Jump to content

Ferrarista

S.O.P.F.
  • Content Count

    33,119
  • Spam

    17,458 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    52

Posts posted by Ferrarista


  1. Vabè, a parte le cagate leghiste su scuole e insegnanti, è purtroppo un fatto che a parità di altre condizioni, le scuole abbiano fatto da ago della bilancia per il valore del fattore di riproduzione. La stessa cosa si è vista in altri paesi che non avevano mai chiuso le scuole e che, appena l'hanno fatto, si sono assestati. Direi che c'è poco da discutere: sicuramente gli assembramenti in strada sono pericolosi, ma quelli in scuole, ambienti di lavoro e mezzi pubblici lo sono esponenzialmente di più (mi sa che a molti non è chiaro il concetto di probabilità di contagio). Io sarei per una stretta ancora maggiore sui luoghi di lavoro, ad esempio. Impedirei ogni forma di attività d'ufficio che può essere esercitata da casa, con controlli molto seri sui motivi indifferibili di lavoro in presenza o viaggi di lavoro (del tipo: vuoi far lavorare il dipendente in ufficio? ok allora fammi una relazione e se te lo consento). Ovviamente Confindustria farebbe un casino di pazzi, ma i sacrifici toccano a tutti. Finora le aziende hanno tutto sommato fatto il ca**o che volevano, sarebbe ora di limitare anche quel settore (a costi enormi, ovviamente, ma non è giusto che a pagare siano solo gli autonomi).


  2. Il 21/2/2021 Alle 01:27, Alex_Ferrari ha scritto:

    Non mi piace la sezione Gran Premi fuori da quella Formula1. So che la mia opinione conta tantissimo e che verrà presa sicuramente in considerazione. 

     

    Lol visto ora. Ma chi l'ha pensata sta cagata? :norr:


  3. Il 21/2/2021 Alle 10:06, Antonio91 ha scritto:

     

     

    Beh, se la linea del partito uscita dalle votazioni tra gli iscritti è quella del SI, lui, nella logica del portavoce, deve votare si a prescindere da quello che pensa. 

    Non vedo controsensi o incoerenze

     

    Se fai parte di un partito, ti allinei e basta. Non dichiari una cosa e poi polemicamente dici che hai cambiato solo per allinearti al resto del gruppo parlamentare. Si fa così o per creare una spaccatura (e poi eventualmente una scissione) o semplicemente per fare il pagliaccio. Diciamo che su Toninelli non ho molti dubbi quale delle due si addica meglio.


  4. 2 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

     

    Ha fallito, punto!

     

    Perdonami ma non è così. I dati parlano abbastanza chiaro. Ovviamente non c'è mai solo bianco o solo nero. Ci sono situazioni in cui il tracciamento ha funzionato fino ad un certo punto critico e poi si è dovuti intervenire con le chiusure. Comunque vada è un dato di fatto che un tracciamento ben fatto possa arginare una buona parte della diffusione del virus.


  5. Il 22/2/2021 Alle 10:00, Ruberekus ha scritto:

     

    Mi sembra una analisi molto parziale, che non tiene conto della capacità di tracciamento dei singoli paesi limitandosi solo alla spesa sanitaria. Sappiamo benissimo che uno dei motivi del macello accaduto in Italia in entrambe le ondate è collegato al rifiuto dei medici sul territorio di effettuare test, vaccini antinfluenzali e quant'altro (tra l'altro pare che ora siano finalmente disposti a collaborare nelle vaccinazioni anticovid per 6 euro a paziente vaccinato).

    23 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

    Ci sono alternative alla chiusura totale? No, non ci sono alternative. Se davvero si vuole arrestare la circolazione, si deve chiudere tutto, punto. Tutto le altre sono solo operazioni di convivenza,

     

    Non concordo per niente, l'hanno dimostrato vari paesi orientali e la Germania in prima ondata (che poi ha fallito in seconda ondata per la sua solita insofferenza alla flessibilità).


  6. EuWvDvvXAAc3ibR?format=jpg&name=large

     

    Dirò forse una cazzata, ma è un caso che le varianti provengano (o comunque siano state trovate per prime) in paesi che hanno lasciato il virus a briglia sciolta? Secondo me la correlazione tra le due cose non è per niente banale.


  7. 10 ore fa, Beyond ha scritto:

    devo ammettere che è pesante vedere come 2 terzi dei ministri siano del nord. con tutti i soldi che si dovranno gestire, è difficile a questo punto pensare che il sud possa risollevarsi un pochino...

     

    MISE e turismo alla Lega sono un chiaro segnale: non ce ne frega del sud e neanche vogliamo fare qualcosina per risollevarlo. Tra l'altro la crisi pandemica era l'occasione giusta per rilanciare un turismo di qualità al sud (voglio ricordare l'assurdo dato di Milano che fa il triplo dei turisti di Napoli, pur avendo un decimo da offrire in termini di turismo) ma invece si trasformerà nell'ennesimo scippo, con un Veneto (per carità, con tanta roba interessante, ma certo non più di altre regioni) che potrà continuare a fregiarsi di regione con più turisti e Milano che diventerà l'unico luogo turistico visitato dai turisti da shopping. Tutto ciò è molto ma molto triste.

×