Jump to content

poleman

Inactive
  • Content Count

    676
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by poleman

  1. Questo è un momento storico molto delicato, nel quale ci sono pochissime squadre, molte delle quali in gravi difficoltà economiche. Un'uscita della Red Bull che, come ha sempre rimarcato Montezemolo è una squadra/sponsor, non sarà facile da assorbire. Se per te un'uscita della Red Bull non rappresenta nulla di sconcertante restane convinto, io credo invece che i tempi cambiano e che ora non si possa bollare il tutto con un ironico "prima dell'avvento di Red Bull non capisco come fosse possibile la presenza di qualche manciata di poveri fessi che seguiva la F1". Sisi... infatti prima dell'avvento di Red Bull non capisco come fosse possibile la presenza di qualche manciata di poveri fessi che seguiva la f1...
  2. poleman

    La F1 in TV

    Si sa qualcosa di certo sui diritti dell'anno prossimo? Sky sport ha un'opzione per le prossime due stagioni, ma non sono sicuro abbia confermato. Personalmente mi auguro passi tutto alla Rai
  3. Il veto della Ferrari sta facendo tremare Todt: se va via la Red Bull lui e la F1 sono finiti. Beh ma non dice questo. Dice che è piuttosto curioso che il comportamento di Todt sia antagonista nei confronti della Ferrari più che imparziale sul piano politico. Più che altro, è una critica alla sua battaglia politica contro Maranello, condotta con mezzi non proprio puliti (tipo annunciare a tutto il mondo il veto della Ferrari e attribuire tutta la colpa alla Scuderia, o mettere il ricatto del motore V6 2.2).
  4. Mi sorprende che nessuno abbia evidenziato la furbata di Rosberg che nell'unico momento difficile di tutta la gara - la ripartenza - ha pensato bene di tagliare una curva ed incrementare il vantaggio di quei pochi decimi utili a far uscire Hamilton dalla zona drs. Continuate a giustificare le vie di fuga in asfalto e assisteremo sempre più spesso a ingiustizie sportive di questo genere. Chi sbaglia deve pagare, è inammissibile vedere un pilota commettere un errore durante un momento chiave della corsa e non rimetterci nemmeno un decimo, anzi...! Per non parlare poi del tempo convalidato a Verstappen al venerdì o il rientro di Vettel ai box dopo la foratura! Aprite gli occhi! Ma, leggendo i vostri commenti mi pare anche chi li aveva sempre aperti, ora li ha chiusi. Come si fa a dire che le vie di fuga in asfalto sono per la sicurezza...?! Sono 21 anni che, gru in pista a parte, nessuno si fa niente. Merito dei circuiti? No, il merito è delle monoposto, sicurissime dall'immediato dopo Senna. Da circa 10 anni stiamo assistendo alla morte sportiva della F1, con queste vite di fuga che giustificano praticamente tutti gli errori. Vedere un circuito come quello del Messico completamente stuprato fa piangere il cuore; un cuore che non è quello di un nostalgico, ma è quello di un appassionato che vuole una competizione vera e selettiva.
  5. Mi ero lamentato del troppo asfalto nelle vie di fuga... Risultato: miglior tempo nelle F1 a Verstappen che ha tagliato curva 10. Grazie Tilke, Grazie Gpda, viva lo sport!
  6. Ragazzi scusatemi, tornerò su un discorso che abbiamo ripetuto alla nausea, ma il vero problema del circuito sono le vie di fuga in asfalto. Ora spiegatemi perché le curve dello stadio hanno vie di fuga interamente asfaltate. Non ditemi che è per la sicurezza, si percorreranno a 80 km. Onestamente rendono un circuito già banale di suo (purtroppo con la modifica alla Peraltada mancano i curvoni veloci) ancora più banale. Chi sbaglia non paga. A mio parere tutto ciò è la rovina della F1.
  7. L'aveva proposto Mosley nel 2003. Sono perfettamente d'accordo
  8. Avete visto l'incidente tra Zarco e Simeon oggi nel gran premio delle Americhe di Moto2? Vorrei un parere da chi dice che le vie di fuga in asfalto sono più sicure! "Grazie" alla via di fuga in asfalto la moto di Simeon ha viaggiato per diversi metri senza una guida attraversando la pista e sfiorando Rins che sopraggiungeva
  9. La situazione è fotocopia a quella di Melbourne. Vedo una Lotus che rimonta e vince senza difficoltà, poi Ferrari e Red Bull. Mercedes in crisi nera, soprattutto nei primi passaggi (solo con una SC nel finale potranno essere della partita).
  10. Ma avete visto ieri lo scandalo in SBK?! Con Sykes che ha fatto il furbo ed è riuscito a mantenere la terza posizione? Se siete sportivi e con un minimo di buon senso non potete che gridare alla vergogna. Lo scandalo di quanto accaduto ieri ha un colpevole ben preciso: Charlie Whiting. E' lui infatti che aveva deciso, anni fa, di asfaltare le vie di fuga delle due varianti a Monza. Lo ripeto per l'ennesima volta: fuori dalla pista l'asfalto non deve esserci! Come dice Jackie Stewart questo è un abuso di privilegi per i piloti. E il discorso vale sia per le due ruote che per le quattro.
  11. poleman

    La F1 in TV

    In Inghilterra - sulla BBC - commenta questa voce Dimmi tu se non è grintosa o no! Se poi vuoi difendere Sky Italia a partito preso difendilo pure; intanto in questo forum trovi molta gente che ti dà corda. Stanno facendo un lavoro a dir poco osceno con i mezzi che hanno a disposizione.
  12. poleman

    La F1 in TV

    Sky è una vergogna! Ma che mettano un italiano a commentare, per favore. Nel dopo prove: la Winkaus che parla con Villeneuve, la Winkaus che parla con De la Rosa! Ma smettiamola, come se in Italia non ci fossero commentatori od opinionisti competenti. Era molto meglio il trio Bortuzzo, Allievi, Antonini! Chi difende SKY dicendo diamo tempo alla Winkaus e a tutto il resto, lo dice soltanto perché da anni (le ho ben presenti le critiche fatte su questo forum) spara gratuitamente a zero contro la RAI
  13. Io sarei per il sistema delle medaglie perché nello sport conta soltanto vincere. Se si vuole invece optare per un sistema a punteggio allora bisogna prendere da esempio quello della Indycar che è studiato in maniera veramente meritocratica dove ogni cosa ha un giusto peso. Le altre soluzioni sono delle porcherie
  14. Ho optato per tutti i ribelli/sfascia-carrozze: Montoya, Hamilton, Maldonado. Più Prost idolo dell'infanzia. Tra i team ho scelto Red Bull e Benetton perché sono sponsor e non costruttori
  15. La pioggia la spera un qualsiasi appassionato di F1 perché le gare sotto l'acqua sono 100.000 volte più spettacolari ed incerte di quelle sull'asciutto. Anch'io penso che la Red Bull di Vettel non arriverà a fine GP, ma credo anche che Alo non ce la faccia ad arrivare a podio, salvo clamorosi aiuti di Charlie Whiting.
  16. La colpa di questa situazione è tutta di Charlie Whiting, un uomo completamente senza polso. Forse quando - e chissà tra quanti anni - la F1 si libererà di lui torneremo ad avere delle gare vere sotto l'acqua.
  17. Scusa, ma posizione la guadagnerebbe soltanto Alonso o la guadagnerebbero anche i vari Hulkenberg, Maldonado, ecc...?
  18. Non capisco perché Briatore per una mossa del genere è stato cacciato fuori dalla F1 e giudicato come antisportivo, mentre ora si sta a discutere se questa mossa (che la Ferrari probabilmente non farà, ma che comunque sta tenendo in considerazione) sia giusta o no. Se la gente fosse coerente reputerebbe questa cosa inammissibile
  19. Non è questione di fascino. E' questione di sportività. Quando vedo scempi come quelli fatti all'Eau Rouge di Spa o alla descida do lago di Interlagos mi sento male, è come se un appassionato di golf si ritrovasse a vedere St. Andrews senza bunkers. Se vuoi la sicurezza ti guardi un altro sporto o la cerchi in un altro modo (ovvero studiando - come è stato già fatto - una cellula di sopravvivenza adeguata).
  20. L'incidente l'aveva avuto nei test invernali. Zonta volò oltre le barriere. Dissero tutti che fu uno degli incidenti più allucinanti mai visti. Il video non esiste (è stato registrato soltanto dalle telecamere interne del circuito). C'è però una fotografia http://www.farzadsf1gallery.com/forum/viewtopic.php?f=3&t=15804
  21. Spa_83 hai perfettamente ragione! E ti dirò di più... Quello che mi dà parecchio il nervoso (e penso anche a te), riguardo questa continua introduzione di vie di fuga, è che sono state introdotte quando ormai non ce n'era più bisogno. Chiunque, con un minimo di buon senso, dopo incidenti come quelli di Zonta (Spa '99 e Silverstone 2000) o Burti (Gp Belgio 2001) ha capito che il livello di sicurezza in F1 era arrivato al top. Che bisogno c'era di dare un'ulteriore impronta più sicura alla Formula 1?
  22. Riguardo le fie di fuga mi sembra che siamo su due strade troppo lontane per poterci incrociare. Sullo zig-zag credo invece che dovrebbe esserci a capo della direzione gara qualcuno con un po' di buon senso e di palle capace di distinguere ciò che è veramente grave da quello che non lo è. Questa regola dell'unico cambio di traiettoria mi pare buona giusto per Ponzio Pilato.
  23. Riguardo le fie di fuga mi sembra che siamo su due strade troppo lontane per poterci incrociare. Sullo zig-zag credo invece che dovrebbe esserci a capo della direzione gara qualcuno con un po' di buon senso e di palle capace di distinguere ciò che è veramente grave da quello che non lo è. Questa regola dell'unico cambio di traiettoria mi pare buona giusto per Ponzio Pilato.
  24. La sicurezza non la fa la ghiaia o la terra. La fa la vettura e la cellula di sopravvivenza. Ormai la F1 è arrivata ad uno standard di sicurezza altissimo che rende assolutamente superflua la discussione. Bisognerebbe invece discutere se sia sportivo o no che i piloti al giorno d'oggi la possano fare franca grazie alle attuali vie di fuga (penso fosse questo il succo del topic). A mio parere, gli errori al giorno d'oggi non si pagano minimamente e questo è uno scandalo!
×