Vai al contenuto
luke36

Formula Uno anni '80

Messaggi raccomandati

Il pensiero controcorrente di Clay Regazzoni sull'entusiasmante finale del Mondiale '86, oltre alle sue considerazioni sui giochi di squadra, i piloti, la futura abolizione del turbo, i regolamenti.... (Quattroruote dicembre 1986).img068u.jpg

 

img069l.jpg

 

img070u.jpg

 

img071s.jpg

 

img072u.jpgimg073f.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

S. Johansson | Nelson Piquet (Great Britain 1986)

 

Stefan Nils Edwin Johansson (SWE) (Scuderia Ferrari), Ferrari F1/86 - Ferrari Tipo 032, 1.5 V6 (t/c) (RET)
Nelson Piquet Souto Maior (BRA) (Canon Williams Team), Williams FW11 - Honda RA166E 1.5 V6 (t/c) (finished 2nd)

1986 British Grand Prix, Brands Hatch

 

s__johansson___nelson_piquet__great_brit

Via F1-history

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo sia in fase di doppiaggio, partito 18° si ritirò al 20° giro, Piquet partiva in pole.

La gara fu interrotta subito dopo la partenza causa incidente, da wiki

 

Nel Gran Premio di Gran Bretagna a Brands Hatch, gara nella quale avrebbe eguagliato il record di gran premi disputati in Formula 1, detenuto da Graham Hill, Laffite ebbe però un durissimo incidente in partenza, causato prima da un grossolano errore di Thierry Boutsen che perdendo il controllo della sua Arrows gettò lo scompiglio nel gruppo, e poi da Stefan Johansson che non trovò miglior soluzione che accompagnare letteralmente il povero Jacquot contro il muretto di protezione.

 

http://www.mikehaywardcollection.com/category/35/1/1986-british-gp.htm

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stefan Johansson | Eddie Cheever (Hungary 1987)

 

Stefan Nils Edwin Johansson (SWE) (Marlboro McLaren International), McLaren MP4/3 - TAG-Porsche TTE PO1, 1.5 V6 (t/c - 4.0 bar limited) (RET)
Edward "Eddie" McKay Cheever (USA) (USF&G Arrows Megatron), Arrows A10 - Megatron 1.5 Straight-4 (4.0 bar limited) (finished 8th)

1987 Hungarian Grand Prix, Hungaroring

stefan_johansson___eddie_cheever__hungar

Via F1-history

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

solo 5 pagine, che vergogna.

 

un nome azzeccato, Osella FA1L (1988)

 

2e54de4f10b7c41d01dfa684a6538807.jpg

 

8f0aea601064671ec5cd05c612c834cc.jpg

Modificato da The King of Spa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belllissima la Osella con motore Osella. Grandissima macchina. Una turbo che andava come un aspirato (anche peggio).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la prestazione generale del mezzo non fu eccelsa a causa del peso eccessivo, della mancanza di carico aerodinamico, dell'eccessivo consumo di carburante e del turbo lag.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bellissima quella macchina, mi piaceva un sacco. Pure la Coloni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Megatron come si vede sulla fiancata Arrows era derivato dai motori BMW che rimasti orfani della Brabham rinunciarono alla F1 nel 1988, non capisco come mai non abbiano continuato ad equipaggiare le Benetton allora monoposto emergente. E andavano pure benino, a Monza arrivarono vicino alle Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Megatron come si vede sulla fiancata Arrows era derivato dai motori BMW che rimasti orfani della Brabham rinunciarono alla F1 nel 1988, non capisco come mai non abbiano continuato ad equipaggiare le Benetton allora monoposto emergente. E andavano pure benino, a Monza arrivarono vicino alle Ferrari

 

Le cose stanno leggermente in modo diverso. Nel 1986 venne sancita la fine dei turbo nel giro di due anni, quindi nessuno pensò mai di costruire un nuovo motore di quel tipo. Anzi, la Ferrari era convinta di passare al V12 aspirato già nel 1988 in quanto i 2.5 bar e i 150 litri di benzina sembravano troppo penalizzanti. Per tale ragione, la BMW mollò tutto e nel 1987 si limitò a onorare il contratto con la Brabham mentre lasciò in braghe di tela la promettente Benetton, nonchè l'Arrows. Da qui nasce l'idea di Heini Mader (preparatore Cosworth) di prendere i BMW e revisionarli. Era un business per tutti: BMW eliminava tutte le scorte, la Arrows (poi pure Ligier) aveva un motore decente, Mader faceva un affare. Infatti il Megatron viene impiegato nel 1987 da Arrows e Ligier.

 

Gli unici pazzi a fare un motore nuovo furono quelli della Honda, che fecero un motore specifico per la sola stagione 1988, motivo per il quale vinsero in pratica tutte le gare, mentre Ferrari si limitò ad adattare l'adattabile. Ford invece passò all'aspirato mentre Zakspeed si tenne il turbo che andava più piano di un aspirato. Pure il Motori Moderni che era tutto tranne che moderno gettò il progetto alle ortiche dopo il disastroso 1987. Renault gettò la spugna a fine 1986. L'ALFA Romeo invece venne presa in contropiede perchè sviluppò un 4L pensato per consumare poco proprio nei giorni che venivano vietati i turbo. Per questo la dirigenza prese il primo pretesto possibile per togliersi dai maroni. Onorato il contratto con l'Osella, li lasciarono tutto il materiale e da qui nacque il motore Osella.

 

Per tornare a Brabham, la squadra ormai era in liquidazione. Ecclestone la tenne ancora per onorare i contratti con gli sponsor ma non vedeva l'ora di barattare il contratto motori con la Benetton e di vendere la squadra. Non trovando acquirenti, decise di non correre nel 1988. La squadra fu venduta al team Middlebridge che non era riuscita a schierare la Benetton privata nel 1987 ma il grande Bernie li rifilò tutto quanto tranne lo stabile. A inizio 1989, la nuova Brabham si ritrovò quindi a pagare tutta la proprietà a Ecclestone oltre all'affitto per lo stabile. La sa lunga Mr.E.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il "bello" era vederli entrare ed uscire dai box, a manetta, in mezzo a tutta quella gente :fear2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×