Jump to content

Pacanto

Members
  • Content Count

    221
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Points

    0 [ Donate ]

Everything posted by Pacanto

  1. Ebbene si, questo ? il mio blog su questo forum. Scusate, ammetto di andare fuori tema e di essere uno che grida nel deserto... Ma insomma, non se ne pu? pi? di queste zoccole che credono di averla solo loro, sussiegose e insolenti.... Ma basta!!! Cosa vuole? ....avvocati (???) giuristi, notai, professionisti, medici.....ma cosa farnetica questa? ma come si permette...? Vorrei vedere se la signorina in questione non apre le gambe davanti a qualche biglietto verde prontamente esibito da un muscoloso idraulico o da un rubicondo coltivatore... Ma poi, da dove viene? Se al suo paese mangiava cipolle, come credo, che c.... vaneggia? Poi, imbecilli come la suddetta, avranno pure la fortuna di imbarcare (intendo per un rapporto duraturo) qualche deficente miliardario a cui frega poco che la sua vulva abbia ricevuto decine e decine di visitatori.... ma l'odore di ******* non glielo toglie nessuno eh no! Chiedo scusa se le mie parole suscitano la sensibilit? di qulacuno o di qualcuna, ho il massimo rispetto per le professioniste del settore, ma queste uscite ipocrite e pseudo-classiste sono proprio irritanti.
  2. Non so se avete mai guardato Il Processo al Gran Premio. Ebbene, in codesta trasmissione c'? anche come ospite fisso Andrea Montermini. Tutte le volte mi sorprende, perch? non ? il classico ospite che si fa pagare per dire due cavolate e via... E' furbo, informato, intelligente, simpatico... insomma, spicca nell'insieme. In F1 ha avuto macchine scarse e rischi? di farsi male a Barcellona 94, poi credo and? in America e nelle gare GT... Vorrei saperne di pi?.
  3. Pacanto

    La Hesketh

    Mi affascina questo team, anche se ne so ben poco... Mi aiutate ? informazioni / curiosit? / aneddoti sono benvenuti !
  4. Pacanto

    Stefan Bellof

    Mi ? stato descritto come il pi? grosso spreco di talento nella storia dell'automobilismo... talento tragicamente perso... ma ho trovato poco... sono benaccetti ricordi, pareri, opinioni ecc..
  5. Domani ho l'esame pratico per prendere la patente. Quindi nell'ultimo mese ho fatto molte guide di prova con l'istruttore Fabio al mio fianco. Col tempo, sono venute fuori alcune discussioni sule corse: (L'istruttore accende l'autoradio e si sente la notizia dell'aereo di Alonso che ha picchiato durante il decollo) Io: Eh, ? decollato bello dritto l'aereo di Alonso... Istruttore: Bah, lo guidava lui forse?!? Io : ...e insomma guardo anche le gare americane quando posso Istruttore :...'mazza che corse da burini Io: Dio bono che parcheggio brutto che ho fatto Istruttore: 'mazza oh, me sembri Schumaghere alla Rasghasse Io: Guarda come vado bene, sono il nuovo Schumacher... Istruttore Se...Il nuovo Damon Hill...guidi a strappi, lasciala pi? dolcemente la frizione Due perle dal corso di teoria Un allievo: Ma se trovo una pozzanghera in mezzo alla strada che devo fare? Istruttore: Saltala! Istruttore: Un automobilista sta per arrivare alla dogana, vede uno della polizia, ci si avvicina e muore al posto di blocco. Chi ? che ci guadagna? Blocco Speriamo che anche l'esaminatore di domani sia un appassionato di corse cos? mi arruffiano anche con lui. Del resto sono troppo maschio per portare la minigonna.
  6. 1969. L'uomo sbarca sulla luna, l'Unione Sovietica lancia il Venera 6, Nixon viene eletto trentasettesimo presidente degli Stati Uniti d'America, i Beatles suonano il loro ultimo concerto, e viene completato il primo volo del Concorde. Non che in quell'anno mancassero avvenimenti d'interesse, ma nel mese di maggio, l' attenzione degli appassionati converge verso un unico luogo: un appezzamento di alcuni ettari nel centro dello stato statunitense dell'Indiana, meglio noto come Indianapolis Motor Speedway. Siamo alla fine degli ruggenti Sixties e nell' infernale arena americana si sta per disputare una delle edizioni pi? gloriose, spettacolari e memorabili della 500 Miglia. La corsa pi? importante del mondo. L'elenco degli iscritti farebbe tremare i polsi a qualunque aspirante concorrente che vorrebbe prendervi parte: al via ci saranno Mario Andretti, Bobby Unser, Dan Gurney, Peter Revson, Mark Donohue, A J Foyt, Denis Hulme, George Follmer, Johnny Rutherford, Art Pollard. Mentre gli appassionati contano i giorni mancanti al verdetto della pista, l'elenco degli iscritti si completa. Si iscrive per ultimo uno sconosciuto dal nome Jigger Sirois. Ma nessuno ci fa caso, alcuni si domandarono chi sia questo individuo, tutt'al pi? si soffermano un secondo a chiedersi la ragione di questo buffo nome ("Jigger" nello slang americano sono le lentiggini), ma poi ritornano a discutere della nuova monoposto di Gurney, o del nuovo motore di Foyt. In fondo sono loro i favoriti, Jigger Sirois ? solo uno sconosciuto. Gi?, vi starete chiedendo... Chi era costui? Jigger Sirois nacque il 16 aprile 1935 nella cittadina di Hammond. Suo padre era il meccanico del paese, e, sin dalla pi? tenera et? il piccolo Jigger si divertiva a costruire carretti di legno, con i quali si lanciava dalla collina della chiesa coll'amichetto Dan. Ma, carretti a parte, non ? che le corse interessassero tanto il giovanottino, preferiva quasi i libri di meteorologia, materia che lo affascinava. Intraprese una carriera nel baseball, sport nel quale dimostrava grandi qualit?, e venne ingaggiato nelle giovanili della squadra del college di Indianapolis. Ma un giorno cade e una frattura alla gamba ci mette una pietra sopra. Amen. Jigger non ? mai stato fortunato, ? un ragazzo piuttosto schivo, molto timido, un p? bruttarello e con poco successo con le ragazze. A venti anni non gli resta che lavorare col padre nell'officina di famiglia. Comincia a frequentare gli ambienti delle corse midget e sprint, quelle diaboliche e scorbutiche macchinette che agli occhi degli europei sembrano infantili e ridicole, ma che dispongono di elevata potenza e, nell'ambiente in cui Jigger si trova, vengono considerate molto formative. Non vince spesso, ma mostra qualit? di tenacia e notevole testardaggine. Arriva l'anno di grazia 1969, ed il nostro piccolo grande eroe viene a conoscenza di Marvin Cave, che ha intenzione di formare un piccolo team e di affittare il volante ad un giovane pilota desideroso tentare la qualificazione alla 500 Miglia. Vengono reclutati una manciata di meccanici e l'Armata Brancaleone parte per Indy. E'arrivato il tempo di vedere per la prima volta le monoposto e i loro intrepidi piloti all'opera in pista per le prime prove. Il battage pubblicitario e l'interesse della stampa ? gi? altissimo, le tribune gremite, anche se per una sessione di pratica. Nello spartano paddock si trovano eroi come Unser, Gurney, Andretti, Hulme, Foyt... gloriosi cavalieri di mille battaglie, affamati di vittorie, belli e impossibili nelle loro tute bianche e nella loro loro espressione, scolpita nelle loro facce gara dopo gara, di consapevole superiorit?. In contrasto con tutto questo si aggira timido per i paraggi un campagnolo cogli occhiali, ? Jigger Sirois. Nelle prove libere si classifica ultimo. Sa gi? che nelle qualifiche sar? difficilissimo entrare nei Magnifici Trentatr?, acciuffando un posto in griglia per la prestigiosa gara. Ma lui ? Jigger Sirois da Hammond, Indiana, e non ha niente da perdere. Arriva il giorno per lui fatidico. Il giorno delle qualifiche ufficiali della 500 Miglia di Indianapolis. L'atmosfera ? elettrica, tra i piloti e tra gli spettatori assiepati nelle gradinate si ha la consapevolezza che il grande spettacolo sta per iniziare. Il cielo ? grigio. Anzi, promette pioggia. In quanto ultimo nelle prove libere, Jigger ? chiamato ad entrare in pista per primo. Lui e Marvin Cave scrutano il cielo, poi gi? nell'abitacolo. Quattro giri a vita persa per tentare la qualificazione. Giro di riscaldamento percorso a velocit? bassa, sotto un cielo plumbeo. Primo giro, Marvin ferma il cronometro e legge la media di Jigger: 159 miglia all'ora. Troppo poco. Il secondo ed il terzo giro fanno registrare valori pressoch? identici, 160 miglia all'ora. Le nuvole si aprono, gli spettatori, piuttosto "tiepidi" davanti al tentativo di qualificazione di uno sconosciuto pilota, allungano una mano aperta, ma non sentono gocce. Ma Jigger, mentre sta per attraversare la line del traguardo e iniziare il quarto giro, ultimo ed estremo tentativo per entrare nella griglia, guarda in alto, vede le nubi che si aprono e capisce che sta per piovere, ricordate la passione per la meteorologia? Ed allora s'illumina, ? arrivato finalmente il suo momento. Se la sessione fosse sospesa per pioggia, in base al regolamento allora vigente, sarebbe considerato valido solo il suo tentativo, e quindi sarebbe in pole per una delle pi? ruggenti edizioni della 500 Miglia di Indianapolis! Riceverebbe un enorme premio in denaro, sarebbe ricevuto dal presidente Nixon, assaporerebbe per la prima volta quel successo che, in tutti i campi, gli ? sempre sfuggito. Inizia il quarto giro, Sirois si lancia lungo il rettilineo, raggiunge la curva uno, la sua scia vola rapidamente verso la curva due, raccordando entrambe le sopraelevate con un raggio perfetto, sembra fendere l'aria, Jigger. Attraversa le nuvole basse lungo il rettifilo opposto a quello di box a velocit? folle, avvicinandosi alla terza curva. Ma non sa che ai box c'? chi ha deciso il destino per lui. Marvin Cave ha contattato la direzione gara, dicendo di ritirare Jigger dalla sessione, ? convinto che non piover? e che quindi gli altri piloti scenderanno in pista, battendo la media del suo pilota. Facendo cos?, abortendo il tentativo, Marvin assicura al suo pilota la possibilit? di effettuare un altro tentativo, in coda agli altri. Ma questo Jigger non lo sa. Giunge sul traguardo del quarto giro come un fulmine. La media ? 161.535 miglia orarie. Jigger scende dalla macchina, ed appena mette piede a terra, sull'asfalto del catino, il tracciato ? investito da un colossale nubifragio. Se solo Marvin Cave non avesse fatto abortire il tentativo di Sirois, questo campagnolo dagli occhiali tondi sarebbe stato in pole nella corsa pi? importante del mondo. Il nostro eroe ? beffato dal destino, piange e si dispera, viene consolato dagli operatori telvisivi e radiofonici, piange sulle loro spalle. Poi il suo volto si illumina, si dirige nella sala stampa tra il nubifragio, entra e risponde alle interviste. Sono l? tutti per lui. Risponde con estrema classe, umorismo e educazione. Non accusa nessuno, anzi, consola quei giornalisti che, impietositi da ci? che gli ? appena accaduto, hanno gli occhi lucidi. Ride, scherza, ? sereno. Una settimana dopo si risvolgono le qualifiche. Stavolta c'? un sole che spacca le pietre e Jigger si classifica ultimo. Amen. Viene chiamato a molte trasmissioni televisive, gli viene offerto un posto come opinionista in un quotidiano a tiratura nazionale, ma lui niente. Si ritira nel suo paesino e comincia a condurre una vita tranquilla, discutendo amabilmente tutto il giorno con chi si reca ad Hammond per conoscerlo. E' diventato una leggenda, ormai. Ma lui non se ne cura, alle luci della ribalta preferisce il laghetto dove si reca spesso a pescare. Intervistato recentemente, disse di avere scoperto il vero senso della vita nella semplicit? e nella serenit?. Grande Jigger, potevi essere poleman di Indianapolis, ma hai voluto fare le cose in grande, e sei diventato uomo. Grazie davvero dell'insegnamento, perch? tutti noi, sotto sotto, siamo un p? Jigger Sirois.
  7. Pacanto

    AVUS

    me ne sapete dire qualcosa? E' il circuito che conosco meno di tutti tra quelli di F1
  8. http://it.youtube.com/watch?v=WWCp89DCwcg A ventotto anni dalla sua scomparsa, volevo ricordare questo pilota, che purtroppo non ho potuto mai vedere dal vivo, ma che mi ha sempre colpito per grinta e determinazione.
  9. Nessuno ci avr? fatto caso, ma l'anagramma di "Giancarlo Fisichella" ? "FAILING HIS LOCAL RACE".... cio? "fallire la gara di casa"
  10. Capelli ? pi? obbiettivo per?
  11. saranno da seguire le cronache di Mazzoni... Ma secondo voi come si comporter?? parteggiava nettamente per Schumi e per la Ferrari... ora dovr? scegliere solo una di queste possibilit?... lo vedo in difficolt?....
  12. Un video fatto da me, volevo rappresentare, con l'uso di immagini d'epoca, lo spirito autentico della passione per le corse. La colonna sonora ci d? un bel tocco, trovo.
  13. Kobayashi ? un piuttosto grande uomo.... Che omo!!! ? saltato fuori come fetta da tostapane, ma lo trovo un personaggio interessante.
  14. La squadra per cui nutro una morbosa e totalmente ingiustificata simpatia, il Norwich City (serie C1 inglese) gioca stasera a Leeds, contro i capoclassifica.... Ci si potrebbe inserire in zona playoff, dopo la retrocessione dell'anno passato e dopo la prima partita dell'anno persa 7-1 in casa XD
  15. Pacanto

    Le Mazzoniate

    "Aidefeld" (cit.) NUOVE LEVE DAL SOL LEVANTE: "Katayama" "Nakayama" "Nakayota" "Kotayama"
  16. Ferrarista, tu che sei un genio della fisica, come mai il mio lavandino gorgoglia? XD
  17. Allora sei stato tu a copiarmela, perch? sono stato io a disegnare la mappa con il pennarello e a postarla originariamente sul forum inglese di Autosport
  18. Per il 2011, ? stata annunciata la costruzione di un nuovo circuito dell'architetto Tilke. Sono riuscito a scattare una foto del progetto con il mio cellulare:
  19. Per me Irvine, Alesi, Gaston Mazzacane
  20. Pacanto

    Le Mazzoniate

    Mazzoni non ha competenze necessarie per commentare gare automobilistiche. Mai un riferimento storico che vada oltre il '97 e ignora totalmente le altre categorie (che non conosce) Inoltre, durante la telecronaca non si accorge di vari episodi e non da il giusto risalto a sorpassi nelle retrovie (perch? non li nota) A volte ho la netta impressione che guardi spesso dei fogli o dei dati e per questo si perda delle cose che accadono in diretta.
  21. Pacanto

    Rolf Stommelen

    Salve a tutti... Mentre seguivo un vecchia gara su JustinTv (Monza '89) mi metto a chiacchierare in chat con un tedesco di Colonia... parla e riparla, gli chiedo se ha mai corso... mi dice di si, ma mi dice che non ha mai avuto grandi risultati... il suo padrino per?, dice lui, correva... in turismo e prototipi gli chiedo come si chiamava... beh, credo che vi immaginiate come mi ha risposto....altrimenti non avrei postato qua... All'inizio ero un p? scettico, poi ho riflettuto e mi ha dato delle prove del fatto che non ? un fanfarone, ? tutto vero... Gli ho detto che conservo un articolo di Autosprint su di lui e mi ha chiesto se gli faccio una scan... Ha detto che lo vedeva abbastanza spesso da ragazzo, suo padre faceva di tanto in tanto allenamento con Rolf: ciclismo e palestra A volte andava a vederlo correre nelle salite, ha detto ovviamente per questioni di tatto non ho voluto infierire con domande sulla morte, ma lui stesso ha detto "ero in vacanza in spagna quando mor? in america, ? stato terribile" Meraviglie di internet... Questo ragazzo me lo sono segnato come"amico" su quel sito, magari se avete delle domande da fargli gliele posso passare
  22. Pacanto

    SBK 2009

    Vai Tommy Sikes! finalmente quache bel sorpasso in gara 2, e altri due piazzamenti, quarto e quinto. Prima gara da antologia, con i due sorpassi subiti da Spies e poi il recupero con le sue due infilate! Ancora pi? del sorpasso all'ultimo giro su Haga, mi ha impressionato quello su Haslam... con quell'accelarata a centro curva sembrava che dovesse passare sul ginocchio dell'inglese... Seconda gara decisa dalla scivolata dell'amaericano all'inizio. Haga in fuga solitaria, Haslam infila Neukirchner con una foga impressionanate e il tedesco va dritto... Monumentale Smrz anche se fortunato nel passare Fabrizio all'ultimo giro. Memorabile il commentatore, che in svariate occasioni ha elogiato Assen e i vecchi circuiti, spalando mexxa su Tilke
  23. Pacanto

    Ma io boh...

    Ma io boh... passo alle Superbike, almeno l? ci sono 10 piloti che si battono per la vittoria, sorpassi a badilate e circuiti seri (a parte Qatar, ma gli altri sono belli). E regolamenti tradizionali. Arrivederci. Ma prima di andare vi propongo una riflessione... lo sapete perch? non rinascer? pi? un Gilles, un Ayrton o un Ronnie nell'automobilismo? Perch? oggi questi eroi correrebbero nelle moto.
×