Jump to content

PheelD

Premium Members
  • Content Count

    4,404
  • Spam

    2,647 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    55
  • Points

    0 [ Donate ]

Everything posted by PheelD

  1. PheelD

    MotoGP 2019

    Visto che domattina iniziano i test in ottica della prossima stagione, è stato aperto il topic sulla stagione. Ecco la Entry List della MotoGP Honda Honda HRC 99 Lorenzo- 93 Marquez Honda LCR 35 Crutchlow- 30 Nakagami (Crutchlow) (Nakagami) Ducati Ducati Corse 04 Dovizioso-09 Petrucci Alma Pramac 63 Bagnaia-43 Miller Reale Avintia 17 Abraham-53 Rabat Yamaha Yamaha Monster 46 Rossi-12 Viñales Petronas Yamaha SRT 21 Morbidelli-20 Quartararo Suzuki Suzuki Ecstar 36 Mir-42 Rins KTM Red Bull KTM Factory 44 P.Espargaro-05 Zarco (Espargaro) (Zarco) Red Bull KTM Tech3 88 Oliveira-55 Shyarin (Oliveira) (Shyarin) Aprilia Gresini Aprilia 41 A.Espargaro-29 Iannone Ecco qua il calendario. 1 GP del Qatar – 10 Marzo 2 GP di Argentina – 31 Marzo 3 GP delle Americhe – 14 Aprile 4 GP di Spagna – 5 Maggio 5 GP di Francia – 19 Maggio 6 GP d’Italia – 2 Giugno 7 GP di Catalogna – 16 Giugno 8 GP d’Olanda – 30 Giugno 9 GP di Germania – 7 Luglio 10 GP della Repubblica Ceca – 4 Agosto 11 GP d’Austria – 11 Agosto 12 GP di Gran Bretagna – 25 Agosto 13 GP di San Marino – 15 Settembre 14 GP d’Aragona – 22 settembre 15 GP della Thailandia – 6 Ottobre 16 GP del Giappone – 20 Ottobre 17 GP d’Australia – 27 Ottobre 18 GP della Malesia – 3 Novembre 19 GP di Valencia – 17 Novembre Grande novità della stagione sarà l'introduzione della categoria MotoE riservata a moto elettriche. Vi rimando a questo link per entry list e regolamento. Riuscirà Marc Marquez a fare 8 o il Dovi riporterà l'iride a Borgo Panigale? Senza dimenticare che il prossimo anno il 93 avrà al suo fianco un certo Lorenzo, uno che potrebbe metterlo seriamente in difficoltà. E senza dimenticare anche il grosso miglioramento della Yamaha nelle ultime gare: se la M1 tornasse molto competitiva, anche Viñales e Rossi potrebbero giocarsi qualcosa in più di qualche podio. Occhio anche alla Suzuki, che parte con una lineup inesperta, ma la moto è cresciuta molto nelle ultime gare e potrebbero essere una bella gatta da pelare per tutti il prossimo anno. Aspettative alte, infine, per KTM, che ha ingaggiato Zarco e avrà finalmente un suo team privato(Tech3), mentre per Aprilia, che ha ingaggiato Iannone, ci sono aspettative piuttosto basse visto che non sono mai riusciti a crescere molto in 4 anni, ma non diamoli per morti.
  2. PheelD

    MotoGP 2019

    2008, Losail. L'esordio coi grandi. Secondo. Non male. 2008, Estoril. La prima di tante vittorie. Alla terza coi grandi. La stagione poi, in quel di Shanghai, prenderà una brutta piega: brutta caduta nelle libere e qualche gara fuori. Ma sarà una stagione di debutto impressionante. Qua viene fotografato mentre esulta. 2009, Montmelò. La sconfitta che forse più bene ha fatto a Jorge. Battuto all'ultimissimo dal compagno in casa sua. Credo che il Mondiale 2009 si sia deciso lì. Ma in quel frangente, credo che l'allora giovane Jorge, abbia capito tante cose. 2010, Sepang. Dopo la pole al Sabato, basta un terzo posto per portare a casa il primo iride tra i grandi. Rossi, vincitore in quella gara, non è stato un rivale anche a causa dell'infortunio che lo ha tagliato fuori dai giochi nelle prove al Mugello. Stoner con una Ducati mediocre non va oltre 3 successi di tappa. Insomma, strada quasi spianata verso il Mondiale per un Jorge che comunque nelle prime gare stava andando spesso e volentieri meglio di Rossi. Già, l'ingombrante compagno. Che a fine stagione saluta e va in Ducati. Scelta peggiore non poteva farla il 46, ma è un'altra storia questa. 2011, Mugello. Pochi mesi dopo la sua vittoria nel Mondiale, arriva una delle "poche" gioie di tappa di una stagione che partiva con altre ambizioni. Ma il connubio Stoner-HRC è roba quasi inarrestabile e El Martillo porta a casa una piazza d'onore iridata da non gettare comunque nel cestino. 2012, Philip Island. In Australia chiude alle spalle di Stoner e mette in cascina il secondo titolo, frutto di una stagione clamorosa: porta a casa solo primi e secondi posti, eccezion fatta per i pochi ritiri. Con il ritiro di Stoner a fine anno, tuttavia, sulla scena compare il giovane rampante Marc Marquez. Inoltre Yamaha riprende Rossi, giusto per tenere tranquilla l'aria nel box. 2013, Jerez. Marquez con una spallata toglie il secondo posto a Jorge nel GP di Spagna. Se Rossi, almeno in quella stagione, non sarà un problema per il 99, Marc invece si rivelerà sin da subito un osso durissimo. E la spallata alla quarta gara assieme sarà decisiva per il titolo. 2013, Assen. Chiude quinto dopo esser partito dodicesimo. Un'highside nelle libere bagnate del Giovedì pomeriggio lo mette ko per il giorno delle qualifiche olandesi, il Venerdì. La prognosi dopo l'operazione alla spalla è di qualche gara di riposo. Ma al Sabato, a sorpresa, si ripresenta in circuito. E corre, portando a casa un grande risultato. 2013, Valencia. Corre cercando di tenere unito il gruppo per mettere più moto possibili tra lui e Marquez. L'impresa non riesce: vince ma Marc, terzo, si laurea campione al debutto in MotoGP. 2014, Aragon. In una stagione dominata da Marquez porta a casa due soli successi di tappa. Il primo arriva nella pista spagnola in condizioni metereologiche particolari. 2015, Valencia. L'epilogo peggiore possibile di una stagione piena di polemiche, specie nel finale. Vince, con Marquez e Pedrosa che si mettono a distanza di sicurezza nei giri finali. Rossi parte ultimo per i fatti di Sepang e chiude quarto. Lorenzo vince il titolo, ma il Mondiale si chiude con più di un'ombra. 2016, Valencia. Ultima corsa con Yamaha che si chiude con un successo. 6 anni dopo Rossi, è Jorge a passare in Ducati lasciando allo scomodo compagno la M1. 2017, Jerez. Alla quarta in Rosso porta a casa il primo podio. Ma sarà la prima stagione in classe regina senza successi di tappa per il maiorchino. Il compagno Dovizioso invece di gare ne mette via 5 e tiene aperto il campionato fino alla tappa conclusiva di Valencia. Una stagione difficile per Jorge. 2018, Mugello. Ormai nessuno crede più nel matrimonio tra la Rossa ed il 99. Ma proprio a pochi giorni dalla separazione ufficiale, con Jorge che annuncia il suo passaggio in HRC, Jorge chiude il GP italiano con un successo dei suoi: dal primo all'ultimo giro martellando. Senza mollare nulla. Vincerà anche in Catalogna e a Zeltweg. Sembra essersi ritrovato, non senza qualche polemica con Dovizioso e Marquez, il maiorchino. Volevo sottolineare l'esultanza rabbiosa di chi ha vissuto un anno difficile. 2019, Assen. Una foto di qualche istante precedente rispetto al brutto high-side che vedrà coinvolto Jorge. Il quale si fa molto male. Dopo tale incidente, il pentacampione del Mondo pensa al ritiro. E alla fine, fa il grande passo, annunciato poche ore fa in Sala Stampa al Ricardo Tormo di Valencia: dopo il GP della Comunità Valenciana 2019, appende guanti, stivali e casco al chiodo. 5 Mondiali 68 vittorie 152 podi 69 pole position ¡Adios, Jorge!
  3. Topic sulla quintessenza della vita: la gnocca. Partiamo con la mia dea Melita Toniolo. La amo
  4. Abbiamo fatto alla veronese, eravamo a Verona mica a Roma
  5. Direi che @Kimimathias potrebbe aggiungere la celebre immagine pixelata di un annetto fa. Perfetta per i preliminari.
  6. Brook Ultra. Troione da battaglia.
  7. PheelD

    Accadde oggi

    Apro OT: su Mertens occhio perché ora c'è la girandola mediatica dei nomi. Fine OT
  8. Ringrazio @VincenzoFerrari per l'assist, degno di Maradona. 9 anni fa la prima di quattro corone iridate consecutive per il pilota Ferrari.
  9. PheelD

    Accadde oggi

    Avevo rimosso. Un trauma
  10. Dato che aprire un topic per gli auguri a uno o più utenti ogni 2 giorni mi pare abbastanza stupido, apro oggi un topic in cui riunire tutti gli auguri di buon compleanno per i vari utenti. Oggi compie gli anni @NeoN, tanti auguri!
  11. Siamo OT ma Miller spesso e volentieri in gara scompare rispetto al Dovi mentre l'altro ormai è disperso...
  12. Coi mezzi di oggi ci vuole ben meno tempo
  13. Si beh costava un pochino quella Dai che a breve faccio tirar fuori qualcosa pure agli amici di @Illy
  14. Ma in realtà ogni volta a fondo homepage ci sono i compleanni del giorno Guardo lì, vedo chi ha avuto attività recenti, ed il gioco è fatto.
  15. Topic su tutte quelle auto sportive "minori" del passato che hanno infiammato, e tuttora infiammano, gli animi degli appassionati. Parto con una vettura che pochi conoscono, ma che era tanta roba
  16. Esteticamente è veramente pesante rispetto a quella attuale...
  17. Il confronto tra la Serie 8 vera e quella attuale è lo stesso che si può fare tra un hamburger di fassona cotto a puntino con l'hamburger(inteso come pezzo di carne) del McDonald, quelle attuali sono veramente poca roba rispetto a ciò che fu.
  18. È molto al limite in effetti.
×