Jump to content
Sign in to follow this  
ickx70

Eugenio Castellotti

Recommended Posts

Il 14 marzo del 1957, 50 anni fa, muore tragicamente Eugenio Castellotti in una prova sulla Ferrari di f1 a Modena. era una grande promessa dell'automobilismo italiano che vedeva in lui, e Musso, il possibile erede di Ascari. Ascari era morto due anni prima proprio provando la macchina di Castellotti. In quegli anni Ferrari vide morire tragicamente tanti suoi piloti, tanto da segnare indelebilmente la vita del Drake. Penso sia doveroso ricordare questo triste anniversario, anche se credo che nessuno di noi che frequenta il forum (persino io :rolleyes: ) possa averne dei ricordi personali

Share this post


Link to post
Share on other sites

fu castellotti a mettere ascari su una ferrari. in seguito Ciccio lo impose alla guida della Ferrari, per sdebitarsi del favore. I due erano amici intimi

Share this post


Link to post
Share on other sites

So che scrivo cose tristi, ma ? per far capire quanto ? importante la ricerca della sicurezza. Purtroppo ci sono voluti decenni per trovare un'accettabile condizione di sicurezza sulle piste. In quegli anni sono morti su Ferrari: Ascari, De Portago, Collins, Castellotti, Musso, Von Trips, a cui si devono aggiungere altre due dolorosissime scomparse per Enzo Ferrari, quella di Hawthorn e quella di Ricardo Rodriguez, che era pur sempre un pilota Ferrari e, a 21 anni, era considerato un fenomeno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusatemi, ma sopra ho confuso Scarfiotti con Villoresi, che fu invece l'uomo che convinse Ferrari a dargli una delle sue vetture e con cui c'era un'intima amicizia. Chiedo scusa per la confusione. Altri piloti italiani scomparsi negli anni 50 furono Luigi Fagioli, considerato uno dei migliori piloti a cavallo delle due guerre, Felice Bonetto che era solito fumare in macchina (!!!!!) e Giulio Cabianca

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Castellotti pass? alla Ferrari 'ceduto' dalla Lancia con la quale stava mettendo a punto la D50 di Jano. Anche l'ingegnere passer? alla scuderia di Maranello ma in veste di consulente.

 

Sulle vicende della scuderia 'Primavera', quella del 1956 con tutti i suoi piloti sfortunati, Musso, Castellotti, Hawthorn, marginalmente de Portago, usc? anni fa un bellissimo libro 'Gli indisciplinati' dal quale il bravissimo attore-autore teatrale Marco Paolini trasse un 'pezzo' di grande bellezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

credo che l'opera di Stewart, Senna e Schumacher&DC abbia aiutato in modo decisivo la sicurezza

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con la Morte di Musso si estinse la generazone dei piloti italiani degli anni 50. a parte la meteora Baghetti, bisogner? aspettare qualche anno per ritrovare validi piloti italiani in f1 con Scarfiotti e soprattutto Bandini

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardo a Castellotti vi invito a leggere il libro "Gli Indisciplinati". Tutta la prima meravigliosa parte ? dedicata a lui. Dopo averla letta sono rimasto a bocca aperta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella, anche se breve, la biografia contenuta nel libro di Pino Casamassima: Il sogno rosso, che presenta la storia di grandi piloti Ferrari deceduti sulla rossa o comunque tragicamente periti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riguardo a Castellotti vi invito a leggere il libro "Gli Indisciplinati". Tutta la prima meravigliosa parte ? dedicata a lui. Dopo averla letta sono rimasto a bocca aperta

 

GLI INDISCIPLINATI e' il piu' bel libro di letteratura sportiva che abbia mai letto.

L'autore,LUCA DELLI CARRI,adotta una tecnica letteraria originalissima:e' un'opera che va letta assolutamente.

Filippo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×