Vai al contenuto

paolokkk

Members
  • Numero contenuti

    26
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

0 Matricola

Su paolokkk

  • Rango
    Nuovo Arrivato

Info Profilo

  • Professione
    imprenditore
  1. paolokkk

    GP2 Asia - Bahrain 4/6 Aprile

    non saprei. Ho riportato il pensiero di nocera, sicuramente pi? attento di me. Pobabilmente il francese ha preferito usurare totalmente le gomme, attribuendo a loro il problema avuto in gara, e di conseguenza, far passare in secondo piano l suo errore. Io me lo spiego cosi. Paolo A.
  2. paolokkk

    GP2 Asia - Bahrain 4/6 Aprile

    In telecronaca ho evidenziato la strepitosa forma del giapponese. Per il problema di GrosJean secondo Paolo Maria Nocera, si trattava solo di uno spiattellamento del pneumatico, e nessun problema ai freni. Tra l'altro, cosa curiosa, notata da Nocera... Il francese ha tirato una forte inchiodata all'entrata della pitlane andando a compromettere, volutamente, in maniera definitiva i pneumatici. Detto questo, spero Vi siate divertiti. Paolo Allievi
  3. paolokkk

    [GP2 Asia] Gp Malesia

    Concordo in toto con Fabrizio. Alla fine dopo tanta dietrologia, HAMILTON ? stato pi? che superlativo anche in F1. Questa cosa ha zittito i detrattori convinti che fosse aiutato dal team. oRA STA SUCCEDENDO LA STESSA COSA CON gROSJEAN. Nei paddock, tra gli addetti ai lavori, tra gli appassionati, si comincia d insinuare lo stesso dubbio. Per questo che ho sottolineato il fatto che lo aspetto al varco come pilota, fregandomene altamente del team dove corre Nel senso, attendo di vederlo in condizioni difficili, nella main series, per capire il suo reale valore di pilota. Paolo
  4. paolokkk

    [GP2 Asia] Gp Malesia

    In ogni caso, aiuti presunti, e non, per guidare cosi ci vuole un piede pesantissimo. Questa cosa ? indiscutibile. Altra considerazione: Hamilton ha dismostrato tutto il suo valore. Grosjean ancora no. Nei test collettivi Luca ? davanti, e nella gara di sentul ha dimostrato qualche limite, il Francese. Lo aspetto al varco nella main series. Resta indubbio che va fortissimo. Paolo
  5. paolokkk

    Luca Filippi fans space

    COME amico di Luca non posso non essere contento della nascita di questo 3d. Gli imporr? di rispondervi al pi? presto. Sono 10 anni che faccio telecronache, e mi sento di affermare che Luca ? un piede pesante. Paolo
  6. paolokkk

    [GP2 Asia] Gp Malesia

    Effettivamente io in telecronaca ho detto che mi sarebbe piaciuto vedere una gara sotto una pioggia scrosciante, per vedere in condizione limite la guida di Grosjean. Io e Nicola Villani non abbiamo potuto non evidenziare la rimonta del francese che partiva 19?... L'unico pilota in Gp2 che aveva questo surplus in pistab era Hamilton, MA LA SQUADRA ERA LA STESSA. PAOLO ALLIEVI
  7. paolokkk

    Luca Filippi e Ferrari

    Volevo solo precisare che non stiamo parlando di Filippi in Ferrari al posto di Raikk o di Massa. Certamente anch'io darei una Chanches a Trulli. Se lo meriterebbe ed ? ancora un pilota fortissimo. Stiamo parlando, per?, del 3? pilota, quindi mi sembra pi? giusto dare la possibilit? ad un giovane di talento di crescere, e di farlo in un team italiano, evitando che altri team ce lo portino via. Da notare, per altro, che svariati team di F1 hanno dato la possibilit? a pi? piloti di Gp2 di testare una loro monoposto. Credo che la Ferrari faccia bene, a farla provare ad un Italiano no? Paolo A.
  8. paolokkk

    Luca Filippi e Ferrari

    Che sia una notizia veritiera o no, bisogner? aspettare per saperlo. Conosco bene Luca, siamo molto Amici, lavorare per la Ferrari ? una cosa seria. Nel leggere alcuni post resto sorpreso nel notare che alcuni di Voi considerano Luca non all'altezza di una Ferrari Tolti i tre driver della F1, nel panorama mondiale, ci sono alcuni piloti italiani che sono velocissimi. Luca ? uno di questi. Pantano ? nella mia lista, ma a suo sfavore gioca l'et?. Luca ? ancora giovanissimo, 3? nel campionato Gp2, ormai molto simile a una F1. Tre secondi posti nelle ultime tre gare, facendo sorpassi mozzafiato ( come Pantano) , unico pilota Gp2 a fare la mitica eau rouge in pieno ( tratto da due giornali autorevoli). Vincitore del campionato di 3000 dello scorso anno. Se questi numeri non sono bastano, mi chiedo cosa deve fare un pilota italiano per emergere, quando negli altri paesi basta molto meno per approdare in F1. B)
  9. paolokkk

    GP2 Series 2007

    Ho commentato per Eurosport la gara da Monza, sia sabato che domenica. Come ospite il sabato ho avuto Davide Rigon, mentre domenica mattina Giacomo Ricci. Dal nostro commento si capiva che la gara era esaltante....e decisamente competitiva. PANTANO, ? PANTANO, con i Suoi pregi e i Suoi difetti. E' un pilota istintivo, a volte troppo. Mi ? piaciuto Chandock. Migliora gara dopo gara. Luca ( Filippi) oltre che un amico ? anche un ragazzo con i piedi per terra, e questo non guasta. LA COSA PI? BELLA DELLA gP2 ? IL PADDOCK. Si respira una bella aria, c'? molta umanit?. Si parla ancora di corse e piloti, e molto poco di contratti. PAOLO A.
  10. paolokkk

    GP2 Series 2007

    Diciamo che Di grassi, si sopravvaluta... da solo. Questo ? un problema, per lui. Paolo A.
  11. paolokkk

    ho provato la formula master

    il problema ? che ora mi manca.... crisi da volante...hahahahehaa
  12. paolokkk

    ho provato la formula master

    ho provato alcune vetture del turismo italiano, ho girato ( non ho guidato) con due vetture del wtcc. La guida di una monosposto ? totalmente differente. Come ho scritto sopra, forse l'aspetto pi? problematico, almeno inizialmente, ? la posizione di guida, o meglio, l'altezza da terra e il fatto che sei davvero infossato nell'abitacolo. Se uno soffre negli spazi chiusi dubito che possa solo sedersi in una monoposto. Tra l'altro una volta dentro, posizionano il volante, quindi c'? ancora meno spazio. poi le paratie laterali che ti chiudono le spalle. Consideravo, mentre giravo, cosa significhi correre ad oltre 330 kmh e trovarsi di fianco 5 o 6 vetture. Pazzesco
  13. paolokkk

    ho provato la formula master

    Davvero... La cosa brutta, ? che sono in astinenza.... da monoposto hahahahaha Paolo
  14. paolokkk

    ho provato la formula master

    Buongiorno a tutti. Ieri, grazie a Vincenzo Sospiri, ho avuto la possibilit? di avere a disposizione una formula master ( quella di ragues) sulla pista di Vairano. Premetto che ho avuto esperienze in kart e qualche esperienza a ruote coperte. Salire su una monosposto ? tutta un'altra cosa. La Master poi ? veramente bella e pi? performante di un renault 2000. Ho fatto tre sessioni, ma ne avrei fatte almeno 100. La cosa pi? difficile da affrontare ? la posizione di guida. Nell'abitacolo sei praticamente per terra, sdraiato, immobilizzato, legato all'inverosimile. Non si vede quasi niente, se non l'antenna davanti e una porzione di ruota. Ti sembra quasi impossibile guidare in quelle condizioni. Per prima cosa bisogna capire l'utilizzo del volante, come leggere i vari dati. Importante ? tenere sotto controllo la temperatura. Sotto i 75 la macchina non va, sopra 85/90 ci sono dei problemi. Poi bisogna capire bene i led dei giri del motore. Fondamentale per la partenza e per la cambiata. Una volta in macchina, legato ( gambe e braccia sono praticamente immobili, si muovono abbastanza bene le mani e i piedi) e pronto a partire arriva la parte pi? complessa. Ho acceso il motore, mi hanno spiegato cosa fare quando si rientra al box, per mettere subito in folle e spegnere il motore, altrimenti son dolori per la trasmissione ecc. Le vibrazioni sono terribili, il rumore anche. Per partire la master ha una frizione al volante piuttosto ostica, finch? non ci si prende la mano. Bisona far salire di giri la monoposto ( gi? al minimo sembra che escano i pistoni) :angel: e poi inserire la prima, mollando la frizione poco alla volta. Ho spento il motore tre volte, alla prima uscita. Il problema ? l'acceleratore , mi spiegava Alberto Costa, pilota della Master, sensibilissimo, basta sfiorarlo. Alla fine sono partito in leggera patinata, la macchina saltellava, perch? dosavo male il gas. Appena in pista ho fatto un paio di curve per prendere confidenza con la macchina, cambiando abbastanza rapidamente, senza esagerare. Avevo a disposizione , per quella prima uscita, un bel p? di giri, quindi ho fatto le cose per gradi. Dopo il primo giro, ho cominciato a pestare sul gas, e devo dirvi che le sensazioni provate sono incredibili. La pista non ha allunghi particolari, ma in uscita dalle esse sono riuscito spesso a mettere anche la 4? e la 5? marcia, a pieni giri. Senza parole.................... Poi ho studiato la frenata e ho notato che se non pesti in maniera decisa, non ti fermi. Ho rischiato in fatti qualche lungo, sui 180/200.... Alla seconda uscita sembravo un pilota vero. :aham: partenza al prmo colpo, un bel p? di giri a pieno regime, senza esagerare in certi punti del tracciato. Il problema, infatti, ? che si prende confidenza abbastanza in fretta con la Master, ma diventa difficilissimo capire il limite di aderenza. Su una curva veloce a sinistra ogni giro entravo sempre pi? forte, pensando di essere ogni giro al limite, per sentirmi dire poi da Sospiri che quella curva con la MASTER la si percorre di 4? in pieno. Io la facevo in 3? e mi sembrava di volare!!!!!!!!!! Difficile, quindi, valutare davvero la velocit? di percorrenza, per un novellino. Nel terzo stint invece sono stato molto piu regolare, affrontavo il rettifilo principale totalmente in pieno fino alla staccata, ho provato a fare la curva veloce in 4? e ci sono riuscito. ( ovviamente molto pi? lentamente di un pilota vero..). Non sarei mai sceso dalla monosposto. Ieri sera, chiudendo gli occhi rivedevo la sequenza di curve, riprovando la stessa emozione provata nella giornata. Ho realizzato un sogno. Paolo A.
  15. paolokkk

    2007.07 | Gran Premio degli Stati Uniti - Indianapolis [Gara]

    ripeto, ? stato un attimo, bisognava proprio osservare kimi. Ovviamente questo dimostra il suo disappunto. Paolo
×