Jump to content

Bombarolo di Torino

Premium
  • Content Count

    3,218
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Posts posted by Bombarolo di Torino


  1.  

    Il 20/11/2021 Alle 03:21, L.Costigan ha scritto:

     

    Immagino. 

     

    Intanto mi dedico a questo e vediamo come va. Devo capire quanto sono bravi i piloti che partecipano a gare ufficiali.

    Hai mai girato a pomposa?


  2. 1 ora fa, SuperScatto ha scritto:

    Per quello che si è visto questa stagione, tra Leclerc e Sainz non c'è lo stesso divario che c'è tra Hamilton e Bottas o tra Verstappen e Perez, perciò occhio.

     

    Per il resto la capacità comunicativa di Bin8 la si conosceva già, su 3 frasi 4 sono fuori luogo.

     

    Questo è anche legato al fatto che nel midfield c'è un differenziale di punti tra una posizione e l'altra molto più piccolo rispetto alle prime posizioni, oltre al fatto che Leclerc ha preso zero punti in due gare dove Sainz ne ha fatti 33...


  3. 4 minuti fa, Beyond ha scritto:

    debuttò prima ancora di fare la gp2, semplice :sebdito:

    Fu chiamato in F1 dalla Toro Rosso mentre era in Formula Renault che tra l'altro aveva già fatto anni prima... Non è che era scarso però quando vedi quello che ha vinto ti aspetteresti un dominio totale delle formule minori, tutto  qua. Era per dire che non sempre quello che i piloti fanno vedere nelle formule minori si traduce poi in F1 (in un senso o nell'altro).


  4. 42 minuti fa, Beyond ha scritto:

     

    eh? era uno dei più vincenti e noti giovani piloti a metà anni 2000, dai kart alle formula aveva sempre vinto o fatto prestazioni notevoli, non a caso gli fecero provare una f1 a 17 anni mi pare

    Non mi sembra abbia ottenuto risultati al livello di Hamilton o Leclerc nelle formule minori ma magari sbaglio...

     

    La prova in F1 la fece perchè vinse la Formula BMW credo. Comunque una competizione non al livello della GP2 o F 3 Euro.


  5. Norris Leclerc Russell Verstappen hanno praticamente dominato ogni categoria in cui hanno corso, dai kart alle formula.

     

    Detto questo essere veloci nelle categorie inferiori non è sinonimo di successo. Vettel non ebbe una carriera particolare nelle junior ma sappiamo tutti quanto ha vinto in F1. Vandoorne sembrava un fenomeno poi in F1 ha preso delle gran sberle...


  6. 1 ora fa, SebMat ha scritto:

     

    Piccola provocazione: secondo voi è verosimile pensare che quando si ritirerà lo ricorderemo come il più grande qualificatore di sempre?

    Dipende da che macchine avrà e se troverà qualcuno più veloce di lui verso fine carriera. Insomma impossibile dirlo ora, specie quando hai mostri sacri come Senna, Schumi e lo stesso Luigi.


  7. 1 ora fa, ClaudioMuse ha scritto:

    Il bello è che hai ragione. Molto meglio precario che svegliarsi ogni giorno e fare qualcosa che odi per 40 anni.

    Concordo. Che poi a me piace il lavoro che faccio... Il problema è che purtroppo include aspetti poco felici...


  8. 5 minuti fa, Stout ha scritto:

    gia si e' creata la fazione sainz vs leclerc, con gente che fino a 8 mesi fa non se ne fotteva nulla dello Spagnolo 

    Se Sainz vorrà competere il mondiale dovrà dimostrarlo in pista come ad esempio ha fatto Rosberg.


  9. 1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

    quasi impossibile visto che Verstappen è davanti di 8 punti e il secondo posto ce l'ha assicurato in entrambe le gare, ma il punto non è neanche questo perché a Hamilton basta vincere le ultime due gare per prendere il titolo, cosa che sembra molto alla portata con la Mercedes vista negli ultimi due GP

    maxresdefault.jpg

    • Lewisito 1

  10. 3 ore fa, KimiSanton ha scritto:

    I danni al telaio non sempre sono così evidenti, Ocon ebbe una sostituzione dopo varie gare, e lamentava qualcosa che non andasse.

    Infatti il fatto che Ferrari se ne sia accorta subito e l'abbiano cambiato  da una notte all'altra mi fa pensare a un danno molto evidente. Come hai sottolineato non è sempre facile capire quale sia il problema.


  11. 6 minuti fa, chatruc ha scritto:

    Ma questo fa parte delle corse. Brawn dice nel suo libro che per vincere servono in partuli uguali tecnología, strategia e politica e che Toyota fallì per voler dimostrare la propria tecnologia senza voler fare politica (vedi V12 vietato). Brawn e Todt furono maestri della politica (vincenti su V10, berillio, deflettori, Bridgestone, TC, gomme spancianti, dumper, ali flessibili, cedendo su monte come i candelabri). Da Domenicali in poi, questo aspetto è stato trascurato (invece come tecnologia e strategie siamo all'avanguardia...). 

    Ma infatti sfondi una porta aperta... Il problema è che c'è gente che non ci crede...

×