Jump to content
Sign in to follow this  
nelson4ever

Dakar 2008

Recommended Posts

Visto che sta per iniziare la famosa corsa euro africana sarebbe bello che qualcuno mettesse qui gli aggiornamenti delle tappe.

Nei giorni scorsi, parlando con amici, ci chiedevamo quanti soldi sono necessari per partecipare ad una dakar, chi riesce a darmi una risposta?

Chiaramente non vogliamo partecipare, ma se uno volesse, quale ? il budget base per partecipare?

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Alessio Piana
Visto che sta per iniziare la famosa corsa euro africana sarebbe bello che qualcuno mettesse qui gli aggiornamenti delle tappe.

Nei giorni scorsi, parlando con amici, ci chiedevamo quanti soldi sono necessari per partecipare ad una dakar, chi riesce a darmi una risposta?

Chiaramente non vogliamo partecipare, ma se uno volesse, quale ? il budget base per partecipare?

 

Moto, auto, camion, quad?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Visto che sta per iniziare la famosa corsa euro africana sarebbe bello che qualcuno mettesse qui gli aggiornamenti delle tappe.

Nei giorni scorsi, parlando con amici, ci chiedevamo quanti soldi sono necessari per partecipare ad una dakar, chi riesce a darmi una risposta?

Chiaramente non vogliamo partecipare, ma se uno volesse, quale ? il budget base per partecipare?

 

Moto, auto, camion, quad?

 

Chiederlo per tutte le categorie ? troppo?

Se ne devo scegliere una facciamo Camion.

Per budget intendo non solo la tassa di iscrizione ma anche i ricambi, carburante,gomme, spese o tasse mediche ecc ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Alessio Piana

Io so pi? o meno per una Dakar motociclista, per le altre classi lascio a chi ? pi? esperto di me

La cifra per una Dakar fatta discretamente, il che vuol dire tutto quello che hai elencato pi? un minimo di assistenza, eventuale assicurazione ed una moto di buon livello siamo sui 15-20 mila euro. Se sei un buon pilota con tutto questo puoi far 6? senza problemi.

Ovviamente si pu? scendere e di tanto per chi si fa tutto in casa oppure salire vertiginosamente per gli ufficiali KTM. Tra l'altro ho sentito due anni fa un responsabile KTM e mi ha detto che loro spendon di meno per una Dakar con 6 ufficiali, camion assistenza e tutto il lusso che ne consegue rispetto ad un impegno nella Costa Est del Supercross americano... Il che ? tutto dire.

Nelle auto per? so che adesso costa tutto molto caro. Avevo sentito cifre assurde per prendersi un VW Touareg (che tra l'altro non ti vendono)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo chiedere ad i ragazzi di radiobox se rifarete dei speciali sulla dakar quest'anno??

 

S?, anche quest'anno ci sar? la Dakar su Radio Box: in questi giorni ci sono degli speciali di avvicinamento e poi ogni giorno durante la gara gli aggiornamenti in diretta. Ti consiglio di seguire il palinsesto per saperne di pi? su orari ecc.

 

http://www.f1grandprix.it/radiobox/index.php?page_id=3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo chiedere ad i ragazzi di radiobox se rifarete dei speciali sulla dakar quest'anno??

 

S?, anche quest'anno ci sar? la Dakar su Radio Box: in questi giorni ci sono degli speciali di avvicinamento e poi ogni giorno durante la gara gli aggiornamenti in diretta. Ti consiglio di seguire il palinsesto per saperne di pi? su orari ecc.

 

http://www.f1grandprix.it/radiobox/index.php?page_id=3

Ah cavolo me li sono persi,per caso vengono ancora messi su podcast?

EDIT E' possibile scaricarli solo su itunes??(purtroppo in germania non posso "inscrivermi" al pacchetto radiobox,perch? non f? parte della lista sullo store tedesco...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lisbonne, vendredi 4 janvier 2008

A.S.O. annule l??dition 2008 du rallye Dakar

 

Apr?s diff?rents ?changes avec le gouvernement fran?ais ? en particulier le minist?re des affaires ?trang?res ?, et compte tenu de ses fermes recommandations, les organisateurs du Dakar ont pris la d?cision d?annuler l??dition 2008 du rallye, programm?e du 5 au 20 janvier prochains entre Lisbonne et la capitale s?n?galaise.

 

Compte tenu des actuelles tensions politiques internationales, de l?assassinat de quatre touristes fran?ais le 24 d?cembre dernier reli? ? une branche d?Al-Qa?da au Maghreb islamique, et surtout des menaces directes lanc?es contre la course par des mouvances terroristes, A.S.O. ne peut envisager aucune autre solution raisonnable que l?annulation de l??preuve sportive.

 

La responsabilit? premi?re d?A.S.O. est de garantir la s?curit? de tous : celle des populations des pays travers?s, des concurrents amateurs et professionnels, fran?ais comme ressortissants ?trangers, des personnels d?assistance technique, des journalistes, des partenaires et des collaborateurs du rallye. A.S.O. r?affirme ainsi que le choix de la s?curit? n?est pas, n?a jamais ?t? et ne sera jamais sujet ? compromis au sein du rallye Dakar.

 

A.S.O. condamne la menace terroriste qui an?antit une ann?e de travail, d?engagement et de passion pour tous les participants et les diff?rents acteurs du plus grand rallye-raid au monde. Consciente de l?immense frustration, particuli?rement vive au Portugal, au Maroc, en Mauritanie et au S?n?gal, comme chez tous ses fid?les partenaires, et au-del? de la d?ception g?n?rale et des lourdes cons?quences ?conomiques, en termes de retomb?es directes et indirectes, pour les pays travers?s, A.S.O. continuera de d?fendre les valeurs que v?hiculent les grands ?v?nements sportifs, comme elle poursuivra son engagement pour le d?veloppement durable ? travers les Actions Dakar, men?es depuis 5 ans en Afrique sub-saharienne avec SOS Sahel International.

 

Le Dakar est un symbole, et rien ne peut d?truire les symboles. L?annulation de l??dition 2008 ne remet pas en cause l?avenir du Dakar. Proposer, d?s 2009, une nouvelle aventure ? tous les passionn?s du rallye-raid est un d?fi qu?A.S.O. saura relever dans les mois qui viennent, fid?le ? son engagement et ? sa passion pour le sport.

 

 

 

Mi dispiace veramente... :( Questa corsa la seguivo gi? da bambino e mi ricordo le sfide mitiche tra Peugeot (e poi Citro?n) e Mitsubishi nell'auto (in particolare negli anni 92, 93 e 94) e e le sfide Yamaha, Cagiva, Gilera e poi Ktm nelle moto... Certo da quando se n'era andata la Citro?n, la corsa aveva perso un po del suo interesse, stessa cosa nelle moto, dove era rimasta solo la Ktm come casa ufficiale...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi non conoscesse il francese, l'ASO, organizzazione che gestisce la Dakar, ha deciso dopo forti pressioni da parte del governo francese di annullare la edizione 2008 della Dakar a causa della mancanza di sicurezza che i piloti e tutto il resto della carovana avrebbero dovuto avere per le tappe in Mauritania. Caso ha voluto che quest'anno la maggior parte delle speciali si corressero proprio sul territorio mauritano, dopo che era stato impedito dai gerriglieri locali l'attraversamento del Mali. L'organizzazione aveva cosi deciso di creare un percorso in Mauritania, proprio per evitare la regione maliana. Nei giorni scorsi le minacce ricevute dalle organizzazioni fondamentaliste locali, e il brutale assassinio di 4 francesi (di cui 2 bimbi) in Mauritania, avevano dato luogo a numerose polemiche. Da qui la decisione della ASO di annullare, prima volta nella storia della Dakar l'intera corsa.

 

Non volgio a stare a fare polemiche, n? tanto meno a dire da che parte mi schiero. Anche la Dakar perde con quelli che sono i problemi del nostro tempo. Di problemi con le popolazioni locali ce ne sono dall'inizio dell'avventura della Dakar, l'anno scorso, per esempio, erano state eliminate le tappe in Mali, proprio per prevenire il problema degli attentati. C'? da dire anceh che per? tutte queste minacce fino ad oggi non hanno mai portato a morti: gli unici due sono un motovivlista colpito da un proiettile vagante (poi mi spiegate cosa vuol dire "proeittile vagante" in mezzo ad un deserto) e un camion (mi perdonerete se non ricordo i nomi) saltato su una delle tante, troppe, mine sparse per il deserto.

Non sta a me commentare la scelta. Ma cos? ci hanno perso tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ? possibile... Una delle competizioni pi? celebri e belle non si corre per le minacce di quelle scimmie puzzolenti con la barba... Ormai questa schifosa feccia ha lanciato i suoi tentacoli ovunque... Ma che m***a!

 

Dipendesse da me il problema terrorismo sarebbe risolto da tempo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo esprimere giudizi ? estremamente difficoltoso. Bisognerebbe conoscere con precisione quali sono state le condizioni che hanno portato a questa decisione e pertanto non ci avventuriamo in tali territori. Se la minaccia per la sicurezza era seria allora la decisione ? sacrosanta per quanto faccia male (e tanto). Ma ? indubbio che la cancellazione della Dakar significa una vittoria del terrorismo che nessuno di noi avrebbe voluto. Per questo sport ? uno dei giorni pi? neri.

Su RaceGarage.it stiamo raccogliendo una serie di pareri a caldo, di gente che sicuramente ha pi? titolo di noi di commentare. Qui Giovanni Sala: http://www.racegarage.it/notizia.php?id_news=5685

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non ? possibile... Una delle competizioni pi? celebri e belle non si corre per le minacce di quelle scimmie puzzolenti con la barba... Ormai questa schifosa feccia ha lanciato i suoi tentacoli ovunque... Ma che m***a!

 

Dipendesse da me il problema terrorismo sarebbe risolto da tempo...

 

Mi sono ripromesso di non entrare in discorsi politici, ma davanti a castonerie del genere me lo spendo volentieri un warning. Talvolta sulla foga del momento si eccede. Qui il discorso dei talebani c'entra relativamente. L'ordine ? arrivato dalla Francia, dove, per connotazione politica caro il mio DavideHill siamo agli antipodi con i Taliban. Il governo della Mauritania ha fatto sapere di essere in grado benissimo di tenere la situazione sotto controllo. Detto da uno dei pochi paesi di carattere islamico estremamente moderato, avendo riconosciuto l'esistenza di Israele (scusate la piccola connotazione politica, ma era fondamentale).

 

Il tutto l'ha spiegato, come sempre, efficacemente, Giovanni Sala. E' riuscito, nell'intervista rilasciata a RaceGarage.it a non nominare una volta i temibili Taliban, senza per? portare disattenzione: parla in maniera generalizzata e giusta, direi di : "E' una fase di transizione, ci rendiamo conto che l'Africa ? piena di problemi di stabilit?, di nazioni che non riescono a trovare degli accordi".

Da quelle che sembravano voci di attentati in Mauritania, siamo passati a, secondo la direzione ASO; un problema attentati generalizzato su tutto l'intero percorso, anche in zone dove, come dici tu i Taliban hanno scarsissimo controllo. Il fatto ? che gli organizzatori si sono visti costretti a cancellarla. Di minacce pi? o meno veritiere, pi? o meno perciolose la Dakar ? piena, e non deriva tanto da integralismo isalmico (che ? apparso lo scrso anno in Mali), ma dal fatto che si corre in paesi per la maggior parte ex-francesi che, per le note vicende post indipendenza ce l'hanno a morte con gli ex colonizzatori. Al di l? di questo, non penso che una organizzazione come la Dakar , e dei paesi che attraversa (che nella Dakar nutrono grande sostentamento) non siano in grado di poter localizzare eventuali cellule terroristiche e tenerle lontane dai percorsi.

Da che mondo ? mondo la Dakar ? avventura, rischio, e da che mondo ? mondo non tutti sono felici che passi in mezzo a quei confini immaginari che ha l'Africa delle ex colonie. Se si accetta la Dakar si accetta anche questo. Che poi si chiamino Taliban o siano i guerriglieri del Mali o chissa cos'altro non ha importanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non ? possibile... Una delle competizioni pi? celebri e belle non si corre per le minacce di quelle scimmie puzzolenti con la barba... Ormai questa schifosa feccia ha lanciato i suoi tentacoli ovunque... Ma che m***a!

 

Dipendesse da me il problema terrorismo sarebbe risolto da tempo...

 

Mi sono ripromesso di non entrare in discorsi politici, ma davanti a castonerie del genere me lo spendo volentieri un warning. Talvolta sulla foga del momento si eccede. Qui il discorso dei talebani c'entra relativamente. L'ordine ? arrivato dalla Francia, dove, per connotazione politica caro il mio DavideHill siamo agli antipodi con i Taliban. Il governo della Mauritania ha fatto sapere di essere in grado benissimo di tenere la situazione sotto controllo. Detto da uno dei pochi paesi di carattere islamico estremamente moderato, avendo riconosciuto l'esistenza di Israele (scusate la piccola connotazione politica, ma era fondamentale).

 

Il tutto l'ha spiegato, come sempre, efficacemente, Giovanni Sala. E' riuscito, nell'intervista rilasciata a RaceGarage.it a non nominare una volta i temibili Taliban, senza per? portare disattenzione: parla in maniera generalizzata e giusta, direi di : "E' una fase di transizione, ci rendiamo conto che l'Africa ? piena di problemi di stabilit?, di nazioni che non riescono a trovare degli accordi".

Da quelle che sembravano voci di attentati in Mauritania, siamo passati a, secondo la direzione ASO; un problema attentati generalizzato su tutto l'intero percorso, anche in zone dove, come dici tu i Taliban hanno scarsissimo controllo. Il fatto ? che gli organizzatori si sono visti costretti a cancellarla. Di minacce pi? o meno veritiere, pi? o meno perciolose la Dakar ? piena, e non deriva tanto da integralismo isalmico (che ? apparso lo scrso anno in Mali), ma dal fatto che si corre in paesi per la maggior parte ex-francesi che, per le note vicende post indipendenza ce l'hanno a morte con gli ex colonizzatori. Al di l? di questo, non penso che una organizzazione come la Dakar , e dei paesi che attraversa (che nella Dakar nutrono grande sostentamento) non siano in grado di poter localizzare eventuali cellule terroristiche e tenerle lontane dai percorsi.

Da che mondo ? mondo la Dakar ? avventura, rischio, e da che mondo ? mondo non tutti sono felici che passi in mezzo a quei confini immaginari che ha l'Africa delle ex colonie. Se si accetta la Dakar si accetta anche questo. Che poi si chiamino Taliban o siano i guerriglieri del Mali o chissa cos'altro non ha importanza.

 

Hai ragione, e chiedo scusa... Come hai detto tu stesso, nella foga del momento si possono scrivere anche cose spiacevoli... Il fatto ? che mi rode parecchio il c**lo sapere che una delle corse motoristiche pi? affascinanti, certamentela pi? difficile, sia stata annullata... Certo, ? meglio che sia andata cos? piuttosto che mettere i concorrenti in pericolo, rendendoli bersaglio facilissimo per i guerriglieri... I fatti politici che hai spiegato sono un motivo pi? che plausibile per cancellare la Dakar e accetto comunque questa decisione... Solo che mi da enorme fastidio dover darla vinta (ancora una volta) a quei terroristi, del cui comportamento, comunque, siamo responsabili anche noi paesi "civilizzati"...

Nonostante questo, comunque, il mio pensiero su costoro resta tale. Warning o non warning... Speriamo che la cancellazione sia solo per quest'anno... Anche se, credo, la Dakar in Africa non la vedremo pi?...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×