Jump to content
marcostraz

Indycar 2009

Recommended Posts

Comunque sulla questione dei team in difficolt?, in giro ho letto diverse opionioni: ci sono quelli preoccupati e quelli molto pi? tranquilli...sinceramente, KV Racing a parte la cui partecipazione era legata alla presenza di Sufers Paradise, io penso che sia la vettura di Rahal-Letterman che la seconda Newman-Haas alla fine ci saranno...io penso che sia Hunter-Reay che Wilson sono stati lasciati liberi di cercarsi un'altra vettura, soprattutto perch? ci potrebbe essere la possibilit? di andare da Penske, pi? che per un reale possibilit? che la loro vettura non ci sia...anche perch? ad esempio per Hunter-Reay quale altro posto ci sarebbe meglio di quello al Rahal-Letterman? Io penso che piuttosto la questione sia: vediamo che succede con Castroneves; se Catroneves resta, tutto torna pi? o meno come prima, se Castroneves esce, Hunter-Reay da Penske e Wilson da Rahal (ho letto questa ipotesi su un giornale via internet)...in tutto questo potrebbe poi inserirsi Bourdais, se eventualmente torna...

Share this post


Link to post
Share on other sites

EJ Viso ha confermato in una mail all'Indianapolis Star il suo programma 2009 con il team HVM Racing e che il team schierer? una seconda vettura per Robert Doornbos, che invece sul suo sito ha confermato ING Group e Red Bull come sponsor.

 

http://www.playitusa.com/b2/blogs/news.php...;more=1&c=1

 

http://blogs.indystar.com/racingexpert/200...t_doornbos.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un posto in meno per chi potrebbe rimanere a piedi....

Come ho detto prima, secondo me tutta la situazione verr? risolta dal fatto che Castroneves corra o meno...mi dispiace solo invece se non trovasse un posto Junqueira, di cui invece si ? parlato molto poco e invece mi risulta ancora a piedi visto che non ho notizie sul team di Dale Coyne...piuttosto, ? un posto in meno per un nostro connazionale...

Edited by marcostraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una domanda a IndyStar... da parte di uno che conosciamo bene

 

Question: Let me know if you're worried about the recent doubts that have arisen recently about some teams financially. How do you think the various issues will be resolved and how many cars will run the next season. (Marcostraz, Catania, Italy)

 

Answer: I still believe we'll see 22-24 cars at most races next season, and Brian Barnhart has echoed that. I think the IndyCar Series will be less affected than NASCAR.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Viva il made in Italy :hihi: . Io comunque non sono soddisfatto della risposta. Troppo scarna, visto che la domanda non lo era. Cavin con tutti i contatti di cui dispone dovrebbe sapere vita morte e miracoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia impressione, leggendo i suoi interventi, ? che lui al contrario invece del collega di SpeedTV, sia abbastanza ottimista...soprattutto, mi sembra interessante il fatto che lui (non solo nella risposta che ha dato a me, ma anche in diverse altre discussioni) dica come la crisi si far? sentire forse pi? sulla NASCAR che non sulla Indycar...forse dipende dal fatto che la NASCAR abbia pi? da perdere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo.............vedendo come ragionano i capoccia IRL, molto dipender? come al solito dalla dislocazione delle altre gare. Se si torna a Cleveland possiamo scordarci di rivedere una gara al MIS, visto che gli eventi complessivi tra Ohio e Michigan diventerebbero tre (Mid-Ohio, Detroit e Cleveland appunto), quindi quattro sarebbero troppi.

Per una mia personale sensazione nel 2010 avremo 20 gare: ne entreranno tre (Loudon, Las Vegas e uno stradale), e ne partir? una, credo Homestead viste le varie situazioni contrattuali della IRL con gli altri circuiti, i quali chi pi? chi meno hanno un futuro abbastanza certo. Inoltre gi? quest'anno si vociferava che non si sarebbe corso l? nel 2009, e si ? salvato in extremis grazie alla decisione di spostarlo come finale. Ci? che la IRL lamenta(va) nei confronti di Homestead erano sia la scarsa attivit? di promozione dell'evento e sia un'affluenza non proprio grandiosa. Se non andr? bene anche l'anno prossimo (comunque non vedo per quale motivo, essere la finale dovrebbe rappresentare una garanzia), Homestead avr? chiuso con la Indy per il 2010 e oltre. Non tanto per una pura voglia di sbarazzarsene, ma proprio perch? ci sono molte altre gare, in prospettiva pi? redditizie, che premono per entrare.

 

Volendo passare alle preferenze personali, per il 2010 starei pi? che bene con un MIS, Nashville e Road America in pi?, e un Iowa in meno. Salvo Richmond solo perch? ? in notturna, ma meriterebbe di andare via pi? dell'Iowa. Gli ovali troppo corti, oltre ad essere brutti, si trasformano spesso e volentieri in feste di incidenti, come accaduto quest'anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

al di la che non capisco con tutta la grandezza dell'america che senso abbia correre a Homestead e a St Pete (e fra le due eliminerei st Pete, visto che hanno fatto un tracciato con un unico punto di sorpasso e per di piu incredibilmente corto)... vorrei che ritornassero gli stradali vecchia maniera; Elkhart per primo, e poi qualche cittadino storico, ad iniziare da Cleveland e ovviamente Surfers... che senso abbia correre poi fra il granturco dell Iowa... beh prima era detto dall eTANOLO, ma ora che viene importato dal Brazile, che facciamo, torniamo dai Carioca? Suvvia... per come la vedo io da perdere ha solo la IRL, visto che l'anno scorso non ha fatto l'esplosione che doveva fare e quest'anno ? in una situazione che ahim?, mi assomiglia tanto a quella della Champ dello scorso anno...

 

A proposito, colgo l'occasione, un po' OT, che la Atlantic il prossimo anno correr? a Savannah, per celebrare i 100 (e passa) anni della prima gara di automoblismo che ha portato alla nascita di quel bel campionato che era la CART (suoi antenati e suoi discendenti)

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'esplosione non c'? stata perch? il tutto ? avvenuto in modo molto rapido, non si era preparati..........di conseguenza ? mancato tutto quel processo di avvicinamento, tra gli addetti ai lavori, tra i fans, e una volta giunti ad Homestead per dare il via alle danze, molti Champ si stavano ancora chiedendo dove fossero finiti e perch?. Il 2008 ? stato un anno di transizione, come logico che fosse, non credo che qualcuno abbia realisticamente pensato ad una partenza a razzo.

 

DAI, OTTIMISMO!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me la situazione non sembra cos? grave...non si pu? pensare che nel giro di qualche mese ci assista ad un boom...la reunion lo scorso anno ? arrivata anche un p? inaspettata e all'ultimo minuto...diamo tempo al tempo...io prima di dare giudizi deludenti aspetterei di vedere cosa succeder? con i nuovi costruttori...aspettiamo 5 anni, vediamo che succede, e allroa potremo esprimere un giudizio su questa nuova Indycar...ma la situazione mi sembra totalmente diversa a quella della ChampCar dello scorso anno...quella era una serie ormai allo sbando, abbandonata da tutti, con team e piloti (tranne poche eccezioni) di basso livello...la Indycar comunque ? una categoria solida, che raccoglie il meglio dell'automobilismo americano a ruote scoperte...se la IRL ? riuscita a sopravvivere, con tutto il rispetto, a schieramenti con gente come Joe Gosek o Racin Gradner, non vedo perch? dovrebbe deprimersi oggi...la crisi dell'economia americana sta colpendo tutti, basti pensare che persino la NASCAR sta pensando di ridurre il numero di vetture al via...e non scordiamoci che la Indycar ? sorretta da un evento quale la Indy500...la situazione mi sembra alla fine controllabile, ho visto momenti peggiori...

 

Sulla questione circuiti, anche io non sono un fan degli ovali corti, per? ritengo giusto che per la completezza della categoria 1 o 2 gare su quel tipo di tracciato ci debbano essere...come al contrario mi piacciono molto di pi? gli ovali tipo Michigan (o Fontana)...su la questione Homestead e St.Petersburg, a me piacciono entrambi, St.Petersburg alla fine non mi sembra cos? male...? ovvio poi che tante cose dipenderanno da accordi economici...per? come ho gi? detto tempo fa, per me non ? un dramma se non si rivedono circuiti storici come Elkhart Lake o Laguna Seca...certo sarebbe bello correrci, ma allo stesso tempo si sono rcuperati altri circuiti molto belli come ad esempio Watkins Glen o long Beach (che secondo me sar? un grande evento)...insomma non si pu? avere tutto...come la questione del Brasile (? stata posta anche sul sito indystar): anche a me sembrerebeb naturale andarci a correre, gi? perch? ci sono tantissimi piloti brasiliani, e poi adesso c'? pure il fornitore di carburante...per? vanno soppesati tutti i pro e i contro...insomma, ripeto, diamo tempo al tempo...mi sembra che ci siano tante categorie che siano messe peggio (tipo quelle che propongo le madaglie al posto dei punti o i cartellini al posto delle penalit?)...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre a Richmond (toglierei tutti quelli di lunghezza sotto al miglio), tra gli ovali corti quello che mi piace di meno ? Milwaukee. Ha dalla sua solo la storia, ma parlando di qualit? effettiva non ? un granch?.....il fatto che abbia poco banking lo rende molto pi? lento del dovuto, ha un asfalto vecchio e con scarso grip, e i sorpassi ne risentono; per farne uno bisogna azzardare come se si corresse sugli stradali, fare quasi delle staccate. A rimanere in scia non se ne parla nemmeno, alla prima curva la perdi subito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La crisi NASCAR ? riassunta in questo schema (sono i licenziati per team - Dale Earnhardt Inc. e Ganassi si sono uniti in un unico team, Ganassi ha chiuso la #40, DEI la #01 e la #15):

 

The Unofficial Layoff Count since end of season:

(exceptions noted)

Dale Earnhardt Inc -- 120

Ganassi -- 71 (from shutdown of the #40 team in June)

Bill Davis Racing -- 60

Richard Petty Driving Experience -- approx 45

Roush Fenway Racing -- 35

Petty Enterprises -- 30

Wood Brothers -- 25

Furniture Row -- 25 [approx]

Earnhardt-Childress Racing Technologies -- 25 [approx]

Stewart-Haas -- 16

Richard Childress Racing -- 15

Hendrick Motorsports -- 12

JTG Daugherty Racing -- 12

Michael Waltrip Racing -- 12

Ernie Elliott Inc [Ganassi engines] -- 9

Joe Gibbs Engines -- approx 5

Hall of Fame -- Unknown, could come after the weekend

Yates -- Unknown

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oltre a Richmond (toglierei tutti quelli di lunghezza sotto al miglio), tra gli ovali corti quello che mi piace di meno ? Milwaukee. Ha dalla sua solo la storia, ma parlando di qualit? effettiva non ? un granch?.....il fatto che abbia poco banking lo rende molto pi? lento del dovuto, ha un asfalto vecchio e con scarso grip, e i sorpassi ne risentono; per farne uno bisogna azzardare come se si corresse sugli stradali, fare quasi delle staccate. A rimanere in scia non se ne parla nemmeno, alla prima curva la perdi subito.

Si vabb?, ma Milwaukee non lo puoi eliminare, ? un pezzo di storia e le tradizioni contano! Invece farei a meno di uno tra Iowa e Richmond...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto, un esempio dove la storia la fa chi ci corre e non il luogo stesso. Un p? come il ciclismo, alcune salite che prese singolarmente non sono niente di speciale, sono diventate storiche grazie ad epiche battaglie tra campioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Appunto, un esempio dove la storia la fa chi ci corre e non il luogo stesso. Un p? come il ciclismo, alcune salite che prese singolarmente non sono niente di speciale, sono diventate storiche grazie ad epiche battaglie tra campioni.

Quindi confermiamo Milwaukee!!! :lol: :lol: :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto ci sarebbero buone nuove per quel che riguarda il KV Racing...Mark Johnson, il general manager, ha confermato che si stanno muovendo per pianificare la prossima stagione, e si ? dichiarato fiducioso...inoltre ha detto che hanno anche assunto 4 nuove persone, tra cui nuovi ingegneri...speriamo sia vero e non siano le solite dichiarazioni per prendere tempo...inoltre, ha confermato che attualmente sia Servia che Power sono liberi, quindi eventualmente ci potrebbero essere due seggiolini liberi cui ambire (penso ad esempio qualche pilota italiano)...

Edited by marcostraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fino a poco tempo fa Kalkhoven sembrava che sapesse dire solo no, no e no........ora appaiono tutti ottimisti e decisi. Forse la questione tutta australiana tra team, sponsor e gara a Surfers era un p? gonfiata.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fino a poco tempo fa Kalkhoven sembrava che sapesse dire solo no, no e no........ora appaiono tutti ottimisti e decisi. Forse la questione tutta australiana tra team, sponsor e gara a Surfers era un p? gonfiata.

A quanto ho capito io, cercano degli sponsor nuovi, slegati dall'Australia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

×