Jump to content

duvel

Inactive
  • Content Count

    1,368
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Everything posted by duvel

  1. Perdonatemi se un topic simile era gi? stato aperto...non ricordo! Secondo voi qual'? stato il pilota pi? "particolare", non esclusivamente per le imprese su pista ma anche per quel tal carattere che lo fa risaltare sopra tutti gli altri, che vi fa pensare troppo forte uno cos?? secondo me: classe-spirito-ironia-eleganza e un poco di follia, incredibilmente tutte insieme in una naturalezza davvero unica, Graham Hill
  2. In uno di quei banner che compaiono in alto nelle pagine del forum ? apparso quello del video Converter di FoxTab, visto che poteva interessarmi l'ho scaricato e il programma s'? installato solo che, immediatamente dopo, il sistema mi ha rilevato alcuni virus poi ho fatto una scansione anti-Malware che mi ha rilevato ben 46 oggetti... Forse ? stata solo una coincidenza, ma ripeto si ? verificata immediatamente dopo l'installazione
  3. A mio parere sì, anche se è improponibile pensare di poter dare un valido sostegno a tutti. Semplicemente non c'è la possibilità. Il problema non sarebbe l'essere "clandestini" in sè, non è che perchè uno è clandestino sia per forza un farabutto anche se, dal punto di vista legale è dalla parte del torto. Certi clandestini lo sono per forza dato che nei loro paesi è impossibile per un poveraccio ottenere passaporto e visto, e provando a mettersi nei loro panni cercherei anch'io di fuggire dalla miseria. La vera stortura da parte nostra è il non poter/voler liberarsi da quelli che una volta arrivati qua, si mettono a delinquere. E troppi lasciano il loro paese con tale intenzione. Non c'è giustificazione alcuna che li possa comparare, nel territorio Italiano, sullo stesso piano dei delinquenti nostrani: non che valgano di meno o di più, ma non è giusto riversare anche la propria monnezza nel giardino altrui. E naturalmente vale anche per i nostri malfattori all'estero.
  4. Un'esempio di quanto fosse diversa quella F1 rispetto ad oggi Dalla B3 mediocre del 1973, al titolo sfiorato l'anno successivo, sulla stessa base della vettura Grazie al differente staff tecnico e ai piloti
  5. non lo capisco neppure io, ce lo dovrebbe spiegare lui... e poi mi immagino la coppia Prost - Senna con quella Ferrari del 1991: con Prost sappiamo com'è finita, Senna mi sa che se ne sarebbe andato lui dopo poche corse , altro che dream team stile McLaren
  6. Infatti avevo scritto "tra di noi (ovviamente)" era l'opinione di tutti ma per motivi di...convenienza mica glie l'abbiamo detto in faccia, scherzi?
  7. MI sembra un controllo abbastanza normale (per un pilota di F1 eh)
  8. Non vedo colpe particolari di Alonso a Suzuka (come neppure di Raikkonen), sono episodi che capitano. Quindi secondo me è ingeneroso dargli colpe per il mondiale mancato per quell'incidente, un po' come Massa nel 2008 dopo certe eclatanti rogne patite (Hungaroring e Singapore) e sentir dire "eh, se non avesse fatto il testacoda in Malesia". Fermo restando che il titolo di Vettel è meritato, ci mancherebbe
  9. duvel

    Lotus 72

    Da notare che in ben 6 anni di attività, furono costruiti solo 9 esemplari della 72. Dei quali il primo fu sacrificato per essere convertito nel quarto, il secondo è quello disastrato nell'incidente di Rindt (una dozzina di anni fa ne era stato incaricato il restauro , chissà che ne è stato), il quinto venne ricostruito all'epoca, dopo l'incidente di Fittipaldi in prova a Zandvoort (1973)
  10. duvel

    Lotus 72

    Fantastica, eppure gli inizi non furono incoraggianti: oltre alla necessaria messa a punto fu dopo la sessione di test privati a Zandvoort prima del weekend olandese, quando furono abbandonate le caratteristiche anti-dive e anti-squat delle sospensioni che creavano problemi di "sensibilità" ai piloti, che la 72 divenne fortissima iniziando a vincere proprio lì. Quei "dannati" freni entrobordo....solo dopo Monza i semiassi furono costruiti "pieni" abbandonando il concetto di tubo "cavo" in nome della leggerezza
  11. Rimane il fatto che però, pur avendo smisurata ammirazione per Chapman e le sue creature, certe vetture esasperatamente aerodinamiche è stato meglio abolirle. E in anni più recenti sarebbe stato ancor meglio proseguire in questa direzione....
  12. Era semplicemente d'una bellezza straordinaria e il concetto geniale: non fermiamoci solo al fatto di "dover" aggirare il regolamento, il concetto della 86/88 permetteva di separare lo scuotimento meccanico del telaio dall'aerodinamica, mantenendo stabile il centro di pressione. Sulla carta... Al confronto i martinetti idraulici di Murray erano una trovata da circo
  13. Anche per me, ma mettiamoci nei panni di Capirossi che si gioca il mondiale all'ultima curva del campionato...attacco azzardato? mah, ma comunque lo capisco benissimo. Nessuno scandalo secondo me
  14. La BRM H16 di Stewart al GP Italia 1967, non so se prove o gara. Secondo me era fantastica
  15. in F1 da un po' di tempo l'acquaplaning si manifesta anche col fondo della vettura, e per forza di cose visto come le monoposto sono basse. dato che poi con il parco chiuso se in gara piove e ti sei fatto le qualifiche assettato da asciutto ti devi fare la gara nelle stesse condizioni, ti ritroverai con la macchina bassissima che praticamente molleggia solo sulle Pirelli e sulle pozze planerà pericolosamente come un motoscafo. Ha ragione Beyond, è un controsenso fare un GP bagnato a 80 all'ora (vallo a spiegare alla FIA....)
  16. Non letterale ma suonava così "oggi le F1 sono talmente sensibili che in curva basta una scoreggia per finire fuori pista" Toh David Coulthard ad una TV USA nel periodo di un GP a Indianapolis Non è il caso di montare chissachè per due parolette che non scandalizzano nessuno, è successo e basta. Solo credo sia meglio un po' più di autocontrollo (a volte anche per il sottoscritto ) e buone maniere senza scadere nel moralismo soprattutto in pubblico
  17. Io non riesco a mettere le faccine, non so dove siano....
  18. Grazie delle belle immagini La scelta di rimanere sul Cosworth fu effettivamente presa da Ken Tyrrell in comune accordo con Stewart, dopo aver provato l'ultima evoluzione del V12 Matra sulla pista di Albi e venendo giudicato da Stewart non all'altezza del Cosworth. Comprando cos? i telai March, mi pare proprio di ricordare che Tyrrell dovette pagarsi pure i motori Certo che in quanto a bellezza non scherzava neppure la MS80
  19. Invece qui non ci vedo nulla di particolare, in fondo Alonso invoca la necessit? di essere il pi? possibile competitivi per approfittare di eventuali guai altrui, in F1 un simile ragionamento non ? certo una novit? di adesso.Poi il giornalista te la vende come "Alonso spera nei guai della RedBull" e "Alonso sarebbe felice se ecc ecc...", gi? tutti a dire "che stronzo"
  20. Non voglio certo far polemica inutile, ma chiss? che ne pensano a Maranello di tal dichiarazione
  21. Dunque, forse non sono tanto sicuro che le carenature laterali siano per o soprattutto per i serbatoi maggiorati, ma se non lo fossero perch? non metterli anche sulla MS 10? se era solo per coprire 4 tubi...non li aveva neppure la MS11 V12 nelle primissime uscite ed era secondo me la versione pi? bella, quella del debutto a Monaco era poi magnifica non solo per quelle canne d'organo ma anche cromaticamente. Poi con l'allargamento delle fiancate secondo me ha perso in "purezza" e mi da un poco l'impressione del "posticcio". Non riesco a trovare un'immagine decente del retrotreno della met? stagione in poi con gli enormi serbatoi in evidenza, ma rispetto per esempio a quello complesso ma armonioso di Monaco mi sembra una specie di patchwork...sia chiaro, anche questo era il bello di allora
  22. Belle quelle Matra sono un po' sorpreso nel leggere quella col V12 "meglio concepita", visto che erano lo stesso progetto adattato alle due diverse motorizzazioni. Pure quel "meglio curata" mi lascia perplesso: le fiancate maggiorate per i serbatoi la fanno pi? tozza della sorella e mentre a differenza della semplicit? della collocazione col Cosworth, il V12 a quanto sembra richiedeva un'accessoristica pi? complicata che inevitabilmente dava l'impressione del "provvisorio", se vi capita di vedere altre immagini del retrotreno MS11 post-Monaco ? un casino pazzesco! anche se spettacoloso a modo suo. Sorprendenti anche i calzettoni di Jacqueline Cevert/Beltoise!
×