Jump to content
Schumi4ever

Per tutti quelli che considerano la razza bianca superiore

Recommended Posts

il razzismo non esiste esiste solo l'ignoranza non ho mai sentito un razzista argomentare perch?? perch? non lo sa nemmeno lui perch? odia.

conosco tante persone che mi dicono cose sui neri o su gli ebrei ma quando gli chiedi di spiegarti il perch?, non sanno piu che cosa dirti

io quando qualcuno mi dice che un nero ? inferiore gli rispondo "perch? non vai a dirlo a micheal jordan o a mohamed ali e da un paio d'anni ci metto anche lewis hamilton" :yes:

 

E' proprio quello il punto, ignorante chi compie atti di razzismo, ignorante chi cavalca tali atti per scopi propri e dieci volte ignorante chi si lascia abbindolare da costoro. Aveva senso parlare di razzismo quando il razzismo era una condizione sociale, non un "pensiero", adesso che, salvo qualche eccezione, nei paesi civili e democratici le "minoranze" hanno una condizione sociale del tutto simile al resto della popolazione,quella parola ha valore solo per giustificare appunto l'ignoranza di chi, da una parte e dall'altra, usa la storia per fare i propri interessi.

 

PS:

Ecclestone e soci, giusto per non fare esempi politici, sono 2 anni, se non di pi?, che fanno soldi a palate sfruttando l'immagine del pilota di colore (Hamilton). Il razzismo e l'ignoranza della gente ? diventata una macchina per fare soldi.

Quanto ci hanno ricamato sugli episodi di razzismo nei test in Spagna lo scorso inverno? Si ? parlato di F1, del suo pilota mediaticamente pi? rappresentativo, indirettamente anche di Alonso, e si ? creato un tema d'interesse (ahim?) comune, in un momento in cui la F1 non se la cagano manco gli addetti ai lavori, figuriamoci i media. E il signor Ecclestone incassa... "che si parli bene o male, purch? se ne parli..." :rolleyes:

Edited by Magico_Schumi

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' incredibile come possano ancora resistere certe ideologie razziste nel 2008.

 

Ma come si sa la madre dei cogl**ni ? sempre incinta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
sarei curioso di sapere come facevano gli scienziati tedeschi a considerare un nero inferiore a un bianco ma sono troppo ignorante per andare a studiarmi i trattati di cui parli

Guarda che non li appoggio certo questi trattati...ma ho avuto modo di leggere qualche cosa...si danno proprio le basi scientifiche della inferiorit? di certe razze in base a caratteristiche somatiche con tanto di prova scientifica sperimentale. Ripeto, si tratta di alcune tra le cose pi? tristi che l'intelletto umano sia mai riuscito a produrre in qualche millennio di storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guarda che non li appoggio certo questi trattati...ma ho avuto modo di leggere qualche cosa...si danno proprio le basi scientifiche della inferiorit? di certe razze in base a caratteristiche somatiche con tanto di prova scientifica sperimentale. Ripeto, si tratta di alcune tra le cose pi? tristi che l'intelletto umano sia mai riuscito a produrre in qualche millennio di storia.

 

Confermo, uno dei principali obiettivi di Hitler e dei suoi seguaci fu quello di affermare storicamente e scientificamente la supremazia della razza ariana sulle altre. Le menti pi? brillanti della Germania dell'epoca furono impiegate a tale scopo, addirittura si effettuavano spedizioni nei luoghi pi? sperduti del mondo alla ricerca di elementi validi per avvalorare la loro teoria (mi viene in mente la spedizione nel deserto del Gobi, in Asia, sulle tracce della leggendaria Agharti per formulare la teoria che la razza tedesca fosse discendente diretta del suo popolo e del suo re, ovvero il Re del Mondo..). Sono anche arrivati a revisionare fatti storici e teorie scientifiche per il loro scopo, tipo la teoria dell'evoluzione della specie di Darwin da cui fu estrapolata la cosiddetta "eugenetica", teorizzata per la prima volta, ironia della sorte, dal cugino di Darwin, Francis Galton, che trasse il nome dall'omonimo libro della "Repubblica" di Platone. Questa teoria divenne "legge" con l'Aktion T4, nella Germania nazista. Il risultato furono 400000 vittime fra uomini donne e bambini di diverse etnie, oltre a disabili, omosessuali e quant'altro. E la Germania non fu l'unica ad attuare queste misure nella storia...

Edited by Magico_Schumi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Infatti mi sembra che i tedeschi stessero facendo un programma destinato alla sterilizzazione delle persone ritenute inferiori o malate e al rimpiazzo con una nuova generazione composta da figli nati da padri tedeschi e madri norvegesi alle quali sarebbe stata risparmiata la prigionia in cambio dell'utero.

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Aktion_T4

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Confermo, uno dei principali obiettivi di Hitler e dei suoi seguaci fu quello di affermare storicamente e scientificamente la supremazia della razza ariana sulle altre. Le menti pi? brillanti della Germania dell'epoca furono impiegate a tale scopo, addirittura si effettuavano spedizioni nei luoghi pi? sperduti del mondo alla ricerca di elementi validi per avvalorare la loro teoria (mi viene in mente la spedizione nel deserto del Gobi, in Asia, sulle tracce della leggendaria Agharti per formulare la teoria che la razza tedesca fosse discendente diretta del suo popolo e del suo re, ovvero il Re del Mondo..). Sono anche arrivati a revisionare fatti storici e teorie scientifiche per il loro scopo, tipo la teoria dell'evoluzione della specie di Darwin da cui fu estrapolata la cosiddetta "eugenetica", teorizzata per la prima volta, ironia della sorte, dal cugino di Darwin, Francis Galton, che trasse il nome dall'omonimo libro della "Repubblica" di Platone. Questa teoria divenne "legge" con l'Aktion T4, nella Germania nazista. Il risultato furono 400000 vittime fra uomini donne e bambini di diverse etnie, oltre a disabili, omosessuali e quant'altro. E la Germania non fu l'unica ad attuare queste misure nella storia...

Concordo, solo ho da obiettare su un punto. Non bisogna dire che tutto ci? ? opera della Germania nazista di Hitler perch? l'antisemitirmo e il razzismo hanno radici ben lontane e la strage di ebrei perpetrata dai nazisti ? solo l'apice di un processo che era iniziato con i movimenti antisionisti di fine '800 e inizio '900. Ci sono trattati razzisti di scienziati (se non sbaglio anche americani, oltre, ovviamente ai tedeschi) che gi? alla fine del XIX secolo portavano prove scientifiche della inferiorit? della razza nera...

 

L'ho gi? detto due volte, ma non mi stancher? mai di dirlo: tutto ci? ? quanto di pi? triste che la mente umana abbia mai potuto produrre...

Share this post


Link to post
Share on other sites

c'? da dire che le discriminazioni per il solo colore della pelle sono solo una delle tante forme di razzismo.

 

E' giusto prendersela con chi discrimina per il solo colore della pelle, ma prima di etichettarli come mostri, magari andrebbe fatta un'autocritica.

Sparare a zero su chi si ritiene razzista e xenofobo ? giusto, ma a volte si cavalca il "politicamente corretto" per uniformarsi e sembrare una brava persona, pi? che per esprimere i propri valori. Ed ? la dimostrazione che certe critiche sulla discriminazione razziale e il colore della pelle partano da chi si ? reso in passato autore di affermazioni razziste e discriminatorie sul popolo rom, o che so, ritiene i meridionali una razza inferiore... :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

La cosa comicamente tragica ? che gli esseri inferiori sono neri con il fisico di husain bolt, i bianchi superiori e ariani sono quelli come Hitler o Himmler.

 

Un po' come se il capo del Ku Klux Klan fosse Hamilton....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse sono stato travisato, intendevo dire che ogni forma di razzismo e discriminazione andrebbe deprecata.

E che molta gente hanno in loro anche marginalmente delle idee e discriminazioni razziste nei confronti di una "razza", una categoria di persone (gay, immigrati, meridionali, etc...), una religione, ecc.

In pubblico per?, per uniformarsi all'opinione generale ritenuta e corretta, sostengono di essere contro il razzismo, mancando di coerenza con il loro comportamento, per il solo scopo di apparire come una buona persona.

 

C'? anche chi per?, non avendo alcuna idea discriminatoria evita di criticare un nero per evitare di essere additato da tutti come un razzista e discriminatore, anche se la critica ? rivolta al comportamento e non a un pregiudizio.

 

Quindi per me il razzismo ? da deprecare, ma si deve evitare di estremizzare al contrario la cosa, rendendo alcune categorie di persone degli intoccabili e ingiudicabili, pena l'essere etichettati con pregiudizio come razzista...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forse sono stato travisato, intendevo dire che ogni forma di razzismo e discriminazione andrebbe deprecata.

E che molta gente hanno in loro anche marginalmente delle idee e discriminazioni razziste nei confronti di una "razza", una categoria di persone (gay, immigrati, meridionali, etc...), una religione, ecc.

In pubblico per?, per uniformarsi all'opinione generale ritenuta e corretta, sostengono di essere contro il razzismo, mancando di coerenza con il loro comportamento, per il solo scopo di apparire come una buona persona.

 

C'? anche chi per?, non avendo alcuna idea discriminatoria evita di criticare un nero per evitare di essere additato da tutti come un razzista e discriminatore, anche se la critica ? rivolta al comportamento e non a un pregiudizio.

 

Quindi per me il razzismo ? da deprecare, ma si deve evitare di estremizzare al contrario la cosa, rendendo alcune categorie di persone degli intoccabili e ingiudicabili, pena l'essere etichettati con pregiudizio come razzista...

Beh...io non sono razzista, ma quando prendevo l'autobus per andare a scuola e salivano orde di rom maleodoranti che non pagavano il biglietto facevo un casino assurdo (senza mai ottenere risultati tra l'altro) per farli scendere a tutti i costi. Le m***e umane sono dappertutto: tra i bianchi, tra i neri, tra i rom e in tutti i popoli. E non ? detto che perch? uno ? nero non va criticato a priori.

 

Quello che ? davvero triste (lo so ? l'n-esima volta che lo dico) ? che si dia una base scientifica a una teoria di superiorit? di una razza in base alle sue caratteristiche somatiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

che i bianchi siano superiori tante volte si ? cercato di dimostrarlo con dati. a parte ai temppi di hitler penso a una ricerca di qualche tempo fa in cui si evinceva che i bianchi sono pi? intelligenti in base a dei testi di qi, senza contare per? i diversi "habitat" in cui si ? vissuti. alla fine sono tutte ideologie. pure watson che ? nobel e che nobel disse poco tempo fa che i bianchi erano superiori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Concordo, solo ho da obiettare su un punto. Non bisogna dire che tutto ci? ? opera della Germania nazista di Hitler perch? l'antisemitirmo e il razzismo hanno radici ben lontane e la strage di ebrei perpetrata dai nazisti ? solo l'apice di un processo che era iniziato con i movimenti antisionisti di fine '800 e inizio '900. Ci sono trattati razzisti di scienziati (se non sbaglio anche americani, oltre, ovviamente ai tedeschi) che gi? alla fine del XIX secolo portavano prove scientifiche della inferiorit? della razza nera...

 

L'ho gi? detto due volte, ma non mi stancher? mai di dirlo: tutto ci? ? quanto di pi? triste che la mente umana abbia mai potuto produrre...

 

Si si, infatti alla fine del post avevo specificato che la Germania nazista non fu l'unica a perpretare certe discriminazioni. Il razzismo come presunzione di superiorit? di una razza rispetto ad un'altra esiste da quando esiste l'uomo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, ma io mi domando:

 

? giusto che queste persone debbano andare a vedere una manifestazione sportiva e a fischiare/prendere in giro gli sportivi di colore? come ? successo a hamilton, come ? successo a tanti calciatori neri, come ? successo in molte olimpiadi?

 

e mi domando: perch? pochissime volte sono stati presi provvedimenti?

 

non per dire niente, ma quando babbo hamilton, ha detto che avrebbe voluto far ritirare il figlio aveva tutte le ragioni di questo mondo e sinceramente non mi pare giusto che un pilota nero debba essere insultato PER IL COLORE DELLA SUA PELLE, perch? bene o male gli sfott? "sportivi" arrivano su tutti i piloti...

 

a me non sembra neanche normale che giocatori di colore debbano alzare lo sguardo sui tifosi per vedere striscioni che lo insultano...

 

si sta portando la f1 al livello del calcio, dove bene o male, hanno partecipato oltre agli appassionati, veri e propri drogati e malati di ignoranza che hanno dato al calcio la reputazione che oggi ha, e lo hanno rovinato chiaramente...posso capire i fischi in spagna, forse per la vicenda alonso, e non solo credo; ma in brasile e nei test di jerez ? stata una vergogna assoluta... e chiaramente non si sono presi provvedimenti!! gli sportivi andrebbero tutelati anche a costo di chiudere i GP perch? non sono possibili tali comportamenti...

 

e credo che non dovrebbe essere neanche concesso a certi utenti di parlare sul forum con i toni espressi da antinutella...

Edited by Yellow

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ignorare gli imbecilli ? il miglior modo per punirli, fidati. Non serve a nulla prenderne 3 e sbatterli dentro, guarda gli ultras...pi? ne diffidano, pi? ne arrestano e pi? ne saltano fuori e pi? fanno casino. Ora ovviamente il problema ? diverso, gli ultras ammazzano la gente, i co****ni che fischiano non ammazzano nessuno, quindi le misure non possono essere le stesse. Per? finch? si continuer? a montare un caso nazionale per ogni minchiata che 2-3 co****ni sparano da una tribuna di 20mila persone non ne usciremo pi?. Pi? si da spazio e voce a queste cose e pi? se ne vedranno. Pi? ci si scandalizza e fa notizia e pi? saranno incetivati a farlo. Bisogna smetterla di farsi paranoie per ogni fischio, insulto o ca**ate varie, allora forse qualcuno si stancher? di farli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forse sono stato travisato, intendevo dire che ogni forma di razzismo e discriminazione andrebbe deprecata.

E che molta gente hanno in loro anche marginalmente delle idee e discriminazioni razziste nei confronti di una "razza", una categoria di persone (gay, immigrati, meridionali, etc...), una religione, ecc.

In pubblico per?, per uniformarsi all'opinione generale ritenuta e corretta, sostengono di essere contro il razzismo, mancando di coerenza con il loro comportamento, per il solo scopo di apparire come una buona persona.

 

C'? anche chi per?, non avendo alcuna idea discriminatoria evita di criticare un nero per evitare di essere additato da tutti come un razzista e discriminatore, anche se la critica ? rivolta al comportamento e non a un pregiudizio.

 

Quindi per me il razzismo ? da deprecare, ma si deve evitare di estremizzare al contrario la cosa, rendendo alcune categorie di persone degli intoccabili e ingiudicabili, pena l'essere etichettati con pregiudizio come razzista...

 

Beh...io non sono razzista, ma quando prendevo l'autobus per andare a scuola e salivano orde di rom maleodoranti che non pagavano il biglietto facevo un casino assurdo (senza mai ottenere risultati tra l'altro) per farli scendere a tutti i costi. Le m***e umane sono dappertutto: tra i bianchi, tra i neri, tra i rom e in tutti i popoli. E non ? detto che perch? uno ? nero non va criticato a priori.

 

Quello che ? davvero triste (lo so ? l'n-esima volta che lo dico) ? che si dia una base scientifica a una teoria di superiorit? di una razza in base alle sue caratteristiche somatiche.

 

Sono daccordo con tutti e due, ma mi sembra che parlavamo di altro. Cio? sostanzialmente di quelli che a Barcellona erano mascherati da scimmioni e insultavano Hamilton e il padre, o di quelli che sul quel sito hanno scritto cose da far paura.

Cio? si parlava di come si critichino uomini di sport non per quello che fanno ma per quello che sono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
che i bianchi siano superiori tante volte si ? cercato di dimostrarlo con dati. a parte ai temppi di hitler penso a una ricerca di qualche tempo fa in cui si evinceva che i bianchi sono pi? intelligenti in base a dei testi di qi, senza contare per? i diversi "habitat" in cui si ? vissuti. alla fine sono tutte ideologie. pure watson che ? nobel e che nobel disse poco tempo fa che i bianchi erano superiori.

Ma sinceramente io non im meraviglio del fatto che una razza possa risultare pi? intelligente di un'altra. Ogni razza umana (come quelle di ogni altro animale) ha le sue caratteristiche peculiari: magari i neri sanno correre pi? veloci (perch? si sono evoluti in luoghi dove, se non correvi, non mangiavi), gli indiani sono pi? bravi a fare i programmatori informatici, gli europei sanno fare meglio gli scienziati.

 

Quello che voglio dire ? che le diversit? tra una razza e un'altra esistono eccome...ma parlo di diversit?, non di superiorit?: ogni razza sa fare meglio una certa cosa perch? l'evoluzione ha imposto ad essa di svilupparsi in un certo modo. In questa ammissione di diversit? non ci trovo niente di scandaloso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh gli indiani sono forti in informatica perch? il governo spinge molto per la formazione e ricerca.

 

Sono le situazioni che hanno reso la razza caucasica predominante non certo la mancanza di attitudini delle altre razze...

 

Differenze fisiche ci sono, i neri sono fortissimi negli sport sprint per la loro diversa costituzione dei muscoli, ad esempio. Ma nelle attitudini mentali credo non ci siano differenze tra le varie "razze".

Se si riceve un'adeguata istruzione tutti possono raggiungere livelli di conoscenza ed abilit? mentali ottimali, sempre che non si abbiano problemi. Il cervello viene plasmato in base a ci? che si fa, non si evolve indipendentemente, per cui tutti gli umani hanno potenzialmente la possibilit? di raggiungere il massimo delle attitudini mentali con lo studio e il giusto stimolo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
beh gli indiani sono forti in informatica perch? il governo spinge molto per la formazione e ricerca.

 

Sono le situazioni che hanno reso la razza caucasica predominante non certo la mancanza di attitudini delle altre razze...

 

Differenze fisiche ci sono, i neri sono fortissimi negli sport sprint per la loro diversa costituzione dei muscoli, ad esempio. Ma nelle attitudini mentali credo non ci siano differenze tra le varie "razze".

Se si riceve un'adeguata istruzione tutti possono raggiungere livelli di conoscenza ed abilit? mentali ottimali, sempre che non si abbiano problemi. Il cervello viene plasmato in base a ci? che si fa, non si evolve indipendentemente, per cui tutti gli umani hanno potenzialmente la possibilit? di raggiungere il massimo delle attitudini mentali con lo studio e il giusto stimolo.

Bah...io non sono n? un medico n? un biologo, ma mi risulta difficile pensare che popoli che si sono sviluppati in aree totalmente diverse abbiano le stesse attitudini mentali. Io per evoluzione non parlo delle condizioni degli ultimi 10-15 anni, ma delle condizioni evolutive degli ultimi 100.000 anni. Ribadisco che non ne capisco niente, ma mi risulta difficile pensare che il QI degli europei, in media, sia uguale a quello degli africani o degli asiatici (magari pu? anche darsi che gli africani ce l'abbiano pi? alto...non sto certo facendo discorsi da superiore) perch? il QI, come tutte le altre caratteristiche psico-fisiche, ? stato soggetto a condizioni mutabili da luogo a luogo e queste condizioni hanno plasmato l'intelligenza degli uomini del posto a risolvere i problemi che gli si ponevano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Detto in parole povere: se Einstein fosse nato nella giungla, sarebbe stato lo stesso Einstein?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

...non lo so ma di sicuro non sarebbe stato Pistocchi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×