Jump to content
Sign in to follow this  
SirVanhan

GAINSCO Auto Insurance Indy 300

Chi vincer  

7 members have voted

  1. 1. Chi vincer??

    • Dan Wheldon
      1
    • Scott Dixon
      1
    • Helio Castroneves
      0
    • Ryan Briscoe
      0
    • Tony Kanaan
      2
    • Marco Andretti
      0
    • Danica Patrick
      1
    • Justin Wilson
      1
    • Graham Rahal
      0
    • Bruno Junqueira
      0
    • Buddy Rice
      0
    • Will Power
      0
    • Oriol Servia
      0
    • Enrique Bernoldi
      0
    • Franck Perera
      0
    • Hideki Mutoh
      0
    • Ryan Hunter-Reay
      0
    • AJ Foyt IV
      1
    • Vitor Meira
      0
    • Altro (specificare)
      0


Recommended Posts

HomesteadMiamiSpeedway_all.gif

 

Entry List

 

Circuito: 1.5 miglia (2.4km)

Banking: variabile (cio? il banking varia dalla parte pi? bassa a quella pi? alta della curva), da 18 a 20? gradi

Spettatori: 65000

Apertura: 1995 (con il nome di Motorsports Complex)

 

 

 

Albo d'oro:

1996: Jimmy Vasser (CART) - Reynard Honda, Target Ganassi Racing

1997: Michael Andretti (CART) - Swift Cosworth, Newman Hass Racing

1998: Michael Andretti (CART) - Swift Cosworth, Newman Hass Racing

1999: Greg Moore (CART) - Reynard Mercedes, Forsythe Racing

2000: Max Papis (CART) - Reynard Cosworth, Team Rahal

2001: Sam Hornish Jr (Indycar) - Dallara Oldsmobile, Panther Racing

2002: Sam Hornish Jr (Indycar) - Dallara Chevrolet, Panther Racing

2003: Scott Dixon (Indycar) - G Force Toyota, Chip Ganassi Racing

2004: Sam Hornish Jr (Indycar) - Dallara Toyota, Penske Racing

2005: Dan Wheldon (Indycar) - Dallara Honda, Andretti Green Racing

2006: Dan Wheldon (Indycar) - Dallara Honda, Chip Ganassi Racing

2007: Dan Wheldon (Indycar) - Dallara Honda, Chip Ganassi Racing

 

Pole Winner:

1996: Paul Tracy

1997: Alex Zanardi

1998: Greg Moore

1999: Greg Moore

2000: Gil De Ferran

2001: Jeff Ward

2002: Sam Hornish Jr

2003: Tony Kanaan

2004: Buddy Rice

2005: Tomas Scheckter

2006: Sam Hornish Jr

2007: Dan Wheldon

 

 

TV/RADIO:

RADIO BOX: Domenica 30 Marzo, 1.30 - Diretta

NUVOLARI TV: Domenica 30 Marzo, 3.00? - Diretta?

LA7 CARTAPIU': Luned? 31 Marzo, 21.00? - Differita

Share this post


Link to post
Share on other sites

IndyCar Homestead Preview - Dopo 29 anni...

26-03-2008

 

Anno 107 dalla nascita del Campionato Americano. 102esima edizione di quello che nel 1902 nasceva come AAA. E 13? anno da quando lo USAC ? diventato la IRL. Questi i numeri per un Campionato che, dopo 29 anni di convivenza con la C.A.R.T., ? tornato ad essere IL Campionato Americano. In pratica, siamo tornati al 1978, quando al mondo esistevano solo F1 e USAC. In questo quasi terzo di secolo, in realt?, lo scenario ? cambiato radicalmente: la NASCAR ? diventata, per fama e attrazione, la serie motoristica pi? importante d?America.

 

Eppure, dopo oltre un secolo, ci siamo ancora. Siamo ai nastri di partenza di un nuovo, sicuramente emozionante, Campionato Americano. La chiusura della Champ Car, ex-CART, ha spinto all?emigrazione di molti dei team in IRL. Il calendario sar? quello deciso alla fine del 2007, forse con qualche ?innesto? dei Gran Premi che avrebbero fatto parte del calendario Champ Car 2008. Per alcuni ? gi? arrivata la conferma, per altri siamo in attesa. Una cosa ? certa: le date europee sicuramente salteranno.

 

Ci resta la consapevolezza di aver perso la CART, ma anche la certezza che questo (la IRL) ? stato ed ? da oltre cento anni il Campionato Americano per eccellenza: il Campionato che nasce come AAA, diventa USAC nel 1956 e IRL appena 40 anni dopo, nell?ormai lontano 1996?

 

E allora? e allora si riparte, si riaccendono gli Honda V8 e ci si invola verso quella che ? da anni la gara d?apertura: quella di Homestead, quella della Florida. Quella dove, nelle qualifiche del 2006, perse la vita Paul Dana sulla sua Rahal-Letterman N?17, andando a schiantarsi ad oltre 270 km orari contro la Vision di Carpenter, rimasto fermo e impotente sul tracciato dopo un normale testacoda. ? questo, purtroppo, il ricordo pi? vivido che si ha del bell?anello della Florida.

 

Qui, negli anni, sono iniziate le ?ostilit?? e le ?cavalcate? di grandissimi campioni. Inizi? ad Homestead il pi? schiacciante trionfo che la IRL abbia mai vissuto: quello di Dan Wheldon che, alla fine della stagione 2005, a due gare dalla conclusione, aveva gi? in tasca il suo primo titolo. E fu proprio ad Homestead che Wheldon chiar? a tutti che quell?anno l?eroe sarebbe stato lui: all?arrivo aveva messo fra lui ed Hornish oltre sei secondi di distacco. Su un anello!!!! Negli anni seguenti Wheldon si ? sempre imposto sull?anello della Florida, ogni volta trionfando da campione. Solo Hornish (proprio lui) ha trionfato qui cos? tante volte. Nessuno mai come loro.

 

Venendo ai pronostici del campionato, con l?innesto di tutte le scuderie CART, ci troviamo in mezzo ad un bel groviglio. Persi il Campione uscente Franchitti, il ?senatur? (titolato ?96) Sharp e il pezzo da 90 Hornish, il campionato si affida ai campioni rimasti in pista e i nuovi arrivi dalla CART che avrebbero dovuto lottare per il titolo lasciato vacante da Bourdais. Da una parte il trio dei papabili Indy, Kanaan-Dixon-Wheldon; dall?altra, i favoriti Wilson-Power. Ma quest?anno le premesse sono tutte per lui: Scott Dixon. Il neozelandese ? il favorito sulla carta e in pista. Il secondo posto dietro al titolato Franchitti nel 2007, per molti non meritato, ha rimesso a posto gli ordini gerarchici in Ganassi. E bench? nella scuderia rosso-cerchiata non ci siano mai state vere e proprie ?preferenze?, ? indubbio che, dopo tanti anni di fedelt?, sia Dixon ad avere i galloni di capitano. Sar? sicuramente un bel duello in casa quello fra lui e Wheldon: entrambi hanno un campionato all?attivo e chiunque dei due dovesse vincere bisserebbe il proprio titolo. Il terzo incomodo, Kanaan, ? la punta di diamante dell?AGR e potrebbe rompere le uova nel paniere a Ganassi, che ormai da due anni insegue il tanto desiderato ?alloro?.

 

Il panorama degli inseguitori si presenta quanto mai ?polposo?: il ritorno di un Briscoe a cui verr? lasciata in eredit? la Penske N?6 di Hornish, l?eterno Castro-Neves, Servia, Bruninho ?Junquo? Junqueira. Ma anche la Patrick, un Andretti che dovr? riconfermarsi, un Meira ancora alla ricerca del primo successo. Senza dimenticare la notevole attesa sul ricco e qualitativo parco debuttanti: Perera, Howard ma soprattutto Mutoh, Lloyd e Viso sono i grandi attesi.

 

Homestead vide la luce nel 1995 e fino al 2000 ha fatto parte del calendario CART, dove hanno trionfato Michael Andretti, Jimmy Vasser o Greg Moore, solo per fare alcuni nomi. Dal 2001 ad oggi entra nel calendario IRL, dal 2002 diventa la gara d?apertura della IRL e dall?anno scorso si disputa con luci artificiali al sabato sera. Homestead-Miami ? uno Speedway da oltre due miglia, un anello di media lunghezza fra i Super-Speedway e gli short-track. In IndyCar Series vengono solitamente utilizzate per le vetture due configurazioni delle ali (wing o flap): gli spoiler pi? carichi si usano per gli anelli superiori ad un miglio/un miglio e mezzo (short-tracks e superspeedways), mentre negli short-tracks (lunghi al massimo 1 miglio), dove si raggiungono velocit? inferiori si usano ali meno cariche. Ali meno cariche, ovviamente, anche sui tracciati misti.

 

E sempre qui ad Homestead, in questo 2008, dopo oltre 100 anni di storia ricomincia la gara, ricomincia un nuovo agguerrito Campionato. Che scriver? un nuovo (o un vecchio) nome nell?albo d?oro del pi? antico Campionato automobilistico per monoposto? il Campionato Americano!!!

 

alessandroabramocarretti (Fotomontaggio: Manuel Codignoni)

Share this post


Link to post
Share on other sites

IndyCar - Graham Rahal non parteciper? alla gara di Homestead

27-03-2008

 

A causa dei danni subiti dalla vettura durante i test di marted? scorso, la Newman Haas Lanigan ha deciso di non schierare Graham Rahal nella prima gara della stagione IndyCar prevista per sabato sull?ovale di Homestead. Ci? significa che per fare il suo debutto nella nuova serie, il giovane pilota americano dovr? aspettare la prova di St. Petersburg, che si correr? il 6 aprile.

 

?Il team non voleva correre rischi facendo le cose di fretta,? ha detto Rahal ?I meccanici hanno lavorato davvero duramente per montare la macchina in vista dei test, ma a questo punto hanno bisogno di altro tempo: ci impegneremo per prepararci alla prossima corsa, dove speriamo di poter avere la possibilit? di finire tra i primi tre?.

 

La Newman Haas Lanigan schierer? comunque una vettura per l?inglese Justin Wilson.

 

Susanna Cavalleri

 

 

 

Tra quante gare lo cacciano?

Share this post


Link to post
Share on other sites
IndyCar - Graham Rahal non parteciper? alla gara di Homestead

27-03-2008

 

A causa dei danni subiti dalla vettura durante i test di marted? scorso, la Newman Haas Lanigan ha deciso di non schierare Graham Rahal nella prima gara della stagione IndyCar prevista per sabato sull?ovale di Homestead. Ci? significa che per fare il suo debutto nella nuova serie, il giovane pilota americano dovr? aspettare la prova di St. Petersburg, che si correr? il 6 aprile.

 

?Il team non voleva correre rischi facendo le cose di fretta,? ha detto Rahal ?I meccanici hanno lavorato davvero duramente per montare la macchina in vista dei test, ma a questo punto hanno bisogno di altro tempo: ci impegneremo per prepararci alla prossima corsa, dove speriamo di poter avere la possibilit? di finire tra i primi tre?.

 

La Newman Haas Lanigan schierer? comunque una vettura per l?inglese Justin Wilson.

 

Susanna Cavalleri

Tra quante gare lo cacciano?

 

Dai non esagerare!

E poi lo sanno tutti che uno dei punti cardine del campionato di quest'anno e' il duello tra i rampolli di casa Rahal e Andretti, con l'inserimento, magari Al Unser III a Indianapolis.....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di Al Unser... ieri stavo riguardando Road America 1996, con l'incredibile rottura del motore Mercedes di Al Unser Jr a 3 curve dalla fine :o

Share this post


Link to post
Share on other sites

iao, di straforo dal luogo di lavoro. Che dire... possibile fare un campionato che se fai un botto non reisci a recuperare un auto? Se proprio si vuol far partecipare una squadra, che almeno un muletto sia dato a disposizione. Meno male ci doveva essere la famosa joint-venture fra team per evitare che si rimanese senza vetture... appunto!

Comunque punto tutto su Justin!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma figuratevi se cacciano Rahal... Non fanno altro che sbandierare la nuova "rivalit?" con Andretti da mesi (tra l'altro, voglio proprio vedere quante volte si "incontreranno" in pista questi due: volenti o nolenti le squadre Champ saranno un p? indietro quest'anno mentre Marco corre con un team di punta, ammesso che riesca a cagliare qualcosa...).

Comunque non so se sia un male cos? grande che Graham non corra sabato, meglio che debutti a St. Petersburg, non sono molto contenta del fatto che alcuni giovani piloti delle squadre ex Champ siano spediti su superspeedway senza quasi esperienza. Io capisco tutto, ma continuo a pensare che sia troppo rischioso.

 

Bah...

Share this post


Link to post
Share on other sites

IndyCar Homestead Prove Libere 1 - E' Wheldon il primo leader

28-03-2008

 

Il semaforo della pitlane di Homestead ? diventato verde, i motori si sono accesi e dopo 29 anni, la sola ed unica serie a ruote scoperte americana ? ufficialmente ritornata. Sono 25 i concorrenti a scendere sul tracciato, ormai ? ufficiale il forfair di Graham Rahal dopo lo schianto dei test di inizio settimana che ha lasciato il Newman/Haas/Lanigan senza pezzi di ricambio.

Come si poteva immaginare, i team pi? esperti hanno dominato rispetto agli ex-Champ Car, dimostrando un minimo di 5 decimi di gap ancora da colmare. Al comando si sono imposte le vetture di Chip Ganassi, con Dan Wheldon, fresco rientrante dalla luna di miele, primo leader della stagione che ottiene un crono di 25.0037 alla media di 213.808 Mph, tempo fatto registrare all'inizio delle due ore di prove libere. Alle sue spalle il team-mate Scott Dixon distanziato di appena 2 centesimi, mentre paga gi? un decimo di ritardo il duo Penske con Briscoe dinanzi a Castoneves prima di vedere l'armata AGR capitanata da Marco Andretti in quinta posizione, seguito da Mutoh, Kanaan e Danica Patrick. Tiene comunque ritmo, seppur a due decimi dalle Ganassi, il Vision Racing, mentre in ombra nella classifica ma in miglioramento coi tempi il Roth che piazza Howard e Roth rispettivamente in 13a e 15a posizione.

Arriviamo poi al primo degli ex-Champ Car, ovvero Justin Wilson, che con un tempo di 25.5098, si mette alle spalle un sorprendente Frank Perera, che assieme all'inglese si mette alle spalle due concorrenti ben pi? esperti come quelli del D&R, ovvero Buddy Rice e Milka Duno rispettivamente in 18a e 20a posizione. Bene l'australiano Will Power 18? con un tempo a 57 centesimi dal leader (che su ovale ? comunque sempre un importante divario) mentre 21? il suo compagno di squadra Oriol Servia, che chiude davanti a Bernoldi, Viso, Junqueira e Moraes che chiudono la classifica.

 

IndyCar Homestead Prove Libere 1 - Risultati

1 - Dan Wheldon - Ganassi 25.0037 213.808

2 - Scott Dixon - Ganassi 25.0211 213.660

3 - Ryan Briscoe - Penske 25.1100 212.903

4 - Helio Castroneves - Penske 25.1202 212.817

5 - Marco Andretti - Andretti-Green 25.1379 212.667

6 - Hideki Mutoh - Andretti-Green 25.1729 212.371

7 - Tony Kanaan - Andretti-Green 25.1947 212.187

8 - Danica Patrick - Andretti-Green 25.2236 211.944

9 - AJ Foyt IV - Vision 25.2298 211.892

10 - Ed Carpenter - Vision 25.2504 211.719

11 - Vitor Meira - Panther 25.3317 211.040

12 - Darren Manning - Foyt 25.3749 210.681

13 - Jay Howard - Roth 25.3963 210.503

14 - Ryan Hunter-Reay - Rahal-Letterman 25.4354 210.180

15 - Marty Roth - Roth 25.4616 209.963

16 - Justin Wilson - Newman Haas Lanigan 25.5098 209.567

17 - Franck Perera - Conquest 25.5485 209.249

18 - Buddy Rice - Dreyer & Reinbold 25.5509 209.229

19 - Will Power - KV 25.5704 209.070

20 - Milka Duno - Dreyer & Reinbold 25.6054 208.784

21 - Oriol Servia - KV 25.6163 208.695

22 - Enrique Bernoldi - Conquest 25.6606 208.335

23 - Ernesto Viso - HVM 25.7520 207.596

24 - Bruno Junqueira - Dale Coyne 25.8475 206.829

25 - Mario Moraes - Dale Coyne 26.3722 202.713

 

Antony Rodella

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi ha Sky, il sito di Nuvolari dice che il canale seguir? la gara live alle ore 01:00 di stanotte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Wheldon :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

Per la prima volta nella storia tifer? per una Penske (Briscoe)... in Indycar e PPG CART non ho mai tifato per le Penske, sono sempre stato per Ganassi (mi stava simpatico anche Franchitti giusto perch? non vinceva mai, e Gil De Ferran), ma adesso proprio non ce la faccio a tifarci con Dixon e Wheldon in squadra...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dixon ha fatto segnare la pole (tra l'altro ? cambiato anche il format: non due giri ma quattro)

poi a sorpresa i due della Vision con Foyt IV davanti. Patrick quarta mentre Perera ? stato il migliore degli ex-Champ Car

Tra le sorprese anche Roth decimo

 

Wheldon e Howard hanno fatto incidenti e il primo parte ultimo, il secondo non si sa se partecipa (forse non riescono a ricostruire la vettura)

Share this post


Link to post
Share on other sites

I piloti del tem Vision Ed Carpenter e AJ Foyt IV non hanno passato le verifiche post qualifica e partiranno 24esimo e 25esimmo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
I piloti del tem Vision Ed Carpenter e AJ Foyt IV non hanno passato le verifiche post qualifica e partiranno 24esimo e 25esimmo.

 

!!! incredibile!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×