Jump to content

Davide384

Members
  • Content Count

    185
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

54 Studente

About Davide384

  • Rank
    Nuovo Arrivato
  • Birthday 10/13/1991

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Raikkonen
  • Team Preferito
    Ferrari
  • Circuito preferito
    Spa

Recent Profile Visitors

1,306 profile views
  1. A Monza quindi è stato fatto fuori? Sarebbe stata troppo dura da digerire una doppietta con lui davanti al predestinato? Già al sabato gli fu negata la pole position, secondo me di comune accordo fra Lec e la squadra.
  2. Io penso che il livello dei piloti sia talmente simile che siano piccoli dettagli a fare la differenza. E da quando Leclerc è arrivato in Ferrari spesso è stato davanti a Vettel. Ora io non penso che la dirigenza abbia deciso di non rinnovare Vettel il giorno stesso nel quale è stato comunicato. Io credo che a partire da Monza 18 si sia rotto il rapporto Vettel - Ferrari ( pensiamo al gelido team radio "we speak after") , e che da lì si sia iniziato a pensare a una separazione. Separazione che è stata confermata nelle prime gare del 2019, con Leclerc che si è dimostrato valido mentre la Sf90 non ha fatto altrettanto. Senza possibilità di giocarsi qualcosa di grande e con un ottimo rimpiazzo la dirigenza Ferrari ha pensato di scaricare Vettel che forse non vale più il suo ingaggio e di rinnovare Leclerc che si era nel frattempo dimostrato all'altezza. Io collocò tale decisione intorno al gran premio di Spagna 2019. Da lì Vettel è sprofondato nel confronto, per poi risalire solo a fine stagione ( penso più che altro a causa diun calo di Leclerc). Ora io credo che non sia possibile che Vettel dopo 11 anni di F1 si fosse dimostrato improvvisamente incapace di guidare. Perciò credo che sia stato fatto in modo che Vettel andasse più piano di Leclerc. E credo stia succedendo anche ora. La F1 è un esercizio talmente delicato che se Todt senior avesse deciso che Barrichello doveva arrivare davanti a Schumi questo sarebbe successo con facilità. Pensiamo ad esempio anche al povero Raikkonen, non credo che la differenza con Vettel fosse sempre e solo nel piede. Parliamo di uno dei piloti più talentuosi secondo me. In quel caso come in questo era chiaro chi fosse la prima guida e chi la seconda. E ce ne sarebbero tanti di confronti secondo me: Rosberg-Hamilton Hamilton-Alonso Massa-Raikkonen Verstappen - Ricciardo Chiaramente sono in ordine prima e seconda guida. Lungi da me sminuire i piloti citati, ma credo sia la normalità della F1, dove anche un decimo è un'eternità.
  3. Rispetto McLaren e Renault, al venerdì sembravano più avanti. Io mi aspettavo un disastro, pensavo che avrebbe finito la gara in zona Vettel.
  4. Fino a Hockenheim sembrava andare tutto per il verso giusto.
  5. Quel qui a casa loro non andò giù a Mercedes. E a dirla tutta non andò giù neanche la manovra di Kimi.
  6. Come ritmo e gestione gomme direi la migliore. L'anno scorso non mi ha mai entusiasmato, anche a Monza vinse da tappo grazie al motorone. Fece una gran gara in Francia lo scorso anno, ma oggi per la prima volta ho visto un passo gara a livello top( rispetto al mezzo che aveva) .
  7. Incredibile pensare che 2 anni fa vinceva con arroganza e si lanciava alla rincorsa di un mondiale che sembrava già suo. E partivano tutti i paragoni con Schumi. Ora non resta più nulla.
  8. Grandissimo oggi. La sua gara migliore da quando è in Ferrari. Conoscendolo pensavo che avrebbe fatto un disastro con le gomme finendo fuori dai punti e invece ha tenuto un gran passo gestendo le gomme. Weekend da campione : veloce in prova e sostanzioso in gara.
  9. Weekend anonimo, tanti problemi ok, però seb non ha brillato di sicuro. Ormai aspetta solo la fine per godersi le gare dal divano con i 3 figli. Non ha senso criticarlo ora, si vede che ha mollato e che settimo o decimo per lui non cambia. Non tornerà il Vettel 2013 questo è certo.
  10. Questi errori sono proprio dati dai motivi citati da SuperScatto. Vettel sapeva che stava conducendo una battaglia persa, il colosso Mercedes è imbattibile ora come lo era nel 18. L'unica differenza è che nel 18 c'era un mezzo alla pari per mezza stagione che poi è sprofondato tanto che a Austin sono tornati alle specifiche di Spa e con una buona strategia hanno vinto la gara. Insomma, considerando l'intera stagione la Sf71h non ha avuto prestazioni nemmeno pari alla W09. E la macchina è stata l'aspetto che più si è avvicinato al colosso Tedesco, strategie, gestione piloti, pit stop, squadra, fabbrica, secondo pilota sono stati tutti aspetti nettamente inferiori per Ferrari. Queste sono le cose che danno sicurezza al pilota di punta. Se poi aggiungiamo la morte di Marchionne è normale che Vettel si sia sentito solo e abbia perso la brocca, poi ogni errore non ha fatto altro che peggiorare la situazione. E ricordiamo il disordine e i conflitti interni a quella squadra(la guerra di successione al trono di team principal) , le cappelle(Suzuka), il fatto di non aver messo in chiaro le cose con Raikkonen (ruolo di seconda guida, mancato rinnovo comunicato la domenica mattina di Monza), le strategie quasi mai azzeccate. Vettel non è riuscito vincere, e non ci è andato neppure vicino. Ma non so chi avrebbe potuto farlo, sarebbe stata un'impresa eccezionale, una leggenda.
  11. Hamilton aveva solo 4 punti più di Bottas
  12. Stavo rileggendo i commenti di inizio 2017 sul topic di seb. Elogi a non finire, c'è da dire che erano anche meritati. Era proprio un'altra epoca. Nessuno è per sempre. Seppur calato il rendimento del pilota Tedesco non giustifica l'enorme pioggia di m*rda che gli è piovuta addosso dalla stampa in primis.
  13. A memoria è dagli specchietti di monaco 2017 che furono poi aboliti che Ferrari non porta idee innovative e utili in campo aerodinamico. Ho escluso volutamente la filosofia dell'alettone anteriore outwash perché si è rivelata un fallimento, con la sf90 affetta da un sottosterzo cronico.
  14. Se non fosse per lui non si andava a punti oggi. 35 secondi a Leclerc direi che il suo lo ha fatto oggi. Gara da 8 in pagella considerato il cancello che guida. La RedBull è davanti alla Ferrari, e di molto
  15. Il passo gara è stato pessimo. E non può essere colpa solo della macchina. Nei circuiti dove bisogna gestire ancora deve imparare.
×