Jump to content
Sign in to follow this  
Aleksander87

I più strani particolari aerodinamici

Recommended Posts

Si intendevo Jordan e Arrows..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un altra scuderia in quegli anni us? una specie di ponte sul muso che andava davanti alla faccia del pilota.. pericolosissima.. per? non ricordo chi era..

 

la arrows

 

verstappen2-lg.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nulla di nuovo comunque, una soluzione gi? usata negli '70 e '80:

 

Ragazzi, in aerodinamica ormai non c'? pi? assolutamente niente da inventare.

Tutte le soluzioni adottate sono dettate dai regolamenti ma si rifanno sempre a cose gi? utilizzate in passato perch? la tecnologia a disposizione ha fatto raschiare il fondo del barile delle idee.

Il miglior modo di penetrare l'aria generando la massima deportanza ? stato trovato e le leggi della fisica non cambieranno mai, per cui ogni "novit?" che vediamo ? certamente gi? stata utilizzata in un passato pi? o meno lontano.

 

La pinna, grande "novit?" della stagione ? stata introdotta da Forghieri 36 anni fa con la stessa identica funzione.

 

72gbr06afr2.th.jpg

 

72gbr06rn2.th.jpg

 

f1-2008-tes-xp-3147.jpg

 

Stesso discorso per il "buco" nel musetto, adottato sempre 36 anni fa dalla Connew.

 

f1-2008-tes-xp-2880.jpg

 

topfront.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

? il ponte mclaren? :D

comunque anche il muso della williams tricheco secondo me era particolare...molto bello, peccato che non andava per niente in pista

Share this post


Link to post
Share on other sites

I candelabri furono introdotti dalla Tyrrell nel 1997 in Argentina e copiati da tutti o quasi nel 1998. In Argentina (non Brasile), nel 1998, Alesi fece fuori uno uscendo dai box. Dal GP di Monaco in poi furono vietati per motivi di sicurezza ma pi? o meno si trattava di dare un contentino alla McLaren a cui era stato vietato il terzo pedale, un sistema meccanico lecito ma illecito in quanto comportava l'attuazione delle quattro ruote sterzanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
? il ponte mclaren? :D

comunque anche il muso della williams tricheco secondo me era particolare...molto bello, peccato che non andava per niente in pista

 

E anche qui, niente di nuovo.

 

Indy 1972

 

72ind18zrutherfordbrabhpm7.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
E anche qui, niente di nuovo.

 

Indy 1972

 

72ind18zrutherfordbrabhpm7.th.jpg

 

comparison28001092004sh2.jpg

 

 

:hihi:

 

 

Comunque il buco forse fu "inventato" qualche anno prima; ho trovato questa foto di Jackie Stewart, dovrebbe essere la Tyrrel-March 701 e quello sul muso assomiglia molto al buco della Connew. :unsure:

 

f1197000testjackiestewavg6.jpg

Edited by Magico_Schumi

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Permettimi Gio, ma questi, il tuo e quello di Magico Schumi erano buchi 'diversi'. Non erano in realt? nient'altro che lo sfogo del radiatore?

Quello della ferrari non mi pare che abbia un radiatore, no?

 

No, per quanto la fisica sia quella e basta, credo che i limiti della fantasia e dell'adattamento dell'uomo siano sempre maggiori di qualsiasi scienza, creata e costruita dall'uomo stesso peraltro....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Permettimi Gio, ma questi, il tuo e quello di Magico Schumi erano buchi 'diversi'. Non erano in realt? nient'altro che lo sfogo del radiatore?

Quello della ferrari non mi pare che abbia un radiatore, no?

 

No, per quanto la fisica sia quella e basta, credo che i limiti della fantasia e dell'adattamento dell'uomo siano sempre maggiori di qualsiasi scienza, creata e costruita dall'uomo stesso peraltro....

 

mah pu? anche darsi, ma mi sembrano soluzioni molto strane per dei radiatori, in genere essi venivano messi in posizioni pi? esposte all'aria, tipo nelle pance o sul muso, in modo da ricevere quanta pi? aria possibile. Le soluzioni che si vedono in queste immagini di aria ne prenderebbero poca e niente, quindi presumo che ci sia un foro sotto la scocca che culmina in quell'apertura sul muso. Le griglie che si vedono potrebbero anche essere dei radiatori. In quel caso l'aria estratta dal buco potrebbe avere una duplice funzione, quella di raffreddare e di creare deportanza. Comunque ? solo una mia ipotesi da profano. :unsure:

Edited by Magico_Schumi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Permettimi Gio, ma questi, il tuo e quello di Magico Schumi erano buchi 'diversi'. Non erano in realt? nient'altro che lo sfogo del radiatore?

Quello della ferrari non mi pare che abbia un radiatore

 

Si, certo, era lo sfogo del radiatore e nel caso della De Tomaso non era un novit? in quanto la presa di raffreddamento era frontale come lo erano state fino ad allora.

 

La differenza della Connew ? che aveva sistemato il radiatore in posizione pressoch? piatta in modo da poter avere un muso a cuneo come la Lotus 72 inglobando comunque il radiatore che prendeva aria da sotto al muso e dandogli lo sfogo verso l'alto (la Lotus aveva invece i radiatori laterali) ottenendo, seppur involontariamente, un effetto aerodinamico vantaggioso.

Se non sbaglio, radiatore a parte, ? lo stesso principio del buco Ferrari 2008.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono d'accordo ormai e' stato inventato tutto ed e' difficile che salti fuori qualche soluzione veramente originale.

credo che l'ultima sia stata il muso rialzato della tyrrel di migeot anno 1990.non mi pare che in passato ce ne siano stati altri,almeno non con quella funzione particolare

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Indianapolis le hanno provate tutte: io ho un libro che racconta la 500 miglia dagli inizi fino al 1998 e davvero c'? di tutto: motori a due tempi, turbine a gas, a vapore, diesel, turbo, compressori volumetrici, motori derivati dalla produzione di serie, motori di competizione con aste e bilancieri, sei ruote, macchine asimmetriche, addirittura con guida da una parte e motore dall'altra, specchio retrovisore...l? le hanno inventate tutte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sono d'accordo ormai e' stato inventato tutto ed e' difficile che salti fuori qualche soluzione veramente originale.

credo che l'ultima sia stata il muso rialzato della tyrrel di migeot anno 1990.non mi pare che in passato ce ne siano stati altri,almeno non con quella funzione particolare

 

Si tretta di fare dovute precisazioni. In termini di originalit? assoluta, dovremmo dire che la Formula Uno non ? mai stata questa grande fucina di innovazioni e sperimentazioni in senso assoluto. Negli anni cinquanta la ferrari cominci? ad equipaggiare le sue monoposto con dei freni a disco presi direttamente delle sue vetture stradali che li montavano gi? da tempo....potremmo continuare all'infinito.

 

Nell'epoca dei brevetti e dell'immagine poi ? assolutamente ingenuo aspettarsi questo dalla Formula uno. Eppure nella realt? di questo sport qualcosa accade. Si realizzano i pensieri.

E' questo quello che ? straordinario, si riesce a far funzionare i pensieri.

Tutte le alette e i deviatori di flusso che oggi spuntano come saette metalliche al carbonio sulle carrozzerie delle monoposto furono intuite almeno cent'anni fa da i Futuristi. Le loro ali per? erano estetiche, forse filosofiche, di certo non funzionali.

Lo studio esasperato in galleria del vento della Formula uno di oggi ha reso queste forme davvero funzionali e le ha cos? rese 'logiche'. Anche queste sono scoperte, no?

 

08f1-12-EuropeGP-sun-26.jpg

 

boccioni.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

matraiq4.th.jpg

Le pinne verticali sul muso della Matra MS80, campione del mondo nel 1969, antesignane delle "corna" moderne.

La Matra, forte del retroterra missilistico e aeronautico curer? molto l'aspetto aerodinamico. Per esempio sar? la prima a introdurre in F1 le prese d'aria a snorkel per l'alimentazione.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
matraiq4.th.jpg

Le pinne verticali sul muso della Matra MS80, campione del mondo nel 1969, antesignane delle "corna" moderne.

La Matra, forte del retroterra missilistico e aeronautico curer? molto l'aspetto aerodinamico. Per esempio sar? la prima a introdurre in F1 le prese d'aria a snorkel per l'alimentazione.

 

Si diceva che Gardner nel progettare la prima Tyrrell avesse preso spunto dalla March dell'anno precedente, correggendone gli errori.

Eppure trovo che la somiglianze con la MS80 siano molto pi? nette. Tutte vetture che han corso per Ken Tyrrell

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non era la march dell'anno prima ma della stessa stagione 1970, anno d'esordio della casa inglese. la Tyrrell 001 aveva effettivamente grandi somiglianze con la March 701, con la quale la scuderia del "boscaiolo" aveva iniziato la stagione, vincendo anche il GP di Spagna.

 

Porlando di curiosit? aerodinamiche, notate le strutture laterali a profilo alare. Verranno citate qualche anno dopo, quando la Lotus78 aprir? la via alle Wing car.

 

siffertkyalamifz5.th.jpg

Edited by gigi57

Share this post


Link to post
Share on other sites
E anche qui, niente di nuovo.

 

Indy 1972

 

72ind18zrutherfordbrabhpm7.th.jpg

 

 

Grande! Non sai da quanto tempo cercavo quella foto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non era la march dell'anno prima ma della stessa stagione 1970, anno d'esordio della casa inglese. la Tyrrell 001 aveva effettivamente grandi somiglianze con la March 701, con la quale la scuderia del "boscaiolo" aveva iniziato la stagione, vincendo anche il GP di Spagna.

 

Hai ragione, mi ? sfuggito il fatto che la Tyrrell debutto con la propria vettura nelle ultime gare della stagione :up:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grande! Non sai da quanto tempo cercavo quella foto!

brabhamoffy72yd9.th.jpg

Questa ? la foto della Brabham Offy che publicammo a suo tempo su F1grandprix per segnalare la singolare somiglianza.

Nel 1972 se ne videro parecchie di stramberie nella USAC, come questo"ferro da stiro", la Manta

mantausacfm5.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Tyrrell aveva inaugurato in F1 la moda dei musi carenanti, che verranno utilizzati in diverse configuarzioni fino all'avvento delle wing-car. In due occasioni la Ferrari cerc? di aggiornare la B2 ma senza successo.

 

qui sotto le carenature montate a Silverstone nel 1971

 

ferrarisilv71rt4.th.jpgthpix.gif

 

e il "musone" presentato a Kyalami nel 1972

 

ferrarikyawi2.th.jpgthpix.gif

 

Non sono particolari aerodinamici strani ma sicuramente una curiosit? per la Ferrari. Mi pare che La Corgi Toys (forse Gi? ricorda meglio) avesse riprodotto la 312B2 nella versione "musone" di Kyalami 1972.

 

Ricordavo bene infatti:

http://www.vectisdirect.co.uk/corgi_152_fe...tegory_id=16480

Edited by gigi57

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×