Jump to content
luke36

Phil Hill

Recommended Posts

Ci ha lasciati Phil Hill.

 

<!--sizeo:2--><span style="font-size:10pt;line-height:100%"><!--/sizeo--><b>F1: morto Phil Hill, vinse mondiale '61 in Ferrari

</b><!--sizec--></span><!--/sizec--><!--sizeo:2--><span style="font-size:10pt;line-height:100%"><!--/sizeo-->

<!--sizeo:2--><span style="font-size:10pt;line-height:100%"><!--/sizeo--><!--sizec--></span><!--/sizec-->WASHINGTON - E' morto oggi in seguito a una malattia l'ex campione del mondo di formula 1 Phil Hill. Hill era affetto dal morbo di Parkinson ed ? morto all'ospedale di Salinas, in California, dove era stato recentemente ricoverato.

 

Aveva 81 anni. Hill ? stato l'unico pilota americano a vincere un campionato mondiale. Vinse il mondiale con la Ferrari nel 1961. <!--sizec--></span><!--/sizec-->

 

<a href="http://www.philhill.com/" target="_blank">Official WebSite</a>

 

 

Luke 36

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Ferrari della foto ? una Testarossa 250 del 1958 ed il signore alto in giacca blu ? Jack Brabham.

 

La storia !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh s?, nel 2006 a Goodwood gli dedicarono la manifestazione e lui nonostante la malattia si fece la faticosa traversata atlantica per essere presente.

 

Fu un grande non solo in F1, dove vinse 3 Gran Premi (Italia '60, Belgio e Italia '61) e il titolo mondiale '61, ma soprattutto nelle gare Sport, con tre vittorie alla 24 ore di Le Mans e altrettante a Sebring.

 

Che strana coincidenza: oggi pomeriggio guardavo un documentario sul GP di Francia '67, e nel paddock c'era proprio Phil Hill, ormai ritiratosi dallo sport attivo, che conversava con piloti e giornalisti.

 

Fu anche un protagonista del film "Grand Prix" (1966) dove interpretava la parte del pilota americano Tim Randolph, al volante della Yamura (Honda) e le riprese camera-car della drammatica corsa di Spa '66 furono "girate" da Phil al volante di una McLaren 5000 ammessa a partecipare alla gara.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ero indeciso se postare in Amarcord o qui. Mi sono deciso per la sezione F1 in quanto la morte purtroppo ? un evento del presente. Se cme i mod riterranno di spostare nell'altra sezione no problem!

 

Scompare Phil Hill, gloria della Ferrari. Cordoglio a Maranello

Il campione del mondo di Formula 1 del 1961 Phil Hill, e' morto ieri all'ospedale di Salinas-Monterey in California.

 

Nato a Miami in Florida il 20 aprile 1927, inizia a correre in America nelle vetture Sport, e sull'onda di un discreto successo investe tutti i suoi risparmi per partecipare alla Carrera Panamericana con una Ferrari di seconda mano, con la quale - sorprendentemente - si classifica al sesto posto. L?anno successivo diventa pilota ufficiale del North American Racing Team, e corre un?altra Carrera, questa volta piazzandosi al secondo posto. Viene convocato a Maranello per la prima volta nel 1955, per entrare a far parte della squadra corse ufficiale Ferrari. Da allora inizia la sua carriera fulminea, che lo portera' a iscrivere il suo nome negli annali dell?automobilismo. Con le Ferrari Sport ufficiali prosegue un?attivita' che lo condurra' al triplo trionfo nella storica 24 ore di Le Mans; il suo esordio in Formula 1 avviene invece nel 1958. La sua prima vittoria arriva nel GP di Monza del 1960, con la 256. L?anno successivo, con altre due vittorie (in Belgio ed ancora a Monza), vince il campionato del mondo. La corsa che lo porta a diventare il primo statunitense a conquistare l?alloro mondiale nella storia della Formula 1 e' il GP d?Italia: le circostanze tragiche, sono quelle del piu' grave incidente che nella storia della F1 abbia coinvolto il pubblico. Il suo compagno di squadra e avversario nel mondiale Wolfgang Von Trips, muore sbalzato sulla pista alla curva Parabolica, mentre la sua Ferrari vola tra gli spettatori. Phil Hill lascia la Ferrari per l'ATS nel 1963 e si ritira nel 1967.

 

"Sono personalmente molto addolorato e con me tutta la Ferrari per la scomparsa di Phil Hill" - ha dichiarato il presidente di Ferrari Luca di Montezemolo - "un uomo e un campione che ha dato molto alla Ferrari e che ha sempre rappresentato dentro e fuori i circuiti i nostri valori. Phil Hill ha corso e vinto con noi tante gare: nelle gare sport prototipi, come la 24 Ore di Le Mans e la 12 Ore di Sebring, vinte per tre volte ciascuna, e in Formula 1, dove divento' il primo americano a laurearsi campione del mondo. Siamo rimasti sempre in contatto in questi anni. Ci manchera' la sua passione e il suo amore per la Ferrari. In questo triste momento sono particolarmente vicino a sua moglie Alma e a suo figlio Derek."

 

29/08/2008 8.31.20

F1GrandPrix.it

 

 

Ho spostato l'intervento di Orse poich? il topic gi? esisteva da ieri in amarcord.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Qui a Goodwood nel 2006.

 

 

 

 

goodwood_2006_2.jpg

 

 

 

 

 

 

Luke 36

Il signore vicino Brabham dovrebbe essere Tony Brooks.

Ciao a tutti, sono tornato!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho saputo, da fonti interne alla Ferrari, che a fine anni '70 Phil Hill, ormai ritirato da una decina d'anni, pass? a Maranello per salutare il Drake.

All'entrata lo stopparono e gli chiesero chi fosse, lui disse che era Phil Hill, e pi? di un funzionario disse: "E chi ?? Dovremmo conoscerlo?".

 

E parliamo di uno che con la Ferrari ha vinto dovunque...

 

Ecco Phil con l'ingegner Carlo Chiti, progettista delle Ferrari F1 campioni del mondo 1958 e 1961 (oltre che di numerose Ferrari Sport e GT vincenti):

 

hillchiti.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho saputo, da fonti interne alla Ferrari, che a fine anni '70 Phil Hill, ormai ritirato da una decina d'anni, pass? a Maranello per salutare il Drake.

All'entrata lo stopparono e gli chiesero chi fosse, lui disse che era Phil Hill, e pi? di un funzionario disse: "E chi ?? Dovremmo conoscerlo?".

 

E parliamo di uno che con la Ferrari ha vinto dovunque...

 

 

hillchiti.jpg

 

Se oggi si presentasse Arnoux credo non cambierebbe molto....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho saputo, da fonti interne alla Ferrari, che a fine anni '70 Phil Hill, ormai ritirato da una decina d'anni, pass? a Maranello per salutare il Drake.

All'entrata lo stopparono e gli chiesero chi fosse, lui disse che era Phil Hill, e pi? di un funzionario disse: "E chi ?? Dovremmo conoscerlo?".

 

E parliamo di uno che con la Ferrari ha vinto dovunque...

 

Ecco Phil con l'ingegner Carlo Chiti, progettista delle Ferrari F1 campioni del mondo 1958 e 1961 (oltre che di numerose Ferrari Sport e GT vincenti):

 

hillchiti.jpg

 

se quelli che stanno all'entrata delle aziende fossero persone intelligenti non farebbero quel lavoro, poveri mentecatti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In corrispondenza al Gran Premio di Spa,oggi si ricorda anche un leggendario pilota statunitense,uno dei pioneri della F1:Philip Toll Hill Jr. Il 28 agosto 2008 Phil Hill si spegne all'eta di 81 anni nell'ospedale di Salinas dopo essere stato uno dei piloti che ha vinto con la Ferrari il suo primo e unico titolo mondiale nel 1961.

 

Nato a Miami il 20 aprile 1927,cresce a Santa Monica dove sin da piccolo si appassiona di motori fino a quando nel 1946 si iscrisse al California Sportscar

Club. Si trasferisce in Inghilterra per lavorare come collaudatore Jaguar e nel 1954 si fa notare a bordo di una Ferrari 375MM Vignale arrivando secondo assoluto alla Carrera Panamericana.

 

In seguito Il Patron Enzo Ferrari gli offri un volante per la 24 ore di Le Mans del 1955,l'edizione piu nera per l'evento.

3 anni dopo la strage Hill vince la 24 ore di Le Mans con la Ferrari 250 Testa Rossa,l'auto rivenduta all'asta per ben 33 milioni di dollari.

La sua parentesi in F1 comincia nello stesso anno,debuttando con la Maserati e arrivando settimo al Gran Premio di Francia.

L'anno successivo il Drake lo inserisce nella sua scuderia di F1, a quel tempo segnata dalla morte di tre piloti ossia Peter Collins,Pat O'Connor e Luigi Musso.

 

Hill coglie il suo primo podio a Monza edizione del 1958, in seguito conquista altri secondi e terzi posti fino al 1960 dove sempre a Monza stavolta vince la sua prima gara e il titolo arriva nel 1961 dopo Mike Hawtron,il quale condivide un record particolare: il minor numero di vittorie all'attivo vincendo un titolo piloti ossia 3 una nel 1960 e due nel 61'.

 

Nel 62' non riusci a ripetersi e nel 63' passa alla ATS (Scuderia italiana) gareggiando anche per la Lotus,senza ottenere punti. Il 1964 Hill sbarca in Cooper dove rimase per un anno e nel 66,non essendosi qualificato per il GP d'Italia a bordo di una Eagle,decise di chiudere la sua carriera con un titolo mondiale,51 partenze,3 vittorie,16 podi,94 (98) punti e 6 pole position.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×