Jump to content
DavideHill

Giorgio Pantano

Recommended Posts

Comunque per qualche strano motivo mi fido pi? dell'opinione degli addetti ai lavori che conoscono Giorgio piuttosto che dei suoi detrattori che normalmente addetti ai lavori non sono. Quindi mi fido dell'opinione di Alonso, Kubica, d'Orleans, Campos, Williams, Coloni, Ganassi ecc.

se sono sicuro che giorgio avrebbe vinto quanto Alonso? Non ho certezze, e tu?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luca, che Nando sia un Grande ? indiscutibile ma non puoi "fare statistica" guardando una sola stagione.

Potrei ribatterti che nel 2004, fino a quando non fu sacaricato da Briatore, Trulli si metteva Alonso regolarmente alle spalle ma non per questo si pu? dire che Jarno sia migliore di Nando.

 

Io non capisco, si passa da gente che definisce Pantano un extraterrestre ad altri che se non lo definiscono un brocco poco ci manca. Ma ? possibile che non si riesca a trovare una via di mezzo?

 

Appunto Gio. Io non considero Pantano un extraterrestre, ma nemmeno una pippa. E un pilota che in F1 poteva (e pu? ancora) starci benissimo. Se non dovesse farcela a tornare non sarebbe per mancanza di capacit

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho semplicemente detto che prima di dire che al posto di alonso avrebbe fatto lo stesso ce ne passa e tanto anche

Share this post


Link to post
Share on other sites
ho semplicemente detto che prima di dire che al posto di alonso avrebbe fatto lo stesso ce ne passa e tanto anche

 

Chi lo ha affermato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'opinione che Giorgio sia un extraterrestra ? mia ed ? strettamente personale. A qualcuno pu? sembrare esagerata, a qualcun altro potr? sembrare persino ridicola. Io non voglio assolutamente fare cambiare idea a nessuno. Ci mancherebbe altro che mi permetta di dire che quello che affermo io ? la verit? assoluta. Sulla dettagliata disquisizione di ***, non ho nulla da ribattere, perch? penso che solo Giorgio pu? dire come veramente sono andate le cose. Io cerco di leggere i fatti; e questi mi dicono che Giorgio ha corso e vinto con squadre in F3000 e GP2 (a parte la Super Nova) che non conoscevano n? il successo n? l'essere ai vertici. L'ultimo team veramante competitivo con cui ha corso ? stato il KMS di Gianni Bianchi nel 2000 in F3. Ed ha vinto il campionato al primo e unico tentativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'opinione che Giorgio sia un extraterrestra ? mia ed ? strettamente personale. A qualcuno pu? sembrare esagerata, a qualcun altro potr? sembrare persino ridicola. Io non voglio assolutamente fare cambiare idea a nessuno. Ci mancherebbe altro che mi permetta di dire che quello che affermo io ? la verit? assoluta. Sulla dettagliata disquisizione di ***, non ho nulla da ribattere, perch? penso che solo Giorgio pu? dire come veramente sono andate le cose. Io cerco di leggere i fatti; e questi mi dicono che Giorgio ha corso e vinto con squadre in F3000 e GP2 (a parte la Super Nova) che non conoscevano n? il successo n? l'essere ai vertici. L'ultimo team veramante competitivo con cui ha corso ? stato il KMS di Gianni Bianchi nel 2000 in F3. Ed ha vinto il campionato al primo e unico tentativo.

 

 

Guarda, non sei l'unico a considerare Giorgio un extraterrestre, siamo in molti e fino ad ora non ho conosciuto uno fra questi che sia stupido o che capisca poco di corse.

Lo stesso Gio potr? confermarti che una persona che stimiamo entrambi (in un altro forum si fa chiamare Gilles) la pensa esattamente come noi.

Sul sito di Pantano ? appena stato pubblicato una traduzione di un articolo apparso tempo fa su Giorgio... ve lo posto fra pcoo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.giorgiopantano.it/news.html

 

"ITALIAN CHARGER"

 

Formula 1 Magazine, ? stato per qualche tempo il mensile ufficiale della Formula 1. Nel suo primo numero, uscito nel marzo 2001, nella sezione dedicata ai giovani piloti emergenti c?era un? articolo dedicato a Giorgio. Noi lo abbiamo tradotto e ve lo proponiamo integralmente, credendo di farvi cosa gradita.

 

Italian charger. By David Tremayne

 

Agosto 2000. Sala stampa del circuito di Spa-Francorshamp. ?Giorgio Pantano? E chi e? Cosa ha fatto?? chiedeva un arrogante giornalista che scrive abitualmente di Formula 1. A quel tempo Giorgio era al comando della classifica del Campionato Tedesco di Formula 3, che aveva iniziato con una strepitosa vittoria sul circuito belga di Zolder qualche mese prima. In meno di 12 mesi, dal settembre 1999 all?agosto del 2000 era passato dal kart a provare una monoposto di Formula 1, passando attraverso la Formula Audi Palmer, la Formula 3 e un test con una Formula 3000. E ad ogni passo le sue prestazioni rivelavano uno stile che sembrava essere fuori moda, uno stile che ricordava i campioni del passato. Ci sono due esempi per capire il suo potenziale: Kartodromo di Genk, 1997. Giorgio sta contendendo la vittoria a Jenson Button, quando slitta troppo in una curva, va sull?erba ed il suo motore si spegne. Marienberg, 1999. Finale del campionato del mondo Formula Super A. Giorgio, che corre con un kart del team di Jarno Trulli, causa una rottura nella prefinale, parte 34?. Guida per tutti i giri della gara come un ?posseduto?. I sorpassi e le staccate al limite non si contano pi?, tante sono. Alla fine arriva 3?. Alf Boarer, uomo del management che fa a capo a Lars Christian Brask, ? sul posto e vede per la prima volta Giorgio in azione. ?Se ci fosse stato un altro giro avrebbe preso anche i primi due e avrebbe vinto gara e titolo.?-ricorda Alf-? Nessuno poteva fermarlo?. Da quel momento il Team Brask invest? un milione di dollari con l?obbiettivo di portare il pilota italiano in Formula 1. Il passo successivo, nell?anno 2000, fu la partecipazione e la vittoria nel Campionato tedesco di Formula 3 a cui segu? un contratto con il team Astromega per la stagione 2001 in Formula 3000. Il management di Lars Christian Brask aveva delle ottime credenziali, oltre al fatto di avere il supporto del famoso fotografo Keith Sutton e del leggendario medico della Formula 1 Sid Watkins. Ricorda Giorgio? Quando smisi con il kart pensavo di non avere grossi problemi a guidare una monoposto, ma non ero sicuro di cosa aspettarmi da me stesso. Ma dopo la mia prima gara e relativa vittoria a Zolder ho capito che era possibile vincere anche con le auto da corsa?. Accanto alla sua innata velocit? Giorgio ha anche un inusuale capacit? nel sorpasso, come questo gli venisse spontaneo, naturale. ?In kart ? relativamente facile sorpassare. Se il tuo avversario ti chiude per non farti passare, allora lo spingi un po?? e passi, ma con le auto, ovviamente questo non ? possibile farlo?. Le sue caratteristiche di guida unite a questa capacit? di concepire il sorpasso mostravano le potenzialit? che pu? avere solo un grande pilota. L?anno in cui corse in Germania con la Formula 3 alla guida di una monoposto del team KMS dimostr? un'altra capacit?: quella di guidare bene e al limite anche con una monoposto non in perfette condizioni. Quell?anno, soprattutto nella parte anteriore della macchina, si verificarono, a volte, difficolt? nella messa a punto. Questo faceva si che per un quarto della gara Giorgio doveva guidare con le gomme anteriori non sufficientemente in temperatura. Sono ancora negli occhi di chi ha potuto assistere a quegli eventi, i controlli sulle quattro ruote che Giorgio doveva fare finch? il grip delle gomme non fosserro in temperatura. Gianni Bianchi, proprietario del team, confida che Giorgio ? migliore di Trulli, che pure ha corso e vinto per lui nel 1996, ma Jarno ovviamente non ? del tutto d?accordo. Dice? Si dovrebbe conoscere ogni cosa per poter avere delle certezze, comunque Giorgio ? un buon pilota con un buon potenziale. Questo ? sicuro.? I primi due giorni di prova con la Formula 3000 del team Astromega sono avvenuti sul circuito di Barcellona. Giorgio non conosceva n? la pista n? la monoposto, ma fu subito veloce quanto Fernando Alonso che l?anno precedente aveva corso e vinto con lo stesso team. La cosa che pi? impression? fu che nella riunione tecnica dopo la giornata di test, Giorgio analizz? con estrema precisione tutti i dati e disse che si poteva andare ancora pi? veloci in qualche punto della pista. Il giorno seguente trasform? le sue parole in fatti e fu pi? veloce proprio nei punti da lui indicati. Quando nel maggio del 2000 prov? la Benetton F1, aveva corso solo 10 gare in monoposto ma dimostr? sin da subito uno stile da campione. Giorgio? Quando sono uscito dai box e ho dato gas ho pensato incredibile??i freni, come mi aspettavo, avevano una potenza enorme. Mi sembrava di uscire dalla macchina ogni volta che frenavo prima di una curva. La sensazione era come volare.. ma con quattro ruote?. Dopo un paio di set di prova era gi? veloce come Alexander Wurz, uno dei piloti titolari. ?Per capire il limite di questa macchine bisogna provare un bel po?. C?? molto grip ma quando questo si abbassa un po? bisogna stare molto attenti perch? l?uscita di strada ? molto facile?. La Benetton volle un?opzione e lo fece provare di nuovi sia a Valencia sia a Monza dove Giorgio gir? vicinissimo al tempo fatto registrare dal n?1 del team Giancarlo Fisichella. A fine settembre per? la scuderia anglo-trevigiana non rinnovo l?opzione cos? Giorgio si accas? al team Astromega per il campionato 2001 di Formula 3000. Jean Todt lo chiam? per una ?chiacchierata? mentre Ron Dennis lo invit? per un test nel febbraio 2001 a Jerez. Giorgio gir? meno di mezzo secondo dal tempo di Mika Hakkinen. Giorgio? Il mio sogno ? sempre stato quello di correre in Formula 1. ? Il sogno pi? grande sarebbe quello di vedere un pilota italiano sulla Ferrari, ma Giorgio non si fa illusioni. ?Per me l?importante ? correre in Formula 1. Se non si ha questo nella tua mente ? difficile correre al pi? alto livello dell?automobilismo. Ti deve realmente piacere correre. Questa ? la mia vita, il mio lavoro.? Bill Sisley, proprietario della famosa pista di kart inglese Buckmore Park, ha visto tutti i piloti corrervi. ?Giorgio in kart era un dio. E? un ragazzo fantastico con un grande talento. Sono sicuro che ce la far??.Chris Murphy ex direttore tecnico al Team Lotus di F1 aggiunge: ?Giorgio ? speciale. E?uno di quelli che dopo aver detto ?faccio questo? entra in pista e lo fa. Ha una capacit? impressionante di giudicare la macchina, i suoi componenti tecnici ed il suo comportamento in pista. E?uno di quei piloti che ? sempre davanti alla macchina e pensa costantemente come ottenerne il meglio. Oltre alla velocit? ha una capacit? di analisi che solo i top-driver hanno nel loro DNA.? Il futuro dovrebbe condurre quarto pilota stabilmente in Formula 1. Se non succeder?, ai talent-scout dovremmo tirare molte uova in faccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo stesso Gio potr? confermarti che una persona che stimiamo entrambi (in un altro forum si fa chiamare Gilles) la pensa esattamente come noi.

 

Dimentichi il Nenci.

Share this post


Link to post
Share on other sites
In che senso? Lui non era un Pantaniano!

 

Come no?!

 

A me raccont? di essere stato impressionato di come frenava alla Rivazza durante le prove del 2004, che ne parl? direttamente con Giorgio il quale rimase sorpreso dal fatto che se ne fosse accorto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come no?!

 

A me raccont? di essere stato impressionato di come frenava alla Rivazza durante le prove del 2004, che ne parl? direttamente con Giorgio il quale rimase sorpreso dal fatto che se ne fosse accorto.

 

Hai ragione! Mi sa che la chiacchierata di cui parli la fece sotto i miei occhi... ho filmato tutto! Ovviamente il commento che faccio sotto ? "...il Nenci importuna Giorgio Pantano..."... che mito di uomo! Mi piacerebbe rivederlo!

Comunque lui era (giustamente) anche appassionato di Montoya e Alonso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alsahr

Credo che sia importante (purtroppo...) anche la parola "spendibilit?" di un pilota. Mi spiego meglio: Un pilota in grado di vincere delle gare trascina il pubblico e gli $pon$or della propria nazione; Alonso in Spagna, Hamilton in inghilterra e giusto per non parlare solo di campioni, anche Kubica in Polonia e Sato in Giappone. In Italia a chi volete che interessa se Pantano vince o meno ? sappiamo benissimo l'interesse dei media su chi va... Qundi ? meglio promuovere un pilota che va magari leggermente pi? piano ma che porta soldi e pubblico. Scommetto che se Giorgio nasceva in qualche altra nazione erano anni che era stabile in F1...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordo con te, za permettimi di includere Kubica nel gruppetto dei pi? forti.. Il discorso poi va allargato e allacciato a quanto detto precedentemente. I media italiani oggi si sono accorti di Giorgio (anche perch? ? da un p? che li pungoliamo), ma nessuno pretende che la ferrari si comporti come mclaren cercando talenti del proprio paese. Insomma tutti dovrebbero aiutare Pantano ma sulla ferrarina si tace, non si osa dire niente.

Credo che sia importante (purtroppo...) anche la parola "spendibilit?" di un pilota. Mi spiego meglio: Un pilota in grado di vincere delle gare trascina il pubblico e gli $pon$or della propria nazione; Alonso in Spagna, Hamilton in inghilterra e giusto per non parlare solo di campioni, anche Kubica in Polonia e Sato in Giappone. In Italia a chi volete che interessa se Pantano vince o meno ? sappiamo benissimo l'interesse dei media su chi va... Qundi ? meglio promuovere un pilota che va magari leggermente pi? piano ma che porta soldi e pubblico. Scommetto che se Giorgio nasceva in qualche altra nazione erano anni che era stabile in F1...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Credo che sia importante (purtroppo...) anche la parola "spendibilit?" di un pilota. Mi spiego meglio: Un pilota in grado di vincere delle gare trascina il pubblico e gli $pon$or della propria nazione; Alonso in Spagna, Hamilton in inghilterra e giusto per non parlare solo di campioni, anche Kubica in Polonia e Sato in Giappone. In Italia a chi volete che interessa se Pantano vince o meno ? sappiamo benissimo l'interesse dei media su chi va... Qundi ? meglio promuovere un pilota che va magari leggermente pi? piano ma che porta soldi e pubblico. Scommetto che se Giorgio nasceva in qualche altra nazione erano anni che era stabile in F1...

 

un pilota italiano vincente con una scuderia diversa dalla ferrari non farebbe notizia?

secondo me la farebbe eccome, per questo mi piacerebbe sapere perch? poi dennis ci ha rinunciato

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ho semplicemente detto che prima di dire che al posto di alonso avrebbe fatto lo stesso ce ne passa e tanto anche

 

Secondo me ? impossibile stabilire una cosa del genere semplicemente perch? tale situazione non si ? presentata n? potr? mai pi? ripresentarsi. Potrei allora, tanto per fare un esempio, sostenere che se l'Alessandro Zanardi del periodo Cart 1996-1998 avesse corso con la McLaren nel 1988 al fianco di Prost avrebbe ripetuto le gesta del campione brasiliano... qualcuno penser? di s?, altri diranno di no, ma dibattiti di questo genere resteranno sempre aperti proprio perch? non si potr? mai avere la controprova indispensabile per determinare chi aveva ragione :zizi: . Per intenderci, un po' lo stesso discorso su chi ? stato il pi? grande campione del mondo di F.1. Una discussione divertente e a tratti appassionante, col rischio per? che alla fine tutti avranno in qualche modo la loro parte di ragione ;-) .

Share this post


Link to post
Share on other sites

come scusa?forse penso di aver letto male su quello che zanardi avrebbe potuto fare sulla mecca dell'88, spero di aver letto male ripeto

Share this post


Link to post
Share on other sites
come scusa?forse penso di aver letto male su quello che zanardi avrebbe potuto fare sulla mecca dell'88, spero di aver letto male ripeto

 

Era un esempio come ce ne possono essere molti altri. Tutti sappiamo che contano solo i fatti e non le supposizioni :aham: .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque per quanto mi riguarda considero la presenza di Pantano in GP2 molto anomala. Giorgio ? un "fuori quota" che corre in una categoria di giovanissimi. Chiaramente fa pesare la sua esperienza, capacit? di interpretare la gara e ovviamente la messa a punto. Per quanto stimi Pantano che secondo me meriterebbe ben altro, non possiamo considerare lui come il vero campione della GP2 qualora vincesse il titolo proprio per i motivi di cui sopra. Se fosse possibile potremmo chiamarlo il "campionato di Giorgio" e gli altri.

 

Gli anni d'esperienza acquisiti sulle piste di tutto il mondo purtroppo non ne esaltano le doti ma semmai ne acuiscono i rimpianti per non aver visto Giorgio in F1 stabilmente. Quindi il vero vincitore morale sar? il secondo classificato per me perch? Pantano ? di un'altra categoria.

 

Rimangono i molti dubbi sulle sue due precedenti stagioni in GP2. Perch? non ha mai brillato ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

×