Jump to content

dammiilnome

Members
  • Content Count

    68
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Matricola

About dammiilnome

  • Rank
    Nuovo Arrivato
  • Birthday 05/25/1986

Contatti e Social

  • Website URL
    http://

Info Profilo

  • Professione
    studente

Recent Profile Visitors

437 profile views
  1. dammiilnome

    A1 GP

    sul fatto che toccacelo sia il pilota migliore che abbiamo non sono daccordo, c'? molto di meglio, sul fatto che buona parte delle colpo sia ascrivibile a ghinzani sono daqccordissimo, sul fatto che i piloti non siano decenti sei completamente fuori strada, sono per lo pi? ottimi piloti, delle promesse che saranno impegnate il prossimo anno o in gp2, ad esempio zaugg, anche se ha corso solo alcune gare, o in ws duran,reidler, kerr, o in euro series come hulkemberg, la grande promessa tedesca. Duval ? la nuova promessa francese, forse l'erde di prost dato che panis e alesi non hanno dato molto, graNDE promessa anche bleekenmolen, o qulcosa del genere, l'olandese sta crescendo bene. anche lyons sta maturando ,il cinese ? gi? un fenomeno. sono pi? i bravi che i non, certo se tu vai a guardare pakistan o singapore o indonesia? poi ci sono molto ex f1, karthikeyan, enge, yoong, non direi che il livello piloti sia basso
  2. dammiilnome

    A1 GP

    il bis in che senso?
  3. dammiilnome

    A1 GP

    A1 GP - Il mondo si sposta ad Oriente 18-11-2006 Il mondo si sposta ad oriente potrebbe essere il titolo di un qualsiasi articolo di cultura, economia, cinema ma anche motori. Assistiamo infatti non solo all?invasione di pi? o meno bravi piloti orientali, fatto comprensibile e spiegabile dato che il primo produttore al mondo (Toyota) ? impegnato in formula 1 insieme ad una casa come la Honda che ha fatto del racing la sua natura e che, entrambe, di matrice molto nazionalista, aspirano a vincere un mondiale con un pilota della madre patria. Coltivano e fanno crescere giovani piloti (cos? come la Red Bull e Renault, anche se questa ultima non si cura dei francesi): pensiamo al rinvigorito campionato di Formula Nippon tornato ai fasti di un tempo. Non ci sono solo i giapponesi, troviamo cinesi, indiani, turchi, qualcuno di essi emerso per i propri valori, molti altri grazie ai munifici sponsor. Certo questo ? un discorso di cui ormai si ? diffuso profusamente e che per certi versi era accettabile, anche perch? fino ad ora a vincere sono stati sempre quelli dei paesi noti, e perch? fino ad ora erano loro che si avvicinavano al mondo definito occidentale. Adesso per? tutto ? cambiato, ? il ?mondo? che si sposta in oriente. Scompare il Ring, scompare Imola, scomparir? Silverstone e Magny Corse, si va in Cina, India, Corea. Certo una Formula 1, cos? come le altre categorie per definirsi mondiali devono essere in tutto il mondo e, seguendo questo filo logico, infatti, non ha senso avere dieci GP Europei su diciotto; nascono cos? categorie come l?A1 Grand Prix dove le mete dominanti sono orientali, dove la vecchia Europa appare una macchietta, peccato per? che poi ci sono gare e circuiti come Pechino invivibili e pieni di problemi, un circuito bocciato su tutti i fronti ma appoggiato direttamente dallo stato. Viene spontaneo chiedersi allora dove sia il nostro stato, dove siano le nostre autorit? competentim ma non c?? confronto; la crescita cinese, cos? come quella degli altri paesi asiatici viaggia a tassi del 10% noi, facciamo e discutiamo su mirabolanti finanziarie per variare di un 0,1% e raggiungere cos? un insperato 0,4%, per nono parlare di ACI e CSAI coinvolte in bufere giudiziarie che si ripercuotono solamente su team e piloti, oltre che sugli appassionati. Fortunatamente ci sono imprenditori che per amore di questo sport organizzano campionati vincenti come Peroni (ETCS, EGTS, IPS, ITCC le pi? note) o programmi di crescita piloti come Ghinzani per citarne due su tanti. Non c?? soluzione a questo trend migratorio, ? inevitabile ed indipendente dalla ?passion? che ognuno di noi mette nelle corse e nelle competizioni, ma va ricordato che domenica, ancora una volta, in mezzo a piloti orientali e un circuito riprovevole come quello pechinese a vincere ? stata l?Italia, ? stato un italiano. Fabio Plebani :pensieroso: cmq si cek proprio sfigato..anche se io nono credo molte a questo cose nelle corse Secondo me l'unica formula ? quella di portare le macchine fuori dagli autodromi... sar? antiestetico, pericoloso, sar? quello che credete, ma la Champ insegna: portare le corse da "Maometto" dato che Maometto non va al circuito (chiedo scusa se suscito la disapprovazione di musulmani, ? tutto tranne che una polemica religiosa) porta con una cifra minore a fare dei capolavori di organizzazione tipo San Jose quest'anno dove vi erano 200000 persone (magari dal punto di vista del cirucito...). A pechio il tracciato faceva schifo, veramente insulso, e addirittura ha posto in evidenza come oggi la Fia e il suo delegato Charlie Whiting, pur di fare spettacolo dia omologazioni "sulla fiducia", senza nemmeno farci un giro prima... e hanno bocciato Imola perch? non aveva il paddock conforme alle regole... svegliamoci! Imola ? sttaa fatta fuori perch? ? in Italia, non per demeriti strutturali (perch? scusate, credete che in Korea dove correranno sulle banchine di un porto si mantengono requisiti di sicurezza ottimiali?? ). L'A1gp purtroppo ha fatto qulcosa anche di peggio: non vi era nessuna via di fuga, n? tantomeno di manovra per i camion asisstenza... mi spiegate come un circuito del genere puo soddisfare i requisiti FIA, mentre il tipico tracciato americano dove corre la Champ (uno fra tutti Edmonton e Houston) non la riescono ad ottenere?? hai ragione, ormai la Fia sta cadendo nel ridicolo, non ? il primo caso di circuito approvato ma poi fatiscente, un esempio ? nel wtcc, come diceva Plebani, ormai si ragiona a suon di mercato, e la Fia ? sempre pi? soggetta a pressioni politiche, pensiamo a quello che era successo in turchia in f1, in genere si prendono sanzioni molto chiare e dure, invece, per non perdere i soldi della compagnia petrolifera, si ? data una minima multa. per quanto riguarda l'italia, i nostri rappresentanti sono il braccio destro di Mosley ma evidentemente si sono dimenticati della propria madre patria, per Imola, ? vero che il doppio gp in italia era "inutile" (sempre facendo ricorso alla frase dell'articolo di plebani) ma gli organizzatori ci hanno messo del loro per far spazientire ecclestone, speriamo che con l'arrivo di peroni o flammini le cose cambino A1 GP - Kerr e McIntosh ritornano a Sepang 22-11-2006 Robbie Kerr e Sean McIntosh torneranno a correre nel quarto appuntamento dell'A1 Grand Prix in programma questo fine settimana a Sepang, rispettivamente per la Gran Bretagna ed il Canada. Due grandi protagonisti tornano dunque nella serie per ravvivare ancora di pi? la lotta serrata per il titolo. Surtess, titolare del team Inglese, interrogato sui giovani piloti ha affermato: "Conosco sia Kerr che Sean e vedo positivamente il loro ritorno nella serie; ricordiamo ancora tutti la spettacolare lotta per il podio che Robbie ha compiuto la scorsa stagione a Sepang, e speriamo che ci? si ripeta. Tornando a McIntosh ? stato tra i migliori nella World Series by Renault a Barcellona, potr? di certo dire la sua" Va spiegato che la scelta del team canadese di tornare su un pilota veloce e affidabile come McIntosh ? conseguente anche al fatto che Hinchcliffe, altro pilota canadese, non potr? pi? effettuare la sessione riservata ai rookie in quanto ha partecipato a sei Gran Premi. Fabio Plebani CONFERENZA STAMPA A SEPANG Riportiamo la conferenza stampa di Sepang che ha visto protagonisti Alex Yoong, Enrico Toccacelo, Lapierre, Moreno (Indonesia) e Il team Singapore con Murchison Alex Yoong dopo tre vittorie qual'? il feeling con la serie? Siamo partiti l'anno scorso alla grande anche se per noi la vittoria essendo la prima stagione non era negli obbiettivi, per quanto riguarda questo week end ci sono 15 vetture che si possono contendere il titolo, una bella sfida Molti non si aspettavano una tua vittoria No, ? vero molti non se lo aspettavano, anche vedendo i partecipanti alla serie, grandi racer come ad esempio la Francia, pi? abituati alla lotta. Fortunatamente anche noi abbiamo lottato e vinto e spero che questo week ci siano molti sostenitori a darci il loro supporto, per riuscire ancora a vincere. Riguardo all'appuntamento della scorsa stagione qui in Malesia? ? stato un appuntamento fantastico, sugli spalti c'erano 20000 persone ma io ne sentivo 100000,ed era veramente speciale, avevamo una grossa pressione anche dei media, tutti erano concentrati sul nostro lavoro, devo ringraziare tutti i ragazzi del team, hanno fatto un grande lavoro. Fauzy, lo scorso anno hai corso nella Sprint race, quali sono i tuoi programmi quest'anno? Non so di preciso, prenderemo una decisione domani, io spero che sia come lo scorso anno. Quale ? la tua previsione per domani? Spero che sia una bella corsa, e che ci sia bel tempo per il resto ? presto Enrico Toccacelo, brillante corsa la scorsa settimana pensi di ripeterti? Certo, sono estremamente emozionato per lo scorso appuntamento, l'anno scorso qui eravamo quarti, ora spero di essere d'avanti a tutti. Lapierre, lo scorso anno la Francia ha vinto il campionato quest'anno non avete ancora vinto una corsa, come vedi la gara di domenica? Si ? vero, ma dall'inizio della stagione abbiamo avuto problemi, abbiamo un grosso potenziale e considerando che qui lo scorso anno abbiamo fatto una splendida gara, non possiamo che ripeterci, son contento di essere qui. Lo scorso anno tu e Premat vi alternavate, quest'anno no perch?? Si, io sto facendo tutta la prima parte di stagione, Premat ? attualmente impegnato ma presto torner? in auto. Penso che nono sia piacevole stare dientro ad Alex Premat? si, ma questo ? un campionato delle nazioni, alla fina quello che conta ? tenere alta la bandiera, e io ed Alex siamo una squadra. Moreno, generalmente ? tuo fratello Mikola a tenere alta la nazione e prendersi la gloria, pensi di riuscire a far bene in questa gara? Si, spero di far meglio di Pechino, di guidare per pi? di due giri Ma quale ? il tuo porgramma, ovviamente sei abituato a correre in categorie minori? Si, e ver? ma sono fiducioso e apprendo in fretta. Pensi che quest'auto sia facile da guidare, non ci sono tracion controll e aiuti ai freni, sar? dura per te? ? fantastica, come ho detto ? una grande esperienza per me ,e mi piace guidare questa vettura. Murchison hai conquistato i primi punti a Pechino pensi che la cosa si possa ripetere o sono tracciato troppo diversi? Se mi qualificher? davanti spero non piova al contrario spero che diluvi, chiaro! Non siamo forse ancora al livello dei primi ma sono comunque fiducioso. La conferenza si ? poi conclusa con un ulteriore domanda alla francia sulle aspettative in campionato, il team ha dichiarato che spera e crede ancora di poter vincere il titolo. Fabio Plebani CHE STRONZO che ? questo giornalista soprattutto con Moreno
  4. dammiilnome

    A1 GP

    A1 GP - Il mondo si sposta ad Oriente 18-11-2006 Il mondo si sposta ad oriente potrebbe essere il titolo di un qualsiasi articolo di cultura, economia, cinema ma anche motori. Assistiamo infatti non solo all?invasione di pi? o meno bravi piloti orientali, fatto comprensibile e spiegabile dato che il primo produttore al mondo (Toyota) ? impegnato in formula 1 insieme ad una casa come la Honda che ha fatto del racing la sua natura e che, entrambe, di matrice molto nazionalista, aspirano a vincere un mondiale con un pilota della madre patria. Coltivano e fanno crescere giovani piloti (cos? come la Red Bull e Renault, anche se questa ultima non si cura dei francesi): pensiamo al rinvigorito campionato di Formula Nippon tornato ai fasti di un tempo. Non ci sono solo i giapponesi, troviamo cinesi, indiani, turchi, qualcuno di essi emerso per i propri valori, molti altri grazie ai munifici sponsor. Certo questo ? un discorso di cui ormai si ? diffuso profusamente e che per certi versi era accettabile, anche perch? fino ad ora a vincere sono stati sempre quelli dei paesi noti, e perch? fino ad ora erano loro che si avvicinavano al mondo definito occidentale. Adesso per? tutto ? cambiato, ? il ?mondo? che si sposta in oriente. Scompare il Ring, scompare Imola, scomparir? Silverstone e Magny Corse, si va in Cina, India, Corea. Certo una Formula 1, cos? come le altre categorie per definirsi mondiali devono essere in tutto il mondo e, seguendo questo filo logico, infatti, non ha senso avere dieci GP Europei su diciotto; nascono cos? categorie come l?A1 Grand Prix dove le mete dominanti sono orientali, dove la vecchia Europa appare una macchietta, peccato per? che poi ci sono gare e circuiti come Pechino invivibili e pieni di problemi, un circuito bocciato su tutti i fronti ma appoggiato direttamente dallo stato. Viene spontaneo chiedersi allora dove sia il nostro stato, dove siano le nostre autorit? competentim ma non c?? confronto; la crescita cinese, cos? come quella degli altri paesi asiatici viaggia a tassi del 10% noi, facciamo e discutiamo su mirabolanti finanziarie per variare di un 0,1% e raggiungere cos? un insperato 0,4%, per nono parlare di ACI e CSAI coinvolte in bufere giudiziarie che si ripercuotono solamente su team e piloti, oltre che sugli appassionati. Fortunatamente ci sono imprenditori che per amore di questo sport organizzano campionati vincenti come Peroni (ETCS, EGTS, IPS, ITCC le pi? note) o programmi di crescita piloti come Ghinzani per citarne due su tanti. Non c?? soluzione a questo trend migratorio, ? inevitabile ed indipendente dalla ?passion? che ognuno di noi mette nelle corse e nelle competizioni, ma va ricordato che domenica, ancora una volta, in mezzo a piloti orientali e un circuito riprovevole come quello pechinese a vincere ? stata l?Italia, ? stato un italiano. Fabio Plebani :pensieroso: cmq si cek proprio sfigato..anche se io nono credo molte a questo cose nelle corse Secondo me l'unica formula ? quella di portare le macchine fuori dagli autodromi... sar? antiestetico, pericoloso, sar? quello che credete, ma la Champ insegna: portare le corse da "Maometto" dato che Maometto non va al circuito (chiedo scusa se suscito la disapprovazione di musulmani, ? tutto tranne che una polemica religiosa) porta con una cifra minore a fare dei capolavori di organizzazione tipo San Jose quest'anno dove vi erano 200000 persone (magari dal punto di vista del cirucito...). A pechio il tracciato faceva schifo, veramente insulso, e addirittura ha posto in evidenza come oggi la Fia e il suo delegato Charlie Whiting, pur di fare spettacolo dia omologazioni "sulla fiducia", senza nemmeno farci un giro prima... e hanno bocciato Imola perch? non aveva il paddock conforme alle regole... svegliamoci! Imola ? sttaa fatta fuori perch? ? in Italia, non per demeriti strutturali (perch? scusate, credete che in Korea dove correranno sulle banchine di un porto si mantengono requisiti di sicurezza ottimiali?? ). L'A1gp purtroppo ha fatto qulcosa anche di peggio: non vi era nessuna via di fuga, n? tantomeno di manovra per i camion asisstenza... mi spiegate come un circuito del genere puo soddisfare i requisiti FIA, mentre il tipico tracciato americano dove corre la Champ (uno fra tutti Edmonton e Houston) non la riescono ad ottenere?? hai ragione, ormai la Fia sta cadendo nel ridicolo, non ? il primo caso di circuito approvato ma poi fatiscente, un esempio ? nel wtcc, come diceva Plebani, ormai si ragiona a suon di mercato, e la Fia ? sempre pi? soggetta a pressioni politiche, pensiamo a quello che era successo in turchia in f1, in genere si prendono sanzioni molto chiare e dure, invece, per non perdere i soldi della compagnia petrolifera, si ? data una minima multa. per quanto riguarda l'italia, i nostri rappresentanti sono il braccio destro di Mosley ma evidentemente si sono dimenticati della propria madre patria, per Imola, ? vero che il doppio gp in italia era "inutile" (sempre facendo ricorso alla frase dell'articolo di plebani) ma gli organizzatori ci hanno messo del loro per far spazientire ecclestone, speriamo che con l'arrivo di peroni o flammini le cose cambino A1 GP - Kerr e McIntosh ritornano a Sepang 22-11-2006 Robbie Kerr e Sean McIntosh torneranno a correre nel quarto appuntamento dell'A1 Grand Prix in programma questo fine settimana a Sepang, rispettivamente per la Gran Bretagna ed il Canada. Due grandi protagonisti tornano dunque nella serie per ravvivare ancora di pi? la lotta serrata per il titolo. Surtess, titolare del team Inglese, interrogato sui giovani piloti ha affermato: "Conosco sia Kerr che Sean e vedo positivamente il loro ritorno nella serie; ricordiamo ancora tutti la spettacolare lotta per il podio che Robbie ha compiuto la scorsa stagione a Sepang, e speriamo che ci? si ripeta. Tornando a McIntosh ? stato tra i migliori nella World Series by Renault a Barcellona, potr? di certo dire la sua" Va spiegato che la scelta del team canadese di tornare su un pilota veloce e affidabile come McIntosh ? conseguente anche al fatto che Hinchcliffe, altro pilota canadese, non potr? pi? effettuare la sessione riservata ai rookie in quanto ha partecipato a sei Gran Premi. Fabio Plebani
  5. dammiilnome

    A1 GP

    A1 GP - Il mondo si sposta ad Oriente 18-11-2006 Il mondo si sposta ad oriente potrebbe essere il titolo di un qualsiasi articolo di cultura, economia, cinema ma anche motori. Assistiamo infatti non solo all?invasione di pi? o meno bravi piloti orientali, fatto comprensibile e spiegabile dato che il primo produttore al mondo (Toyota) ? impegnato in formula 1 insieme ad una casa come la Honda che ha fatto del racing la sua natura e che, entrambe, di matrice molto nazionalista, aspirano a vincere un mondiale con un pilota della madre patria. Coltivano e fanno crescere giovani piloti (cos? come la Red Bull e Renault, anche se questa ultima non si cura dei francesi): pensiamo al rinvigorito campionato di Formula Nippon tornato ai fasti di un tempo. Non ci sono solo i giapponesi, troviamo cinesi, indiani, turchi, qualcuno di essi emerso per i propri valori, molti altri grazie ai munifici sponsor. Certo questo ? un discorso di cui ormai si ? diffuso profusamente e che per certi versi era accettabile, anche perch? fino ad ora a vincere sono stati sempre quelli dei paesi noti, e perch? fino ad ora erano loro che si avvicinavano al mondo definito occidentale. Adesso per? tutto ? cambiato, ? il ?mondo? che si sposta in oriente. Scompare il Ring, scompare Imola, scomparir? Silverstone e Magny Corse, si va in Cina, India, Corea. Certo una Formula 1, cos? come le altre categorie per definirsi mondiali devono essere in tutto il mondo e, seguendo questo filo logico, infatti, non ha senso avere dieci GP Europei su diciotto; nascono cos? categorie come l?A1 Grand Prix dove le mete dominanti sono orientali, dove la vecchia Europa appare una macchietta, peccato per? che poi ci sono gare e circuiti come Pechino invivibili e pieni di problemi, un circuito bocciato su tutti i fronti ma appoggiato direttamente dallo stato. Viene spontaneo chiedersi allora dove sia il nostro stato, dove siano le nostre autorit? competentim ma non c?? confronto; la crescita cinese, cos? come quella degli altri paesi asiatici viaggia a tassi del 10% noi, facciamo e discutiamo su mirabolanti finanziarie per variare di un 0,1% e raggiungere cos? un insperato 0,4%, per nono parlare di ACI e CSAI coinvolte in bufere giudiziarie che si ripercuotono solamente su team e piloti, oltre che sugli appassionati. Fortunatamente ci sono imprenditori che per amore di questo sport organizzano campionati vincenti come Peroni (ETCS, EGTS, IPS, ITCC le pi? note) o programmi di crescita piloti come Ghinzani per citarne due su tanti. Non c?? soluzione a questo trend migratorio, ? inevitabile ed indipendente dalla ?passion? che ognuno di noi mette nelle corse e nelle competizioni, ma va ricordato che domenica, ancora una volta, in mezzo a piloti orientali e un circuito riprovevole come quello pechinese a vincere ? stata l?Italia, ? stato un italiano. Fabio Plebani :pensieroso: cmq si cek proprio sfigato..anche se io nono credo molte a questo cose nelle corse Secondo me l'unica formula ? quella di portare le macchine fuori dagli autodromi... sar? antiestetico, pericoloso, sar? quello che credete, ma la Champ insegna: portare le corse da "Maometto" dato che Maometto non va al circuito (chiedo scusa se suscito la disapprovazione di musulmani, ? tutto tranne che una polemica religiosa) porta con una cifra minore a fare dei capolavori di organizzazione tipo San Jose quest'anno dove vi erano 200000 persone (magari dal punto di vista del cirucito...). A pechio il tracciato faceva schifo, veramente insulso, e addirittura ha posto in evidenza come oggi la Fia e il suo delegato Charlie Whiting, pur di fare spettacolo dia omologazioni "sulla fiducia", senza nemmeno farci un giro prima... e hanno bocciato Imola perch? non aveva il paddock conforme alle regole... svegliamoci! Imola ? sttaa fatta fuori perch? ? in Italia, non per demeriti strutturali (perch? scusate, credete che in Korea dove correranno sulle banchine di un porto si mantengono requisiti di sicurezza ottimiali?? ). L'A1gp purtroppo ha fatto qulcosa anche di peggio: non vi era nessuna via di fuga, n? tantomeno di manovra per i camion asisstenza... mi spiegate come un circuito del genere puo soddisfare i requisiti FIA, mentre il tipico tracciato americano dove corre la Champ (uno fra tutti Edmonton e Houston) non la riescono ad ottenere?? hai ragione, ormai la Fia sta cadendo nel ridicolo, non ? il primo caso di circuito approvato ma poi fatiscente, un esempio ? nel wtcc, come diceva Plebani, ormai si ragiona a suon di mercato, e la Fia ? sempre pi? soggetta a pressioni politiche, pensiamo a quello che era successo in turchia in f1, in genere si prendono sanzioni molto chiare e dure, invece, per non perdere i soldi della compagnia petrolifera, si ? data una minima multa. per quanto riguarda l'italia, i nostri rappresentanti sono il braccio destro di Mosley ma evidentemente si sono dimenticati della propria madre patria, per Imola, ? vero che il doppio gp in italia era "inutile" (sempre facendo ricorso alla frase dell'articolo di plebani) ma gli organizzatori ci hanno messo del loro per far spazientire ecclestone, speriamo che con l'arrivo di peroni o flammini le cose cambino
  6. dammiilnome

    Notizie Varie

    ignorando le vostre discussioni da imbecilli...senza offesa, ecco i lavori a spa http://www.autosport.com/gallery/photo.php/id/62252 http://www.autosport.com/gallery/photo.php/id/62250 http://www.autosport.com/gallery/photo.php/id/62253
  7. dammiilnome

    A1 GP

    A1 GP - Il mondo si sposta ad Oriente 18-11-2006 Il mondo si sposta ad oriente potrebbe essere il titolo di un qualsiasi articolo di cultura, economia, cinema ma anche motori. Assistiamo infatti non solo all?invasione di pi? o meno bravi piloti orientali, fatto comprensibile e spiegabile dato che il primo produttore al mondo (Toyota) ? impegnato in formula 1 insieme ad una casa come la Honda che ha fatto del racing la sua natura e che, entrambe, di matrice molto nazionalista, aspirano a vincere un mondiale con un pilota della madre patria. Coltivano e fanno crescere giovani piloti (cos? come la Red Bull e Renault, anche se questa ultima non si cura dei francesi): pensiamo al rinvigorito campionato di Formula Nippon tornato ai fasti di un tempo. Non ci sono solo i giapponesi, troviamo cinesi, indiani, turchi, qualcuno di essi emerso per i propri valori, molti altri grazie ai munifici sponsor. Certo questo ? un discorso di cui ormai si ? diffuso profusamente e che per certi versi era accettabile, anche perch? fino ad ora a vincere sono stati sempre quelli dei paesi noti, e perch? fino ad ora erano loro che si avvicinavano al mondo definito occidentale. Adesso per? tutto ? cambiato, ? il ?mondo? che si sposta in oriente. Scompare il Ring, scompare Imola, scomparir? Silverstone e Magny Corse, si va in Cina, India, Corea. Certo una Formula 1, cos? come le altre categorie per definirsi mondiali devono essere in tutto il mondo e, seguendo questo filo logico, infatti, non ha senso avere dieci GP Europei su diciotto; nascono cos? categorie come l?A1 Grand Prix dove le mete dominanti sono orientali, dove la vecchia Europa appare una macchietta, peccato per? che poi ci sono gare e circuiti come Pechino invivibili e pieni di problemi, un circuito bocciato su tutti i fronti ma appoggiato direttamente dallo stato. Viene spontaneo chiedersi allora dove sia il nostro stato, dove siano le nostre autorit? competentim ma non c?? confronto; la crescita cinese, cos? come quella degli altri paesi asiatici viaggia a tassi del 10% noi, facciamo e discutiamo su mirabolanti finanziarie per variare di un 0,1% e raggiungere cos? un insperato 0,4%, per nono parlare di ACI e CSAI coinvolte in bufere giudiziarie che si ripercuotono solamente su team e piloti, oltre che sugli appassionati. Fortunatamente ci sono imprenditori che per amore di questo sport organizzano campionati vincenti come Peroni (ETCS, EGTS, IPS, ITCC le pi? note) o programmi di crescita piloti come Ghinzani per citarne due su tanti. Non c?? soluzione a questo trend migratorio, ? inevitabile ed indipendente dalla ?passion? che ognuno di noi mette nelle corse e nelle competizioni, ma va ricordato che domenica, ancora una volta, in mezzo a piloti orientali e un circuito riprovevole come quello pechinese a vincere ? stata l?Italia, ? stato un italiano. Fabio Plebani :pensieroso: cmq si cek proprio sfigato..anche se io nono credo molte a questo cose nelle corse
  8. dammiilnome

    A1 GP

    grazie stavo giusto per chiedere se si potevano vedere in streaming Siamo giunti al terzo appuntamento con UN CALCOLO STRANO, la classifica vede in testa la Grand bretagna seguita da Messico(che risulta invece primo nella classifica ufficiale) e Canada di cui viene premiata la costanza. Per quanto riguarda l'Italia risale la china ma risulta ancora molto lontana dalle prime, mentre l'olanda appare maggiormente premiata rispetto alla classifica ufficiale. nell'appuntamento dopo la cina le due classifiche appaio molto dissimili, a differenza dei primi due appuntamenti dove erano riscontrabili inerenze e linee di tendenza, segno evidente di come il gp cinese sia stato un gp anomalo non rispecchiante le vere forze in campo Messico 24 Grand Bretagna 106 Germania 22 Messico 103 Grand Bretagna 20 Canada 100 Italia 19 Olanda 94 Malesia 17 Germania 90 Australia 16 Malesia 85 Canada 16 Repubbllica Ceca 84 Repubbllica Ceca 16 USA 81 Francia 15 Australia 80 Olanda 15 Cina 80 Sud Africa 13 Brasile 79 USA 10 Svizzera 78 Cina 8 Nuova Zelanda 77 Nuova Zelanda 7 Italia 75 Brasile 5 Francia 73 Svizzera 4 Sud Africa 59 Singapore 3 Indonesia 51 Indonesia 1 Libano 49 Grecia 0 Irlanda 46 India 0 Singapore 44 Irlanda 0 India 38 Libano 0 Grecia 23 Pakistan 0 Pakistan 14 Proviamo_a_fare_un_calcolo_strano.zip
  9. dammiilnome

    A1 GP

    grazie stavo giusto per chiedere se si potevano vedere in streaming Siamo giunti al terzo appuntamento con UN CALCOLO STRANO, la classifica vede in testa la Grand bretagna seguita da Messico(che risulta invece primo nella classifica ufficiale) e Canada di cui viene premiata la costanza. Per quanto riguarda l'Italia risale la china ma risulta ancora molto lontana dalle prime, mentre l'olanda appare maggiormente premiata rispetto alla classifica ufficiale. nell'appuntamento dopo la cina le due classifiche appaio molto dissimili, a differenza dei primi due appuntamenti dove erano riscontrabili inerenze e linee di tendenza, segno evidente di come il gp cinese sia stato un gp anomalo non rispecchiante le vere forze in campo Messico 24 Grand Bretagna 106 Germania 22 Messico 103 Grand Bretagna 20 Canada 100 Italia 19 Olanda 94 Malesia 17 Germania 90 Australia 16 Malesia 85 Canada 16 Repubbllica Ceca 84 Repubbllica Ceca 16 USA 81 Francia 15 Australia 80 Olanda 15 Cina 80 Sud Africa 13 Brasile 79 USA 10 Svizzera 78 Cina 8 Nuova Zelanda 77 Nuova Zelanda 7 Italia 75 Brasile 5 Francia 73 Svizzera 4 Sud Africa 59 Singapore 3 Indonesia 51 Indonesia 1 Libano 49 Grecia 0 Irlanda 46 India 0 Singapore 44 Irlanda 0 India 38 Libano 0 Grecia 23 Pakistan 0 Pakistan 14
  10. dammiilnome

    Notizie Varie

    secondo il tuo ragionamento direi che lo sono in parecchi Io ho esultato e non mi ritengo un pezzo di m***a... cerca di essere meno generico per favore... mmm tu hai esultato a monza e ritieni alonso un pezzo di m***a per le cose che ha detto? fernando alonso (l'utente) Mr.Sportivit? 2006! basta con ste frasi ironiche buttate li appena uno difende alonso o va contro la ferrari sperando nell'appoggio di altri utenti.......cerchiamo semmai di contestare le cose che ho scritto che non condividi........ se non hai voglia o non sai ripondere non sentirti obbligato Io ho esultato a Monza e ritengo che Alonso, non solo oggi, ha perso una buona occasione per stare zitto o al limite per dire cose pi? adatte ad un pilota di f1 del suo calibro... io invece ammiro molto la sua sincerit?. Lo ammiri e lo definisci pezzo di m***a, per? sincero .... complimenti.... in questa F1 cos? cotonata in cui la dichiarazione pi? imbarazzante era..."ho rotto il cambio" e che appena un anno fa inseguiva il sogno di rossi alla ferrari perch? alternativo e fuori dagli schemi...una persona di certo un po' grezza ma sincera ? da apprezzare...e non sono un alonsiano
  11. dammiilnome

    A1 GP

    che vergogna me ne sono accorto anche io e sono stato attento a vedetre se davano la notizia...niente...? vero che c'era il calcio, la pallavolo il rugby ma niente di niente...VERGOGNA ma per fortuna ci siamo noi volevo sottilineare i tre punti conquistati dal singapore....dopo solo tre gare gi? a punti stragrandi
  12. dammiilnome

    Notizie Varie

    Concordo, ? l'unico punto del circuito che mi lascia perplesso. :pensieroso: gi? .. possibilit? di sorpassi ZERO.... bisognerebbe farla tornare una frenata secca , con per? sede stradale + larga per favorire i sorpassi .. Tipo come era una volta... ma con sede stradale un po' pi? larga. :aham: ? un po' vergognoso che nessuno di voi ha citato la vittoria del teamnazionale in cina nell'a1gp in fondo ci corrono ex di f1....
  13. dammiilnome

    A1 GP

    che vergogna me ne sono accorto anche io e sono stato attento a vedetre se davano la notizia...niente...? vero che c'era il calcio, la pallavolo il rugby ma niente di niente...VERGOGNA ma per fortuna ci siamo noi
  14. dammiilnome

    A1 GP

    ecco i piloti che correranno in cina Australia Karl Reindler Ian Dyk* Brazil Tuka Rocha Raphael Matos* Canada James Hinchcliffe* China Congfu Cheng* Czech Republic Tomas Enge Jaroslav Janis* France Loic Duval* Nicolas Lapierre Germany Nico H?lkenberg* Great Britain Oliver Jarvis* India Armaan Ebrahim Indonesia Ananda Mikola Moreno Soeprapto* Ireland Michael Devaney John O?Hara* Italy Enrico Toccacelo Michele Rugolo* Lebanon Alex Khateeb* Khalil Beschir Basil Shaaban Malaysia Alex Yoong Fairuz Fauzy* Mexico Salvador Duran Netherlands Jeroen Bleekemolen Renger van der Zande* New Zealand Wade Cunningham* Matt Halliday Pakistan Nur Ali* Singapore Christian Murchison* South Africa Adrian Zaugg* Alan van der Merwe Switzerland Neel Jani Marcus Fassler* USA Philip Giebler Ryan Hunter-Reay* parlare di come ? scatutita questa griglia ? quasi ridicolo...sti ciniesi????? :triste: XD A1 GP Pechino - La griglia di partenza della Sprint Race 01- Olanda - Jeroen Bleekemolen - 1'00.093 02- Messico - Salvador Duran - + 0.490 03- Italia - Enrico Toccacelo - + 0.849 04- Canada - James Hinchcliffe - + 1.010 05- Germania - Nico Hulkenberg - + 1.182 06- Brasile - Raphael Matos - + 1.213 07- Sud Africa - Adrian Zaugg - + 1.268 08- Gran Bretagna - Oliver Jarvis - + 1.311 09- Repubblica Ceca - Tomas Enge - + 1.462 10- Svizzera - Neel Jani - + 1.618 11- Irlanda - Michael Devaney - + 2.717 12- Nuova Zelanda - Matt Halliday - + 2.759 13- USA - Philip Giebler - + 2.823 14- Australia - Karl Reindler - + 2.906 15- Cina - Congfu Cheng - + 3.182 16- Malesia - Alex Yoong - + 4.153 17- Singapore - Christian Murchinson - + 5.804 18- Indonesia - Ananda Mikola - + 5.945 19- India - Armaan Ebrahim - + 5.963 20- Libano - Basil Shaaban - + 6.296 21- Francia - Nicolas Lapierre - + 9.569 22- Pakistan - Nur Ali - + 10.170 VITTORIAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!! aiutati ? vero ma grande corsa bravo toccacelo!!!!!!!!!!!!!!!
  15. dammiilnome

    Notizie Varie

    e infatti ci sono riuscite...
×