Jump to content
Sign in to follow this  
luke36

Ronnie Peterson

Recommended Posts

anche secondo me ? stata una morte assurda..cio?, si era fatto relativamente poco, comunque era cosciente, parlava..a vederlo entrare in ospedale cosi mica pensi che poi vada a finire in quel modo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

Luke, grazie per questi bellissimi topic "leggermente" diversi da altri.

Io sapevo, ma ? una cosa che puoi confermare tu che sei un medico, che Peterson mor? perch? cercarono in tutti i modi di curarlo evitando di amputargli una gamba per salvargli la carriera, non so se sia vero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luke, grazie per questi bellissimi topic "leggermente" diversi da altri.

Io sapevo, ma ? una cosa che puoi confermare tu che sei un medico, che Peterson mor? perch? cercarono in tutti i modi di curarlo evitando di amputargli una gamba per salvargli la carriera, non so se sia vero

 

 

Sul link che ho postato ? descritto tutto minuziosamente. Per farla breve Ronnie aveva una frattura scomposta del femore dx e due alla tibia e perone dx e qualche frattura al piede dx. Tuttavia nulla di che. Praticamente i medici italiani dissero che le fratture non ponevano il pz in pericolo di vita, assolutamente ! Tanto che dissero che in 3 mesi sarebbe ritornato a correre. L'unico dubbio era la sensibilit? del piede dx. Non sapevano se sarebbe rimasta intatta ma lo avrebbero saputo soltanto dopo l'intervento. Peterson era una leggenda in Svezia. Gli ortopedici di primo livello svedesi dissero, senza mezzi termini, che ridurre tutte le fratture in sole 2 ore e mezza fu un'azzardo ! Si poneva Ronnie a rischio di embolia. Infatti la cosa migliore era operare Ronnie in pi? sedute operatorie e senza fretta, dato che Ronnie era vivo e vegeto e non in pericolo di vita per complicanze vascolari da frattura o anemizzazione acuta. Insomma, Ronnie non era in pericolo !

 

La gamba non sarebbe mai stata amputata perch? non era stato danneggiato il sistema arterioso e le fratture, vista anche alle radiografie, non erano affatto gravissime !!!

 

Posso dire che il trattamento che ricevette Ronnie fu molto ma molto discutibile !

 

Pensa che Ronnie, prima di entrare in sala fece una battuta dicendo che avrebbe voluto esssere al Watkins Glen - 1? ottobre 1978

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo abbiamo perso "Faster" proprio per un trattamento non proprio perfetto ricevuto al Niguarda.

Ricordo che il pilota in condizioni critiche era Brambilla, era per lui che si temeva il peggio. Poi, sappiamo tutti com'? andata.

 

Questo ? il video originale della canzone che gli dedic? George Harrison l'anno successivo.

http://www.youtube.com/watch?v=ztN17bZ4-wg

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello che hai detto luke mi mette i brividi,? incredibile che sia morto da una situazione che era sottocontrollo

Share this post


Link to post
Share on other sites
quello che hai detto luke mi mette i brividi,? incredibile che sia morto da una situazione che era sottocontrollo

 

Gi? ! Avresti mai pensato che uno che saluta il pubblico prima di entrare in ambulanza e che ? vigile e assolutamente lucido, possa morire per fratture ad una gamba ? Per me ASSURDO solo pensarci !

 

rp_omlindad_2.jpg

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella messa in atto contro Patrese ? stata, secondo me, una delle azioni pi? odiose promosse da piloti. Furono in particolar modo i "senatori" Lauda, Fittipaldi ed Hunt a chedere alla GPDA di sospendere il padovano per la gara del Glen, indicandolo come il responsabile dell'incidente e, di conseguenza, della morte di Ronnie.

Le numerose immagini di quel triste evento dimostrarono l'innocenza di Patrese che fu anche assolto, al pari dello starter Restelli, dall'accusa di omicidio colposo.

Pi? avanti Hunt ammise di essere stato proprio lui a toccare Peterson e ad innescare la carambola.

 

Quel giorno Ronnie usc? di pista nel warm-up danneggiando la sua 79. Per la gara si appront? la vecchia 78 sulla quale venne montato il motore usato nel warm-up. Al termine del giro di formazione Ronnie rientr? ai box perch? il motore non girava bene, forse a causa della polvere raccolta nell'uscita del mattino ma Chapman lo risped? sulla griglia. Al momento del via Peterson, di solito velocissimo alla partenza, si "piant?", forse sempre a causa dei problemi di motore denunciati, creando un ostacolo da evitare per gli altri. Per questo Patrese si allarg? oltre la linea bianca per poi rientrare prima dell'imbuto della Variante Goodyear. Hunt, istintivamente, si spost? verso sinistra senza accorgersi della presenza di Peterson e lo colp? sulla fiancata facendolo intraversare e mandandolo a picchiare frontalmente contro il rail dalla parte opposta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui le foto dei protagonisti del dopo tragedia.

 

ricardo-patrese_gianni-restelli.jpg

 

olycksforlopp.jpg

 

 

Il funerale fu molto toccante per la Svezia intera. Forse noi non ci siamo resi conto di quanto popolare fosse Peterson in Svezia.

 

Riconosciamo alcuni piloti nella foto sotto. Lauda, Hunt, Watson, Fittipaldi e Schekter.

 

ur_ur_kyrkan.jpg

 

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'embolia grassosa ? un rischio elevatissimo in caso di fratture degli arti inferiori e di chiururgia ortopedica in generale, cos? come le infezioni, tanto che in era preantibiotica non si esitava troppo ad amputare gli arti in caso di lesioni osse contaminabili. Infatti le sale operatorie ortopediche richiedono un'attenzione severissima. ,?

Per ridurre al minimo il rischio di embolia ci sono sistemi anche meccanici, come il filtro cavale, che per? credo venga applicato solo in caso di controindicazioni nella terapia anticoagulante, ma non ne sono sicuro

 

Difficile dire se siano stati fatti degli errori gravi. L'inchiesta non mi pare che le abbia riscontrate ma sinceramente non ho pi? seguito la questione e faccio ammenda in caso contrario. Credo per? che sia azzardato pronunciarsi senza neppure avere tra le mani la cartella clinica. Non sappiamo, per esempio, se effettivamente tutte le fratture fossero state ridotte effettivamente in una sola seduta

Per quel che so io le lesioni erano ben pi? gravi di quelle elencate da Luke ( 7 fratture al collo del femore dx, frattura della rotula dx, terzo inferiore dx, tallone e alluce e frattura esposta della gamba sinistra, non so a quale livello e altre lesioni di minore entit?) e poco conta che Peterson fosse cosciente cos? come sappiamo che il pericolo di embolia si prolunga per un certo tempo nel decorso post operatorio.

Le accuse giunte dalla Svezia presentano poi aspetti falsi e pretestuosi quasi di "ritualit? antilatina". Si disse addirittura che i soccorsi erano arrivati tardi, una polemica ridicola e assurda. Tutti ormai conosciamo l'efficienza della CEA (presa in seguito a modello in tutto il mondo) che nell'occasione estrasse Peterson dalle fiamme in 9" e in 27" aveva domato l'incendio. Se questo significa essere impreparati...

Un medico (jean Pierre Varolo) afferm?: "Una grande equipe ha eseguito l'intervento ad entrambe le gambe ma nessuno aveva previsto che entrambi i polmoni potessero risultare cos? lesionati dai vapori di benzina...hanno sbagliato diagnosi e terapia...l'intervento era stato troppo dispendioso per il suo fisico"

In realt? l'autopsia riveler? che la morte era sopraggiunta per embolia grassosa e non c'entravano le esalazioni di benzina, cos? come da testimonianze, le condizioni di Peterson non risultavano cos? defedate da non consentire un intervento chiururgico.

 

Dico questo non per scagionare i medici del Niguarda (non ne avrei gli elementi) ma per mettere in guardia da una certa faciloneria, come dimostra la messa in scena del processo sommario a Riccardo Patrese ricordato da Gio

 

 

Per ritornare ai ricordi automobilistici, io avevo assistito alle prove ed abbi anche modo di vedere Peterson in azione con quella vecchia Lotus 78 che gli sarebbe stata fatale, avendo rotto il motore della sua 79 Era evidente la difficolt? nel tenere il passo delle altre monoposto, anche di quelle non ad effetto suolo.?

Si lament? molto con la squadra, sospettando una "punizione" per essere ormai della McLaren per il 1979. Lo stesso peraltro faceva Reutemann con la Ferrari, al punto che si disse che il motore rotto il venerd? da Villeneuve fosse invece destinato all'argentino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posto un duello che ricorda un p? quello di Digione. Qui i protagonisti sono Peterson e Depailler. Notevole.

 

 

 

Circa le fratture posto la descrizione e refertazione delle radiografie:

 

Eight fractures on the right leg

One fracture over the ancle - the bone is straight ( a common injury among traffic victims and skiers)

One slanted fracture below the knee (a crack in the shank), not too difficult an operation.

Right femur severly damaged, must be nailed together, relatively simple though.

 

Four fractures in the right foot

Severely damaged, at least four, heel crushed, bones are tattered.

Achilles tendon's hold torn off.

 

Fracture on left fibula.

fibula is off

 

Burns on left hand and arm towards shoulder.

 

 

Descrizione avvalorata dalle radiografie ben visibili nel sito ufficiale.

 

rp_rontgenbilder1.jpg

 

rp_rontgenbilder2.jpg

 

Il filtro cavale viene utilizzato nei processi emboligeni tipo fratture di ossa lunghe, trombosi venosa profonda e/o predisposizione a formare emboli. Ovviamente un filtro cavale avrebbe salvato Ronnie. Peccato che all'epoca non fossero ancora stati inventati e che il loro posizionamento avviene con metodiche all'epoca sconosciute.

 

In realt? l'autopsia riveler? che la morte era sopraggiunta per embolia grassosa e non c'entravano le esalazioni di benzina, cos? come da testimonianze, le condizioni di Peterson non risultavano cos? defedate da non consentire un intervento chiururgico.

 

L'embolia sopraggiunse a causa dell'intervento. Con cos? tante fratture, avrebbero dovuto trattare solo la pi?/le pi? a rischio e solo in un secondo tempo, trattare le altre. Operare su pi? fratture espone a maggiori probabilit? di embolie. Qui gli ortopedici del Niguarda hanno forse peccato di negligenza.

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Quella messa in atto contro Patrese ? stata, secondo me, una delle azioni pi? odiose promosse da piloti. Furono in particolar modo i "senatori" Lauda, Fittipaldi ed Hunt a chedere alla GPDA di sospendere il padovano per la gara del Glen, indicandolo come il responsabile dell'incidente e, di conseguenza, della morte di Ronnie.

Le numerose immagini di quel triste evento dimostrarono l'innocenza di Patrese che fu anche assolto, al pari dello starter Restelli, dall'accusa di omicidio colposo.

Pi? avanti Hunt ammise di essere stato proprio lui a toccare Peterson e ad innescare la carambola.

 

Patrese quell'anno aveva provocato altri 3 incidenti minori e per la sua giovane et? era ovvio che fosse considerato come una sorta di "testa calda " e visto di malocchio dai piloti pi? esperti , i cosiddetti senatori . Abbastanza logico che la colpa per quanto accaduto dovesse essere sua , grazie al fatto che Hunt invece era un membro del GPDA . Pazienza , quello stronzo ? morto .

 

Schekter e Andretti invece furono pi? solidali in privato nei confronti del padovano , e di questo lui non ne fa mistero .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peterson ? stato un grandissimo pilota che io ho potuto vedere in quegli anni fantastici. Credo che dopo Moss sia stato il pi? grande pilota a non aver vintio un mondiale. Aveva per? il difetto di peccare nella capacit? di messa a punto della vettura.

Nella foto del funerale postata dall'amico luke si vede anche Gunnar Nilsson -il ragazzo senza capelli-, che morir? dopo appena un mese di leucemia.

Il duello con Depailler ? stato, a mio avviso e ad avviso di tutti i commentatori non italiani, il momento pi? epico di quelli documentati dalla TV, pi? del duello Arnoux-Villeneuve. Lottavano per il primo posto all'ultimo giro e fanno una serie di curve senza toccarsi! (anche Depailler era un grandissimo pilota)

Dopo la morte di Peterson Nina Rindt rilanci? le accuse ai medici del Niguarda dicendo che anche nel caso di Jochen furono colpevoli (in realt? Rindt era in condizioni ultradisperate dopo l'incidente)

Barbro Peterson in pratica non si riprese pi? dopo l'incidente anche se annni dopo ebbe una storia con John Watson e termin? trgicamente la sua vita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
In realt? l'autopsia riveler? che la morte era sopraggiunta per embolia grassosa e non c'entravano le esalazioni di benzina, cos? come da testimonianze, le condizioni di Peterson non risultavano cos? defedate da non consentire un intervento chiururgico.

 

L'embolia sopraggiunse a causa dell'intervento. Con cos? tante fratture, avrebbero dovuto trattare solo la pi?/le pi? a rischio e solo in un secondo tempo, trattare le altre. Operare su pi? fratture espone a maggiori probabilit? di embolie. Qui gli ortopedici del Niguarda hanno forse peccato di negligenza.

La mia chiosa era solo per rimarcare come molte accuse (ne divamparono a iosa e in ogni direzione) erano in realt? pretestuose. Alcuni medici appunto criticarono l'intervento non per il rischio di embolia ma per altri motivi

Mi lascia piuttosto perplesso il referto radiologico. Fin dal primo momenti si parl? di fratture ad entrambi gli arti, anche se quelle preoccupanti erano all'arto destro. Questo cmq non cambia la sostanza dei fatti. PS ah scusa mi era sfuggito il perone :Fracture on left fibula.

fibula is off

 

 

Io ho fatto l'esame di ortopedia ormai da generazioni :P ma non ricordo di aver mai sentito che ci sia una correlazione diretta tra l' embolia adiposa e i tempi nella riduzione delle fratture. Anzi, nel caso di ossa lunghe ho sempre sentito dire che la corretta profilassi suggerisce interventi rapidi, ovviamente mantenendo l'adeguato volume plasmatico. Ma sono abbastanza ignorante in materia e poi sto andando OT: gli appassionati del grande Ronnie mi insulteranno a ragione :lol: !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Che impressione cmq vedere Nillson che fa uno sforzo immane per partecipare al funerale , ridotto com'era . Pesava 47 kg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che impressione cmq vedere Nillson che fa uno sforzo immane per partecipare al funerale , ridotto com'era . Pesava 47 kg

 

 

Hai ragione ! Che sfiga ! Cancro ai testicoli a 30 anni ! Nel pieno della sua carriera !

 

Con il suo amico Ronnie.

 

Gunnar e Ronnie

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ha invitato Luke, alcuni miei frammentari ricordi:

 

In F2 ? Peterson il fuoriclasse, Lauda l'onesto artigiano. Anche se la storia detter? un copione diverso, nessuno avrai mai dubbi sulla classe dello svedese e in molti continueranno a ritenere valida quelle vecchia gerarchia

 

Ironia della sorte, lui, pilota veloce, "d'attacco" come pochi nella storia, ottenne la sua prima sospirata vittoria in "contropiede", approfittando della sportellata tra Scheckter e Fittipaldi.

 

A Montecarlo 1974 il suo Gp da leggenda. Precipitato all'11? posto dopo un testacoda, rimonta e vince. Cosa direbbe Fiorio sui circuiti-che-non consentono-i-sorpassi?

 

Il 1974 ? anche l'anno della delusione. Partito come il grande favorito dovr? "accontentarsi" di vincere tre GP, tanti quanto il campione del mondo Fittipaldi e pi? di tutti gli altri. La 72 ormai ha il fiatone ma lui no.

 

Il rimpianto. Quello dei ferraristi che possono lustrarsi gli occhi con Peterson solo sulla 312P, campione del mondo marche 1972. Dopo Stewart, un altro sogno mai realizzato in F1.

 

se vi fosse sfuggito il filmato, ecco la sua voce on board sulla March 721... sembrerebbe senza elettronica :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

n F2 ? Peterson il fuoriclasse, Lauda l'onesto artigiano. Anche se la storia detter? un copione diverso, nessuno avrai mai dubbi sulla classe dello svedese e in molti continueranno a ritenere valida quelle vecchia gerarchia

 

In effetti Lauda costru? la sua velocit? e la sua metodicit? con il lavoro e la determinazione , pi? che con il talento naturale .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peterson si esprimeva al massimo quando aveva qualcuno che testava la macchina e la sapeva mettere a punto, poi ci metteva il suo talento.

Era un grande alla guida, un'attaccante nato, un'istintivo, ma gli mancava la base del pilota, la conoscenza del mezzo e le sue reazioni...cosa che avevano Lauda e Andretti al loro tempo, infatti Andretti non ? che fosse velocissimo, ma era furbo e sapeva come gestire il mezzo e la sua messa a punto.

Certo che a volte il destino ? proprio beffardo, sopravvivi ad un'incidente simile, sei uscito vivo da una macchina distrutta e in fiamme e muori per una puttanata (concedetemi il termine) quando ormai pensi di essere al sicuro all'ospedale.

Penso non sarebbe mai diventato campione del mondo, la McLaren del 1979 era un progetto vecchio ormai in declino, per? ci avrebbe regalato altre gare all'attacco, come solo lui sapeva fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato questo filmato, un p? crudo. Si vedono tante cose: Regazzoni mandare a quel paese Ecclestone, Chapman, Andretti, Lauda e Elio, le cui parole appaiono cos? strane alla luce di quanto successe a lui qualche anno pi? tardi.

 

Monza 1978 - Presa diretta

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×