Jump to content

Ferrarista

S.O.P.F.
  • Content Count

    31,519
  • Spam

    15,864 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    42

Ferrarista last won the day on January 31

Ferrarista had the most liked content!

Community Reputation

780 Dottore

About Ferrarista

  • Rank
    Utente tanato
  • Birthday 05/17/1988

Info Profilo

  • Posizione
    Heidelberg
  • Interessi
    Ferrari, Fisica
  • Professione
    Studente

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Sebastian Vettel
  • Team Preferito
    Ferrari
  • Circuito preferito
    Spa

Recent Profile Visitors

5,797 profile views
  1. Questa la dedico a @PheelD, anzi più che altro al suo assordante silenzio dopo la mazzoliata
  2. è fuori di dubbio che Trump stia mantenendo le promesse fatte, ed è per questo che probabilmente vincerà. Dall'altro lato ci sono candidati con idee interessanti, che vorrebbero rendere la società americana più simile a quella europea, puntando l'attenzione sulle disuguaglianze, ma sono profondamente disgregati. In più si aggiunge il fatto che molte fette della società americana vivono sui privilegi che garantisce un sistema liberista. Praticamente Trump potrebbe anche semplicemente non fare campagna e verrebbe eletto comunque. Questo è sicuramente rischioso a livello globale, perchè gli indicatori economici sono chiaramente solo uno degli indicatori di benessere della popolazione. Se si creano 300mila posti di lavoro, ma poi un povero cristo può morire perchè non ha assicurazione sanitaria, il sistema ha decisamente più di un problema.
  3. Credo che in generale tutto l'olocausto sia stato facilitato se non permesso proprio dall'indifferenza (o collaborazionismo, nel caso dei tedeschi) e dalla burocrazia efficiente. I nazisti avevano creato un meccanismo perfetto, che farebbe invidia a qualunque altro eccidio organizzato della storia (forse solo l'Unione Sovietica di Stalin ha eguagliato e sorpassato).
  4. È un criminale. Invece di placare gli animi, cavalca le paure più bevete delle persone. Uno sciacallo schifoso.
  5. ca**o, tutti fessi che fanno mutui di 20 anni invece di chiedere l'anticipo del TFR. La verità è che appunto il TFR è diventato sempre più una chimera e mai come ora, è una somma di denaro su cui non si può contare se non alle soglie della pensione. Riguardo alle mensilità, sono davvero pochi quelli che ne prendono 14 (sulle 15 neanche mi ci soffermo oltre tanto grossa è la boiata) senza contare la costante precarietà di cui è già stato parlato. Precarietà che vale anche per chi ha un contratto a tempo indeterminato, vista l'abolizione dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Riguardo ai privilegi, attendo questa lunga lista, sono curioso di vederli elencati. Facendo una considerazione più equilibrata: ogni tipo di lavoro ha i pro ed i contro. Chi lavora con partita iva, sa in partenza a cosa va incontro (il famoso rischio di impresa citato in precedenza). Inoltre un lavoratore dipendente ha praticamente un flusso costante di denaro che gli entra, cosa che rende impossibile grandi spese se non con lunga pianificazione (leggasi estizione di rate del mutuo, acquisto di un'auto, ristrutturazione della casa) mentre il libero professionista passa da periodi di grassa a periodi di magra. Questo vuol dire che al libero professionista può capitare la disponibilità di grosse somme di denaro in un colpo solo. E queste sono cose non banali: una grossa somma di denaro permette di acquistare in contanti, senza dover pagare interessi. Nessun dipendente, invece, può pensare di comprare un'auto in contanti, se non dopo anni di lavoro. Quindi, caro il mio MartinM, se tu fossi semplicemente un po' più equilibrato e non guardassi in maniera miope solo al tuo orticello, ti renderesti conto che ognuno ha i suoi vantaggi ed i suoi svantaggi a lavorare in un determinato modo. Invece di morsicarci a vicenda come cani rabbiosi, dovremmo prendere a morsi chi ha il potere di cambiare le cose (la politica) per migliorare le condizioni lavorative sia per noi dipendenti che per voi liberi professionisti.
  6. Arriviamo a 50 entro mezzanotte.
  7. Quando vai a fare il mutuo, prova a parlare di TFR con la banca, poi fammi sapere.
  8. Mi ero perso quest'altra perla. Dal 2016 la posizioni a tempo indeterminato crescono sempre di più, tutto merito del jobs act che abolisce l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Ora come ora, per un datore di lavoro è facile liberarsi di un dipendente a tempo indeterminato così come di uno stagista. Il lavoro dipendente in Italia è un campo di battaglia, altro che privilegi d'Egitto. senti, stronzo
  9. i soliti professoroni della sinistra con 17 mensilità
  10. La cottura violenta è necessaria per l'effetto finale. il W è la forza della farina. La manitoba serve appunto ad aumentare il W della farina usata per l'impasto.
  11. Infatti i cartelli della droga cosa sono se non il capitalismo ed il liberismo spinto all'n-esima potenza?
  12. Che ci fai ancora in Europa? A occhio direi che gli Stati Uniti sono il tuo posto ideale. Là il liberismo è profondamente radicato in ogni aspetto della società, incluso il mercato del lavoro. In Europa (e dico per fortuna), si è deciso storicamente di non avere un mercato del lavoro liberista, ma di sposare idee più "socialiste". Lo stato è un regolatore della vita sociale (inclusi i rapporti di lavoro) ed impedisce ad una delle due parti di avere troppo potere sull'altra.
×