Jump to content
Sign in to follow this  
SpadaJones

Problemi di cuore

Recommended Posts

9 minuti fa, Tonyilveneto ha scritto:

Dopo 4-5 volte ci fai l'abitudine :lecwink:

Eh sì :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Prossimo raduno, facciamo fare a ForzaFerrari un bel puttan tour. 

Quello che farò io, ma senza raduno :asd:

  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, ForzaFerrari ha scritto:

Vi svelo la mia situazione, attendo il maestro @chatruc per eventuali consigli.

Età: 16, tra qualche mese 17.

Altezza: 190(anche se è un po' che non mi misuro quindi potrei essere di più).

Peso: dovrei essere 71 chili

Muscoli: tasto dolente, meglio tralasciare dai.

Carattere: altro tasto "dolente". Sono una persona molto timida e chiusa, perciò fatico a relazionarmi con gli altri. Può essere per interessi diversi rispetto alla massa ma anche per il mio carattere che dovrei provare a migliorare. Autostima non molto alta ma su questo ci sto lavorando. Dopo aver sottolineato questi lati negativi vi dico anche i miei pregi: sono una persona molto gentile, generosa, su molti argomenti informata e su molti aspetti matura. Peraltro in questo periodo di pandemia (con lockdown e altre cose) mi resta molto difficile innamorarmi di un'altra persona.

Attendo consigli.

Rispondo un po' più seriamente, anche perché sono nella tua stessa situazione ma con 6 anni in più e un mucchio di inutili paranoie/pippe mentali che fatico a scrollarmi di dosso...
Buttati, come detto prima, senza problemi. Ricordati che le donne non ti mangiano.  Buttati, fai due risate... Vedi come va :asd:
Per quanto riguarda le conoscenze, da cosa nasce cosa, magari tramite lo sport che pratichi cerca di fare conoscenze.
Per quanto riguarda il fisico, non è un problema, anche così puoi trovare...

In conclusione, ricorda che nella vita la svolta arriva quando meno te lo aspetti. Magari troverai una ragazza appassionata di F1 domani, magari andrai con una che invece seguirà solo gli esports tra qualche mese...

 

Edited by PheelD
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Charlitas ha scritto:

Ti dico una cosa, io e mio marito mi ha conosciuto quando io avevo 29 anni e lui 37 anni, nel giro di un anno ci siamo sposati.  Ho diversi amici a cui è successo la stessa cosa.

Per cui non essere sfiduciato. 

Devi solo avere chiaro cosa vuoi. Ti dico per esperienza, io avevo molti ideali: come doveva essere fisicamente e caratterialmente il mio potenziale marito, avevo il mio ideale di amore e di matrimonio.

Quando ho conosciuto lui, ho abbandonato i miei ideali, fisicamente non è certo l'uomo dei miei sogni, caratterialmente è uguale a me, cosa che io non avrei mai voluto. Ma sai quando ho capito che era la persona che dovevo sposare? Quando un giorno mi descrisse come sono, dopo appena 7 mesi che ci conoscevamo, e io gli risposi:"Hai ragione, io sono così!" senza difendermi come di solito facevo con chi mi attaccava.

 

Nulla da obiettare su questo, può tranquillamente succedere.

Però la domanda è: quand'è che succede?

La risposta è: succede quando due persone si incontrano, si conoscono e sono disposte ad accettarsi a vicenda.

 

Bene, ora veniamo al punto: quanto potrei essere disposto io, e quanto le donne nei miei confronti?

Dipende da molti fattori: soglie di accettazione, ideali, interessi, motivazioni, attrazione, ecc...

 

Utilizzando le app di dating ho potuto constatare che io per primo ho una soglia di accettazione molto critica: sono pochissime le ragazze che reputo interessanti o che potrebbero piacermi davvero. Non sono una persona a cui piacerebbe giocare con i sentimenti altrui: se una non mi ispira, non sarei disposto io a iniziare un'avventura di cui non sono o non sarei convinto sin dall'inizio.

 

Quindi il "parco selezione" a mia disposizione, che non è così vasto, si restringe ancor di più. Se poi a mia volta trovo "candidate" che non accettano me, su quello non posso farci nulla.

 

Ma come ho scritto, non mi interessa più sinceramente.

Certo, se capitasse un'occasione non è che direi di no a prescindere: valuterei se ne valesse la pena.

Ma non ci credo più. Non è mai successo nulla nella mia vita, non vedo perché debba succedere qualcosa di punto in bianco dall'oggi al domani...

 

10 ore fa, rimatt ha scritto:

Aggiungo che anche superati i quaranta gli uomini hanno ancora molto da dire... guardate lui, che fra qualche mese ne fa cinquanta ed è in formissima.

 

:toto1m:

 

Ahahah! 😅

Sai cosa ti direbbero i seguaci della filosofia Redpill? (i cosiddetti redpillati)

Inizierebbero a parlarti di LMS: Look, Money, Status.

Il buon Toto ha un bell'aspetto, è ricco ed è influente e famoso... 🤣

 

A parte le cavolate, non è che sono tutti come lui...

 

9 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Rhobar, ti sei mai chiesto se in fondo il problema potresti essere tu? 

 

Altroché se me lo sono chiesto.

 

Non sono il tipo che si limita a dare la colpa alle donne o che si rifugia nelle scuse della propria bruttezza, come fanno tanti seguaci della corrente redpill estrema.

 

Sono perfettamente cosciente di avere delle lacune e dei difetti caratteriali/comportamentali che hanno sempre ostacolato o ridotto a zero la mia vita sociale.

Al netto che ai tempi del covid è peggiorato tutto...

 

Ma ad essere onesto, mi chiedo: è solo per questo motivo che la situazione è questa?

Senza dubbi lo è per buona parte.

Ma se prendo come esempi le ragazze che mi offendevano sulle app di dating per il mio aspetto esteriore, posso anche dire che non è solo per quello, evidentemente...

 

Ma non voglio prenderla come una scusa, non voglio e non cerco scuse.

Non ho mai fatto niente di concreto per migliorarmi o per raggiungere livelli migliori.

Ho sempre ritenuto lo sforzo di un livello troppo alto, dispendioso o inutile.

Quindi la colpa principale non è il mio fisico, non sono le donne, bensì la mia indole che non ha mai veramente accettato la sfida.

 

5 ore fa, Beyond ha scritto:

io non ho capito se @Rhobar_III ha qualche problema a socializzare con le donne , o con il mondo in generale

 

Problemi a socializzare con le persone che mi circondano non ne ho, in apparenza.

Se chiedessi a qualunque mio/a collega se sono una persona che ha difficoltà di socializzazione, ti risponderebbero che a loro non sembra: dialogo con chiunque, sdrammatizzo, sono satirico, ironico.

E quando vengono a sapere che sono single da una vita e che non riesco a trovare nessuna, pensano che li stia prendendo in giro o non mi credono.

 

Tuttavia è sicuramente vero che sono tendenzialmente introverso ed eremitico: se posso stare per i fatti miei preferisco starmene per i fatti miei, sempre.

 

5 ore fa, rimatt ha scritto:

Più che altro 'sta filosofia incel fa male, bisogna sempre essere aperti e positivi, c'è solo da guadagnarci. Chiudersi non porta a nulla di buono. Tra l'altro le donne odorano la negatività da km di distanza e tendono a tenersene alla larga, quindi è un po' un cane che si morde la coda.

 

Gli incel sono socialmente incompresi.

Si tratta per lo più di persone molto giovani che vorrebbero vivere una vita simile a quella dei loro coetanei, ma che per vari motivi non riescono a vivere esperienze sociali o sentimentali soffrendo enormemente la questione da un punto di vista emotivo.

Il risultato è che molti di loro assumono atteggiamenti e posizioni sociali negative basate sul rancore, sull'odio, sull'invidia e sul desiderio di rivalsa e di rivincita, senza riuscire a migliorare/annullare i propri difetti e senza essere disposti a rinunciare a quello che cercano o che pensano avrebbero desiderato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti accorgi di essere vecchio dentro (e anche un po' ipocondriaco) quando leggi il titolo di questo topic e pensi prima alle miocarditi e alle coronaropatie che ad altro

  • Like 2
  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rhobar_III  secondo me ti sei risposto da solo, hai fatto un'analisi molto completa di te stesso ed anche molto critica.

Ma, la critica personale ci sta, ma vista come possibilità di crescita, non come affossarsi.

Io non so come sei fisicamente, ma ci sono tanti modi per migliorare: mettersi a dieta, andare in palestra, cambiare look,  e ti parla una che ha sempre fatto fatica ad accettarsi, e fa ancora tanta fatica, nonostante sia sposata con 4 figli ed un marito che l'adora. 

 

i fatti della vita, succedono quando devono succedere, a me è successo, nel momento in cui io non ci speravo quasi più. 

 

Il fatto che tu dici che le donne che tu reputi interessanti sono poche, forse è dovuto al fatto che tu hai un ideale di donna: uno stereotipo, come per le ragazze può essere il principe azzurro. Secondo me devi prima di tutto fare questo: distruggere il tuo ideale di donna. Questo limita tantissimo nella scelta del proprio partner. Quando conosci una ragazza, conoscila come persona, per quello che è,non spuntare la tua lista della spesa. Conoscila per quella che è, magari scoprirai che un suo atteggiamento, che tu non avevi nella tua lista, ti fa sentire bene e ti mette a tuo agio, e vedrai che tutto vien da sè.

 

Lascia perdere le app di dating, hai fatto quell'esperienza, non ti sei trovato bene, chiudi con quel passato, non ti affossare perchè è andata male. 

 

Per quanto riguarda i tuoi aspetti comportamentali, il covid ha fatto disastri con tutti da questo punto di vista, ha portato a chiudersi sempre di più.

 

Tutto quello che ti ho scritto, non sono parole a caso o papielli, ma è solo la mia esperienza.

 

 

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto quanto sopra, leggo troppo abbandono e sfiducia con nessuna voglia di migliorarsi e trovarsi meglio. Così è normale che non si va da nessuna parte.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rhobar_III anch'io sono timido, riservato, taciturno e quando posso cerco di stare da solo, perché ne sento proprio il bisogno.

Non ho mai avuto caratteristiche di spicco, non sono figo, non ho il carisma di @Beyond ad esempio.

Ma ho preso atto dei miei limiti, ho cercato di smussare i lati peggiori del mio carattere e soprattutto ho cercato di aprirmi di più e farmi conoscere. Alla fine le occasioni sono arrivate anche per me e fidati se ti dico che, nel mare di ragazzi che mi circondano, io sono realmente quello ai margini.

Il click che mi ha fatto cambiare, è avvenuto non con la prima morosetta, ma con la seconda, perché li ho capito che forse qualcosa di dire ce l'avevo anch'io.

Poi è arrivata quella che è la mia attuale moglie.

Quella che ti manda è la fiducia in te stesso. Te pensi di non valere un ca**o e ti approcci agli altri con questo modo di fare. 

Ma come suggerisce @Charlitas magari basta anche poco per farsi apprezzare, un taglio diverso, un cambio di look, una carineria (magari arrivi alla mattina con un bel pacco di brioches in ufficio).

Poi oh, vedi tu, ma se getti la spugna adesso, che sei ancora giovane, sbagli di grosso.

Io sono fuori mercato anche da tanto tempo, magari ho modi di fare da vecchio :asd:

 

 

Edited by Aviatore_Gilles
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Rhobar_III ha scritto:

Ma non ci credo più. Non è mai successo nulla nella mia vita, non vedo perché debba succedere qualcosa di punto in bianco dall'oggi al domani...

Guarda, io di esperienza nella vita ne ho poca o quasi nulla visto che ho 16 anni. Tuttavia mi è stato quasi sempre detto (e in alcuni ambiti ho potuto verificare che è vero) che le cose possono succedere da un momento all'altro e possono essere anche inaspettate. 

Edited by ForzaFerrari

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ForzaFerrari ha scritto:

Guarda, io di esperienza nella vita ne ho poca o quasi nulla visto che ho 16 anni. Tuttavia mi è stato quasi sempre detto (e in alcuni ambiti ho potuto verificare che è vero) che le cose possono succedere da un momento all'altro e possono essere anche inaspettate. 

 

il fatto è che devi essere tu a permette che avvengano. se rhobar non prova a migliorare qualche aspetto personale o caratteriale continuerà con questo andazzo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Beyond ha scritto:

 

il fatto è che devi essere tu a permette che avvengano. se rhobar non prova a migliorare qualche aspetto personale o caratteriale continuerà con questo andazzo.

Questo è chiaro, dal nulla viene nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

 

Che bello quel cartone!!!!:wub:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Charlitas ha scritto:

 

Che bello quel cartone!!!!:wub:

 

E' tratto da una storia vera...quella di me e @Kimimathias

  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

@Charlitas Il fatto che io ammetta di non aver fatto nulla per migliorare me stesso nel passato non significa che adesso io abbia ancora il desiderio, il sogno o il progetto di incontrare qualcuna e costruire una storia.

Anzi: non avverto ormai più questa cosa. Sono in pace con me stesso, ho trovato un mio equilibrio interiore, non ho più alcun interesse a desiderare un'alternativa.

Chiamala se vuoi "comfort-zone" o come preferisci.

 

Quindi non ho necessità di "migliorarmi" da quel punto di vista.

Per una persona che sta da sola come me senza avere più ambizioni, certe amenità come il proprio aspetto esteriore, il portamento, il modo di vestire e di apparire non hanno alcuna importanza nella vita di tutti i giorni, perché non mi interessa come appaio né come mi vedano le donne.

Non ci faccio più caso e non ci presto dunque la minima attenzione, né sono invogliato/motivato a curarmene per raggiungere determinati scopi/obiettivi/fini.

 

Per me in pratica la faccenda è ormai chiusa. Sono io il primo a non voler più interessarsi.

Sarebbe stato diverso se avessi avuto ancora volontà di cambiare le cose, ma davvero: non mi interessa più.

 

Questo non significa che se osservo una ragazza attraente non trovo nulla di interessante in lei, non è che sia diventato insensibile da questo punto di vista.

Semplicemente non mi interessa più il concetto di voler desiderare una relazione.

 

Non ho un'ideale predefinito o stereotipato per le ragazze: semplicemente reputo poche ragazze potenzialmente in grado di farmi cambiare idea.

E quelle poche, chissà perché (sarà un caso?) o sono già fidanzate/impegnate con qualcun altro, oppure (all'epoca dei miei inutili tentativi sui siti di dating) nemmeno mi consideravano.

 

Già: le app di dating. Giustamente mi consigli di lasciarle perdere. Cosa che ho fatto coscientemente visto che mi stavano portando alla depressione!

Peccato che fossero l'unico possibile canale per me, che non avevo alcun tipo di vita sociale già prima del covid. Figuriamoci ora!

Questo era chiaramente un fattore negativo anche nella costruzione del profilo personale, in cui erano assenti i siti social (che non frequento) che potessero rendere attrattivo il mio profilo.

 

Vivo una vita con uno stile di vita incompatibile con l'utilizzo delle app di dating, sebbene esse siano paradossalmente l'unico mezzo possibile per chi vive una vita solitaria e riservata come la mia.

 

Dopo che smisi di usare queste app, quasi per caso conobbi una ragazza in stazione che faceva la pendolare tutti i giorni come me.

Non ricordo di preciso in che occasione ci fu di scambiare le prime parole (forse condividendo qualche sventura tipica da pendolari con treni fermi, spariti o cancellati...).

Iniziò lei a salutarmi per prima e devo dire che era l'esatto opposto di me: estroversa, solare, amorevole con tutte le persone che conosce.

 

Non successe nulla comunque: fu soltanto un'amicizia "tra conoscenti" o persone che si conoscono appena di vista. Ogni tanto si scambiava qualche chiacchiera, sempre nel mezzo degli sciagurati viaggi che duravano più del doppio del tempo che dovevano durare.

 

Non so fino a che punto le facesse piacere incontrarmi, finché a un certo punto iniziò ad essere sfuggente: cercava di ignorarmi quando mi vedeva, oppure iniziava a stare tutto il tempo su WhatsApp a chattare con le amiche. Un giorno rimase tutto il tempo a parlare con la sorella, voltandomi le spalle e facendo totalmente finta di non conoscermi.

 

Non so onestamente perché lo fece, immagino principalmente "per tagliare" la cosa e non avermi più tra i piedi. Molto comune e anche comprensibile.

 

Tant'è. Poi arrivò la pandemia e non l'ho mai più rivista né incontrata.

 

Questo è il solo episodio di conoscenza che posso raccontare di aver fatto nella vita reale, avvenuto più per caso che per volontà ad essere sincero.

 

Vi chiederete: ma lei ti interessava in qualche modo? Sapevi se fosse single?

Sì, era single, o almeno, ne sono abbastanza convinto che lo fosse. Viveva da sola e non mi parlò mai di avvenimenti o cose che riguardassero "il suo ragazzo".

Era anche abbastanza carina, almeno per i miei gusti come avrete intuito molto stringenti. Non era certo una fotomodella ma era una ragazza normalissima con un viso abbastanza attraente.

 

Ma ero già nella fase della mia vita in cui avevo deciso di non interessarmi più alle donne, quindi non fui mai spinto dal pensiero di farmi avanti, di chiederle di uscire o cose di questo tipo.

Era sì carina ma non era una ragazza con cui mi sarei spinto a tanto: come detto aveva dei modi di fare che non mi convincevano del tutto, e se fossi stato interessato solo al sesso, diciamo che in giro avrei trovato alternative anche più attraenti rispetto a lei, che non era certo male.

Magari lei smise di dedicarmi tempo proprio perché aveva forse avuto la sensazione che io non fossi interessato a lei, chissà.

 

La vita è certamente strana sotto questi aspetti. 😅🤣

 

So che è paradossale che vi venga a dire che non ho mai fatto altre conoscenze nel mondo reale ma sono davvero un personaggio ultra riservato che fa una vita casa/lavoro, in epoca di smartworking la stessa parola.

Quindi una vita incompatibile con la ricerca di avventure concrete nel mondo reale.

 

Ma ripeto a me va bene così non cerco alternative a tutti i costi, non mi interessano più e forse non sarei nemmeno stato capace di vivere certe esperienze e situazioni.

Edited by Rhobar_III

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Rhobar_III ha scritto:

 

@Charlitas Il fatto che io ammetta di non aver fatto nulla per migliorare me stesso nel passato non significa che adesso io abbia ancora il desiderio, il sogno o il progetto di incontrare qualcuna e costruire una storia.

Anzi: non avverto ormai più questa cosa. Sono in pace con me stesso, ho trovato un mio equilibrio interiore, non ho più alcun interesse a desiderare un'alternativa.

Chiamala se vuoi "comfort-zone" o come preferisci.

 

Quindi non ho necessità di "migliorarmi" da quel punto di vista.

Per una persona che sta da sola come me senza avere più ambizioni, certe amenità come il proprio aspetto esteriore, il portamento, il modo di vestire e di apparire non hanno alcuna importanza nella vita di tutti i giorni, perché non mi interessa come appaio né come mi vedano le donne.

Non ci faccio più caso e non ci presto dunque la minima attenzione, né sono invogliato/motivato a curarmene per raggiungere determinati scopi/obiettivi/fini.

 

Per me in pratica la faccenda è ormai chiusa. Sono io il primo a non voler più interessarsi.

Sarebbe stato diverso se avessi avuto ancora volontà di cambiare le cose, ma davvero: non mi interessa più.

 

Mi sembra un punto di vista abbastanza vicino alla "filosofia" MGTOW. Nello specifico, direi che tu stai facendo di necessità virtù. Non so neanche se ci sia qualcosa che ti si può dire per portarti ad abbandonare questo modo troppo passivo di comportarti e di ragionare, francamente...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/9/2021 Alle 13:51, ForzaFerrari ha scritto:

Guarda, io di esperienza nella vita ne ho poca o quasi nulla visto che ho 16 anni. Tuttavia mi è stato quasi sempre detto (e in alcuni ambiti ho potuto verificare che è vero) che le cose possono succedere da un momento all'altro e possono essere anche inaspettate. 

 

Assolutamente vero. 

Dopo ricerche più o meno infruttuose nell'ambito della mia compagnia, alla fine la persona giusta l'ho trovata a una festa di un amica dove anche lei era presente casualmente. E poi ha funzionato

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, rimatt ha scritto:

 

Mi sembra un punto di vista abbastanza vicino alla "filosofia" MGTOW. Nello specifico, direi che tu stai facendo di necessità virtù. Non so neanche se ci sia qualcosa che ti si può dire per portarti ad abbandonare questo modo troppo passivo di comportarti e di ragionare, francamente...

 

Il vero MGTOW è uno cui non piacciono più le regole del gioco, ma che quando "giocava vinceva". Insomma è uomo che in passato ha avuto le sue storie, ma che magari ad una certa età ha zero voglia di impegnare tempo, energie e denaro in una relazione, e preferisce magari al massimo qualche avventura occasionale se capita.

 

Ben diverso è uno che arriva a quel punto perché fondamentalmente costretto, in quanto per i più disparati motivi non ha combinato nulla o quasi. Non è una decisione autonoma, è più rassegnazione dovuta agli eventi. 

Edited by M.SchumyTheBest
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, rimatt ha scritto:

 

Mi sembra un punto di vista abbastanza vicino alla "filosofia" MGTOW. Nello specifico, direi che tu stai facendo di necessità virtù. Non so neanche se ci sia qualcosa che ti si può dire per portarti ad abbandonare questo modo troppo passivo di comportarti e di ragionare, francamente...

 

È possibile, ho frequentato per un breve periodo anche il forum di italianseduction, dove si parlava essenzialmente di varie tematiche tra cui anche le filosofie MGTOW (Mens Going Their Own Way, ovvero "uomini che vivono a modo loro").


Vorrei dire qualcosa anche a @ForzaFerrari

Quando io avevo 16 anni era l'anno 2001: c'era ancora la Lira, la Ferrari vinceva i mondiali, non esistevano gli smartphone, i PC desktop avevano Windows 98 ed era appena uscito il buggatissimo Windows Millennium, si parlava del famigerato Millennium Bug e si verificarono gli attentati dell'11 settembre.

Era un mondo completamente diverso da quello di oggi: comunicare da remoto si faceva via SMS, se avevi il telefonino (io credo ebbi il mio primo telefonino proprio in quell'anno).

 

All'epoca ero timidissimo con le ragazze, ma in me c'era già la convinzione/sospetto che avrei avuto pochissime chance di intraprendere una relazione con qualcuna nella mia vita.

Non che fosse difficile immaginarlo, ma evidentemente non mi sbagliavo.

 

Quello che ti posso suggerire è di non buttare la tua giovinezza come ho fatto io con stupide convinzioni interiori, non posso naturalmente sapere come sarà il tuo futuro ma il futuro siamo noi stessi che contribuiamo a costruirlo mentre viviamo il presente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rhobar_III non ti ho risposto subito, perché sono stata presa da 1000 cose oggi, ma penso che quanto ti ha scritto @rimatt sia in effetti giusto.

Da quanto vedo, tu sei in una fase di stallo e non ne vuoi uscire, forse per paura?

Premesso questo, da quello che leggo dalle tue parole, ti vedo un po' come la volpe della favola di Esopo: ovvero dici che una cosa non è per te, solo perché non la raggiungi.

Un'ultima cosa: tu dici che non hai più il desiderio di migliorare il tuo aspetto. Ma tu sei una persona, non sei un oggetto che si deteriora e si rompe. Sei una persona che ha una dignità, e ti devi presentare come tale, per te non per gli altri. Se non ti ami tu per primo, come puoi pretendere che ti amino gli altri?

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×