Jump to content
MagicSenna

Cinema e film

Recommended Posts

ragazzi, alcuni di voi l'hanno vista.

io mi sono ricavato una sorta di sala cinema in casa.

non so davvero se conviene buttare soldi in un 65" che cmq. se lo guardi già da 3..4mt di distanza, non ti da l' effetto cinema.

ci sono formule per calcolare la dimensione dello schermo rispetto alla distanza di visione, naturalmente parlo per avere l' effetto cinema.

al giorno d' oggi ci sono video proiettori validi a cifre sicuramente piu basse di un 65" 

inizialmente si potrebbe proiettare sul muro poi in un secondo momento, si può munirsi di un telo o schermo apposito.

 

Edited by panoramix

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiaro ma sono pochissimi quelli che si possono permettere una saletta col proiettore a casa.

sul costo non saprei ma un 65" tra i migliori si trova intorno ai 2000 euro. 

dubito che un proiettore buono con un impiantino audio ecc costi meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia onestamente fa un gran bel lavoro con le fonti in bassa risoluzione. Niente sgrani, artefatti o immagini impastate.

Spero vada altrettanto bene anche la prossima.

Probabilmente, la butto li, il segnale del dt da te arriva sporco ed allora non ci fai nulla

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beyond ha scritto:

chiaro ma sono pochissimi quelli che si possono permettere una saletta col proiettore a casa.

sul costo non saprei ma un 65" tra i migliori si trova intorno ai 2000 euro. 

dubito che un proiettore buono con un impiantino audio ecc costi meno.

Bey , un video a lampada con 1200...1400€ lo trovi e ti assicuro che vanno molto ma molto bene ( parlo quelli concepiti per l' Home teatre "

poi se vuoi abbinarci un sintoampli con un sistemino surround, arrivi a spendere 

2500€ prendendo già qualcosa di carino e francamente non avrei alcun dubbio se fare questa operazione oppure prendermi un 65"

dipende tutto da quello che uno vuole.

io ho speso una discreta cifra nonostante ho fatto praticamente tutto io ( a parte la taratura del video e la parte audio, fatta da un mio amico professionista del settore ) ma ho affrontato le speso poco alla volta.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La tv in zona giorno resta accesa, oltre alle due orette in pausa pranzo, dalle 19 alle 4 di mattina, perché mi addormento regolarmente con la tv accesa per svegliarmi alle 3/4 e poi trascinarmi a letto.

Non saprei cosa farmene di un proiettore, mi durerebbe come un gatto in autostrada.

Tu parli di un sistema dedicato in una stanza dedicata.

Qui si parlava di tv per fare tutto, dal telegiornale ai film all'addormentarsi con il pad della Play in mano, il tutto nel divano della.zona giorno, tra un frigorifero, due quadri ed una libreria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, effe ha scritto:

La tv in zona giorno resta accesa, oltre alle due orette in pausa pranzo, dalle 19 alle 4 di mattina, perché mi addormento regolarmente con la tv accesa per svegliarmi alle 3/4 e poi trascinarmi a letto.

Non saprei cosa farmene di un proiettore, mi durerebbe come un gatto in autostrada.

Tu parli di un sistema dedicato in una stanza dedicata.

Qui si parlava di tv per fare tutto, dal telegiornale ai film all'addormentarsi con il pad della Play in mano, il tutto nel divano della.zona giorno, tra un frigorifero, due quadri ed una libreria.

 

 

io visto che non ho la TV in soggiorno ma solo il video proiettore, mi sono preso un DLP a Led.

risolto completamente il problema della durata.

la casa madre ha dichiarato una durata di 18 anni facendolo funzionare per 5h al giorno

tradotto, circa 30.000 ore.

direi che  dura molto di piu di un pannello stardard di qualsiasi TV Led 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inoltre il cambio della lampada è semplice e non costa quanto il videoproiettore

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Aerozack ha scritto:

Inoltre il cambio della lampada è semplice e non costa quanto il videoproiettore

lampade ora se non originali, hanno un costo molto contenuto rispetto a quelle del passato.

 

ora sono indeciso se cambiare il mio sintoampli

la marantz fa delle belle offerte a cui difficile dire no :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, effe ha scritto:

La tv in zona giorno resta accesa, oltre alle due orette in pausa pranzo, dalle 19 alle 4 di mattina, perché mi addormento regolarmente con la tv accesa per svegliarmi alle 3/4 e poi trascinarmi a letto.

Non saprei cosa farmene di un proiettore, mi durerebbe come un gatto in autostrada.

Tu parli di un sistema dedicato in una stanza dedicata.

Qui si parlava di tv per fare tutto, dal telegiornale ai film all'addormentarsi con il pad della Play in mano, il tutto nel divano della.zona giorno, tra un frigorifero, due quadri ed una libreria.

 

Potresti anche attivare un timer che te lo spegne automaticamente, che so: alle 2:00?

Share this post


Link to post
Share on other sites

la tv tra l'altro si spegne dopo tre ore che non tocchi nulla nel telecomando ma evidentemente girandomi ci petto dentro e me la trovo quasi sempre accesa.

Mettere il timer ogni sera ho poca voglia.

Tornando al discorso, il proiettore non ha le caratteristiche giuste per l'utente medio, non solo per la durata della lampada ma anche per l'ambiente dedicato, l'illuminazione, il costo, i consumi.

Tra l'altro lasciando perdere i costosi OLED, che non mi interessano per motivi che, se avrete voglia, approfondiremo, con 1000 euro ti porti a casa una signora tv da 55/60 pollici.

Poi che avendo una stanza dedicata possa essere una soluzione interessante, una cosa da usare di tanto in tanto per godersi meglio, questo probabilmente si, un buon film, ci sta.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, effe ha scritto:

la tv tra l'altro si spegne dopo tre ore che non tocchi nulla nel telecomando ma evidentemente girandomi ci petto dentro e me la trovo quasi sempre accesa.

Mettere il timer ogni sera ho poca voglia.

Tornando al discorso, il proiettore non ha le caratteristiche giuste per l'utente medio, non solo per la durata della lampada ma anche per l'ambiente dedicato, l'illuminazione, il costo, i consumi.

Tra l'altro lasciando perdere i costosi OLED, che non mi interessano per motivi che, se avrete voglia, approfondiremo, con 1000 euro ti porti a casa una signora tv da 55/60 pollici.

Poi che avendo una stanza dedicata possa essere una soluzione interessante, una cosa da usare di tanto in tanto per godersi meglio, questo probabilmente si, un buon film, ci sta.

 

io effe, non ho la stanza dedicata. ho ricavato tutto in soggiorno.

ti farò vedere una foto.

non ho nessuna tv in casa ma solo questo video.

ti mostrerò la foto.

la praticità di collegare una tv è indubbiamente fuori discussione

ci mancherebbe 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considera che il cesso è l'unica stanza di casa dove non ho tv. Ma ci guardo iutub col telefono :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, effe ha scritto:

Considera che il cesso è l'unica stanza di casa dove non ho tv. Ma ci guardo iutub col telefono :asd:

youporn semmai:lol2:

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto The Irishman, capolavoro della madonna al livello di Goodfellas e Casinò, cast strepitoso, De Niro monumentale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo vedrò su Netflix, purtroppo essendo in settimana al cinema era complicato andarci 

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto Parasite ieri sera, gran bel film coreano, tragicomico e grottesco. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ieri sera sono andato a vedere Le Mans 66. un film godibile che vi consiglio per una serata leggera.

vi scrivo una recensione dettagliata.

il film è sostanzialmente la classica storia americana di due persone che riescono a ottenere un incredibile trionfo sconfiggendo sia le gli avversari esterni, l'imprendibile ferrari, che quelli interni, parte della dirigenza ford.

i punti forti del film sono la scorrevolezza, 2h30 che non si fanno sentire, e le ottime interpretazioni di damon e bale. per il resto è un film semplice, che non fa della sceneggiatura il suo forte, ma si sviluppa in modo piuttosto canonico.

a dirla tutta, il titolo anzi titoli sono abbastanza fuorvianti, infatti non solo la corsa de le mans si vede solo nell'ultima parte, ma se pensiamo al titolo originale del film, ford vs ferrari, onestamente sembra piazzato lì solo per attirare gli spettatori, sarebbe più opportuno chiamarlo "miles e shelby compiono il miracolo, con gli investimenti ford". la stessa ferrari è praticamente assente dal film.

per quanto riguarda la verosimiglianza, ovviamente bisogna partire dall'idea che è un film di grande intrattenimento, quindi non ci si può aspettare che i fatti siano ripresi in modo pari alla realtà, e infatti alcune scene sono volutamente calcate o inventate. da ignorante dei fatti, so cmq che iacocca non si recò di persona a trattare con ferrari, nè enzo era presente a le mans a bestemmiare sui meccanici. inoltre per quanto riguarda la ford, non solo si fa passare per miracoloso la costruzione e sviluppo dell'auto (lo facciamo in 90 giorni) mentre in realtà ci misero alcuni anni a produrre la vettura vincente, ma anche la produzione dell'auto in inghilterra viene a stento accennata una volta, il film è tutto sviluppo in america. una cosa che ho trovato piuttosto stereotipata è la resa degli avversari: non solo enzo ferrari è stato caricato molto, passando per un super burbero infamone per certi versi, ma lo stesso team di maranello che per tutto il film è fatto passare per imbattibile e leggendario, quando si arriva sulla pista viene mostrato come formato da meccanici molto "italiani" quindi un po' macchietta.

sotto l'aspetto della competizione, tutta la parte centrale del film si concentra sullo sviluppo dell'auto e si chiude con la prima gara a daytona. le gare successive come sebring non vengono accennate. si passa direttamente a le mans, sorvolando sul fatto che le ford arrivarono come favorite dopo molteplici successi. un aspetto che non mi è piaciuto particolarmente è che tutta la storia è concentrata esclusivamente sulle figure di miles e shelby, quindi l'impresa è solo di questi due uomini e tutti gli altri che hanno corso sono lasciati in secondo piano, come semplici nomi accennati una volta. di conseguenza la gara è vista solo dal lato di miles, con denny hulme (campione del mondo di f1 l'anno dopo mica pizza e fichi) a stento mostrato in mezza scena. stessa cosa per l'altra coppia mclaren-amon, mica due nomi da nulla, mai mostrati se non quando passano il traguardo. per quanto riguarda gli avversari, anche lì le due principali vetture ferrari sono mostrate come fossero state guidate solo da due piloti (bandini e scarfiotti), tra l'altro un po' caricature visto che passano per i bei piloti arroganti e sicuri di sè.

va detto che visivamente è un bel film e la resa in pista è stata davvero impeccabile, effetti speciali in spolvero e ricostruzioni molto fedeli e realistiche. un po' come rush, vediamo le tipiche scene da puro intrattenimento come piloti che si sfidano per chilometri sul rettilineo, appaiati e lanciandosi occhiate, e gli immancabili cambi di marcia e schiacciate di acceleratore continue, come se il pilota all'improvviso scoprisse di poter premere il pedale a fondo e trovasse potenza. ma ci sta, è intrattenimento.

ah miles come ho detto è reso molto bene da bale, certo sembra un novello alonso, pilota eccezionale ma soprattutto collaudatore dal talento immenso, capace immediatamente di capire quali sono i difetti dell'auto (a differenza degli altri).

in conclusione è un film che merita di essere visto, leggero e di puro intrattenimento per un appassionato di motorsport.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Puttanata che farà il paio con quell'altra perla cinematografica su Lauda e Hunt di qualche anno fa. Adesso mi aspetto il seguito sulla Le Mans 1967, con i cronometraggi saltati e la Ford che si ritrova magicamente in vantaggio di cinque giri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non bisogna essere così drastici, è un film da cinema per il grande pubblico non un documentario, che sia romanzato e in certe cose non realistico è insito nella natura del film. secondo me il film è piacevole se si va a vederlo per puro intrattenimento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rush non era così male secondo me, essendo in due protagonisti un inglese e un austriaco almeno ci evitarono la celebrazione del solito merdoso spirito pionieristico americano che mi sembra sia il vero motivo d'essere di Ford vs Ferrari, celebrazione che riesce sempre invariabimente a farmi vomitare e che raggiunge spesso livelli veramente abietti come in Cinderella Man dove per autoesaltarsi hanno pensato bene di trasformare l'avversario di Braddock, il tedesco Max Baer in una specie di nazista assassino.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

×