Jump to content

Rhobar_III

Premium
  • Content Count

    50
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

11 Matricola

About Rhobar_III

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Schumacher
  • Team Preferito
    Ferrari
  • Circuito preferito
    Suzuka

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Il sovietico sostiene che altri edifici sparsi per il mondo siano dotati di un sistema analogo. Ovviamente non sono mai stati utilizzati, in quanto gli edifici da lui citati sono ancora in piedi. Al netto di questo, torniamo al fatto iniziale: la costruzione delle torri era vincolata alla presentazione di un valido sistema di demolizione. All'epoca nessun sistema alternativo venne trovato, secondo l'autore, quindi fu necessario implementarlo sin dalla sua costruzione, che avvenne tra il 1966 e il 1973. Il trattato a cui fa riferimento il sovietico fu stipulato nel 1976 e fissò a 150 kiloton il valore massimo per esplosioni nucleari ad uso civile. Per quanto riguarda la teoria delle nanotermiti a cui fate riferimento, questa non dà alcuna spiegazione plausibile ai fenomeni che si sono verificati nelle settimane e nei mesi successivi al crollo degli edifici. E soprattutto, non sottovalutate il fenomeno della micropolverizzazione del ferro e dell'acciaio: l'enorme cumulo di materia polverizzata che ricoprì le strade di Manhattan si scoprì essere prevalentemente di ferro e acciaio, non solo di materiale concreto (cemento). Quale fenomeno fisico può aver provocato questi effetti? Da dove derivano? Perché la polverizzazione di oltre il 70% degli edifici? Perché le altissime temperature del sottosuolo? Perché lo sprigionarsi dei vapori? Domande a cui il sovietico tenta di dare una risposta, mentre nessun'altra tesi/teoria lo fa.
  2. Hai ragione: è effettivamente difficile ritenere plausibile che uno scenario simile possa essere stato avvallato e consentito. Ma è anche vero che il cosiddetto mondo perfetto e ideale, dove sono tutti onesti, dove tutti rispettano le regole e dove nessuno è corrotto, penso non esista da nessuna parte. Quindi perché scartare l'ipotesi solo perché "eticamente" inaccettabile? Anche rubare o farsi corrompere è eticamente inaccettabile, eppure in determinate circostanze e contesti ciò viene fatto e si chiude un occhio o entrambi gli occhi... Inoltre, in base al trattato del 1976 per le "esplosioni nucleari pacifiche", il valore massimo fissato per le cariche esplosive nucleari usate per scopi industriali e civili era pari a 150 kiloton. Quindi, come vedi, esisteva un trattato che consentiva questo utilizzo, sebbene eticamente possa essere considerato inaccettabile. Perché evidentemente questa soluzione era più pratica, meno costosa, più efficiente e considerata all'epoca come la migliore possibile per una demolizione controllata per colossi di 400 metri di altezza. Le tue ipotesi sono assurde, perché non spiegano: - la natura delle rilevazioni sismiche - la presenza dei vapori per 100 giorni - la presenza delle cavità nella rocce di granito - le temperature altissime del sottosuolo Continui a rifiutare la tesi senza cercare di dare una risposta a questi avvenimenti. Devono pur essere stati provocati da qualcosa che non corrisponde a quello che ci hanno raccontato.
  3. Nulla da obiettare su questo, può tranquillamente succedere. Però la domanda è: quand'è che succede? La risposta è: succede quando due persone si incontrano, si conoscono e sono disposte ad accettarsi a vicenda. Bene, ora veniamo al punto: quanto potrei essere disposto io, e quanto le donne nei miei confronti? Dipende da molti fattori: soglie di accettazione, ideali, interessi, motivazioni, attrazione, ecc... Utilizzando le app di dating ho potuto constatare che io per primo ho una soglia di accettazione molto critica: sono pochissime le ragazze che reputo interessanti o che potrebbero piacermi davvero. Non sono una persona a cui piacerebbe giocare con i sentimenti altrui: se una non mi ispira, non sarei disposto io a iniziare un'avventura di cui non sono o non sarei convinto sin dall'inizio. Quindi il "parco selezione" a mia disposizione, che non è così vasto, si restringe ancor di più. Se poi a mia volta trovo "candidate" che non accettano me, su quello non posso farci nulla. Ma come ho scritto, non mi interessa più sinceramente. Certo, se capitasse un'occasione non è che direi di no a prescindere: valuterei se ne valesse la pena. Ma non ci credo più. Non è mai successo nulla nella mia vita, non vedo perché debba succedere qualcosa di punto in bianco dall'oggi al domani... Ahahah! 😅 Sai cosa ti direbbero i seguaci della filosofia Redpill? (i cosiddetti redpillati) Inizierebbero a parlarti di LMS: Look, Money, Status. Il buon Toto ha un bell'aspetto, è ricco ed è influente e famoso... 🤣 A parte le cavolate, non è che sono tutti come lui... Altroché se me lo sono chiesto. Non sono il tipo che si limita a dare la colpa alle donne o che si rifugia nelle scuse della propria bruttezza, come fanno tanti seguaci della corrente redpill estrema. Sono perfettamente cosciente di avere delle lacune e dei difetti caratteriali/comportamentali che hanno sempre ostacolato o ridotto a zero la mia vita sociale. Al netto che ai tempi del covid è peggiorato tutto... Ma ad essere onesto, mi chiedo: è solo per questo motivo che la situazione è questa? Senza dubbi lo è per buona parte. Ma se prendo come esempi le ragazze che mi offendevano sulle app di dating per il mio aspetto esteriore, posso anche dire che non è solo per quello, evidentemente... Ma non voglio prenderla come una scusa, non voglio e non cerco scuse. Non ho mai fatto niente di concreto per migliorarmi o per raggiungere livelli migliori. Ho sempre ritenuto lo sforzo di un livello troppo alto, dispendioso o inutile. Quindi la colpa principale non è il mio fisico, non sono le donne, bensì la mia indole che non ha mai veramente accettato la sfida. Problemi a socializzare con le persone che mi circondano non ne ho, in apparenza. Se chiedessi a qualunque mio/a collega se sono una persona che ha difficoltà di socializzazione, ti risponderebbero che a loro non sembra: dialogo con chiunque, sdrammatizzo, sono satirico, ironico. E quando vengono a sapere che sono single da una vita e che non riesco a trovare nessuna, pensano che li stia prendendo in giro o non mi credono. Tuttavia è sicuramente vero che sono tendenzialmente introverso ed eremitico: se posso stare per i fatti miei preferisco starmene per i fatti miei, sempre. Gli incel sono socialmente incompresi. Si tratta per lo più di persone molto giovani che vorrebbero vivere una vita simile a quella dei loro coetanei, ma che per vari motivi non riescono a vivere esperienze sociali o sentimentali soffrendo enormemente la questione da un punto di vista emotivo. Il risultato è che molti di loro assumono atteggiamenti e posizioni sociali negative basate sul rancore, sull'odio, sull'invidia e sul desiderio di rivalsa e di rivincita, senza riuscire a migliorare/annullare i propri difetti e senza essere disposti a rinunciare a quello che cercano o che pensano avrebbero desiderato.
  4. L'autore russo dà una spiegazione anche a queste domande. Secondo la sua versione, le legislazioni americane degli anni '60 e '70 non permettevano la costruzione di grattacieli se i costruttori non fornivano in anticipo uno schema soddisfacente per la loro demolizione futura, sia che fosse avvenuto per obsolescenza o in caso di emergenza. Nel quartiere di Manhattan poi, così stretto e densamente popolato di costruzioni, era essenziale fornire un sistema di demolizione sicura per delle strutture che sarebbero state gigantesche. È per questo motivo che, secondo le sue informazioni, le torri nacquero già con il sistema incorporato per la loro possibile demolizione controllata. Aggiunge che sul sito di ground zero lavorarono persone di una società specializzata per le demolizioni controllate.
  5. Quando studiavo elettronica non andavo benissimo, il prof. "spiegava" dopo aver fatto le verifiche scritte, e ogni volta spiegava qualcosa che non aveva mai spiegato prima. Chiaramente prendevamo tutti insufficiente perché non eravamo in grado di risolvere gli esercizi. Ecco dunque, non saprei assolutamente spiegare la differenza tra un sistema a 400 V e uno a 800 V. Parrebbe un sistema che lavora con un potenziale doppio rispetto a quello attuale. Se era vero che V = R * i, o è aumentata l'intensità di corrente (raddoppiandola), oppure hanno ricablato intensità e resistenza. Dubito abbiano mantenuto la stessa intensità con resistenza doppia, le resistenze provocano calore (pensiamo alle lampadine, più sono forti più si scaldano). Per avere 15 cavalli in più ipotizzo che la nuova unità lavori con più corrente rispetto a prima, quindi questo potrebbe spiegare la necessità di aumentare il voltaggio del sistema, con tutti i rischi che questo comporta (vedi corrente domestica: 220 vs 380 )
  6. Rhobar_III

    La F1 in TV

    Non penso, ormai lo stile di commento è diventato questo. Ciononostante su Dazn c'è un bravo telecronista che si chiama Matteo Pittaccio: preciso, serio, non urla a vanvera ed è sempre sul pezzo: i suoi commenti sulle gare Indycar sono sempre interessanti. Se ci fosse lui a commentare la F1 sarebbe assolutamente meglio dei "fucsia!" di Vanzini ...
  7. Ciao @Ferrarista, puoi fidarti di me, sono il vecchio Rhobar che scriveva anche nel topic dello Spam e che giocava al FantaF1 con il programmino in Java, con risultati ahimè tragicomici. Immagino che ricorderai. Detto questo, rispondo volentieri alla tua domanda. Sono andato a rileggermi il libro di Khalezov, cercando la parola chiave "radioac" (è un PDF di oltre 1000 pagine). Ebbene, lo stesso autore scrive qualcosa del genere: "vi chiederete come io possa dimostrare quello che dico: hai delle prove sul sistema o delle misurazioni attendibili fatte nei giorni e nelle settimane successive ai crolli?" La sua risposta è secca e perentoria: "no, non le ho, non posso averle perché nessuna persona non autorizzata poteva avvicinarsi al sito senza permesso, e c'erano cartelli in cui era ben evidente il divieto di portare attrezzature (telecamere, telefoni, ecc...)" Quindi di fatto è lui per primo ad ammettere che anche se avesse voluto farlo, non avrebbe avuto la possibilità di poterlo fare. Ciononostante fa delle comparazioni con quanto successe in esperimenti analoghi di esplosioni sotterranee nel 1973 in luoghi deserti e non abitati. In quei test era tutto documentato, soprattutto un parametro che, per me che non sono esperto dice poco onestamente, forse magari a te dice qualcosa di più: lui parla soprattutto del dato riferito ai "Roentgen per hour", che se non ho capito male si riferisce alla misura delle radiazioni propagate in un'ora. Ebbene, durante quel test, che fu fatto secondo l'autore con una carica di 150 kilotoni (situazione secondo lui comparabile con quella del WTC) a 465 metri di profondità, successe questo: - i vapori radioattivi si sprigionarono 25 ore dopo l'esplosione - i gas si sprigionarono per circa 24 ore - nelle prime ore successive, i livelli di radiazione si assestarono a circa 200/300 mR/h - nei giorni successivi questo valore diminuì a 10/50 mR/h Secondo questi dati, se una persona trascorre 7 giorni in quel luogo non ha conseguenze. Se trascorre 3 settimane accumula oltre 150 Roentgen nel corpo, così da sviluppare serie malattie con probabilità di morte al 50%. Stando alla teoria dell'autore, le cariche del WTC erano posizionate a circa 77 metri di profondità, quindi molto più vicine alla superficie, quindi secondo la sua tesi a Manhattan i livelli di radioattività dovevano essere superiori rispetto a quel test. Chiaramente non ci sono prove che lo dimostrano, sono soltanto supposizioni. L'autore è fermamente convinto della sua teoria in quanto secondo lui sostenuta da alcuni indizi a suo dire "inequivocabili" - la presenza dei vapori radioattivi di colore biancastro che si sprigionarono dalle macerie degli edifici WTC1, WTC2 (le due torri) più il WTC7 per parecchie settimane, visibili anche dal satellite - il fatto che il sottosuolo rimase incandescente per settimane dopo l'esplosione: ci sono foto che testimoniano una scavatrice che solleva un pezzo di metallo di colore rosso fuoco per il calore - il fatto che gli incendi furono estinti soltanto il 19 dicembre (!!!), ovvero 3 mesi dopo i crolli - il divieto espresso fatto ai camion di uscire dalla zona di ground zero senza prima essere stati opportunamente lavati e sanificati - il personale dei reparti specializzati "vestiti con tute da astronauti" per "verifiche su possibili contaminazioni da sostanze tossiche" - a suo dire era personale specializzato che stava misurando i livelli di radiazione effettiva nel sito - la presenza della roccia di granito fusa e deformata sotto il cratere delle torri. Non ho le conoscenze per poter dire: sta mentendo? È attendibile quanto afferma? Il test a cui fa riferimento è un fatto realmente accaduto? Purtroppo non lo so. Comunque il russo ha citato tutte le informazioni a cui faceva riferimento, non sembrava scrivere cose inventate per lo meno. Cosa ne pensi al riguardo?
  8. Partirei dal grafico. Era chiaro che fosse una trollata, onestamente lo pubblicai con intento satirico ma se tornassi indietro non lo rifarei. Invece per quanto riguarda questo tema, non è che sia cambiato molto. Circa un anno dopo che mi cancellai da questo forum mi iscrissi ad alcune applicazioni di dating, alcune famose, altre meno (per citarne alcune: Happn, Lovoo, Tinder, Badoo) Lì ho potuto constatare tre cose essenzialmente: 1) senza un aspetto esteriore attraente non sei minimamente considerato dalle donne 2) queste app sono invase da una moltitudine di profili finti 3) sono soltanto uno stratagemma per fare soldi a spese degli ingenui Io chiaramente non avevo speso un solo centesimo. Avevo provato queste applicazioni più che altro per curiosità; dopo alcuni mesi mi portarono quasi alla depressione, finché decisi di disiscrivermi da tutte. Le ragazze che contattavo non mi rispondevano o, se lo facevano, mi rispondevano in maniera abbastanza sgarbata, quasi infastidite dal fatto che le avessi contattate. A pensarci bene ora mi vien da ridere per quanto fossero superficiali: non ho perso niente, questo è certo. Fu così che a metà 2015 mi iscrissi ad un forum dove si parla di questi argomenti: amando.it Come nickname avevo scelto l'appellativo del personaggio del videogioco Gothic prima che diventasse re Rhobar III: EroeSenzaNome. Su quel forum spesi circa 6 mesi un po' per sfogare le mie frustrazioni, un po' per parlare di argomenti con cui non avevo modo di parlare con nessuno. Finché mi cancellai, in maniera anche piuttosto ridicola, ormai stufo del contesto. E venne il 2016: cambiai azienda, luogo di lavoro, colleghi. Fu un periodo dove rimasi abbastanza solo e taciturno, non parlavo quasi con nessuno. Prima del 2017 cambiai di nuovo lavoro, per arrivare all'azienda per cui lavoro tuttora. Voi mi chiederete: ma qualche ragazza l'avrai magari conosciuta in questi ambienti. Beh... Colleghe ce ne ho avute abbastanza. Nessuna single che mi piacesse o che mi interessasse abbastanza o che fosse interessata a me, da questo punto di vista. Quindi... Diciamo che da allora non è cambiato niente: single ero su questi canali, single sono rimasto per tutto questo tempo e single sono tutt'ora, con prospettive ormai irrisorie per il futuro, visto che a 36 anni la situazione è ben diversa rispetto a quando ne avevo 29. Onestamente non è che mi interessi molto la cosa, ho abbandonato ogni tipo di interesse verso le ragazze. Non le considero. Non fanno parte della mia esistenza e non penso più a questa cosa come a un problema. Negli anni ho scoperto varie teorie, tipo la corrente red-pill: una corrente di pensiero abbastanza assurda che accomuna molti maschi single e insoddisfatti dalla vita, caratterizzata da un pensiero antifemminista, misogino e politicamente scorretto. Non mi ha mai convinto sebbene gli argomenti trattati sono più o meno quelli che denunciavo io ai tempi in cui scrivevo sul forum di Amando. Questo è un po' il sunto della storia ... Un po' triste per certi versi, ma tanto ormai a che importa.
  9. Ci sono tantissimi altri casi per cui non sapremo mai la verità "reale": - lo sbarco sulla Luna è mai avvenuto? - Paul McCartney è vero o è un sosia? - ecc... Il mondo è pieno di teorie del complotto, spesso o il più delle volte non dimostrabili. Io penso che anche per i fatti dell'11 settembre non sapremo mai quale sia la verità che si nasconda dietro l'origine degli attentati. Potrebbe benissimo essere che sia tutto vero quello che ci hanno raccontato e che "crediamo" di aver visto dalle immagini in tv. Potrebbe essere invece che la verità sia leggermente se non completamente diversa da quello che abbiamo sempre creduto. Come per i quiz televisivi: tutto vero o tutto un complotto? Chi può dirlo? Chi può dimostrarlo? Se ci fosse la macchina del tempo e si potesse tornare indietro al 10 settembre 2001... Non solo potremmo salvare migliaia di vite umane ma avremmo la possibilità di capire forse qualcosa di più che non c'è più modo di sapere. Ma purtroppo la macchina del tempo non esiste (o forse non esiste ancora nella realtà che stiamo vivendo! 😅)
  10. No! Non è quello che ho scritto! Non ho mai detto che bisogna credere come atto di fede alla versione di Khalezov: questo lo hai letto tra righe che io non ho mai scritto, travisando il concetto. Ho sempre e solo scritto che il fenomeno che abbiamo osservato sembra incompatibile con quello che hanno spiegato nel rapporto ufficiale, e che la spiegazione del russo sembra più convincente perché va oltre. Che sia dimostrabile non lo è se non ripetendo un esperimento analogo (cosa chiaramente non fattibile). Questo ho scritto, non quello che hai sintetizzato tu.
  11. Mi hai anticipato di qualche secondo, penso che potrei averti risposto con il post precedente. Non siamo nel campo della metafisica: le esplosioni nucleari sotterranee sono realmente avvenute in vari esperimenti scientifici del passato. Khalezov ha soltanto cercato di trovare una possibile spiegazione al fenomeno apparentemente inspiegabile della polverizzazione degli edifici. Tu come spiegheresti il fenomeno, ad esempio? Con la metafisica? O ti limiti a credere alle panzanate piene di incongruenze che hanno scritto nel rapporto ufficiale? Secondo me quel fenomeno era innaturale, per come hanno cercato di darcela a bere. Khalezov ha cercato una risposta alternativa secondo quelle che erano le sue conoscenze di ex militare e soprattutto di servizi segreti e di intelligence (potrebbe sapere cose che in pochi sanno).
  12. Vale quanto ho affermato per l'esempio dei quiz: sia il testimone che dice A che quello che dice B hanno ragione, finché non c'è modo assoluto di smentire A oppure B, se non addirittura entrambe. Esempio banale: quella mattina era soleggiata. Se arrivasse un testimone a dire: "il cielo era nuvoloso e diluviava", è assolutamente falso: ci sono i dati meteorologici, le riprese video e le fotografie (persino su Google Maps) a testimoniare che fosse una limpida giornata di sole. Se uno di voi dicesse: "io ero lì, ho visto entrambi gli aerei e so per certezza che non ci fosse nessun meccanismo di distruzione", io avrei due opzioni soltanto: (A) Dovrei credervi semplicemente (B) Dovrei chiedervi di dimostrare quanto state affermando L'affidabilità del ragionamento sta nel dimostrare la teoria. Ho detto sin dal principio che la teoria di Khalezov non è dimostrabile, quindi è per questo motivo che può essere creduta semplicemente (A) oppure rifiutata per assenza di prove che possano dimostrarne la concretezza / smentire ufficialmente la versione ufficiale. Io non credo universalmente nella teoria di Khalezov: non ho elementi per dimostrarla o ritenerla vera. Ma non credo nemmeno alla versione ufficiale, perché non dimostra in maniera credibile cosa fosse avvenuto.
  13. Sto dicendo una cosa diversa Beyond. Se fosse vero quello che sostiene Khalezov (non so dire se sia vero o no), il sistema usato per la demolizione sarebbe finito demolito a sua volta, senza lasciare alcuna traccia. Anzi, aspetta: nessuna traccia? Non è proprio così. La cavità di cui parla Khalezov nel video era effettivamente presente sotto le macerie di ground zero, e si potevano anche notare deformazioni nelle rocce di granito dovute ad altissima temperatura. Coincidenze? Chi può dirlo. Io non sono uno scienziato, non sono mai stato lì e non ho mai visto con i miei occhi ciò che era rimasto. Ho solo visto le fotografie scattate all'epoca e che furono pubblicate. Ma anche ammesso (per assurdo) che esistesse un meccanismo di quel tipo, non vi sarebbe nessuna chance di ritrovare reperti scientifici da analizzare e che potessero dimostrarne l'esistenza. Immagino che questo sia abbastanza chiaro, per lo meno.
  14. Ci sono anche testimonianze e video di persone che urlano: "ma quale aereo? Non è stato un aereo, era una bomba!" E ancora: "chi ha detto che c'era un aereo? Non c'era nessun aereo" C'è anche una rara ripresa da un elicottero in cui si vede, per una frazione di secondo, la seconda torre esplodere in una palla di fuoco, ma senza nessun aereo ad averla colpita! E allora dove sta la verità? Per quale motivo quel giorno tutte le emittenti stavano riprendendo le torri da immagini identiche e provenienti dalla stessa fonte? Perché non c'erano immagini alternative? Ve lo siete mai chiesti questo? Non significa nulla, lo so benissimo io per primo. Ma perché allora esistono queste testimonianze? Errori? Gente che si era sbagliata? E se invece avessero avuto ragione? Chi siete voi per dire cosa è vero e cosa è falso? Eravate lì presenti e siete testimoni oculari onesti?
  15. Io sono d'accordo con te: per il metodo scientifico devi dimostrare una teoria e poter verificare quello che si afferma. Ma ti faccio una domanda: come puoi dimostrare l'origine della distruzione di un edificio una volta che esso è distrutto e non ci sono più prove per determinare la causa? È evidente che per questo caso specifico non è proprio possibile condurre un metodo scientifico. Per poterlo fare andrebbe dimostrato replicando interamente tramite un esperimento analogo. Già: ce la vedi tu la demolizione nucleare pubblica di un edificio di 110 piani? Dove lo faresti? Chi ti darebbe il permesso di farlo? È evidente che si tratta di un test che non può essere replicato in nessun modo. Ma non per questo deve essere bollato come una cretinata, se per contro si deve credere alle inesattezze e ai paradossi della versione ufficiale. Perché quella viene accettata senza remore, e le alternative vengono respinte in maniera così secca?
×