Jump to content
Aleksander87

La Formula 1

Recommended Posts

Vorrei aprire questo topic sulla F1 partendo dal suo primo anno ufficiale di vita, il 1950 (e se il topic ? seguito proseguo con gli altri anni) visto che nel forum nn se ne parla molto, inoltre sarebbe anche un modo per consentire ai meno esperti di conoscere un po di storia della F1 e per chi ? esperto di precisare e raccontare.

 

 

f11950wi8.jpg

 

 

Il primo mondiale di F1 si svolge su un totale di 7 Gran Premi :

- GP di Gran Bretagna e d?Europa a Silverstone

- GP di Monaco a Montecarlo

- La 500 miglia di Indianapolis

- GP di Svizzera a Berna

- GP del Belgio a Spa-Francorchamps

- GP dell? AC di Francia a Reims

- GP d?Italia a Monza

 

Il regolamento :

 

Punteggio : si assegnavano 8 punti al vincitore, 6 al secondo, 4 al terzo, 2 al quinto. 1 punto veniva

assegnato all?autore del giro pi? veloce. Se due piloti si alternavano in corsa sulla

stessa vettura, il punteggio veniva diviso a met? e assegnato ai due piloti.

Ai fini della classifica mondiale si teneva conto dei migliori 4 piazzamenti.

 

Formula : fino al 1953 venivano ammesse vetture con motori sovralimentati fino a 1500 cmc o

aspirati fino a 4500 cmc. Non c?erano limitazioni n? sul peso delle vetture n? sul

carburante.

 

 

 

Le Vetture

 

Al mondiale, oltre alle vetture presenti solo alla 500 miglia di Indianapolis, partecipano 8 case automobilistiche (non tutte saranno sempre presenti ai 7 GP validi per il mondiale)

 

Alfa Romeo con i modelli 158

alfaromeo15801gp4.jpg

 

e 159

alfa159lj1.jpg

 

Nel 1910 nasce la societ? Anonima Lombarda Fabbrica Automobili (A.L.F.A.) sotto la guida del Cavaliere Ugo Stella che rileva le azioni della Darracq (societ? francese che ebbe poca fortuna in Italia). La sede ? a Milano e nello stesso anno viene costruita la prima Alfa, la 24 HP.

L?anno dopo la 24HP debutta alla Targa Florio con due vetture sorprendendo tutti per la competitivit?. Contemporaneamente viene sviluppata la prima auto sportiva, la 15HP da 45 cv. Nel 1914 viene realizzato il primo modello Twin Spark, l?Alfa Grand Prix con motore da 4 cilindri e 4500 cc di cilindrata.

Nel 1915 l?Alfa interrompe la progettazione di automobili perch? viene coinvolta nella produzione militare per la Grande Guerra. In quel periodo entra nell?orbita delle societ? di Nicola Romeo acquisendo il nome di Alfa Romeo Milano.

L?Alfa Romeo torna alle corse nel 1918 e nel 1920 compare il primo stemma? Alfa Romeo Milano? sulla Torpedo 20-30HP. In quello stesso anno arriva un nuovo pilota per la scuderia milanese; si tratta di Enzo Ferrari che riuscir? a centrare un ottimo 2? posto alla Targa Florio guidando un? Alfa Romeo 40-60HP.

Nel 1922 nasce la Rl, una vettura potentissima, con la quale nel 1923 Maserati vince al Mugello mentre Sivocchi, Ascari e Masetti si aggiudicano il 1?, il 2? e il 4? posto alla Targa Florio. Nello stesso anno sulla vettura di Sivocchi compare per la prima volta il Quadrifoglio verde all?interno di un triangolo bianco. Contemporaneamente arriva all?Alfa il progettista Vittorio Jano che l?anno successivo, 1924, realizza l?imbattibile P2 che ottiene il suo primo successo al Grand Prix d?Europa a Lione con Campari. Altro grande trionfo l?ottiene a Monza dove monopolizza i primi quattro posti della classifica finale (vince Ascari).

Nel 1925 si aggiudica il suo primo Campionato del Mondo con Gastone Brilli Peri mentre l?anno successivo vince con i piloti Campari e Ramponi la Mille Miglia al volante di una 6C 1500, successo replicato poi nel 1929.

Nel 1930 con la nuova e potentissima 8C 2300 vince la Targa Florio (consecutivamente fino al 1935) oltre ad un serie di altre gare. Prima dello scoppio del secondo conflitto mondiale, prende vita la 158, che per via della guerra, ricomincer? a correre nel 1946 vincendo con Farina il GP delle Nazioni a Ginevra, quindi nel 1947, con il nuovo modello della 8C, vince un po? ovunque (Mille Miglia con Biondetti; Trossi e Varzi 1? e 2? al Gp di d?Italia a Milano).

Nel 1950 partecipa al primo Campionato Mondiale di F.1

 

 

 

- Maserati 4Clt

maser4cltyj3.jpg

 

Il 1? dicembre 1911 Alfiere Maserati fonda a Bologna l?azienda che porta il suo nome. Inizialmente sviluppa le vetture per l? Isotta Fraschini,poi, terminata la Grande Guerra si sposta fuori Bologna e Alfieri comincia a disputare alcune gare al volante delle vetture Isotta Fraschini ottenendo diverse vittorie. Purtroppo nel 1924, durante una gara, ebbe un brutto incidente che gli provoc? seri danno ad un rene -perdendone poi l?uso- causa della morte nel 1932. I fratelli Maserati continueranno a sviluppare vetture fino al 1937 quando venderanno l?azienda ai fratelli Orsi. Sotto la direzione della famiglia Orsi, la sede viene spostata a Modena e la produzione riparte con la realizzazione della A6 1500. Questo modello viene portato alla vittoria da Alberto Ascari nel 1947.

Nel 1950 si iscrive al primo Campionato Mondiale di F1.

 

 

 

- Talbot

1296999988d12b65c474hi5.jpg

 

Nel 1903 Adolphe Clement con l?aiuto di un nobile inglese, Lord Charles Chetwynd-Talbot fonda l?azienda Clement-Talbot, ma solo nel 1905 comincia a produrre vetture.

Durante la Prima Guerra Mondiale la Clement-Talbot si dedica alla costruzione di ambulanze.

Terminato il conflitto l?azienda si ritrova in crisi finanziaria e viene acquistata, insieme ad un?azienda inglese la Sunbeam, dalla Darracq. Sotto la nuova propriet? viene cambiato il nome in Darracq-Talbot mentre l?anno successivo viene fondato il gruppo STD (Sunbeam ? Talbot ? Darracq). Durante gli anni 20 la Talbot ha un grande successo sia commerciale che sportivo grazie alle vittorie di John Cobb e Johnny Hindmarsh.

Negli anni 30 finisce il periodo d?oro e comincia un periodo di crisi che culminer? con l?acquisto da parte della Rootes del ramo inglese dell?azienda fondando il gruppo Sanbean-Talbot.Il ramo francese viene acquistato dall?industriale Antohny Lago che fonda il gruppo Talbot-Lago. Conclusosi il secondo conflitto mondiale, il gruppo Talbot-Lago sviluppa la T26 utilizzata con successo durante la 24 Ore di Le Mans del 1950. Il gruppo inglese Sanbeam-Talbot perder? il nome Sanbeam ma continuer? a produrre auto.

La Talbot-Lago si iscrive al Mondiale di F1 1950.

 

 

 

- Ferrari con i modelli 125

image012gc7.jpg

 

e 375

1950375f1kz3.jpg

 

La Ferrari nasce ufficialmente il 1? settembre 1939 a Modena fondata da Enzo Ferrari con il nome di Auto Avio Costruzioni anche se gi? dal 1929 esisteva la S.A. Scuderia Ferrari che per? si occupava solo di preparare e portare in gare le vetture Alfa Romeo.

La prima vettura Auto Avio Costruttori viene assemblata nel 1940 ed ? il modello 815 mentre la prima vettura con il nome Ferrari verr? costruita solo nel 1947. Si chiamer? Ferrari 125S e concorrer? nel 1950 al Mondiale di F.1.

 

 

 

- ERA (English Racing Automobiles) R 8 B/C

800pxeraetypezt0.jpg

 

Nel 1933 Humphrey Cook, Raymond Mays e Peter Berthon fondano la English

Racing Automobilies (E.R.A.) con sede a Bourne (Lincolnshire) creata esclusivamente per la

costruzione di vetture da competizione.

Nel 1934 Mays partecip? a numerose gare riportando alcuni successi alla guida della vettura

Tipo A con motore Riley a 6 cilindri montato su un telaio simile a quello dell?Alfa Romeo P3.

Nello stesso anno a Brooklands, Mays stabilisce il record sul chilometro con partenza da fermo

alla media di 143,34 Kmh. Nel 1935 con la Tipo B Fairfield vince il GP Vetturette a Dieppe,

Mays vince la Coppa dell?Eifel per vetturette mentre Seaman vince la Coppa Acerbo sempre

per vetturette. L?anno successivo il principe tailandese ?Bira? vince il GP di Albi e la Coppa

Ranieri di Monaco. Nel 1937 viene sviluppato la Tipo C che si impone al GP di Albi.

Alla Tipo C seguiranno nel 1930 la Tipo D e nel 1939 la Tipo E, mentre nel dopoguerra uscir?

la Tipo G.

Nel 1950 la ERA si iscrive la Mondiale di F1 utilizzando la Tipo B.

 

 

 

- Alta Car & Engineering Company

gcjkgb50qh7.jpg

 

Purtroppo non sono riuscito a trovare niente sulla storia dell'Alta

 

 

 

- Gordini

59715439xu6.png

 

La Simca (Soci?t? Industrielle M?canique Carroserie Automobile) viene fondata nel 1935

da Enrico Teodoro Pigozzi.

La Simca ? legata alla FIAT e produce le prime vetture (derivate della FIAT) con il marchio

FIAT France. Uno degli operai della Simca ? Amedeo Gordini che si occupa inizialmente di

trasformare i motori FIAT-Simca.

Nel 1939 Gordini vince in coppia con Scaron la 24 Ore di Le Mans.

Appena terminata la guerra, le vetture Simca-Gordini ricominciarono a correre e a vincere.

Nel 1946 Gordini vince il GP di Marsiglia. Fino al 1950 la Simca-Gordini resta la pi? valida

antagonista della Cisitalia .In quello stesso anno partecipa ad alcuni gran premi del Campionato

Mondiale di F1.

 

 

 

- Cooper T12 Jap

coopert12ku4.jpg

 

Nel 1947 Charles Cooper con il figlio John fonda la Copper Cars Co.

La prima vettura costruita ? una monoposto di F.3 equipaggiata con un motore motociclistico Jap montato posteriormente con sospensioni anteriori e posteriori della FIAT Topolino. Nel 1950 questa vettura venne ricostruita dalla F.I.A. partecipando attivamente a numerose gare non titolate dimostrandosidi imbattibile.In F1 fece una sola apparizione durante la stagione 1950 senza lasciare traccia.

 

 

 

 

I piloti protagonisti : ? le 3 F ?

 

Giuseppe ?Nino? Farina : Nato a Torino il 30 ottobre 1906, figlio di uno dei fratelli di Pinin Farina. Disputa la sua prima gara nel 1925 con una Chiribiri alla Aosta-Gran San Bernardo, dove ? vittima di un brutto incidente (uno dei tanti in carriera) fratturandosi la clavicola.

Rimane lontano dalle corse per un po? di tempo e nel 1933 partecipando ad una gara sul circuito dell?Ardenza al volante di una Siata, viene notato da uno dei fratelli Maserati che gli offre il sedile della Maserati 2500 per l?anno successivo. Con la Maserati 2500 centrer? la sua prima vittoria ufficiale. Nello stesso anno 1934, il pilota della Ferrari Tazio Nuvolari consiglia a Enzo Ferrari di prendere Farina. Ferrari che aveva gi? notato il talento del torinese gli offre un contratto per correre con le sue vetture. Alla guida della Ferrari centra una serie di vittorie che replica anche con l?Alfa romeo con la quale si laurea Campione d?Italia nel 1937 e nel 1938. Nel 1940 con la Mercedes vince a Montecarlo e a Losanna. Con l?Alfa Romeo disputa il primo Campionato di F1.

 

Juan Manuel Fangio : Nato a Balcarce (Argentina) il 24 giugno 1911 da una famiglia di emigranti italiani provenienti dall?Abruzzo.

A venticinque anni disputa la sua prima gara, ma senza fortuna. Insieme al fratello Ruben apre un?officina, ed elabora una Ford V8 con cui inizia a competere con una certa frequenza. Nel 1938 riesce a mettersi in luce, ma la sua vettura ? ormai datata e non pu? fare altro che accontentarsi di modesti piazzamenti. Le gare stanno cominciando a diventare un onere economico troppo elevato e non ripagato in modo appropriato dai risultati e Fangio inizia a pensare di abbandonare questo spericolato mestiere,quando accade qualcosa che ha dell?incredibile: gli abitanti di Balcarce fanno una colletta e gli regalano una Chevrolet. Anche questa nuova macchina ha gi? qualche primavera sulle spalle, ma ? piuttosto potente, e cominciano ad arrivare le prime soddisfazioni. Nel 1939 ottiene la prima vittoria, mentre nei due anni successivi si laurea campione argentino.

Terminato il secondo conflitto mondiale, l?Automobile Club del paese sudamericano, con l?appoggio del Governo del generale Per?n, punta su Fangio. Nel 1948 viene organizzata la Temporada che attira anche macchine e piloti europei, con i quali, alla guida di una Maserati, Juan Manuel pu? misurarsi. Si sposta poi in Europa e nel 1949 ottiene sei vittorie tra le quali il Gran Premio di Monza al volante di una Ferrari 125 acquistata con l?aiuto di un imprenditore argentino soggiornante in Italia. Grazie a queste ottime prestazioni l?Alfa Romeo lo ingaggia per disputare la prima edizione del Campionato di Formula 1.

 

Luigi Fagioli : Nato a Osimo il 9 giugno 1898. Inizia la carriera sulle due ruote dove vince diverse gare ma, a causa di un brutto incidente, nel 1924 ? costretto ad abbandonare le moto. Non riesce a resistere al fascino della velocit? e si avvicina al mondo delle quattro ruote. Nel 1933 viene ingaggiato dalla Ferrari ma, poco tempo dopo, la Mercedes incantata dalle sue vittorie lo strappa a suon di bigliettoni alla Ferrari. Per tre anni gareggia con la Mercedes centrando grandi vittorie all?Avus, al Nurburgring, a Monza e alla Coppa Acerbo.

Purtroppo i rapporti col compagno Caraccciola, al quale dovrebbe fare da spalla, non sono fra i migliori. Decide allora di lasciare la Mercedes e approdare all?Auto Union.

L?avventura con le vetture Union dura solo 4 gare a causa di un problema fisico, la sciatica, che lo costringe ad un temporaneo ritiro dalle competizioni che coincide con lo scoppio del secondo conflitto mondiale.

Finita la guerra, Fagioli torna a correre alla guida di una Lancia 1100cc, anche se preferirebbe gareggiare in qualche competizione pi? impegnativa. L?occasione arriva nel 1950 quando, in occasione del primo Mondiale di F1, l?Alfa Romeo lo chiama per disputare la competizione iridata. con una delle sue Alfette .

 

 

La Stagione

 

 

13 maggio 1950 ---- GP di Gran Bretagna e d?Europa ---- Silverstone

 

Il 13 maggio 1950 sul circuito di Silverstone (4.710 m) prende il via il primo GP di F1.

Alle qualifiche partecipano 22 piloti, di questi solo uno,Felice Bonetto su Maserati, non si qualifica.

La pole va a Nino Farina su Alfa Romeno 158 col tempo di 1?50??8. In prima fila con lui partono altre 3 Alfa Romeo 158 : quelle di Fagioli (1?51??0), Fangio (1?51??0) e Parnell (1?52??2) .

In gara le quattro Alfa scattano in testa e per i primi 2 giri solo de Graffenried e ?Bira? riescono a seguirle. Al secondo giro Farina segna il record della pista in 1?50 e al quinto giro supera Fangio e si porta al comando. Le quattro Alfa proseguono la gara in testa ma, a 8 giri dalla fine, Fangio ? costretto al ritiro per un problema alla pompa dell?olio.

La gara viene vinta da Farina, seguito a meno di 3?? da Fagioli, Parnell giunge 3? con 52?? di ritardo. Gli ?altri? accusano ritardi enormi. Giraud-Cabantous su Talbot, chiude la gara 4? con 2 giri di ritardo. A punti anche Roseir sull?altra Talbot.

 

 

 

21 maggio 1950 ---- GP di Monaco ---- Montecarlo

 

Debutta in F1 la Ferrari portando in pista tre modelli 125 affidati ad Ascari, Villoresi e Sommer.

In qualifica Fangio fa segnare un tempo incredibile : 1?50??2 e ottiene la pole. Secondo si piazza Farina (1?52??8) terza la Maserati 4Clt di Gonzales (1?53??7). Fagioli ottiene il 5? tempo (1?54?7). Le Ferrari ottengono il 6? tempo con Villoresi, il 7? tempo con Ascari e il 9? tempo con Sommer.

Appena partita la gara alla curva del Tabaccaio, Farina (3? in quel momento) si gira e viene colpito da Gonzales, salvato in extremis dalle fiamme, Fagioli e altri sette piloti (senza conseguenze). Davanti rimangono Fangio e Villoresi che ignari di tutto, al giro seguente, quando transitano alla curva del Tabaccaio si trovano la strada ostruita e si fermano entrambi. Fangio, rapido, innesta la retromarcia infila un varco e se ne va indisturbato fino al traguardo, segnando anche il giro pi? veloce (1?51??). Villoresi rimasto ingrovigliato, quando riesce a districarsi, accusa ormai un ritardo da Fangio di 1?18??. Recupera 46?? all?argentino, ma successivamente deve ritirarsi per un problema all?asse posteriore. Ascari risalito al secondo posto nonostante il piede destro ustionato , chiude ad un giro da Fangio. Terzo ? Chiron con la Maserati. Chiudono la zona punti Sommer 4? e ?Bira? 5?.

 

 

 

30 maggio 1950 ---- 500 miglia di Indianapolis ---- Indianapolis

 

La 500 miglia sar? valida per il Mondiale di F1 fino al 1960.

Nel 1950 la 500 miglia viene stoppata dopo 340 miglia a causa della pioggia (non accadeva dal 1926). La vittoria va a Parson su Kurtis-Offenhauser ,che realizza anche il giro pi? veloce, riuscito a superare Bill Holland poco prima dell?interruzione.. Nessun pilota del Mondiale di F1 prende parte a questa gara. A punti anche : Rose (3?), Green (4?) e Chitwood e Bettenhausen (5?)

 

 

 

4 giugno 1950 ---- GP di Svizzera ---- Berna

 

Sul circuito del Bremgartenwald di Berna, Fangio, alla prima gara su questa pista, si trova subito a suo agio e ottiene la pole col tempo di 2?42??1 davanti alle due Alfa Romeo di Farina (2?42??8) e di Fagioli (2?45??2) .Le Ferrari occupano la seconda fila con Villoresi (2?46??1) e Ascari (2?46??8).

In gara le Ferrari dopo appena 20 giri sono entrambe ritirate, mentre Farina in giornata di grazia, scattato al comando, domina la gara ottenendo anche il giro veloce. Fangio nel tentativo di stargli dietro chiede troppo alla sua Alfa e al 35? giro ? costretto al ritiro per la rottura di un piattello di una valvola. Al secondo posto chiude Fagioli e al terzo Rosier su Talbot. Completano la zona punti le due Maserati di ?Bira? (4?) e Bonetto (5?)

 

 

 

18 giugno 1950 ---- GP del Belgio ---- Spa-Francorchamps

 

Sui 14.084 mt del circuito belga, l?Alfa Romeo in qualifica monopolizza tutta la prima fila con Farina in pole (4?37??), Fangio secondo (4?37??) e Fagioli terzo (4?41??) 52enne da 9 giorni. La Ferrari fa debuttare il nuovo motore sperimentale 3300 aspirato montato sul vecchio telato ?49 e affidato ad Ascari, mentre a Villoresi viene affidata la 1500 doppio stadio. Entrambe le Ferrari sono poco performanti sugli allunghi.

In gara Farina e Fangio scattano in testa. Farina domina per ? di gara, segna il giro veloce ma ? costretto a rallentare per l?inceppamento del cambio lasciando strada libera a Fangio che vince indisturbato davanti al buon Fagioli. Terzo si piazza Rosier con la Talbot, quarto arriva Farina davanti alle Ferrari di Ascari,che subisce il distaccamento dei battistrada, e Villoresi con il motore

che tossicchia per una candela imbrattata.

Durante la gara vengono battuti i record di media oraria stabiliti da Lang con la Mercedes sovralimentata di 5500 cmc negli anni ?30.

 

 

 

2 luglio 1950 ---- GP dell?AC di Francia ---- Reims

 

Con grande sorpresa Enzo Ferrari non fa partecipare le sue vetture al GP di Francia. Ascari si accontenta di disputare la gara di contorno di F2 che vincer?.

Come d?abitudine l?Alfa Romeo monopolizza tutta la prima fila con Fangio in pole (2?30??6) che abbassa di 2?? il record ottenuto da Lang con la Mercedes nel 1939. Farina ? secondo (2?32??5) e Fagioli terzo (2?34??7). In seconda fila si piazzano le due Talbot di Etancelin (2?39??0) e Giraud-Cabantous (2?42??7).

La corsa non ha storia. Farina scatta in testa e ci resta finch? non gli si inceppa la pompa della benzina. Si alternano quindi al comando Fangio e Fagioli, con Fangio vittorioso su precise disposizioni dei dirigenti Alfa Romeo. A 52 anni Fagioli si sarebbe meritato la soddisfazione della vittoria come rimarc? Corrado Filippini : ?In fondo al cuore rimase un poco di amarezza e, se volete, di malinconia; e un poco anche in fondo a quello di Fagioli, ne siamo sicuri !?.

Terzo chiude Whitehead su Ferrari, quarto Manzon su Gordini e quinto Etancelin in coppia con Chabound su Talbot.

 

 

 

3 settembre 1950 ---- GP d?Italia ---- Monza

 

Ultimo appuntamento della stagione 1950, il velocissimo circuito di Monza decreter? chi fra Fangio (26 punti), Fagioli (24) e Farina (22) sar? il primo Campione del Mondo di F1.

La partecipazione delle Ferrari rimane in forse fino a marted? 29 agosto, giorno in cui scende in pista la 4500 (modello 375) affidata ad Ascari. Debuttano anche due Alfa Romeo modello 159 affidate a Fangio e Farina, mentre a Fagioli viene lasciato il modello 158.

In prova Fangio ottiene la pole con il tempo di 1?58??6. Secondo ? Ascari a soli 2 decimi (1?58??8), terzo Farina (2?00??2). Chiude la prima fila l?Alfa Romeo 158 di Sanesi (2?01??4) . Fagioli ? solo quinto con un modesto 2?04??0.

La gara si sviluppa in maniera incredibile. Fangio prima rompe la sua vettura poi quella di Taruffi ritirandosi definitivamente al 22?giro. Ascari accusa un guasto al ponte e si ritira ma, al 48? giro, sale sulla vettura di Serafini terminando la gara alle spalle di Farina vincitore indisturbato. Al terzo posto si piazza Fagioli ,quarte e quinte rispettivamente le due Tabot di Rosier e Etancelin. Farina, Campione del Mondo di F1 1950, viene portato in trionfo dalla folla.

 

Aneddoti e curiosit?:

 

- Un paio di giorni prima della corsa di Monza, Farina ricevette una lettera anonima con

mezzo tarocco incollato in un angolo. Poche righe che dicevano :?Avvertite subito il

corridore Farina di sospendere l?allenamento, perch? nei primi tre giri della prossima gara

perder? la vita. Mi far? riconoscere dall?altra met? del tarocco a fatto avvenuto?. Farina

letta la lettera, l?aveva stracciata mettendosi a ridere. In seguito avrebbe ammesso di avere avuto, almeno per i primi tre giri, un po? di paura.

 

- Verso la fine della gara monzese, Farina, mentre era in testa, si era ritrovato con la pressione dell?olio a zero. Decise di fermarsi ai box, ma giuntovi venne rimandato immediatamente in pista con l?ordine perentorio di continuare cos?.

Farina fece gli ultimi otto giri della gara sul filo del rasoio percorrendo lunghi tratti in folle

 

 

 

Classifica Finale

classifca1950ft9.jpg

Edited by Aleksander87

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima idea!!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Buon lavoro Alexander, e complimenti per quanto gi? fatto. Gi? immagino tutti i termos di caff? che ti toccher? prendere....

 

La sede ? ottima per porre una domanda. In cosa differiva, essenzialmente, la Alfa 158 dalla 159?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La 159 che esord? a Monza nel 1950 altro non era che la naturale evoluzione della 158. Con questo modello si poterono raggiungere i 425cv a 9300 ma al banco si videro anche punte di 450 cv a 9500 giri.

Nel 1951, se ben ricordo, venne montato il de Dion posteriormente.

Ricordo anche che dal 1938 al 1940 vennero costruite 12 158 (per correre nella categoria "Vetturette") mentre 4 saranno le 159

Esteriormente io le distiguo dalla forma e disposizione degli scarichi e dalla coda un pochino pi? arrotondata nella 159

 

Se vuoi ti mando una scheda tecnica riassuntiva che avevo fatto io anni fa per una storia della F1 pubblicata sul vecchio sito di gp4. Cmq puoi trovarne una facilmente in rete.

Edited by gigi57

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un gran risultato tirare fuori 450 cavalli da un 1500 volumetrico, all'Alfa fecero davvero un bel lavoro.

 

Come ha detto Gigi57, l'Alfetta (altro nome della 158 ) era nata come "Vetturetta", cio? la Formula 2 degli anni '30, e nel 1938 sviluppava 190 cavalli. Pensate un p? che fenomenale incremento di potenza dallo stesso motore in una dozzina d'anni....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui vediamo Farina sulla sua Alfa vincere a Silverstone il 13 Maggio 1950.

 

 

 

_1696957_silverstone300.jpg

 

 

Una curiosit?: la griglia di partenza non era sempre uguale come oggi. Spesso si adattava alla pista. Ad esempio a Silverstone la disposizione delle monoposto era su sei file e con il seguente posizionamento: 4-3-4-3-4-3. A Montecarlo invece, essendo il tracciato pi? stretto, la disposizione differiva alquanto: 3-2-3-2-3-2-3-1. A Spa invece era il seguente: 3-2-3-2-3-1.

 

Inoltre dimenticavo di ricordare che non sempre le monoposto partenti erano in numero costante. Spessissimo variavano. Infatti basti osservare come a Silverstone partissero 21 monoposto mentre a Spa solo 14 !!

 

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nel 1951, se ben ricordo, venne montato il de Dion posteriormente.

 

Grazie Gigi. Dunque mi pare di capire che non ci furono modifiche alla struttura del telaio, nessun traliccio aggiunto per 'irrigidire'. Davvero un bel progettino quello di Jano...

 

un telaio che, progettato per 'tenere' meno di 200 cavalli si dimostr? anche idoneo per le successive infusioni di potenza, tutt'altro che modeste....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero un bel lavoro Aleksander87. sar? un piacere gustarlo un po' alla volta come stiamo gustando il topic si Stommelen.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco qua un video sul di Gp Silverstone 1950. Che immagini, altri tempi.

Silverstone 1950

Edited by Aleksander87

Share this post


Link to post
Share on other sites
nel 1938 sviluppava 190 cavalli. Pensate un p? che fenomenale incremento di potenza dallo stesso motore in una dozzina d'anni....

Valori precisi ? difficilissimo darne (i dati sono sempre discordanti a seconda delle fonti) ma per fare un raffronto pi? vicino ai nostri tempi, 25 anni dopo in F1 i primi 1500 con compressore a turbina (Renault e Ferrari) credo che non arrivassero a 600 cv, mentre i 3000 aspirati pi? potenti coevi (in particolare Alfa Romeo) superavano di non molto i 500. calcolate e confrontate voi le potenze specifiche.

 

Grazie Gigi. Dunque mi pare di capire che non ci furono modifiche alla struttura del telaio, nessun traliccio aggiunto per 'irrigidire'. Davvero un bel progettino quello di Jano...

 

un telaio che, progettato per 'tenere' meno di 200 cavalli si dimostr? anche idoneo per le successive infusioni di potenza, tutt'altro che modeste....

Penso che irrobustimenti siano stati realizzati ma ci vorrebbe un vero studioso per avere conferme. Cmq effettivamente credo che la struttura di base del telaio a longheroni sia rimasta fondamentalmente la stessa.

A SPA nel 1950 Fagioli super? i 300

 

Io ho una breve monografia sull'ALTA ma ? in inglese.

Edited by gigi57

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stiamo parlando delle due differenti motorizzazioni. Il 4500 cc aspirato e il 1500 cc sovralimentato. Qui nel dettaglio le monoposto del 1950:

 

1500 cc sovralimentato

 

1 - Alfa Romeo 158

2 - Ferrari 125

3 - Simca-Gordini T15

4 - Maserati 4CLT/48

5 - Maserati 4CL

6 - ERA Tipo A --> E

7 - Alta GP

4500 cc Aspirato

1 - Lago Talbot T26C

2 - Ferrari 375

3 - Ferrari 166 (2000 cc)

 

 

Luke 36

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa ? una breve storia dell'Alta (in inglese)

Alta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo Aleksander.

 

Se ti pu? interessare ho gi? un po' di materiale pronto che riguarda il periodo 1974-1981.

Il 1982 ? in lavorazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse pu? fare piacere vedere qualche dettaglio tecnico sul motore dell'Alfa 158 con cui Farina e Fangio si dettero battaglia.

 

sezione_mot_alfa.gif

 

tab_terzo_liv.gif

 

Qui invece una fotografia dello stesso.

 

 

motorealfa.gif

 

 

 

Il motore era accreditato di 310 Cv. Immagino il peso !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo topic Alex :up: complimenti.

 

Vorrei aggiungere la lista delle gare non valide per il campionato del mondo che si corsero nel 1950, che addirittura furono pi? di quelle valide.

 

XI Grand Prix de Pau

10 April 1950 - Pau: 542.036 km (4.928 km x 110 laps)

 

1 10 Juan Manuel Fangio Maserati 4CLT/48 '1599' 3h14m20.0, 93.44 kph

2 2 Luigi Villoresi Ferrari 125 '125-C-02' 3h14m50.5

3 14 Louis Rosier Talbot-Lago T26C '110001' 3h15m22.2

4 6 Raymond Sommer Ferrari 125 '125-C-01' 3h14m51.5, 109 laps

5 22 Robert Manzon Simca-Gordini T15 '0014GC' 3h15m20.8, 106 laps

6 28 'Pierre Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 3h15m45.6, 104 laps

7 20 Maurice Trintignant Simca-Gordini T15 '0011GC' 3h15m04.6, 103 laps

8 16 Charles Pozzi/Georges Grignard Talbot-Lago T26C '110006' 3h15m19.9, 100 laps

 

Fastest Lap: Juan Manuel Fangio (Maserati 4CLT/48), 1:42.8, 99.25 kph

 

 

 

II Richmond Trophy

10 April 1950 - Goodwood: 67.056 km (6.096 km x 11 laps)

 

 

1 22 Reg Parnell Maserati 4CLT/48 '1596' 20m14.4, 125.94 kph

2 20 Emmanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 21m00.4

3 29 Brian Shawe-Taylor ERA B-Type 'R9B' 11 laps

4 28 Cuth Harrison ERA B-Type 'R8B' 11 laps

5 25 Graham Whitehead ERA B-Type 'R10B' 11 laps

6 5 George Abecassis HWM-Alta 11 laps

7 32 Colin Murray Maserati 4CL

8 31 Philip Fotheringham-Parker Maserati 6CM

9 33 Gordon Watson Alta F2 'F2-2'

 

Fastest Lap: Reg Parnell (Maserati 4CLT/48), 1:46.0, 131.67 kph

 

 

 

V Gran Premio di San Remo

16 April 1950 - Ospedaletti: 473.202 km (5.258 km x 90 laps)

 

1 Juan Manuel Fangio Alfa Romeo 158 3h10m08.4, 95.90 kph

2 Luigi Villoresi Ferrari 125 '125-C-02' 3h11m09.4

3 Alfredo Pi?n Maserati 4CLT/48 '1599' 3h11m37.1, 88 laps

4 Roberto Vallone Ferrari 166 'GP1-49' 3h10m36.2, 86 laps

5 Franco Rol Maserati 4CLT/48 '1604' 3h10m51.4, 84 laps

6 Louis Chiron Maserati 4CLT/48 '1606' 3h11m56.3, 84 laps

 

Fastest Lap: Luigi Villoresi (Ferrari 125), 2:01.2, 100.31 kph

 

 

 

IV Grand Prix de Paris

30 April 1950 - Montlh?ry: 496.57 km (9.931 km x 50 laps)

 

1 8 Georges Grignard Talbot-Lago T26C '110006' 2h05m38.8, 158.31 kph

2 15 Louis G?rard Delage 3000 46 laps

3 12 Marc Versini Delage 3000 45 laps

 

Fastest Lap: Raymond Sommer (Talbot-Lago T26C 110009), 2:20.3, 161.24 kph

Pole Position: n/a

 

 

 

XII British Empire Trophy

15 June 1950 - Douglas, Isle of Man: 354.787 km (9.855 km x 36 Laps)

 

1 1 Bob Gerard ERA B-Type 'R14B' 1h59m36.8, 112.76 kph

2 12 Cuth Harrison ERA B-Type 'R8B' 2h01m09.2

3 5 Emmanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 2h02m24.9

4 15 Brian Shawe-Taylor ERA B-Type 'R9B' 2h02m35.6

5 3 David Hampshire Maserati 4CLT/48 '1593' 2h00m56.0, 35 laps

6 2 Reg Parnell Maserati 4CLT/48 '1596' 2h01m54.0, 35 laps

7 7 Tony Rolt Delage 15S8 'GP-5' 2h02m41.0, 35 laps

 

Fastest Lap: Reg Parnell (Maserati 4CLT/48), 3:08, 119.54 kph

 

 

 

IV Gran Premio di Bari

9 July 1950 - Bari: 505.968 km (8.433 km x 60 laps)

 

1 Giuseppe Farina Alfa Romeo 158 2h34m29.6, 124.66 kph

2 Juan Manuel Fangio Alfa Romeo 158 2h35m16.0

3 Stirling Moss HWM-Alta 2h36m12.4, 58 laps

4 'Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 2h36m56.8, 58 laps

5 Franco Cortese Ferrari 166S '166S-06C' 2h37m08.0, 58 laps

6 Clemente Biondetti Maserati 4CLT/50 '1611' 2h36m04.0, 55 laps

7 Dorino Serafini Ferrari 125 '125-08C' 2h38m04.0, 55 laps

8 Johnny Claes Talbot-Lago T26C '110011' 45 laps

9 Arnulfo Bilancia Maserati 4CL 43 laps

 

Fastest Lap: Juan Manuel Fangio (Alfa Romeo 158), 2:26.5, 130.80 kph

 

 

IV J.C.C. Jersey Road Race

9 July 1950 - St.Helier, Jersey: 447.04 km (8.128 km x 55 laps)

 

1 10 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 1h56m02.6, 146.35 kph

2 5 Reg Parnell Maserati 4CLT/48 '1596' 1h56m07.2, 54 laps

3 3 Emanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 1h57m07.0, 54 laps

4 11 Bob Gerard ERA B-Type 'R14B' 1h57m31.8, 54 laps

5 15 Brian Shawe-Taylor ERA B-Type 'R9B' 1h57m57.4, 54 laps

6 18 Geoffrey Crossley Alta 'GP-2' 1h56m30.2, 51 laps

7 14 Graham Whitehead ERA B-Type 'R10B' 1h56m37.0, 51 laps

8 19 Joe Kelly Alta 'GP-3' 1h57m16.0, 51 laps

9 16 Joe Ashmore ERA A-Type 'R1A' 1h56m07.4, 50 laps

10 21 Chas Mortimer HWM-Alta 1h57m40.0, 50 laps

11 9 Antonio Branca Simca-Gordini T15 '0015-GC' 1h57m41.0, 50 laps

12 8 Duncan Hamilton/

Philip Fotheringham-Parker Maserati 6CM 1h56m14.8, 49 laps

 

Fastest Lap: David Hampshire (Maserati 4CLT/48 1593), 2:02.0, 151.97 kph

 

 

 

XII Circuit de l'Albigeois

16 July 1950 - Albi: 301.94 km (8.880 km x 17 laps x 2 Heats)

 

Heat 1

1 6 Raymond Sommer Talbot-Lago T26C '110009' 55m53.6, 162.43 kph

2 10 Juan Manuel Fangio Maserati 4CLT/48 '1599' 55m54.1

3 2 Louis Rosier Talbot-Lago T26C '110001' 56m21.2

4 12 Jose Froilan Gonzalez Maserati 4CLT/48 '1600' 57m08.2

5 22 Maurice Trintignant Simca-Gordini T15 '0014-GC' 58m36.2

6 14 Nello Pagani Maserati 4CLT/48 '1604' 56m14.6, 16 laps

7 34 'Pierre Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 56m25.9, 16 laps

8 20 Robert Manzon Simca-Gordini T15 '0022-GC' 56m33.2, 16 laps

9 18 Alberto Ascari Ferrari 125 '125-C-01' 57m01.3, 16 laps

10 32 Johnny Claes Talbot-Lago T26C '110011' 57m07.8, 15 laps

NC 8 Giuseppe Farina Maserati 4CLT/48 '1609' 58m51.8, 14 laps

NC 26 Emanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 59m56.7, 11 laps

 

Fastest Lap: Juan Manuel Fangio (Maserati 4CLT/48), 3:06.7, 171.63 kph

 

Heat 2

1 12 Jose Froilan Gonzalez Maserati 4CLT/48 '1600' 56m27.7, 160.80 kph

2 2 Louis Rosier Talbot-Lago T26C '110001' 56m47.4

3 8 Giuseppe Farina Maserati 4CLT/48 '1609' 59m07.5

4 34 'Pierre Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 1h00m01.2

5 22 Maurice Trintignant Simca-Gordini T15 '0014-GC' 56m40.4, 16 laps

6 20 Robert Manzon Simca-Gordini T15 '0022-GC' 57m00.8, 16 laps

7 14 Nello Pagani Maserati 4CLT/48 '1604' 59m14.7, 16 laps

8 26 Emanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 1h00m24.3, 16 laps

9 32 Johnny Claes Talbot-Lago T26C '110011' 58m32.7, 14 laps

 

Fastest Lap: n/a

 

Aggregate

1 2 Louis Rosier Talbot-Lago T26C '110001' 1h53m08.6, 160.40 kph

2 12 Jose Froilan Gonzalez Maserati 4CLT/48 '1600' 1h53m35.9

3 22 Maurice Trintignant Simca-Gordini T15 '0014-GC' 1h55m16.6, 33 laps

4 34 'Pierre Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 1h56m27.1, 33 laps

5 20 Robert Manzon Simca-Gordini T15 '0022-GC' 1h53m34.0, 32 laps

6 14 Nello Pagani Maserati 4CLT/48 '1604' 1h55m29.3, 32 laps

NC 8 Giuseppe Farina Maserati 4CLT/48 '1609' 1h57m49.3, 31 laps

NC 32 Johnny Claes Talbot-Lago T26C '110011' 1h55m40.5, 29 laps

NC 26 Emanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 2h00m21.0, 27 laps

 

 

 

I Grote Prijs van Nederland

23 July 1950 - Zandvoort: 594.36 km (6.604 km x 90 laps)

 

1 18 Louis Rosier Talbot-Lago T26C-DA '110053' 3h03m36.3, 123.30 kph

2 6 Luigi Villoresi Ferrari 125 '125-C-01' 3h04m49.3

3 8 Alberto Ascari Ferrari 166 'GP1-49' 3h04m49.8

4 10 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 88 laps

5 24 'B.Bira' Maserati 4CLT/48 '1598' 87 laps

6 28 David Murray Maserati 4CLT/48 '1595' 85 laps

7 4 Jos? Froil?n Gonzalez Maserati 4CLT/48 '1600' 84 laps

 

Fastest Lap: Raymond Sommer (Talbot-Lago T26C-DA), 1:52.1, 134.65 kph

 

 

III Grand Prix des Nations

30 July 1950 - Geneva: 430.073 km (6.325 km x 68 laps)

 

1 4 Juan Manuel Fangio Alfa Romeo 158 2h07m55.0, 127.59 kph

2 6 Emanuel de Graffenried Alfa Romeo 158 2h08m18.7, 66 laps

3 46 Piero Taruffi Alfa Romeo 158 2h08m20.1, 66 laps

4 40 Alberto Ascari Ferrari 125 '125-C-04' 62 laps/engine

5 16 Yves Giraud-Cabantous Talbot-Lago T26C '110003' 2h08m44.2, 62 laps

6 2 Giuseppe Farina Alfa Romeo 158 61 laps/crashed

7 24 Robert Manzon Simca-Gordini T15 '0014-GC' 2h08m01.1, 61 laps

8 10 Louis Chiron Maserati 4CLT/48 '1606' 2h08m3?.?, 61 laps

NC 42 Luigi Villoresi Ferrari 125 '125-C-02' 60 laps/crash

NC 18 Johnny Claes Talbot-Lago T26C '110011' 60 laps/overheating

NC 20 Felice Bonetto Maserati-Milano 4CLT/50 '1611' 2h08m27.2, 58 laps

NC 12 Franco Rol Maserati 4CLT/48 '1604' 2h08m57.6, 58 laps

NC 26 Antonio Branca Maserati 4CL 2h08m19.6, 56 laps

 

Fastest Lap: Piero Taruffi (Alfa Romeo 158), 1:45.1, 137.02 kph

 

 

 

I Nottingham Trophy

7 August 1950 - Gamston: 61.96 km (3.098 km x 20 laps)

 

1 80 David Hampshire Maserati 4CLT/48 '1593' 25m21.4, 146.62 kph

2 81 Reg Parnell Maserati 4CLT/48 '1596' 25m26.4

3 29 Geoff Richardson RRA 19 laps

4 28 Gillie Tyrer BMW 328 Sports 18 laps

etc

 

Fastest Lap: David Hampshire (Maserati 4CLT/48), 149.91 kph

Pole Position: n/a

 

 

 

IV Ulster Trophy

12 August 1950 - Dundrod: 179.04 km (11.936 km x 15 laps)

 

1 14 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 1h19m09, 135.71 kph

2 1 Bob Gerard ERA B-Type R14B 1h19m25

3 2 Cuth Harrison ERA B-Type R8B 1h20m24

4 8 Joe Kelly Alta GP/3 14 laps

5 9 Torrie Large Maserati 6CM 14 laps

 

Fastest Lap: Peter Whitehead (Ferrari 125), 5:06.6, 140.15 kph

 

 

 

XIX Circuito di Pescara

15 August 1950 - Pescara: 412.826 km (25.802 km x 16 laps)

 

1 Juan Manuel Fangio Alfa Romeo 158 3h02m51.4, 136.241 kph

2 Louis Rosier Talbot-Lago T26C '110001' 3h03m09.0

3 Luigi Fagioli Alfa Romeo 158 3h03m15.0

4 Philippe Etancelin Talbot-Lago T26C '110008' 3h09m40.4

5 'Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 3h09m12.4, 15 laps

NC Luigi de Filippis Maserati 4CLT/48 '1603' 3h07m00.0, 14 laps

NC Felice Bonetto Maserati 4CLT/50 '1611' 3h03m02.0, 10 laps

 

Fastest Lap: Juan Manuel Fangio (Alfa Romeo 158), 10:37.6, 145.69 kph

 

 

 

I Sheffield Telegraph Trophy 19 August 1950 - Gamston: 19 miles (1.9 miles x 10 laps)

 

1 Cuth Harrison ERA 11m58, 85.74 mph

2 Alan Rogers Cooper

Crowley Milling ERA

Gordon Shillito Riley

 

 

 

II BRDC International Trophy

26 August 1950 - Silverstone: 162.716 km (4.649 km x 35 laps) Final

2x69.736 km (4.649 km x 15 laps) Heats

 

Heat 1

1 1 Giuseppe Farina Alfa Romeo 158 28m53, 144.87 kph

2 25 Reg Parnell Maserati 4CLT/48 '1596' 29m22

3 17 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 29m24

4 11 Cuth Harrison ERA B-Type R8B 29m26

5 31 Philippe Etancelin Talbot-Lago T26C '110008' 29m49

6 33 'Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 14 laps

7 19 Fergus Anderson HWM-Alta 14 laps

8 27 Philip Fotheringham-Parker Maserati 6CM 14 laps

9 29 Colin Murray Maserati 6CL 13 laps

NC 15 Geoff Richardson RRA 12 laps

 

Fastest Lap: Giuseppe Farina (Alfa Romeo 158), 1:52, 149.44 kph

 

Heat 1

1 1 Giuseppe Farina Alfa Romeo 158 28m53, 144.87 kph

2 25 Reg Parnell Maserati 4CLT/48 '1596' 29m22

3 17 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 29m24

4 11 Cuth Harrison ERA B-Type R8B 29m26

5 31 Philippe Etancelin Talbot-Lago T26C '110008' 29m49

6 33 'Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 14 laps

7 19 Fergus Anderson HWM-Alta 14 laps

8 27 Philip Fotheringham-Parker Maserati 6CM 14 laps

9 29 Colin Murray Maserati 6CL 13 laps

NC 15 Geoff Richardson RRA 12 laps

 

Fastest Lap: Giuseppe Farina (Alfa Romeo 158), 1:52, 149.44 kph

 

Final

1 1 Giuseppe Farina Alfa Romeo 158 1h07m17.0, 145.11 kph

2 2 Juan Manuel Fangio Alfa Romeo 158 1h07m17.4

3 17 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 1h08m21.4

4 11 Cuth Harrison ERA B-Type R8B 1h08m22.0

5 14 Brian Shawe-Taylor ERA B-Type R9B 1h07m21.0, 34 laps

6 18 Stirling Moss HWM-Alta 1h08m23.0, 34 laps

7 32 Yves Giraud-Cabantous Talbot-Lago T26C '110003' 1h09m15.6, 34 laps

8 22 Louis Chiron Maserati 4CLT/48 '1606' 1h08m41.8, 33 laps

9 12 Bob Gerard ERA B-Type R14B 32 laps/crash

10 24 David Hampshire Maserati 4CLT/48 '1593' 1h08m11.2, 32 laps

11 33 'Levegh' Talbot-Lago T26C '110005' 1h09m02.6, 32 laps

12 27 Philip Fotheringham-Parker Maserati 6CM 1h08m49.6, 32 laps

13 15 Geoff Richardson RRA 1h09m16.4, 31 laps

NC 4 Gordon Watson Alta F2 F2-2 1h08m00.0, 30 laps

 

Fastest Lap: Juan Manuel Fangio & Giuseppe Farina (Alfa Romeo 158), 1:52, 149.44 kph

 

 

 

III Goodwood Trophy

30 September 1950 - Goodwood: 45.966 km (3.831 km x 12 laps)

 

1 1 Reg Parnell BRM V16 Type 15 '151' 20m58.4, 132.75 kph

2 2 "B.Bira" Maserati 4CLT/48 '1598' 21m00.4

3 7 Bob Gerard ERA B-Type R14B 21m39.4

4 3 Emmanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 12 laps

5 14 Brian Shawe-Taylor ERA B-Type R9B 11 laps

6 9 Graham Whitehead ERA B-Type R10B 10 laps

7 16 Stirling Moss HWM-Alta 10 laps

8 4 David Hampshire Maserati 4CLT/48 '1593' 10 laps

9 5 Duncan Hamilton Maserati 6CM 10 laps

NC 18 Geoff Richardson RRA 9 laps

NC 6 Johnny Claes Talbot-Lago T26C '110011' 9 laps

NC 8 Peter Whitehead Ferrari 125 '125-10C' 9 laps

 

Fastest Lap: Reg Parnell (BRM V16 Type 15), 1:41.8, 136.72 kph

 

 

 

X Gran Premio do Penya Rhin

29 October 1950 - Pedralbes: 312.535 km (6.250 km x 50 laps)

 

1 Alberto Ascari Ferrari 375 '375-2' 2h05m14.8, 149.71 kph

2 Dorino Serafini Ferrari 375 '375-1' 2h06m55.4

3 Piero Taruffi Ferrari 340/F1 '125-C-04' 2h07m09.2, 48 laps

4 Philippe Etancelin Talbot-Lago T26C '110008' 2h05m29.6, 47 laps

5 Emmanuel de Graffenried Maserati 4CLT/48 '1601' 2h06m45.6, 47 laps

6 Yves Giraud-Cabantous Talbot-Lago T26C '110002' 2h05m21.3, 46 laps

7 Georges Grignard Talbot-Lago T26C '110006' 2h06m52.4, 46 laps

NC Henri Louveau Talbot-Lago T26C-GS '110001' 2h05m58.4, 43 laps

NC David Murray Maserati 4CLT/48 '1595' 2h06m53.6, 43 laps

NC Juan Jover Maserati Milano-Speluzzi 2h09m36.8, 36 laps

 

Fastest Lap: Alberto Ascari (Ferrari 375), 2:24.2, 157.90 kph

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avete visto il vecchio Fagioli? A 52 anni se la gioca con gli altri due dell'Alfa, Fangio e Farina, arrivando sempre sul podio. Formavano il trio delle 3 "F". Fagioli era stato Campione d'Italia 1933 su Alfa-Scuderia Ferrari e Vice-Campione d'Europa 1935 su Mercedes, dietro il suo compagno Caracciola, col quale, come ha ben detto Aleksander87, c'era una tremenda rivalit?, due episodi rivelatori: al GP dell'Eifel 1934 Fagioli vide che dal box gli ordinavano di far passare Caracciola, e allora lui per reazione abbandon? la sua Mercedes perfettamente funzionante a bordo pista!!

Poi al GP di Tripoli nel '37, Fagioli era passato all'Auto Union e durante le prove, a suo dire, Caracciola lo avrebbe ostacolato: una volta tornato ai box, Fagioli con un martello in mano si diresse verso Caracciola e glielo sferr? contro, mancandolo....

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Avete visto il vecchio Fagioli? A 52 anni se la gioca con gli altri due dell'Alfa, Fangio e Farina, arrivando sempre sul podio. Formavano il trio delle 3 "F". Fagioli era stato Campione d'Italia 1933 su Alfa-Scuderia Ferrari e Vice-Campione d'Europa 1935 su Mercedes, dietro il suo compagno Caracciola, col quale, come ha ben detto Aleksander87, c'era una tremenda rivalit?, due episodi rivelatori: al GP dell'Eifel 1934 Fagioli vide che dal box gli ordinavano di far passare Caracciola, e allora lui per reazione abbandon? la sua Mercedes perfettamente funzionante a bordo pista!!

Poi al GP di Tripoli nel '37, Fagioli era passato all'Auto Union, durante le prove, a suo dire, Caracciola lo avrebbe ostacolato: una volta tornato ai box, Fagioli con un martello in mano si diresse verso Caracciola e glielo sferr? contro, mancandolo....

 

:hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fino al 1954 il GP d'Italia si corse sul circuito di Monza di 6300 metri, caratterizzato dalla "curvetta Vedano" in porfido che raccordava il rettifilo centrale con il rettilineo di arrivo e che si sviluppava pi? o meno nell' area dove oggi sorge l' ultimo tratto della Sopraelevata Sud. In seguito verr? sostituita dalla "curva Parabolica" costruita pi? internamente. L' immagine ritrae le prime fasi del Gran Premio d' Italia del 1950, con Farina al comando che precede Ascari e Fangio.

Troverete numerosi filmati per apprezzare come venisse affrontata.

 

monza50qz1.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Propongo ai mod di inserire questo thread in una sezione "enciclopedica" dedicata unicamente alla documentazione (storia della F1, biografie dettagliate di piloti e tecnici, schede dedicate alle monoposto pi? significative, caschi dei piloti, sponsors storici, ecc.) in modo da avere una fonte di informazioni ben distinta dal resto delle discussioni commentate.

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites
Propongo ai mod di inserire questo thread in una sezione "enciclopedica" dedicata unicamente alla documentazione (storia della F1, biografie dettagliate di piloti e tecnici, schede dedicate alle monoposto pi? significative, caschi dei piloti, sponsors storici, ecc.) in modo da avere una fonte di informazioni ben distinta dal resto delle discussioni commentate.

 

+1 :up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×