Jump to content

MartinM

Members
  • Content Count

    427
  • Spam

    165 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

MartinM last won the day on January 12

MartinM had the most liked content!

Community Reputation

74 Studente

About MartinM

  • Rank
    Membro Junior
  • Birthday 01/10/1997

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Nuvolari
  • Team Preferito
    Osella
  • Circuito preferito
    jacarepagua

Recent Profile Visitors

1,067 profile views
  1. Pilota preferito attuale: Alonso Pilota preferito di sempre: Gilles Villeneuve Pilota migliore della storia: Prost Pilota migliore ultimi 15 anni: Alonso Pilota più sopravvalutato (di sempre): Senna Pilota più sottovalutato (roster 2020): Ricciardo Squadra preferita: Ferrari Sorpasso preferito (all-time) serie di sorpassi Villeneuve-Arnoux a Digione Prestazione individuale in un GP preferita: Prost a Kyalami 1982 Team Principal migliore della storia: Todt Team Principal migliore attuale: Toto
  2. Che la McLaren del 1993 fosse una vettura pessima è una bufala messa in giro da Senna e ripetuta ossessivamente dai suoi amici giornalisti, che ha finito per essere accettata come vera dall'opinione pubblica. In realtà quella vettura era, secondo le parole di Ron Dennis, la migliore McLaren di sempre e di tutte le vetture in pista quell'anno era quella con il telaio migliore e la migliore elettronica (anche se aveva una evidente inferiorità di motore rispetto alla Williams). Senna non fece alcun miracolo, fu comunque abile a sfruttare l'inettitudine di Prost con la frizione troppo dura. E fece anche errori grossolani, tipo Hockenheim e Monza. Comunque se all'hype alimentato dai media di una vettura catorcio guidata dall'eroe sovrumano, uniamo il fatto che aveva come compagno di squadra uno a livello del conte di Dumfries, è anche comprensibile che a molti quella stagione sia sembrata eccezionale.
  3. Vettel, come Senna, ha vinto tutti i suoi mondiali con lo stesso team che era anche il migliore dell'epoca. Quindi se si esalta Senna non si capisce perché non lo si possa fare per Vettel, che a differenza del brasiliano ha anche il vantaggio di aver vinto i suoi mondiali in modo pulito.
  4. Sicuramente una iella non indifferente per Massa
  5. All'epoca in cui fu aperto questo post Vettel godeva ancora di un'ottima reputazione. Probabilmente oggi quasi nessuno lo inserirebbe in questa classifica.
  6. In quella stagione e le chiamate ai box in Turchia e Ungheria determinarono la perdita del mondiale piloti. Poi ovvio che Brawn nel complesso fu un ottimo direttore tecnico.
  7. secondo me nel 2006 la differenza la fece, come spesso accaduto nella storia di maranello, l'incompetenza del direttore tecnico e del box,
  8. Rossi avrebbe dovuto vincere il mondiale 2015, perso in maniera molto discutibile, e ritirarsi subito dopo. Stesso discorso per Federer e Wimbledon 2019.
  9. beh questi commenti sono nulla rispetto a quelli che nel corso del tempo ho trovato sui vari forum e social. Una teoria abbastanza diffusa tra i sennisti è quella che avrebbe meritato di vincere, e avrebbe vinto senza i complotti di cui fu vittima, tutti i mondiali tra il 1988 e il 1996. 1988: vince nonostante la McLaren lo penalizzi rispetto al compagno di squadra (??). 1989: perde solo perché la McLaren lo boicotta (invece favoriva Prost che con un assetto scarico aveva una vettura più lenta in rettilineo di 10 km/h) e per via della mafia francese. Ma è comunque il campione morale. 1990: vince su una vettura inferiore (??) 1991: vince su una vettura inferiore (in effetti quella Williams è passata alla storia come la monoposto più affidabile di tutti i tempi) 1992: perde solo perché gli viene impedito di guidare la Williams, ma è comunque il campione morale (dopo aver finito la stagione a pari punti con Berger, boh). 1993: idem con patate 1994: avrebbe dominato il mondiale (30-0 per Schumacher dopo tre gare) 1995: altro mondiale vinto 1996: passaggio alla Ferrari e subito un altro mondiale (cosa che a Schumacher non riuscì e questo dimostrerebbe la sua inferiorità rispetto a Senna). Dopodiché, pur potendo aggiungere altri titoli, Senna si ritira. Io invece vado a dormire.
  10. Le recenti dichiarazioni di Jordan che ha avuto l'ardire, bontà sua, di non mettere Senna al primo posto in una ipotetica classifica All Time, ha scatenato i tifosi di Senna. Questi ultimi, molti dei quali non erano neanche nati quando Senna è morto, rappresentano uno dei punti più bassi nella scala dell'evoluzione cosmica. Gli epiteti più comuni a commento delle dichiarazioni di Jordan sono stati "alcolizzato" e "vecchiodemmerda". Ulteriori commenti hanno chiarito che se non fosse stato vittima di un complotto mondiale prima e colpito dalla morte poi, Senna avrebbe vinto dai 7 ai 9 titoli mondiali (sul numero preciso non c'è accordo unanime). Last but not least, Senna è l'unico pilota che riusciva a vincere i mondiali guidando vetture inferiori.
  11. Anche Ilhan Omar, la speranza musulmana del partito democratico nonché rappresentante più in vista del partito stesso nell'ultimo anno, più a sinistra degli estremisti di sinistra, loda la straordinaria risposta di Trump all'emergenza coronavirus. Ne prenda nota chi continua a dare credito alle idiozie scritte dai giornali. Freshman Rep. Ilhan Omar (D-MN) is offering rare praise for President Donald Trump’s leadership, calling his response to the coronavirus outbreak “incredible.” “Politics aside, this is incredible and the right response in this critical time,” Omar, a member of the progressive “Squad,” wrote Wednesday evening.
  12. Mentre sui forum italiani gli interventi di chi affermava l'inversione di tendenza sulla base del passaggio da positiva a negativa della derivata seconda della curva dei contagi diventano sempre più surreali, per quanto supportati dal consenso di una claque di sprovveduti, negli Stati Uniti c'è una possibile svolta. President Donald Trump promoted the use of the anti-malaria drug chloroquine at the White House on Thursday, the purpose of which is to treat people infected with the coronavirus. “We’re going to be able to make that drug available almost immediately,” Trump said at the White House press briefing on Thursday. Trump said that chloroquine was already developed, tested, and widely available to American doctors. “The nice part is it’s been around for a long time, so we know that if things don’t go as planned, it’s not going to kill anybody,” Trump said. The president also mentioned the anti-viral drug Remdesivir produced by Gilead as a possible treatment drug. FDA commissioner Stephen Hahn said that under the president’s direction he would move quickly for a chloroquine clinical trial to test its ability to treat the coronavirus. In the meantime, doctors can ask for experimental drugs to use to treat their patients as part of a “compassionate use” program. The president stated that anti-viral drugs had shown “very, very encouraging early results” in treatment tests. “I think it’s going to be very promising. It could be a game-changer,” he said. “And maybe not. Based on what I see, it could be a game-changer. They’re very powerful.”
  13. E' evidente che c'è un'inversione di tendenza
  14. Questo è sicuramente un rischio. Non avendo argomenti per contestare le eccellenti politiche di Trump , i democratici prima hanno tentato con la truffa del russiagate e poi con la farsa dell'impeachment, fallendo miseramente. A quel punto l'unico modo per battere questo presidente sarebbe stato un evento catastrofico che incredibilmente è arrivato. Per far capire quale sia la disperazione, la bassezza e la meschinità dei democratici statunitensi (rispetto ai quali anche la sinistra italiana riesce a fare bella figura) basti pensare che in questo momento di emergenza nazionale dove ogni risorsa è preziosa e dove le tensioni vanno attenuate, stanno investendo milioni di dollari in spot che attaccano Trump per il coronavirus. Probabilmente uno dei livelli più bassi mai raggiunti da un gruppo di esseri umani nella storia.
  15. Dovrei rivedere nel dettaglio, ma a memoria nelke ultime tre stagioni nella seconda parte del campionato ha sempre fatto meno punti rispetto alla prima.
×