Jump to content

luigifox

Inactive
  • Content Count

    7
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Points

    0 [ Donate ]

Community Reputation

0 Matricola

About luigifox

  • Rank
    Nuovo Arrivato
  1. Davvero molto bella questa foto. Spettacolari quei grossi profili alari come fiancate e come alettoni, aerodinamica allo stato larvale, pronta allo sviluppo successivo. Qualcuno sa quanto carico aerodinamico in pi? riuscivano a produrre?
  2. luigifox

    Le sospensioni attive

    Si, vab?, ma come faceva? Azionava lui un dispositivo dall'abitacolo, era una cosa semi-automatica o facevano tutto dal box? Era solo la Benetton a farlo?
  3. luigifox

    Le sospensioni attive

    Non ne sapevo niente a riguardo, cosa vuol dire? P.S. Secondo me al giorno d'oggi non sarebbero poi cos? inutili, pensare ad esempio in condizioni di gara variabili, potrebbero riadattare un assetto da asciutto a uno da bagnato tranquillamente, e gestire il rollio in tutte le curve, il beccheggio e anche il passaggio sui cordoli. Potrebbero, in teoria, aiutare anche la trazione e la motricit?. Certo ? che cambiare assetto 60 volte al secondo (o anche molte di pi? coi computer moderni), non ? cosa da poco. Purtroppo sono pericolose...
  4. Se facciamo a gara per chi spara l'esperimento pi? banale allora ditelo che cos? vinco io!!! Dato che siamo tutti molto pigri (parlo per me): Se siamo in giardino e annaffiamo le piante con la canna dell'acqua... ma una maledetta pianta ? a due o tre metri di distanza che facciamo? Ci avviciniamo? No.... Con il pollice riduciamo la sezione d'uscita perch? cos? la velocit? aumemtando riesce a far compiere quei 2 o 3 metro all'acqua! SIMPLE!!! PS: non annaffio mai le piante del mio giardino... K ( ) Giustissimo!!!
  5. Io ho letto che ormai il lavoro che una volta veniva fatto dalle minigonne ora viene fatto (fra l'altro con ottimi rendimenti) dagli stessi flussi d'aria turbolenti generati dalle appendici aerodinamiche dell'avantreno (comprese quelle dell'alettone anteriore), che "schermano" l'aria sotto il fondo scalinato, non permettendole di uscire. Inoltre impediscono anche l'interferenza dell'aria esterna con quella sotto il fondo.
  6. Esatto: 1/2*ro*velocit? al quadrato*superficie alare*coefficiente di portanza(deportanza). Molto interessante notare la dipendenza della portanza\deportanza dalla velocit? al quadrato, ossia a basse velocit? ? scarso l'apporto delle ali all'aderenza totale della vettura, viceversa ad alte velocit? la forza verso il basso ? mostruosa! Da ricordare che anche la resistenza all'avanzamento (solo degli alettoni, eh!) ha una formula pressoch? identica R(forza di resistenza all'avanz.)=1/2*ro*velocit? al quadrato* coefficiente di resistenza del corpo Il discorso ? uguale: ad alte velocit? i motori devono sviluppare una coppia necessaria a vincere la resistenza delle ali davvero folle! N.B. La velocit? ? dell'aria rispetto al corpo o viceversa
  7. L'effetto portanza\deportanza e formula di Bernoulli sono la stessa ed identica cosa, con la semplice aggiunta che il prodotto della velocit? del fluido per la sezione che attraversa deve essere costante (v*S=const.) Un esperimento, secondo me, molto intuitivo ed istruttivo ? quello che miliardi di volte ci capita in casa: se apri le finestre ai lati della casa c'? "corrente d'aria". Se poi comincio ad accostare una porta noter? una progressiva accelerazione dell'aria. Ci? ? dovuto al fatto che sto diminuendo la sezione S del flusso del fluido, da ci? segue che la velocit? aumenta. Questo ? lo stesso principio dell'esperimento rubinetto-cucchiaio: l'acqua appena sgorgata dal rubinetto incontra un superficie curva che, quindi, restringe la sezione del flusso, facendo accelerare il fluido. Cos? funzionano anche le ali e gli alettoni: l'aria incontra la curvatura dell'ala che restringe la sezione e accelera il flusso d'aria. La velocit? aumenta (o diminuisce) e abbiamo deportanza (o portanza). Spero di essermi spiegato
×