Jump to content
M?R?L?0N

Raikkonen CAMPIONE DEL MONDO DI F1 2007

Recommended Posts

Giusto, Iceman.

 

Gente come Rindt, Rosberg e Mansell, piloti cosiddetti "di cuore", non veniva considerata affatto capace di mettere a punto una vettura e di farla evolvere nello sviluppo. I tecnici che lavorarono con loro sono sempre stati espliciti in questo.

 

Eppure, nelle giuste circostanze, hanno vinto un titolo mondiale.

 

Ce ne fossero oggi, di piloti eccezionali come quelli... E non parlo solo dello stile di guida, ma anche del carisma personale.

 

Forse, il fatto che oggi si entra in F1 giovanissimi, oltre che "ammaestrati" da mille team manager e PR, provoca questa mancanza di personalit? propria....

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esattamente quello che intendevo dire prima, se non la si ? vissuta quell'epoca o perlomeno non ci si ? documentati seriamente sono cose che non si possono capire. Molti fanno i professori con le statistiche di wikipedia, ma queste cose dalle tabelle dei risultati non compaiono.

 

quando si parla di Mansell le statistiche possono andarsi a benedire :hihi:

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giusto, Iceman.

 

Gente come Rindt, Rosberg e Mansell, piloti cosiddetti "di cuore", non veniva considerata affatto capace di mettere a punto una vettura e di farla evolvere nello sviluppo. I tecnici che lavorarono con loro sono sempre stati espliciti in questo.

 

Eppure, nelle giuste circostanze, hanno vinto un titolo mondiale.

 

Ce ne fossero oggi, di piloti eccezionali come quelli... E non parlo solo dello stile di guida, ma anche del carisma personale.

 

Forse, il fatto che oggi si entra in F1 giovanissimi, oltre che "ammaestrati" da mille team manager e PR, provoca questa mancanza di personalit? propria....

se non ricordo male Mansell non era nemmeno in grado di farsi un setup, o quantomeno di capirne poco, saliva sulla vettura e partiva.

Edited by Finnish

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me, ci siamo tutti un p? troppo abituati "male" con l'affermazione di Schumacher negli ultimi 15 anni, e con i numeri statistici da lui raggiunti.

Fino a 15 anni fa, ottenere in 9 stagioni un bottino come quello di Kimi, 17 vittorie e 1 Campionato Mondiale, era una cosa grandissima, anche perch? erano appena finiti gli anni in cui molto spesso ci si faceva molto male con questo sport.

Guardiamo anche altri piloti iridati: Hakkinen ha vinto 2 titoli e 20 Gran Premi, Hill 1 titolo con 22 vittorie, Villeneuve 1 titolo e 11 vittorie, Alonso mi sembra sia a quota 21 vittorie (e 2 titoli).

 

Insomma, in un decennio scarso, ottenere risultati cos? era un ottimo bottino.

 

Ma il periodo 2000-2004 di Schumacher in Ferrari ha capovolto ogni termine di paragone. Dopo cinque anni di continui tentativi (ma anche di una continua riorganizzazione di squadra partita nel '93 con Jean Todt), la Ferrari ? diventata un meccanismo perfettamente messo a punto, pulito e oliato, che ha permesso a un talento come Schumacher di ottenere numeri che chiss? quando verrano insidiati.

 

Va anche detto che non si era mai vista un'unione che durava 11 anni tra pilota e squadra. Con tutto ci? che comporta.

 

Oggi quindi sembra quasi una cosa "dovuta" vincere una ventina di GP quando guidi per una squadra blasonata come McLaren e Ferrari.

 

Una delle cose positive del ritiro nel 2006 di Schumacher, secondo me, era proprio il fatto che avremmo avuto gente nuova che non avrebbe dovuto pi? confrontarsi con numeri tipo "7 titoli mondiali e 91 vittorie", perch? erano numeri quasi irripetibili, e questa gente avrebbe potuto costruirsi la propria carriera e notoriet? tornando a numeri pi? "umani".

 

Ma spesso inconsapevolmente noi continuavamo a tenere in mente il paragone con Schumacher, e questo deformava un p? i giudizi.

Sono d'accordo con quello che dici Sun, per? quello che a me (e probabilmente a molti ferraristi che la pensano come me) "ha fatto male" non ? che Kimi abbia perso il mondiale 2008: se avesse perso lottando fino all'ultimo come un leone, come ha fatto Massa, nessuno lo criticherebbe come fa adesso; il problema ? che Raikkonen l'anno scorso dopo 4 gare non ? pi? esistito e non ha mai dato l'impressione di metterci veramente il cuore per risolvere i problemi.

 

Quindi ? inevitabile provare pi? simpatia per un pilota che, sulla carta inferiore, si impegna al massimo ed alla fine riesce a raggiungere determinati risultati piuttosto che ad uno che magari i risultati li raggiungerebbe pi? facilmente ma che non si impegna quasi per nulla...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esatto, Kimi ha dimostrato di essere veramente bravo, ? un campione del mondo non dimenticatelo, pochi riescono a diventarlo, Massa per ora ? meno bravo di Kimi.

Molti osannano Mansell che aveva molto cuore, in 15 anni ha portato dietro 31 vittorie e un titolo, Kimi in fatto di bravura non ? inferiore, certo magari entusiasma meno,ma allora non parliamo pi? di bravura...anche Prost non entusiasmava ma non era un campione era un grandissimo fuoriclasse...oppure Ales? entusiasmava ma era un brocco aveva cuore ma non testa...

Kimi poteva avere in tasca pi? titoli come mansell, Ales? neanche uno, Massa uno ? questa la differenza tra i bravi piloti, e i piloti comuni e i fuoriclesse come Senna, Schumacher, Prost

 

Stai parlando di qualche kartista francese? Perch? non conosco nessun Ales?...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh per giustificare quello che ha scritto deve per forza parlare di un altro.. magari uno che ha debuttato sui kart, ha fatto 39 testacoda in un giro e non l'ha pi? vista una pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per essere dei campioni bisogna avere cuore ma soprattutto testa. Forghieri disse, ad esempio, che Villeneuve padre aveva mille volte il talento del figlio, ma Villeneuve figlio aveva mille volte la testa del padre.

 

L'esempio ce l'abbiamo recente: nel 2007 Hamilton perch? ha perso il titolo? Perch? ha perso la testa! Eppure a livello di talento non aveva e non ha niente da invidiare a Raikkonen, anzi.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beh, di primo acchito mi sovviene il Lauda 1985: il suo compagno Prost vinse il titolo con quella stessa McLaren, la macchina complessivamente migliore, vincendo ben 5 GP, mentre Niki, fino all'unico acuto in Olanda, era letteralmente sparito.

 

A confronto, il Kimi 2008 ? un grandissimo.

 

Lauda era a fine carriera, aveva 36 anni e aveva passato quello che aveva passato... non si pu? fare il paragone con un pilota di 29 anni che ? all'apice della forma fisica e della carriera... nessuno ha fatto pena come Kimi, con una macchina da mondiale, alla sua et

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lauda era a fine carriera, aveva 36 anni e aveva passato quello che aveva passato... non si pu? fare il paragone con un pilota di 29 anni che ? all'apice della forma fisica e della carriera... nessuno ha fatto pena come Kimi, con una macchina da mondiale, alla sua et?.

 

*

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per essere dei campioni bisogna avere cuore ma soprattutto testa. Forghieri disse, ad esempio, che Villeneuve padre aveva mille volte il talento del figlio, ma Villeneuve figlio aveva mille volte la testa del padre.

u capacchion :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto.

 

Faccio solo notare che stando a questa analisi, Raikkonen ha surclassato Massa solo quando il brasiliano ha corso in modalit? maggiordomo, ovvero da Monza a Interlagos '07, e nelle prime 4 gare del 2008.

Un p? poco per giustificare la presunta superiorit? del finnico. Poi se Massa ? davvero cos? scarso dovrebbe far riflettere ancora di pi? su quanto non sia cos? fenomenale un Raikkonen che le ha prese in 2 stagioni su 3.

Modalit? maggiordomo mi sembra un tantino esagerato, soprattutto detto da una persona che ha visto cosa fanno i veri maggiordomi. A me nella seconda parte del 2007 mi sembra di aver visto un Raikkonen con cui Massa semplicemente non poteva competere se non in Brasile. Poi ? iniziata la fase discendente e pace, i punti interrogativi sono tanti e difficili da affrontare.

Riprendendo comunque i discorsi degli scorsi giorni dico che questo ultimo anno e mezzo ha visto prevalere Massa su Raikkonen, ma ? inutile fare finta che i due abbiano lo stesso talento. A fine carriera si ricorderanno molte pi? "imprese" di Kimi che di Massa, di questo sono sicuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti ho gi? specificato che Raikkonen ? quello con pi? talento in pista (almeno fino a Valencia :hihi:) ma ci? non basta a fare di lui un campione. Pure Mansell e Alesi avevano talento, ma anche molti limiti.

Massa non avr? il talento di Raikkonen, ma ha 100 volte la sua determinazione e voglia di vincere, il che a volte basta e avanza per fare la differenza, specialmente in una F1 in cui il talento conta molto meno che in passato.

 

Detto questo, ci sono le dichiarazioni Ferrari, Massa ha corso per far da scudiero a Kimi in tutte le restanti gare, con lo stesso ragionamento all'inverso si potrebbe dire che quando ha deciso di andar forte e aveva grosse motivazioni (in Brasile) gli ? stato davanti. Nelle restanti gare ha fatto il suo dovere, tranne in Cina dove non ? mai andato forte.

Un Massa ancora in lotta per il mondiale sicuramente avrebbe affrontato quelle gare in maniera molto diversa, magari avrebbe cappellato, sicuramente non avrebbe fatto il compitino come ha fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Infatti ho gi? specificato che Raikkonen ? quello con pi? talento in pista (almeno fino a Valencia :hihi: )

 

Su questo potremmo discutere, ma meglio di no o i Finn-boys vengono a dare fuoco alla mia casa :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Infatti ho gi? specificato che Raikkonen ? quello con pi? talento in pista (almeno fino a Valencia :hihi:) ma ci? non basta a fare di lui un campione. Pure Mansell e Alesi avevano talento, ma anche molti limiti.

Massa non avr? il talento di Raikkonen, ma ha 100 volte la sua determinazione e voglia di vincere, il che a volte basta e avanza per fare la differenza, specialmente in una F1 in cui il talento conta molto meno che in passato.

 

Detto questo, ci sono le dichiarazioni Ferrari, Massa ha corso per far da scudiero a Kimi in tutte le restanti gare, con lo stesso ragionamento all'inverso si potrebbe dire che quando ha deciso di andar forte e aveva grosse motivazioni (in Brasile) gli ? stato davanti. Nelle restanti gare ha fatto il suo dovere, tranne in Cina dove non ? mai andato forte.

Un Massa ancora in lotta per il mondiale sicuramente avrebbe affrontato quelle gare in maniera molto diversa, magari avrebbe cappellato, sicuramente non avrebbe fatto il compitino come ha fatto.

E' troppo facile per? basarsi sulle sensazioni. Nel 2008 i due erano alla pari, ma nelle prime 2 gare Massa ha buttato almeno 15 punti per cappelle proprie, segno che non ? cos? scontato che correndo alla pari avrebbe prevalso il brasiliano. Io comunque queste dichiarazioni di un Massa scudiero non l'ho nemmeno lette ad essere onesto, e a vedere le gare infatti non ne sarei sicuro: in Cina, a Spa ed in Giappone non c'? stata storia, solo in Brasile Massa sembrava un po' pi? veloce ma sarebbe comunque sbagliato darlo per scontato visto che quello, una volta messi primo e secondo, era un GP in cui non si doveva che aspettare la fine, e come dicono i tempi, Massa non ? andato certo a spasso in quel GP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non nutro dubbi sulla superiorit? di massa a interlagos. ? il suo circuito

Share this post


Link to post
Share on other sites
Su questo potremmo discutere, ma meglio di no o i Finn-boys vengono a dare fuoco alla mia casa :hihi:

I finn-boys, come li chiami tu, non ti faranno niente tranquillo, comunque sulla questione talento ho detto che lo vedo superiore a Massa, sul confronto con Alonso e Hamilton sarebbe difficile trovare buone motivazioni per far prevalere l'uno o l'altro. Infatti ho sempre considerato fenomeni tutti e 3 questi baldi giovini, un gradino sopra a Massa e poi tutti gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Melbourne 2008 qualunque cappella abbia fatto non ne sarebbe uscito vivo, come Raikkonen, per cui non ha perso alcun punto. Ne ha persi 8 in Malesia e stop.

 

Neanche Kimi l'anno scorso ha mai dichiarato "far? il maggiordomo", ma l'ha fatto, anche perch? non si potrebbe fare in teoria da Zeltweg 2002, per cui ? normale che non ci siano dichiarazioni esplicite, ma una volta che dice "non ho speranze per il mondiale, dar? il massimo per la squadra, ecc.." (dopo Monza '07 se non erro) non c'? molto da interpretare, basta leggere fra le righe.

A Spa ? rimasto dietro senza mai affondare, nessuno pu? dire se ne avesse o meno, dal GPV per? sembra che ne avesse almeno quanto Kimi.

Il Fuji inutile contarlo visto il cataclisma che c'? stato, tra vaccate Ferrari, DT ecc... tra l'altro anche l? sotto l'acqua il GPV era leggermente migliore di quello di Kimi. Ovviamente non vuol dire nulla, ci vuole costanza di tempi, non commettere errori ecc.. per?, viste anche le condizioni al Fuji ? un dato non da poco. Kimi in molte gare del 2008 dormiva e si svegliava alla fine, dimostrando che forse mettendoci qualcosa in pi? dall'inizio avrebbe potuto fare molto meglio...

In Cina ? andato male, ma non ? una novit?, ? sempre andato male l? Felipe, anche l'anno scorso.

Sul Brasile c'? poco da discutere, mi sembra abbastanza evidente ci? che ? successo.

Edited by Magico_Schumi

Share this post


Link to post
Share on other sites

×