Jump to content

Harmart

Members
  • Content Count

    972
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Harmart last won the day on October 2 2017

Harmart had the most liked content!

Community Reputation

51 Studente

About Harmart

  • Rank
    Membro Junior
  • Birthday 06/20/1991

Info Profilo

  • Posizione
    Dossobuono
  • Interessi
    F1, calcio, musica, cinema, letteratura, viaggi, cibo e bevande specialmente alcoliche

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Kimi Raikkonen
  • Team Preferito
    Più ferrari che altri
  • Circuito preferito
    Suzuka

Recent Profile Visitors

341 profile views
  1. Harmart

    Il Predestinato Charles Leclerc

    Certo, dovremmo ascoltare Terruzzi oppure Allievi... io credo che un giornalista per definizione le spari grosse... parole ad effetto, paragoni esagerati sono ciò che attrae gli spettatori/ascoltatori medi e loro scrivono e parlano più per quelli che per i veri appassionati (che sono molti di meno)... Leclerc deve ancora dimostrare molto, ma è davvero sulla buona strada
  2. Harmart

    Lo spodestato Sebastian Vettel

    Sta veramente toccando il fondo... non può essere solo un problema di adattamento alla vettura... è quasi sicuramente un problema mentale che si porta dietro dall'anno scorso e che viene inesorabilmente esacerbato dalla crescita esponenziale di Leclerc
  3. Harmart

    The Iceman is back to vodka

    Alla fine Renault ne ha di più come a Spa (hanno evidentemente lavorato bene nella sosta), e credo che anche Sainz difficilmente sarebbe stato raggiungibile... per cui comunque quella è la sua posizione, al di là dell'incidente No, effettivamente poteva essere davanti a Stroll... non so perché prima ho letto una classifica diversa. Resta il fatto che l'Alfa sembrava messa meglio a Spa
  4. Harmart

    The Iceman is back to vodka

    Per me la responsabilità è interamente di Verstappen... Raikkonen si poteva allargare di più, ma anche no... è quell'altro che viene da dietro, anche se in frenata si avvicina parecchio non vedo perché si debba gettare dentro in quella maniera (in uno spazio minimo) confidando sul fatto che l'altro "potrebbe allargare un po' di più"... se poi si dice "era inizio gara, Kimi poteva essere più previdente considerando gli attimi concitati della partenza e considerando che qualcuno tenta sempre di infilarsi anche all'interno" è un altro discorso... ma chi ha il quadro della situazione è Verstappen che arriva da dietro e si butta dentro sperando che vada bene
  5. Harmart

    The Iceman is back to vodka

    Il 2008 andò male in tutto e per tutto alla fine. Ma cominciò con un dominio nelle prime 4 gare, dopo le quali aveva 2 vittorie e molti punti di vantaggio. Poi accadde di tutto... sfortuna, strategie folli, errori suoi, il manuale di come cercare in ogni modo di perdere un mondiale. In tutto questo il suo ritmo in gara era spesso il migliore quando aveva pista libera. Solo che rimane tuttora incomprensibile il motivo per cui la squadra lo facesse partire molto spesso imbarcando più carburante del compagno e relegandolo dietro a macchine più lente impedendogli di esprimere il potenziale (in un anno in cui era decisamente problematico superare in pista). Cioè avevano un pilota campione del mondo e ne esaltavano il punto debole con le loro strategie, questo era il problema più che la macchina.
  6. Harmart

    Il Predestinato Charles Leclerc

    Molto simile a quello che accadde in Austria l'anno scorso con Verstappen che toccò Kimi... qui le conseguenze sono state peggiori, ma non si dà la penalità in base a quelle. Io credo che questi contatti vengano ritenuti involontari e per questo non puniti anche se effettivamente danneggiano l'avversario
  7. Harmart

    The Iceman is back to vodka

    Secondo me si sottovaluta il supporto della squadra al pilota... forse perché si è sempre avuta l'idea che fosse un Iceman e quindi non avvertisse pressioni... la sua carriera ha dimostrato che non è così... lui è sempre andato bene quando si è trovato al centro del progetto, ovvero quando la squadra gli ha fatto capire di puntare su di lui, e così è stato in Mclaren, Lotus ed ora. In Ferrari il clima non è mai stato ideale per lui, troppe aspettative, polemiche e critiche ad ogni gara che non andava come doveva... non è possibile pensare che la Ferrari con cui ha vinto a Spa nel 2009 fosse per lui meglio della F2008. Solo che nel 2009 con una stagione ormai compromessa correva senza i riflettori puntati addosso perché nessuno si aspettava niente.
  8. Harmart

    The Iceman is back to vodka

    Basandosi sui miglioramenti rispetto al q2 di tutti i piloti, temo che il giro che ha fatto non fosse troppo distante dal reale potenziale della Sauber qui
  9. Harmart

    Il doppiato Pierre Gasly

    Sì, ma prendiamo Kvyat per fare un esempio di ciò che voglio evidenziare. Era relativamente veloce alla Red Bull, tanto è vero che ha retto il confronto con Ricciardo. Poi ha fatto errori per la voglia di strafare, è entrato in un periodo buio e non è stato aiutato dal team, e di fatto lo hanno bruciato anche se poteva essere un pilota discreto. Gasly io non lo vedo allo stesso modo perché è salito in auto e non ha mai dimostrato di riuscire ad andare veloce. Ha pascolato per diverse gare dietro a McLaren, Renault e a Sauber con una macchina da lotta almeno per il podio in ogni gara. Non mi stupisco che adesso comincino anche gli errori dovuti alla pressione che comincia a sentire. Però guardandolo fin dalle prime gare non riesco proprio a giustificare la sua lentezza. In Austria, per esempio, è stato doppiato dal suo compagno di squadra che ha vinto la gara , arrivando dietro anche a Norris. Vogliamo credere che la seconda macchina Red Bull e il suo pilota siano talmente trascurati e non supportati da valere meno di una Mclaren, mentre Verstappen è spesso più veloce delle Ferrari e se la gioca con le Mercedes?
  10. Harmart

    Il Predestinato Charles Leclerc

    Sono d'accordo sul fatto che Massa non sia paragonabile a Leclerc e che quest'ultimo abbia già dimostrato di essere vicino ai top driver e di poterlo diventare. Però sull'Austria la penso anch'io come Davide... dopo una pole del genere e Verstappen che si ritrova così indietro doveva riuscire ad accumulare un vantaggio maggiore. C'è anche da dire che in una F1 come quella odierna non sappiamo se la squadra gli abbia chiesto di gestire, non potendo immaginare un ritorno così forte di Verstappen nella seconda parte, peraltro difficile da pronosticare.
  11. Harmart

    L'unica vera Alfa Romeo C38

    Quando si avrà il verdetto del ricorso in appello?
  12. Harmart

    Antonio Duepuntazzi

    Sicuramente la poca esperienza incide, però Norris (con un'auto un po' migliore d'accordo), ma anche Albon, senza sembrare nuovi Verstappen, hanno fatto vedere qualcosa in più di Giovinazzi.
  13. Harmart

    Antonio Duepuntazzi

    Il problema è che prima della Germania ha fatto 1 punto e Kimi 25. Ora forse l'Alfa Romeo non è un'auto con cui è facile arrivare a questo punto della stagione con 25 punti, ed è evidente che Kimi ci sta mettendo del suo, ma forse 1 punto in 10 gare è un po' poco... anche Stroll ne ha fatti di più, e anche lui ha un'auto da centro gruppo... fino alla Germania Giovinazzi per me non ha fatto bene, a parte un paio di qualifiche... mi auguro che questa sia stata la gara della svolta
  14. Harmart

    Il doppiato Pierre Gasly

    Chissà cosa bisognerà aspettare che faccia per poterlo giudicare. In una brutta situazione d'altra parte ci si è messo lui cominciando a fare male subito dalle prime gare. Un pilota se ha talento lo dimostra. La realtà è che è lento. Verstappen come compagno peggiora le cose, l'ambiente non lo aiuterà, ma lui non è un pilota da top team.
  15. Harmart

    La fu Lotus oggi Haas VF-19

    Boh, leggo di una Haas che sarebbe inferiore alla Racing Point... avrò visto altri weekend io... weekend dove la Haas in qualifica è la prima delle altre... e parlo di Australia, Malesia, Spagna, Austria... non di una volta... nell'ultimo GP Grosjean sesto... la Racing Point anche con Perez deve fare i miracoli per arrivare in Q3... a me sembra proprio che questi risultati altalenanti, con qualifiche buone spesso in alternanza tra i due piloti e gare buttate al vento troppo spesso la domenica, denotino la mediocrità dei due piloti. Poi Grosjean in particolare quest'anno sta rachiando il fondo del barile
×