Jump to content
mp4/18

Scontro FOTA-FIA

Recommended Posts

Intanto, ultime da Sky sport, la Williams ? stata il primo team storico (Fota? :rolleyes: )che ha firmato ufficialmente per il 2010.

 

La famosa "unanimit? ? gi? incrinata. Sempre su Sky si dice che il comunicato Fota di ieri a FIA chiede, in sostanza, solo di rimandare di 1 (uno) anno le regole 2010. :whistle:

 

Vedremo.

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Intanto, ultime da Sky sport, la Williams ? stata il primo team storico (Fota? :rolleyes: ) ha firmare ufficialmente per il 2010.

 

La famosa "unanimit? ? gi? incrinata. Sempre su Sky si dice che il comunicato Fota di ieri a FIA chiede, in sostanza, solo di rimandare di 1 (uno) anno le regole 2010. :whistle:

 

Vedremo.

 

:gnurant:

 

ma infatti non capito ieri perch? la williams aveva dato il consenso se si era gi? iscritta al campionato...

Share this post


Link to post
Share on other sites
:gnurant:

 

ma infatti non capito ieri perch? la williams aveva dato il consenso se si era gi? iscritta al campionato...

evidentemente alla Williams va bene qualunque regolamento per restare

se rimane quello di Mosley bene, se si riesce ad ottenere qualcosa meglio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
evidentemente alla Williams va bene qualunque regolamento per restare

se rimane quello di Mosley bene, se si riesce ad ottenere qualcosa meglio...

 

infatti ... la williams non avrebbe la potenza finanziaria per stare al passo con le grandi case e quindi tiene il fondoschiena in due sedie in attesa di vedere dove spostarsi ...

per? la williams nonostante sia nella FOTA ha sempre detto che ssarebbe rimasta in F1 o per lo meno non ha mai sposato in toto la tesi della ferrari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti. L'adesione della Williams dimostra solo che a Sir Frank va bene qualunque regolamento, se poi riescono ad ottenere qualcosa di pi? vantaggioso, tanto meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
si, e io voglio vedere la formulauno di andrian campos, lola, usf1. mi scappa gi? da ridere...

ggr

Se abbiamo visto Force India, Super Aguri, Spyker e Minardi - quella Australiana - ( con tutto il rispetto per Giancarlo ed il suo team, chi vuol capire capisca ) direi che possiamo tranquillamente vedere USF1, Campos & Co.

 

Ma forse a qualcuno piacciono solo gli sparring-partner da + 3,5 sec. a giro "Stoddart style" :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
:gnurant:

 

ma infatti non capito ieri perch? la williams aveva dato il consenso se si era gi? iscritta al campionato...

XD chiedo venia, forse sto diventando presbite... mi ? scappata la tastieraaaaaa... e che per svcribvere pi? infretta adesso sbaglio-diglio di pi?... :rotfl:

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites
infatti ... la williams non avrebbe la potenza finanziaria per stare al passo con le grandi case e quindi tiene il fondoschiena in due sedie in attesa di vedere dove spostarsi ...

per? la williams nonostante sia nella FOTA ha sempre detto che ssarebbe rimasta in F1 o per lo meno non ha mai sposato in toto la tesi della ferrari.

Secondo me lo stesso potremo dire per Renault e McLaren, nonch? BMW:

alla fine l' unico "costruttore" allineato potrebbe essere Toyota, gi? dato per sicuro uscente a prescindere, per incapacit? manifesta :D

 

Ripeto: Vedremo.

 

Io penso che alla fine si potr? allestire una sfarzosa edizione di "tanto rumore per nulla" visto che si arriver? ad un accordo al ribasso per tutti... che ci sarebbe stato anche senza sparare a salve con obici da 90.

 

La Ferrari avr? la sua "stabilit? regolamentare" e le sue "regole uguali per tutti" in cambio di una sostanziale resa sul budget cup, che entrer? nell'ottica delle cose "buone e giuste".

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites
:gnurant:

 

ma infatti non capito ieri perch? la williams aveva dato il consenso se si era gi? iscritta al campionato...

Intanto, ultime da Sky sport, la Williams ? stata il primo team storico (Fota? :rolleyes: ) che ha firmato ufficialmente per il 2010.

 

L'et? ? una brutta bestia, posso sempre sperare in una riedizione di "non ? mai troppo tardi..." XD

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(scherzo, Yellow... ;) grazie per avermi fatto notare l'erroraccio)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Intanto, ultime da Sky sport, la Williams ? stata il primo team storico (Fota? :rolleyes: )che ha firmato ufficialmente per il 2010.

 

La famosa "unanimit? ? gi? incrinata. Sempre su Sky si dice che il comunicato Fota di ieri a FIA chiede, in sostanza, solo di rimandare di 1 (uno) anno le regole 2010. :whistle:

 

Vedremo.

Ma non era noto da un pezzo che Williams, Force India e Brawn avrebbero firmato?

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

la williams era gi? vincolata contrattualmente per 2010, ovvio che si iscrivesse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fra qualche giorno firmeranno pure Brawn e Force India...

 

Alla minima concessione da parte di Mosley anche McLaren seguir?, lo ha gi? fatto capire il gran capo Haug "in piedi".

McLaren feels 'peacemaker' in FIA row

 

By Jonathan Noble and Pablo Elizalde Tuesday, May 26th 2009, 11:36 GMT

 

Martin WhitmarshMcLaren boss Martin Whitmarsh feels his team and partners Mercedes have acted as "peacemakers" between the rest of the teams and the FIA in the row over next year's rules.

The Formula One Teams' Association has been at loggerheads with the FIA following the introduction of the budget cap rules for 2010, with several teams threatening to quit the sport if the regulations remain unchanged.

 

McLaren has maintained it does not want a two-tier championship, but has kept a much more low-key approach than some of its rivals.

 

Whitmarsh said his team felt his team felt a duty to try and smooth things out between the other squads and the FIA.

 

"We do feel responsible for being a peacemaker or to try and bring that together," said Whitmarsh.

 

"Formula 1 is our core business and I'd hope if you talked to any team in F1 they would say that McLaren is being very constructive and conciliatory, sought for compromise and we've seen it as our role.

 

"We are right in the middle in terms of budgets, we've got large teams and large continental corporations that are wrestling with the concept of becoming smaller and we've got small teams that are trying to survive and I think we can have an affinity from our position with both of those.

 

"And you've got to try and bring together the Toyota business model with that of a Toro Rosso then that's quite a challenge but I hope we are in a position where we can understand that and I like to believe that we and Mercedes Benz can and have been very constructive in trying to bring those together. I think we very much try to do just that."

 

Whitmarsh also claimed his team has also been vocal about its ideas, just not in public.

 

"We have been vocal within the group, not vocal outside it," he added. "That's the right place to be vocal. I think our position is being very clearly and firmly put within the discussions that we have among ourselves but that's the right to be vocal."

autosport.com

 

Ne pi? ne meno di quel che ha detto Williams: " cosa possiamo fare oltre a correre?" La McLaren decider? a Woking, forse diversamente da quel che si pensi o ci si aspetti da Stoccarda.

 

:rolleyes:

Arrivano conferme:

6/05/2009 16.05.03

La FOTA si incontrera' nuovamente per discutere della crisi

 

La FOTA si incontrera' nuovamente per discutere della crisiUn altro incontro dell?alleanza dei team e' stato fissato per questa settimana. Dopo una serie di incontri poco fruttuosi avvenuti a Monaco durante il fine settimana, il prossimo incontro si terra' molto probabilmente a Londra. Il termine ultimo per presentare le iscrizioni per il mondiale del prossimo anno e' venerdi' e una risoluzione alle minacce di abbandono dei team non e' stata ancora trovata, nonostante la Williams abbia gia' presentato i documenti necessari per iscriversi. Si vocifera che anche McLaren, Brawn e Force India potrebbero rispettare le scadenze, seguendo l?esempio della squadra di Sir Frank Williams.

Si crede che a parte la Red Bull, i team indipendenti non potrebbero permettersi di non rispettare le scadenze e rischiare di non trovare poi posto nel mondiale del prossimo anno. ?Dobbiamo vedere quello che succedera' questa settimana,? ha detto il presidente della Ferrari e della FOTA Luca di Montezemolo al Corriere dello Sport. Montezemolo, che conta con l?appoggio di Toyota, Red Bull, Renault e BMW ha aggiunto: ?Parteciperemo alla prossima stagione se avremo una F1 decente.?

Andre' Cotta

f1grandprix.it

Continuo a contestare questo modo "sibillino" di porgere le notizie, chairamente influenzato dalla passione per la parte nobile della F1:

 

I piccoli team indipendenti non sono sotto ricatto di nessuno, semplicemente correre per loro ? core businnes, al contrari di chi usa la F1 per far marketing e vendere costosi giocattoli o costosi bidoni.

 

E' logico che, prima di tutto, debbano iscriversi al campionato, per cercare poi di cambiare regole, magari troppo astruse con forme di resistenza passiva, tipo "se non cambi non corriamo", come succedeva nei mitici '70. Certo non possono fidarsi della compattezza di un fronte che alla prima occasione vede uno dei suoi esponenti di punta rompere la presunta unit? e firmare un vantaggioso accordo esclusivo che praticamente li lascia a mollo: ? gi? successo e se ne ricordano bene.

 

Io poi continuo a non prestar fiducia in Renault, Briatore ha gi? fatto capire che non ? contrario a priori al tetto... Red Bull seguir? il fornitore di motori e BMW ? alla finestra... pensa gi? al 2011 XD

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Me ne sono accorto in ritardo, ma ? attualissimo, Carlo Cavicchi sul suo blog quattroruote:

 

20 Mag 2009

Ferrari, tutto va sempre pi? storto

Postato il 2009 in Formula 1

 

Ancora una batosta, questa volta in Tribunale. Per la Ferrari ? davvero un momentaccio che riporta a tempi e anni davvero lontani. Gli appassionati si erano abituati bene: vittorie a catena, organizzazione formidabile, affidabilit? assoluta, potere di condizionamento senza uguali sulla federazione sportiva. Era soltanto ieri eppure pare una vita fa.

Diciamolo chiaramente: ogni singolo passo falso in s? ci pu? stare. ? la somma degli intoppi che agita e che non lascia prevedere nulla di buono. Con Todt sul ponte di comando o non si andava in causa oppure si era certi di vincere. Con Brawn al muretto non c?erano mai errori e con lui in fabbrica la parola ?rotture? non era inserita dal vocabolario. Infine, con Schumi in pista, nessun traguardo pareva precluso (anche se ovviamente non si vinceva sempre).

Poteva continuare sempre cos?? Ovvio che no, per? il salto dal paradiso all?inferno ? troppo crudele da sopportare. Si dir?, ma Mosley ? impazzito. Forse sar? anche vero, ma l?uomo che le Rosse adesso vedono con fastidio ? quello che a suo tempo ha sempre dato una grossa mano a Maranello tanto che nei giorni del caso sadomaso in cui l?inglese fin? coinvolto, gli unici a tendergli la mano furono quelli della Ferrari.

Che cosa ? successo tanto in fretta da lasciare tutti sconcertati? Difficile dirlo e ognuno avr? in testa le sue personalissime idee. Io temo per? che in Italia tutto il sistema dia sempre troppo consenso al Cavallino, come per default. Parola di re, si sarebbe detto un tempo. Invece anche i pi? bravi possono sbagliare e dirlo ogni tanto non sarebbe male. Possibile che nessuno abbia ancora provato a chiedersi che cosa valga davvero la minaccia di Maranello di mettere in piedi un altro campionato? Nell?ambiente nessuno ci crede e questo invece che preoccupare fa scrollare le spalle al Circus. Sono anch?io dell?idea che la F.1 senza la Ferrari sia zoppa, ma credo che sia senza gambe anche la Ferrari senza la F.1. I grandi costruttori, quelli come la Renault, la Bmw e la Toyota, rischiano di sparire a prescindere dai regolamenti pi? o meno giusti. In realt? cercano di approfittare delle beghe attuali per avere una buona scusa per una ritirata indecorosa dettata dai quattrini che non hanno pi?. Figuriamoci se hanno voglia di dar vita a un nuovo campionato dove dovrebbero investire ancora pi? denaro magari impegnandosi per un programma poliennale e con pi? monoposto da schierare.

Tutto il contrario della Ferrari che delle corse ha un bisogno vitale, la ragione per cui alla fine un accordo, molto mascherato, salter? fuori. Ci si pu? scommettere: sar? una soluzione che far? uscire tutti vincitori. Fosse vivo il poeta titolerebbe la storia ?la quiete dopo la tempesta?. Ma i veri problemi non stanno nelle polemiche, bens? nei troppi passi falsi a catena in cui le Rosse stanno incappando. ? di questo che bisogna davvero preoccuparsi.

andiamodicorse/quattroruote.it

 

Grande Carlo Cavicchi, ne pi? ne meno di quello che penso e che, molto pi? modestamente, scrivo.

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto, per salvare capra e cavoli potrebbero mettere il tetto del budget a 40mln e nessuna penalit? a chi lo sfora. O roba tipo "paga 20mln di multa". Cos? Mosley canta vittoria, le grosse squadre continuano a fregarsene e i vari team minori non possono fare causa alla FIA per cambio di regolamento post-iscrizione. :D

(c'? poco da ridere, ci sta che lo facciano davvero)

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D No dai... Io penso che alla fine il tetto salir?... sfiorando o leggermente superando quello che attualmente ? la met? dei budget tipo delle squadre top...

magari per far entrare i nuovi teams - la famosa GP3 di LCDM - si faranno concessioni ( minime ) "competitive" per chi decide di entrare con 45/50 milioni...

Sarebbe interessante una cosa tipo: entri con 45 milioni e ti do un motore 6 cil. Cosworth turbo, che paga la FIA.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Astor
Me ne sono accorto in ritardo, ma ? attualissimo, Carlo Cavicchi sul suo blog quattroruote:

andiamodicorse/quattroruote.it

 

Grande Carlo Cavicchi, ne pi? ne meno di quello che penso e che, molto pi? modestamente, scrivo.

 

Io invece sono sconcertato e, anzi, questa ? la seconda esternazione di Cavicchi in pochi giorni (l'altra ? quella delle "due falle logiche" che ho commentato pochi giorni fa) che mi stanno decisamente abbassando il livello di stima nei suoi confronti.

Nulla di drammatico, mettiamola cos?: se fino a ieri lo ritenevo un ottimo giornalista che sbaglia raramente, adesso lo ritengo un ottimo giornalista che sbaglia molto pi? spesso di quanto mi aspettassi ...

 

Primo: in questo caso, vorrei francamente sapere dove e quando la Ferrari ha avanzato la minaccia di "mettere in piedi un altro campionato", al di l? delle interpretazioni dei giornalisti stessi.

La "minaccia" che la Ferrari ha ripetutamente fatto in questa vicenda ? quella di non iscriversi al prossimo campionato, al massimo hanno fatto capire che "potrebbero correre altrove" (Le Mans? USA?), il resto mi sembra siano pi? che altro elucubrazioni di giornalisti ed appassionati.

 

Secondo: che il mettere in piedi un campionato alternativo sia cosa cos? complicata da rendere estremamente improbabile che la si realizzi ? stato qui detto ripetutamente da pi? parti, compresi coloro che nella vicenda sostengono le buone ragioni della Ferrari. Non avevamo bisogno di Cavicchi per rendercene conto ...

Tirando le somme, direi che Cavicchi qui "se la canta e se la suona", un p? come quei direttori di giornali che "si mandano" occultamente discutibili "lettere al Direttore" per poterle poi contestare con gusto ... :hihi:

 

Terzo: mentre (da ferrarista) sono d'accordissimo con Cavicchi che "in Italia tutto il sistema dia sempre troppo consenso al Cavallino" e che "anche i pi? bravi possono sbagliare e dirlo ogni tanto non sarebbe male", devo anche rilevare che probabilmente dovrebbe fare un giretto da queste parti. Troverebbe parecchi ferraristi che da mesi, alcuni da anni, stanno dicendo cose di fuoco (argomentate) nei confronti della Scuderia.

Perci?, casomai sono i media "ufficiali", quelli che costituiscono il giornalismo italiano, che devono fare dei bei "mea culpa".

 

Quarto: una volta mandata in discarica la retorica del "Maranello ha sempre ragione", forse bisognerebbe mandare nello stesso posto anche quella del "la Ferrari ha assoluto bisogno di correre in Formula Uno".

Perch? l'"assoluto bisogno" ce l'hanno quei team che al di fuori della F1 non esistono (vedi Williams), non certo la Ferrari.

Cavicchi per ora ha fatto un solo giro in discarica, se vuole dimostrarsi davvero "fuori dal coro" dovrebbe fare anche il secondo giro e non dare per scontato che la Ferrari rester? in Formula Uno perche "se no muore".

Anche perch? altrimenti rischia prossimamente delle grosse sorprese, magari un p? imbarazzanti per un giornalista di primo piano ...

Rischio probabilmente piccolo, perch? la cosa pi? probabile ? che si trovi un accordo (con sostanziosissima e dilazionata riduzione del tetto e probabilmente altre rilevanti concessioni ai grandi costruttori, accompagnate da qualche forma di "bonus" per le "new entry" che non sia inaccettabile per le grandi), ma rischio comunque non irrilevante: quello di trovarsi con una Ferrari che saluta la compagnia e senza neppure troppi rimpianti.

Edited by Astor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho sentito in tv che dovrebbe esserci pure la Dallara, non ho capito i particolari.

 

comunque nessuna sorpresa per l'iscrizione della Williams, essa esiste grazie solo alla F.1, quindi qualsiasi regola ? buona per lei, altrimenti scomparirebbe.

Edited by Finnish

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io invece sono sconcertato e, anzi, questa ? la seconda esternazione di Cavicchi in pochi giorni (l'altra ? quella delle "due falle logiche" che ho commentato pochi giorni fa) che mi stanno decisamente abbassando il livello di stima nei suoi confronti.

Nulla di drammatico, mettiamola cos?: se fino a ieri lo ritenevo un ottimo giornalista che sbaglia raramente, adesso lo ritengo un ottimo giornalista che sbaglia molto pi? spesso di quanto mi aspettassi ...

 

Primo: in questo caso, vorrei francamente sapere dove e quando la Ferrari ha avanzato la minaccia di "mettere in piedi un altro campionato", al di l? delle interpretazioni dei giornalisti stessi.

La "minaccia" che la Ferrari ha ripetutamente fatto in questa vicenda ? quella di non iscriversi al prossimo campionato, al massimo hanno fatto capire che "potrebbero correre altrove" (Le Mans? USA?), il resto mi sembra siano pi? che altro elucubrazioni di giornalisti ed appassionati.

 

Secondo: che il mettere in piedi un campionato alternativo sia cosa cos? complicata da rendere estremamente improbabile che la si realizzi ? stato qui detto ripetutamente da pi? parti, compresi coloro che nella vicenda sostengono le buone ragioni della Ferrari. Non avevamo bisogno di Cavicchi per rendercene conto ...

Tirando le somme, direi che Cavicchi qui "se la canta e se la suona", un p? come quei direttori di giornali che "si mandano" occultamente discutibili "lettere al Direttore" per poterle poi contestare con gusto ... :hihi:

 

Terzo: mentre (da ferrarista) sono d'accordissimo con Cavicchi che "in Italia tutto il sistema dia sempre troppo consenso al Cavallino" e che "anche i pi? bravi possono sbagliare e dirlo ogni tanto non sarebbe male", devo anche rilevare che probabilmente dovrebbe fare un giretto da queste parti. Troverebbe parecchi ferraristi che da mesi, alcuni da anni, stanno dicendo cose di fuoco (argomentate) nei confronti della Scuderia.

Perci?, casomai sono i media "ufficiali", quelli che costituiscono il giornalismo italiano, che devono fare dei bei "mea culpa".

 

Quarto: una volta mandata in discarica la retorica del "Maranello ha sempre ragione", forse bisognerebbe mandare nello stesso posto anche quella del "la Ferrari ha assoluto bisogno di correre in Formula Uno".

Perch? l'"assoluto bisogno" ce l'hanno quei team che al di fuori della F1 non esistono (vedi Williams), non certo la Ferrari.

Cavicchi per ora ha fatto un solo giro in discarica, se vuole dimostrarsi davvero "fuori dal coro" dovrebbe fare anche il secondo giro e non dare per scontato che la Ferrari rester? in Formula Uno perche "se no muore".

Anche perch? altrimenti rischia prossimamente delle grosse sorprese, magari un p? imbarazzanti per un giornalista di primo piano ...

Rischio probabilmente piccolo, perch? la cosa pi? probabile ? che si trovi un accordo (con sostanziosissima e dilazionata riduzione del tetto e probabilmente altre rilevanti concessioni ai grandi costruttori, accompagnate da qualche forma di "bonus" per le "new entry" che non sia inaccettabile per le grandi), ma rischio comunque non irrilevante: quello di trovarsi con una Ferrari che saluta la compagnia e senza neppure troppi rimpianti.

E' un tuo parere, e lo rispetto, ma ribadisco che sono sostanzialmente d'accordo con Cavicchi. Fra l'altro, mi sembra , sostanzialmente, lo sia pure tu: spero non sia solo per il motivo che ho postato io l'articolo di Cavicchi che tu lo veda in questa cattiva luce.

 

PS Vivendo anch'io ormai da un 20 ennio buono a nemmeno 15 Km da dove abiti tu e frequentando anch'io un buon 95 % di Ferraristi convinti, molti della "vecchia guardia" posso confermare critiche, prese di distanza e pernacchi, quando necessari. Ulteriore motivo di frustrazione per me il notare che invece in questo forum alcuni super tifosi siano totalmente privi di alcuno senso critico a riguardo.

Secondo me Ferrari senza F1 ( indotto compreso ) - essenziale strumento di marketing per non farla regredire al rango di una super-car qualsiasi - dovrebbe iniziare a vendere ben pi? di 4200 auto all'anno per non sprofondare nel giro di qualche anno nei baratri del vero rosso, quello dei bilanci. A quel punto, gioco-forza, mito ed esclusivit? sarebbero offuscati, come poteva succedere si si fosse continuato a produrre le tristi serie met? ottanta che trovi su Internet per circa 35.000 ?...

Cosa, fra l'altro, se ben ricordi, che gi? spinse ben pi? di 30 anni fa il Drake a "cedere" a malincuore, ancorch? ritardata nel tempo, la propriet? della sua azienda nelle mani di un costruttore.

Edited by Lotus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astor sono daccordo con te.

 

Cavicchi invece di leggere i comunicati ufficiali li interpreta.

 

1. La Ferrari non ha mai detto di voler creare un campionato parallelo;

2. Cavicchi afferma che la Ferrari ? sovrastimata? Io da ferrarista sfegatato l'ho sempre sostenuto, e magari se invece di guardare all'orticello si guardasse alla gente si noterebbe come da un paio d'anni a questa parte, come hai detto te, sono piovute critiche di fuoco nei confronti della Rossa. Io stesso non mi sono mai sottratto (vedi i miei attacchi alla dirigenza Ferrari e al modo di gestire le gare negli ultimi anni) e ci sono i miei articoli e i miei post l? a dimostrarlo, checch? se ne dica...;

3. La Ferrari non si ? mai dichiarata contraria a prescindere al tetto ai budget, ci sono i comunicati a dimostrarlo. Ha solo chiesto regole uguali per tutti e stabili negli anni (mi pare una cosa logica e sensata).

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×