Jump to content
Sign in to follow this  
pigeiarvei

il pilota più ragioniere di sempre

Recommended Posts

tra quelli che conosco Prost, indubbiamente.

tanto ragioniere da risultarmi antipatico <_<

 

Nene

Share this post


Link to post
Share on other sites

alonso non e' ragioniere per natura ma lo e's tato per necessita' nel 2005 e 2006.accumulando molto vantaggio ad nizio stagione in virtu' di una renault veloce e affidabile sin da subito,ha dovuto subire il rittorno nella seconda meta'di stagione di macchine piu' competitive e soprattutto di team piu' forti economicamente come la mcalren nel 2005 e la ferrari nel 2006.

 

chiaro che nella seconda meta' di stagione alonso diventava molto attento a portare a casa i punti e acontenere il ritorno dei rivali.

 

nel 2007 pero' ha cambiato volto,acettando lo scontro diretto con hamilton,prendendosi dei rischi che in passato non avrebbe preso(spagna canada e giappone) e ancora nel 2008 ha sempre fatto gare molto aggressive e arrembanti.

 

 

 

un altro ragioniere e' stato scekter nella seconda parte di carriera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Lauda degli anni 70 non lo ricordo, ma certamente quello degli anni 80 era mooooltooooo ragioniere. E Prost, infatti, ha imparato bene: loro due sono i due pi? ragionieri che ricordi, senza dubbio.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Verso i piloti il termine "ragioniere" ? quasi sempre inteso come come termine dispregiativo.

Ed ? errato, perch? presuppone una certa intelligenza: non ? solo una questione di non compromettere il risultato evitando lotte serrate o di uscir di pista, ma anche quella arrivare al traguardo con la vettura intera: i migliori ragionieri erano i pi? rispettosi della meccanica, non a caso.

Mica facile fare i conti a 300 all'ora...

Share this post


Link to post
Share on other sites
dave quelle spiegazioni potrebbero essere adattate anche per il 2005, e per qualsiasi pilota considerato ragioniere.

 

no, io ho smentito con avvenimenti accaduti in pista la tua frase "ha vinto 2 mondiali "ragionando" sul vantaggio costruito nella prima parte di stagione, badando pi? a non commettere errori e a portare a casa la pagnotta, riuscendoci.".

gli esempi sono del 2006 e non possono essere adattati proprio a nulla, perch? si tratta di episodi specifici di quella stagione,

e i citati esempi non dimostrano un "badare piu a commettere errori", ma bensi spingere al 100%, quello del 2006 non ? un comportamento da pilota ragioniere che ha un vantaggio nel mondiale, mentre nel 2005 fu tutta un altra storia, in parte di quella stagione fece effettivamente alcune gare su Raikkonen, un p? come ha fatto Pantano su Senna in alcune gare del finale 2008 in GP2

 

 

Il fatto ? che per 2 anni consecutivi lui e la Renault hanno tirato i remi in barca da met? stagione in poi pensando a preservare il vantaggio accumulato, probabilmente per seguire meglio lo sviluppo per l'anno seguente o per altri motivi che non possiamo sapere. Se uno che, con la stessa macchina che sfornava successi a ripetizione per met? campionato, nell'altra met? riesce a vincerne una sola solo grazie alle sfighe altrui, mi pare proprio un ragioniere.

 

se son queste le basi dell'etichetta... :unsure:

sicuro che la macchina era la stessa? sei il primo a cui sento dire una cosa simile, mi sembra che tutti abbiano visto che la macchina subi una spaventosa involuzione nella seconda parte della stagione... non a caso Fisichella nella prima parte vinse un GP e fece dei podi, mentre nella seconda parte le sue prestazioni calarono.

no, di piu da quella macchina non si poteva spremere, e Alonso cerc? di tirarlo fuori in ogni GP del 2006 (anche e soprattutto nella seconda parte), gli esempi sono lampanti.

 

altrimenti possiamo dire che un pilota come Schumacher ha dormito per met? campionato 2006 come Raikkonen nel 2007, per poi svegliarsi nella seconda met? con la stessa monoposto. era la stessa di inizio anno la 248F1?

 

E' proprio la filosofia di intendere la lotta per il mondiale, la partenza lanciata e poi l'amministrazione del vantaggio accumulato. Ovviamente per essere attuata devono mancare rivali all'altezza, almeno all'inizio, e in questo ? stato fortunato per 2 anni di fila.

 

 

il punto ? che non ci fu proprio nulla di strategico, perch? se Alonso avesse avuto la R26 performante come ad inizio stagione, avrebbe dominato altre gare proprio come fece nella prima parte.

l'errore di fondo ? pensare che fece come Prost nel 93, dove a met? campionato tir? i remi in barca (ma c'era un esordiente Hill a confermare la bont? della monoposto, tanto che si permetteva il lusso di stare davanti al francese che amministrava, e addirittura di fare pole e vittorie in quella seconda parte.

la R26 proprio non ne aveva piu, ed ? li a dimostrarlo il calo di risultati di entrambi i piloti, il GP di Francia ? esemplare da questo punto di vista... Alonso con una vettura meno performante delle Ferrari, riesce a sorpavanzare Massa grazie ad una condotta di gara all'attacco, quando avrebbe potuto accontentarsi tranquillamente. (vedi vantaggio in classifica)

 

 

Poi ? ovvio che in ogni gara c'? da lottare, ma un conto ? farlo per vincere un conto ? farlo per arrivare subito dietro al tuo avversario. Se si esclude Ungheria e Cina per le condizioni atmosferiche troppo favorevoli alle Michelin, nel resto delle gare ha lottato per contenere il distacco da Schumi, e in Turchia fin? davanti solo per il suicidio al box Ferrari con Schumi in coda a Massa (decisione che non ho mai capito e per la quale ancora maledico Todt e company) altrimenti finiva dietro per l'ennesima volta.

 

quindi anche Schumacher nella prima parte della stagione lottava per arrivare dietro al suo avversario e non per vincere... perch? Schumi sempre dietro arrivava, perch? non analizzare le gare nello specifico invece di dire cose in base ai freddi numeri e alle classifiche?.

in Turchia lo spagnolo finiva dietro per l'ennesima volta... e te credo!! con una macchina che prende piu di mezzo secondo al giro, adesso la colpa ? del pilota che arriva dietro... per? chiss? perch? Alonso ha duellato nonostante l'inferiorit? tecnica e il vantaggio in classifica, un ragioniere evita questi rischi inutili, piuttosto pensa a perdere meno possibile dall'avversario.

 

 

Del resto con quella macchina anche in retromarcia sarebbe riuscito ad arrivare dietro Schumi o entrambe le Ferrari.

 

si pu? dire la stessa cosa di Schumacher, nella prima parte di stagione anche in retromarcia sarebbe riuscito ad arrivare dietro Alonso o entrambe le Renault. (come ha poi fatto).

 

 

 

In germania, dove la Renault ha toccato il punto pi? basso della stagione ? riuscito a finire anche dietro al suo compagno di squadra, ha amministrato alla grande, e l'errore lo ha fatto perch? sotto pressione, non perch? stava attaccando (aveva in quel momento Fisichella e Trulli che lo pressavano). Schumacher in condizioni simili tipo Ungheria ha spinto anche troppo mandando a puttane la gara.

 

Alonso in Francia nel tentativo (da pilota ragioniere inutile) di sopravanzare Massa al pit, per poco non perde la macchina alla chicane Imola per ben 2 volte, rischiando seriamente di mandare a puttane la gara, proprio per questa sua voglia di andare al limite.

e se rileggi il mio precedente post c'? ne sono a bizzeffe di episodi simili anche in altre gare della seconda met? della stagione, proprio tutto, ma non un comportamento da ragionatore che vuole solo amministrare.

 

 

Non mi sembra che Alonso sia il prototipo del pilota alla Mansell, sempre all'attacco anche quando pu? dormire sonni tranquilli o quando dovrebbe amministrare un risultatox. Il paragone con Lauda ci sta tutto.

 

 

 

rispetto la tua opinione, ma non la condivido, non ho mai sentito alcun addetto ai lavori paragonare Fernando a piloti estremi come Mansell (al quale nessuno pu? essere paragonato), ma francamente nemmeno ad altri estremi all'opposto come Lauda o Prost,

lui ? tendenzialmente attaccante, pilota istintivo ma che sa anche usare la testa. (come Schumacher, altro "ragioniere" secondo alcuni utenti di forum).

poi i vari addetti ai lavori che ho citato (me ne sfuggono altri) non mi sembrano proprio gli ultimi degli stupidi.

 

 

 

per concludere, la dinamica dei campionati 2005 e 2006 ? simile, ma l'atteggiamento, l'approccio del campione del mondo di allora, fu compleatmente diverso.

si dice tanto di non guardare solo ai freddi numeri e alle classifiche, ma di esaminare le gesta di un pilota in pista... ma poi si fanno esempi sempre e solo su numeri, classifiche, vantaggi in campionato ecc...

Edited by dave

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che fango avrebbe buttato Massa su Senna? :unsure:

Il fatto che gli neg? un autografo?

 

Storiella patetica, infantile e ridicola (oltre a tutto quel piagnisteo su come ci era rimasto male e della grande tristezza che ha provato e su come per questo lui non negher? mai ad alcuno il suo autografo. Abbiamo un altro difensore della giustizia!)

Che se vai a vedere ? veramente inconsistente se paragonata ad altro che ? stato detto sul conto di Senna, ma ? stato il modo: o ne parli a tempo debito (ammesso e non concesso che sia vero) o stai zitto, perch? se ne parli ora che la persona in questione non c'? pi? e non pu? n? chiarirsi, n? smentirti, si capisce solo che ? una mossa sleale.

Altri hanno detto di tutto e di pi? su Senna (e non ? che questo per me conta meno. Ci sono rimasta male e mi ci sono inc*****a eccome!) ma c'? una sostanziale differenza tra il dirlo in faccia e dirlo cos? come ha fatto massa. Cos? ? una brutta cosa.

Cmq, davvero una gran brutta figura!

 

P.S.: hai capito che parlavo di Senna anche se non ho fatto il suo nome? Non credevo di aver raggiunto un simile grado di scontatezza! :hihi:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Verso i piloti il termine "ragioniere" ? quasi sempre inteso come come termine dispregiativo.

Ed ? errato, perch? presuppone una certa intelligenza: non ? solo una questione di non compromettere il risultato evitando lotte serrate o di uscir di pista, ma anche quella arrivare al traguardo con la vettura intera: i migliori ragionieri erano i pi? rispettosi della meccanica, non a caso.

Mica facile fare i conti a 300 all'ora...

 

Infatti Prost ? considerato praticamente da tutti un uomo di grandissima intelligenza.

Quella forma dispregiativa nasce dal fatto che un tifoso predilige lo spettacolo che sa dare un "non-ragioniere", ma non vuol dire che si considera questi piloti in maniera inferiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quando seguo la F.1 Niki Lauda ed Elio De Angelis

Share this post


Link to post
Share on other sites
Storiella patetica, infantile e ridicola (oltre a tutto quel piagnisteo su come ci era rimasto male e della grande tristezza che ha provato e su come per questo lui non negher? mai ad alcuno il suo autografo. Abbiamo un altro difensore della giustizia!)

Che se vai a vedere ? veramente inconsistente se paragonata ad altro che ? stato detto sul conto di Senna, ma ? stato il modo: o ne parli a tempo debito (ammesso e non concesso che sia vero) o stai zitto, perch? se ne parli ora che la persona in questione non c'? pi? e non pu? n? chiarirsi, n? smentirti, si capisce solo che ? una mossa sleale.

Altri hanno detto di tutto e di pi? su Senna (e non ? che questo per me conta meno. Ci sono rimasta male e mi ci sono inc*****a eccome!) ma c'? una sostanziale differenza tra il dirlo in faccia e dirlo cos? come ha fatto massa. Cos? ? una brutta cosa.

Cmq, davvero una gran brutta figura!

 

P.S.: hai capito che parlavo di Senna anche se non ho fatto il suo nome? Non credevo di aver raggiunto un simile grado di scontatezza! :hihi:

 

Ma ha solo raccontato un episodio, peraltro non ? che avesse potuto raccontarlo prima dato che da bambino non mi pare fosse cos? famoso da poter raccontare il fatto mentre Senna era ancora in vita...onestamente non vedo come avrebbe potuto dirgliela in faccia... poi ? vero che ha scoperto l'acqua calda e che molti piloti hanno fatto spesso altrettanto (vedi Kimi) ma mi pare che il senso della dichiarazione fosse pi? volto a deprecare il gesto in s? (di negare l'autografo ad un bambino) piuttosto che a smerdare Ayrton (cosa che Massa non ha mai fatto e non vedo perch? dovrebbe iniziare proprio ora). Magari era una frecciatina indiretta al compagno di team che ultimamente di queste perle ce ne ha regalate a iosa. :hihi:

Oppure solo un modo per curare la propria immagine, del resto conta anche questo al giorno d'oggi e non solo, come sapeva bene anche il grande Ayrton.

Che poi non ? che questa dichiarazione abbia avuto chiss? quale clamore, personalmente non la ricordavo nemmeno, ho dovuto cercare su google.. :superlol:

 

PS: a dave rispondo dopo con calma, con un bel post fiume come ai bei tempi XD, che mo scappo in palestra. :hihi:

Edited by Magico_Schumi

Share this post


Link to post
Share on other sites

prost ragioniere fino ad un certo punto, guardatevi il prost della renault o quello dei primi anni in mclaren...

oppure guardatevi suzuka 89, per me prost non era poi cos? tanto ragioniere...lauda lo era, ma gente come prost e alonso no

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alonso non ? ragioniere ma lo sa essere all'occorenza

Edited by Maverick

Share this post


Link to post
Share on other sites

come tutti i grandi campioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovviamente, 2 mondiali senza guidare una Ferrari o una McLaren ? gia una cosa da grandi campioni

Edited by Maverick

Share this post


Link to post
Share on other sites

1? Niki Lauda

2? Alan Prost

3? Kimi Raikkonen :incazzato:

Share this post


Link to post
Share on other sites

grandissima firma Team Lotus ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Ma poi non ho capito perch? un pilota siccome ? ragioniere deve avere necessariamente "meno piede" come dice il titolo della discussione , secondo me ? c'? un p? di luogo comune in tutto ci? . :zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma infatti alex, ? quello che dico io...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

infatti che poi Prost tra l'altro ? uno di quelli che in gara faceva spesso il GPV

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragioniere significa che prima di prendersi dei rischi ci pensa due volte,se poi sono rischi inutili non li prende per niente.evitare quindi tutto quello che e' superlfuo rischioso e inutile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Saper gestire un campionato soprattuto, preferire 2 terzi posti piuttosto che una vittoria e un ritiro o vincere a tutti i costi

Edited by Maverick

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×