che fece discretamente

- Regazzoni quasi iridato

- Giacomelli a cui voleva offrire un sedile ma non ben definito

- Patrese che doveva venire nel 79

- de Cesaris ma poi sostuito da Alboreto

Prima ancora Giunti, Bandini, Baghetti e poi la miriade di italiani anni '80. Poi ci sono stati Regazzoni (italico) e i vari inviti a Cheever e De Angelis, nonchè la terza Ferrari del team Everest (Minardi) per Giancarlo Martini. Ho letto diversi Autosprint degli anni '70 e già al tempo si era creato il mito che "la Ferrari non vuole gli italiani" e Ferrari si sforzava di smentire citando i casi reali di piloti italiani su Ferrari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha quasi sempre guidato astronavi, e il CdM è regolarmente stato il compagno di squadra.

 

Un Barrichello più fortunato nella vita privata, nulla più. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, chatruc ha scritto:

Prima ancora Giunti, Bandini, Baghetti e poi la miriade di italiani anni '80. Poi ci sono stati Regazzoni (italico) e i vari inviti a Cheever e De Angelis, nonchè la terza Ferrari del team Everest (Minardi) per Giancarlo Martini. Ho letto diversi Autosprint degli anni '70 e già al tempo si era creato il mito che "la Ferrari non vuole gli italiani" e Ferrari si sforzava di smentire citando i casi reali di piloti italiani su Ferrari.

 

Si lo ricordò infatti anche Minardi sul canale youtuibe di Bobbiese. Inoltre Ferrari lo faceva venire in fabbrica per prendere le turbine tedesche perchè luoi si era impunhtato su quelle Garrett americane ben sapendo che erabno peggiori ma ormai il drake non poteva far altro e Minardi sceglieva tra quelle tedesche anche quelle migliori

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Asturias ha scritto:

Ha quasi sempre guidato astronavi, e il CdM è regolarmente stato il compagno di squadra.

 

Un Barrichello più fortunato nella vita privata, nulla più. 

 

Non scherziamo sui piloti di un tempo, una parte di chi legge non ha visto correre Patrese e potrebbe crederti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, F.126ck ha scritto:

 

Non scherziamo sui piloti di un tempo, una parte di chi legge non ha visto correre Patrese e potrebbe crederti.

 

Allarmisticamente vero. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×