Jump to content

Corracar

Premium
  • Content Count

    2,028
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Corracar

  1. Beh, 110 è il massimo... Finchè ti diverti che male c'è a usare il 2017? Allora prenderai il 2020?
  2. Corracar

    Jean Alesi

    No, non solo quel GP, ma anche in altre situazioni di pioggia andava meglio che sull'asciutto, ricordo anche in Francia prima che rompesse il motore. Poi è difficile attribuire 5"-6" alle sole gomme, anche se sul bagnato...sono tantissimi
  3. Vettel avrebbe 100 punti a quest'ora e Hamilton 0
  4. Lo so che Minttu è bona, ma questa Lily mi ha sorpreso, è clamorosa, bella, affascinante e con un fisico al top. Quindi io voto Lily.
  5. Grafico dello sviluppo E i piazzamenti stagionali...
  6. Infatti è per quello che consigliavo di calibrare la corsa del gas, ma dice che non ha funzionato...
  7. Gara 19 – GP del Messico Ora cerchiamo di arrotondare le vittorie stagionali . È triste aver fatto 3° e 2° in 2 circuiti dove avevo vinto al campionato scorso, a difficoltà simile e con una macchina (oramai lo era) similmente competitiva. Vediamo allora di cogliere un trionfo laddove non ho mai vinto! Cioè qui! Qualifiche. In Q1 faccio diversi giri con un solo set, ma vado bene e mi piazzo 2°, non lontanissimo da Vettel 1°. In Q2, primo tentativo con diversi giri, vado in testa, poi cerco il tempone con un set nuovo e poca benzina ma mi distrae una Mercedes che esce dai box (la vedo in mappa), per cui non mi lancio bene sul rettilineo e poi una McLaren al giro successivo, per cui per diverse mie sporcizie di guida sono più lento. Chiudo 3° e purtroppo il set da gara ha 8% di usura. Q3, faccio due tentativi: prima vado in pole e miglioro ancora, poi esco negli ultimi minuti, al volo, con l’ultimo set di HS nuovo, ma anche se vado sotto nel primo settore peggioro…ma nessuno batte il mio tempo per cui è POOOLEE!!!! POLE POSITION! Me l’ho meritata, ho guidato bene. La 15° in carriera, la prima in Messico. 6° pole stagionale. Dietro di me le RB, Vettel solo 4°, si è arreso. Gara. Mi propone la sosta al 7° giro su 18 e non conviene anticipare né posticipare. Mantengo benzina per +0.90 giri, tanto il peso influisce poco, l’ho visto anche dalle qualifiche. Così magari mi difendo o attacco nei rettilinei in grassa. Misura prudenziale quindi, la definisco così prima della gara…definizione da incidere nella pietra. Si, la gara più sofferta della mia carriera proprio a causa del carburante. Pazzesco. Ma andiamo in cronaca. Prima della gara il commentatore dice: “parliamo di Leone. È arrivato il GP del Messico, e ha già vinto il campionato” “Eh si, ha fatto un’annata impressionante, il titolo se l’ha proprio meritato. Ma non vuol dire che essendo campione si rilasserà, anzi magari avrà un approccio ancora più aggressivo”. E l’Ing: “Abbiamo già vinto il campionato, quindi puoi rilassarti e goderti la gara”. Ih, sai che relax che mi aspetta! E gli rispondo: “si, ma non mi voglio sbattere. Voglio vincere! Tiè”. Parto, mantengo la testa aiutandomi con la grassa, alla prima frenata sto prudente e si infilano Ricciardo e Vettel come dei fulmini, in battaglia fra loro, io per evitarli arrivo leggermente lungo e taglio la chicane, ricongiungendomi alla pista prima della piega a destra che precede il rettilineo, me la cavo solo con un avvertimento, fiùù! Battaglio con le RB, ahò, questi sono scatenati eh! E al primo giro la miscela di riserva scende a +0.19, ma come cavolo è possibile? Eppure la grassa l’ho tolta nel misto, proseguo, grassa in rettilineo poi standard, +0.09, praticamente la riserva è finita già tutta! Allora gioco tra standard e magra, ma mi vedo -0,27, ma che cavolo succede?!?!? È un bug? Perché in standard mi scende così tanto velocemente, manco fosse in grassa? Non mi era mai successo, MAI! Vado avanti, nel panico più totale. Intanto dietro se le danno di santa ragione, Verstappen cercando di attaccarmi nel rettilineo principale ha subito la mia dura difesa e ci ha rimesso un pezzo di ala anteriore (gli avevo lasciato l’esterno, ma l’ho chiuso un tantino duramente in staccata, pur lasciandogli spazio a sufficienza). Ma non ho tempo di gongolare, la benzina non mi fa stare tranquillo. E se non arrivassi al traguardo? Mi propongono di anticipare la sosta di ben 2 giri, e perché mai?!?!? Non ho problemi di gomme! Solo la batteria stanca, ma non c’entra un fico secco con il consumo estremo di carburante!!! L’ers in sorpasso fortunatamente mi aiuta. Comprendo il motivo della proposta: Verstappen entra ai box, anticipa il cambio per cambiare l’ala. Mi ricorda Abu Dhabi 2010, con Alonso richiamato perché Webber aveva forato…ma chi c’è al muretto, Andrea Stella? Vedo che dietro ho Alonso (no, qui Abu Dhabi 2010 non c’entra ), mentre ho perso di vista Vettel e Ricciardo e penso che come minimo con l’undercut mi fregheranno. Non mi posso più permettere la standard, devo tenere la magra sempre, e non solo questo ma addirittura fare anche lift & coast come se non ci fosse un domani!!! Fuel saving a manetta! Anche così, ci mette una vita a tornare su. -0.17, poi -0.12. Non potendo spingere penso “ciao, addio vittoria in Messico, e mi sogno anche il podio; se fanno il pit in giri diversi da me sono fregato”. Alonso è dietro, anche lui ha già fatto la sua sosta e ha le US, per fortuna lo controllo nonostante il suo drs. 7° giro, ecco la sosta per passare da HS a US. Sono veloci, meno male che non mi trattengono, ma esco dietro Hartley. Lo raggiungo nelle S veloci, ma lo supero tagliandone una di brutto…mi intimano di restituire la posizione, lo faccio, alzo il piede anche se mi sembra che impieghi una vita a ripassarmi, nel breve rettilineo prima dello stadio. E intanto Alonso come un velociraptor si attacca al mio scarico entrando nello stadio. Col tempo che ho perso, mi sembra che la mia gara sia irrimediabilmente compromessa. Tra l’altro vedendo il puntino di Vettel sulla mappa mi sembra che sia di un bel po’ davanti a me e credo che mi abbia fregato, idem Ricciardo. Rettilineo principale, ho il drs grazie a Hartley ma anche Alonso lo ha ed è più vicino lui a me di quanto non lo sia io ad Hartley. Ma tiro la staccata e sorpasso la Toro Rosso, mentre Alonso fa altrettanto con lui e poi lo prende a ruotate . Ora davanti a me c’è Sirotkin, che vuol fare l’eroe con le HS, al 3° posto. Sicuramente deve ancora fermarsi, ma è lento. Nelle S alzo il piede per non andargli addosso, poi prima dello stadio lo punto, ma Alonso si butta al mio interno…io non mi faccio intimorire e a mia volta attacco Sirotkin…ci troviamo appaiati in tre nella piega a destra all’ingresso dello stadio, io tocco leggermente Sirotkin sulla fiancata e Alonso fa altrettanto con me, ma io ho la meglio sui 3, e poi Alonso fa ancora a ruotate con la Williams . Nel frattempo mi dicono che Vettel è entrato ai box, ma per ora ignoro la sua posizione. Devo badare ad Alonso, fino a quando, superate le due zone drs, non leggo di essere tornato 1°! Fiùù! Allora ce la posso fare. Ma la corsa non è ancora finita. Prosegue lentamente il recupero del carburante, che torna sul verde, e uso standard in rettilineo…e no che si consuma tantissimo! Alonso è lontano, togliii!!! Vai di magra! E fai lift&coast! Mammamia. Se gli altri rimontano guai! E infatti Verstappen, che era stato ultimo dopo il pit anticipato, supera Alonso, noooo!!! Me lo temo! È a 0”8 da me…e io ancora lì a gestire il carburante, e pure l’ers, che ho poca batteria!!! L'ers lo stacco pure, per ricaricarla, per fortuna basta un settore per tornare su al 40% di carica. Lo tengo ancora basso, però, per spararlo in rettilineo: guai a restare senza! Ormai son diventato abilissimo nel gestirlo e non mi deconcentro più nello smanettare. Ma la benzina…troppo consumo! Torna in +0.12, ma se uso standard in 2 rettilinei è già rossa! Allucinante! Però a 4-5 giri dalla fine vedo che Verstappen si è distanziato: +1”4, quindi non ha più drs, poi 1”7, poi 1”9, poi riduce a 1”6 ma è sempre a distanza di sicurezza. La questione della benzina fa si che io sia concentratissimo, infatti guido alla grande. E vincoooo!!!!!!!!!!!!!!!!!! La gara più sofferta della mia carriera! Dalla fatica nemmeno esulto subito quando taglio il traguardo, ma solo a scoppio ritardato! Dopo un bell’ “aah” di sollievo. Prima il sollievo e poi la gioia, insomma. Il giro più veloce? Lo fa Vettel, di 2 decimi su di me, e io non gli potevo rispondere . 11° vittoria stagionale, 23° della carriera, 40° podio. Peccato il gpv, sarebbe stato Grand Chelem. Mistero il problema del consumo di benzina, sarà il mio stile di guida qui? Non so perché, dopo la gara mi scende la reputazione verso novellino…MA SE HO VINTO!!!! Bah! Sono in vantaggio nelle rivalità e come obiettivi scuderia non è mica finita e ho cominciato nel migliore dei modi (37 punti da qui ad Abu Dhabi)…bah! Stavolta i crediti li spendo per la resistenza, quella generale e la prima del cambio. E meno male che avevo messo benzina per +0.90, "Misura prudenziale"; eh? Pensa se fossi partito sotto zero, allora... Poi, nel debriefing, scopro la ragione del problema: è perché nelle prove libere ho fatto tutto il programma strategia gara in magra per non usurare i pezzi! Mi ha calibrato il consumo in base a quello, nonostante avessi fatto anche il programma carburante, che dava ben altri dati… Controllando i dati ho la conferma: avevo imbarcato ben 5 kg in meno del necessario!!! 18,6 kg! Anzi, in base al programma strategia gara erano 17,55 i kg da mettere, mentre in base al programma carburante sarebbero stati 23,31 kg. Ecco, non so perché non si basa sul programma carburante che è più specifico, sgrrr!!! Lo scorso campionato usai 25,3 kg in gara e i programmi davano 23-24 kg. Non devo fare più quel programma in magra e soprattutto non devo fidarmi ciecamente della quantità proposta.
  8. Mannaggia, mi dispiace. Prova a segnalare il problema a codemasters. Mi fa pensare a un bug. Tra l'altro è molto strano che capiti solo a te.
  9. Rivoto Lily e Minttu...
  10. Il comando del gas. Oppure, visto che usi il pad, prova a cambiare comando per l'acceleratore e a usare il traction control completo
  11. Ma l'hai ricalibrata la periferica? Frena di più e falla in prima marcia, seguendo la traiettoria corretta (dall'esterno al cordolo e poi verso l'esterno in uscita). Sul bagnato è fondamentale non bloccare le ruote in frenata, pressione costante sul freno, frenate anticipate e scalate lente. Dolcezza anche sul gas ovviamente, e differenziale sbloccato.
  12. Gara 18 – GP degli Stati Uniti Un 5° posto per acchiappare il secondo titolo consecutivo. Questo è l’obiettivo della gara, decisamente alla mia portata. Qualifiche, in Q1 faccio un unico tentativo con 2 o 3 giri veloci, prima sono 2° a pochi decimi (1 o 2), poi precipito indietro in maniera preoccupante e con un distacco abissale, 1”4!!! Allucinante! Finisco 6°. In Q2 idem: prima sono 2° dietro Ricciardo, poi finisco 10°! Pur avendo migliorato in un giro secco con un set di gomme nuove (meno male, appena 5% di usura per il treno da gara). Distacco ancora abissale, da pochi decimi diventa 1”6, roba da matti. Q3, vado in pole, mi frega Vettel, ma nel mio secondo giro veloce sullo stesso treno di gomme mi porto a 44 millesimi da lui!!! E ho tolto quasi 1” dalla Q2 e oltre 1” dalla Q1. Tento ancora la pole, con un set nuovo…devo litigare con Ocon che mi esce dai box davanti e non si leva (in Q1 era già successo, con Vandoorne), il tutto a dispetto della mia correttezza nei giri di lancio e di rientro. Su Ocon mi becco un avvertimento per taglio curva. Tra l’altro il giro veloce lo faccio dopo, non in quel giro. Grazie al suo blocco ovviamente. Dicevo, miglioro ulteriormente, e di 3 decimi…spero che sia sufficiente per la pole…eh no, P5!!! Coosaaa?!?!?! Inaudito!!! Ogni volta mi fregano in 40, stà cosa inizia a darmi i nervi, succede sempre! E il distacco è ancora peggiore, 1”7!!!!!! Sgrrr!! Ma se in Germania dominavo, ora a difficoltà 97, sottolineo 97 e non 110, fanno stè cose?!?!? Ed è sempre Vettel in pole. A nulla è valso girare fino alla bandiera a scacchi. Ah, il campionato scorso qui feci la pole! A difficoltà 95…2 punticini in meno. Bah! Secondo me lo fa apposta per il vantaggio in classifica, ma non è costante assolutamente la velocità della IA! Allora, per testare questa cosa, mi cimento in una gara extra campionato a livello 110 con Raikkonen, completa di qualifiche e sulla lunghezza di 25%. Incredibile, Hamilton dopo che mi passa rallenta in rettilineo si fa risuperare, ma è un pirla perché poi mi sta sempre appiccicato. Ma in certe curve non si allontanava molto. Bah! Distacco in qualifica 1”6, TAAC! L’ho detto! L’ho detto che la difficoltà è sballata! Mi piazzo 9°. In gara gran lotta con le Haas e le Force India e alla fine riesco ad averne ragione, arrivo 7°. Sainz è troppo lontano, 18”…riduco di 7 decimi ma poi si riallontana di 1”, complice la mia battaglia con quelli dietro. Distacco sul gpv 2”2, ahia! Ma ero sempre in gestione ers, una palla! E che fatica! Poi torno in carriera e faccio la gara “ufficiale”. Differenziale al 90%. Parto 4°, evvivaaaa!!! Ricciardo parte 12°, penalità. Le Williams in penultima fila , ultimi Leclerc e Bottas. Scatto magico, nonostante il pattinamento, mi infilo da 4° a 2°. Toccatina innocua con Verstappen, avvertimento, ma vaffan* *lo và! È un contatto di gaaraaaaaaaaaaa!!! Cosa c zo mi dai l’avvertimento! Lui perde posizioni, problemi suoi. Io vado dietro a Vettel che si invola, guadagna subito 1”9, poi diventano 2”2, poi gli recupero 1 decimo. In alcune curve ho la sensazione di poterlo riprendere, specialmente nel settore 1. Mi dicono che la batteria è stanca e che devo ridurre l’erogazione ers…ma un attimo dopo mi dicono di mettere ers su sorpasso…ma decidetevi asini! Mi propongono una strategia altenativa, di entrare al 4° giro, ma rifiuto. Spingo, quasi sembra di prendere Seb ma non ce la faccio. Anche dietro mi attaccano, la McLaren di Vandoorne, ma è velleitario. Cambio gomme, mi trattengono per far passare una Red Bull, NOOOOOOO IDIOOTIIII!!! In più, esco davanti a Stroll, giro la curva e lui da dietro mi tocca e quasi mi fa girare, ma dove Razzo voleva andare? Con quella carretta, ma poi soprattutto venendomi addosso?!?!? Che maniere sono? E così Vettel ha oltre 5” su di me dopo il giro delle soste. Io entro al 5° giro come programmato, lui al 6°, tra l’altro ho trovato traffico (davanti a me Bottas che insegue Hartley, che si levano al 7° giro) e non potevo spingere a dovere. Al 9° giro lo shock: mi accorgo che qualcosa non va nella macchina, mi dicono che ho perso una marcia, e infatti non ho più la 4° e rischio di intraversarmi alla prima curva perché me ne scala una di troppo e ho troppo freno motore. La controllo, fiùù! E ora ho Ricciardo dietro, più pericoloso di Vandoorne! Resisto ma il mio ritmo peggiora tanto, sono a 12” da Seb. Ormai non ci bado più, devo guardarmi dietro e soprattutto gestire il problema tecnico. Evito di cercare la 4° e tengo la 5° in alcune curve. Faccio almeno 3 giri di pena, poi magicamente mi ritorna la marcia, ooh meno male, e riesco a tenere il 2° posto. Campione del mondo per la seconda volta consecutiva! Alla faccia dei commentatori pindacci, che prima della gara dicevano: “Leone, arriva con un bel vantaggio, i giochi sono già fatti? No, può sempre succedere qualche cataclisma, quando ci si inizia a rilassarsi le cose poi iniziano ad andare male”, ma cosa cavolo rilassato, se alla fine di ogni sessione di qualifica i miei rivali hanno tolto 1”6 da chissà dove?!?!? Perdo la rivalità con Vettel, ma vinco l’obiettivo scuderia. 1600 crediti con cui recupero 3 modifiche di motore e 1 di telaio. Grazie anche agli sconti ulteriore post intervista…ma la quarta domanda è idiota: mi chiede conto della rivalità persa e la prima risposta proposta è “non vincerò mai il mondiale con questa macchina”, peccato che ne abbia appena vinti 2 su 2, capra! E la risposta alternativa era che dobbiamo spingere sull’aerodinamica. Noooo! Non rispondo! Il cambio era appena al 74% di usura…e meno male che dava problemi a 77%, si si, come no… E ricordo che a Monaco, al 69%, mi avevano avvisato via radio, anche se poi ha funzionato bene fino alla fine (per fortuna). Bene. Dopo lo spettacolo della rimonta a Sochi con le intermedie e il sorpasso all’ultima curva, quello ancor più gustoso dei tanti sorpassi (puliti eh!) al primo giro a Suzuka (e quello sporco all’ultimo giro ), del cambio mezzo rotto a Austin, appuntamento in Messico, per quella che, vi dico già a prescindere dal risultato finale, sarà la gara più sofferta della mia carriera!!!
  13. No, i rapporti non si possono modificare e sono fissi per tutta la stagione.
  14. Gara 17 – GP del Giappone Il mio primo match ball per chiudere il campionato. È previsto un diluvio in qualifica! E la gara asciutta. Ma quanto mi piace questa pista!!! Veramente molto bella. Prove libere 1, gomme medie, passo il programma di familiarizzazione, davanti ho Bottas che esce dai box e non mi dà strada, stro ne! Gomme soft e programma di strategia gara, lo passo, poi ho Sirotkin davanti e mi fa perdere tempo, lo sorpasso (non si sposta mai, imbecille!) duramente ma senza sfiorarlo, prima del ponte, e comunque mi obbliga a cambiare la traiettoria. Programma gomme, cambiando le barre a 7-5, pare vada meglio col bilanciamento, il tempo non è attendibile. Anche qui non cerco il viola. Finisco 2° dietro Verstappen con le SS e davanti a Seb con le medie! Eppure ero 3° e non ho migliorato…forse a Ricciardo han tolto il giro. Prove libere 2, setup con barre a 7-5 e gomme soft, programma risparmio carburante, lo passo, ers sul viola addirittura. Ma sul setup sono giri che non mi dicono niente: miglioro al primo settore, perdo tantissimo nel 2 ma considerato che gestisco l’energia non è un confronto significativo. Per stare a seguire i programmi di prova, sono prove libere che non servono a niente. Finisco 7°, per quel che può valere. Il sovrasterzo rimaneva, ma era gestibile e mi faceva pure comodo. Forse non dipende più di tanto dalle barre. Devo capire come va sul bagnato e scegliere in base a quello. Potrei anche decidere di abbassare l’ala anteriore sul bagnato, così posso rimetterlo “giusto” per la gara che sarà asciutta. Sul bagnato provo l’idea alternativa: abbassare di 1 punto l’ala anteriore…e funziona!!! Molto più guidabile! Altro aggiustamento da fare, specie per la prima frenata, è il ripartitore di frenata, spostarlo in avanti, a 58%! Così non blocca il retrotreno. Provo quello con barra 7-6 e ala 5-8 e non va male, anzi addirittura miglioro ancora: insomma, le barre influiscono poco sul bilanciamento sovra/sottosterzante, perlomeno in questa pista, conta molto di più l’ala anteriore! Prove libere 3, programma qualifica con le SS; lo passo al primo colpo. Inserimento e aderenza da paura! Gomme SS al 15% dopo un solo giro veloce! Vado in testa, e chiudo così, con 1” su Ricciardo che ha usato le soft e 1”5 su Seb a parità di gomma…ssee, avrà girato col freno a mano tirato! Mi fanno un’altra intervista, guadagno sconti, sulla resistenza però (14%). Salvo l’ultima modifica grossa di telaio (pazienza se lo sconto è solo del 6%) e una secondaria di motore. Ora ne mancano ancora tante, ma tutte secondarie. Poi le qualifiche, col diluvio annunciato, e tutti su full wet, col setup che ha le barre a 7-5, più ala anteriore a 5 (da asciutto è a 6), freni al 58% (anziché 56) differenziale 50% (anziché 75). Salgo al 4° posto dopo un primo giro così così, non lontano dalla vetta, 0”250 per la precisione (e prima era poco più di 1 decimo!). Tempo di 1’40”549. Concludo 4° dietro Ricciardo Vettel e Alonso. Q2, guasto al sistema frenante che mi porta via ben 7 o 8 minuti per la riparazione, nooooo!!!!!!! Proprio quando piove, che c’è necessità di girare sempre, li mortacci suaaaaaaaaaaa!!!! Me lo fa un po’ troppo spesso eh, alla faccia della buona affidabilità! Sgrrr! Monto lo stesso treno di full wet (sgrr, non lo farò mai più!!! In teoria vanno bene, ma ora ho i miei dubbi…), anche se il tempo di Verstappen, 1’38”, mi fa pensare che la pista sia migliorata, invece no, c’è più acqua di prima!!! Maledizione! Prima infatti vedevo un binario non dico asciutto ma con molta meno acqua al passaggio delle auto, invece ora è tutto un lago. Eppure Seb migliora, io inizialmente mi classifico 12°…poi miglioro con 1’40”211 e salgo 6°…continuo a girare ma sono su tempi simili, vedendomi in ritardo di oltre 2” su Seb vado in affanno, poi errorini mi fanno tardare rendendo inutile il mio giro…taglio il traguardo a tempo scaduto ancora 6° ma scivolo al 13° posto, ma come hanno fatto a migliorare in 7? Nnooooooooooooo!!!!!!!!!! Do la colpa al guasto ai freni, che non mi ha permesso di riprendere la mano, e forse di sfruttare un momento con meno pioggia, e soprattutto montare il secondo set di full wet (anziché riservarlo alla Q3…che poi non ho disputato. Un film già visto!). Insomma, sul bagnato sono tornato pollo? Eppure la Q1 non era stata così malvagia… Escludo di fare la tattica inversa dello scorso campionato. Preferisco attaccare a parità di gomme. Seb mi recupererà punti, pazienza. Per vincere qui il titolo dovrei arrivargli davanti ma è impossibile, mentre per vincerlo nella prossima gara ad Austin, anche senza arrivargli mai davanti devo in ogni caso fare 25 punti tra qui e Austin…per cui, più ne prendo qui e più sarò vicino al titolo poi. Dai, magari il podio non è impossibile. Ed eccoci pronti per la gara. Parlano di me, ancora, e dicono che non è stata una penalizzazione o un problema meccanico o altra scusante, ma una qualifica negativa a farmi partire indietro, l’altro tizio risponde che sicuramente è sconfortante per me vedere la linea del semaforo distante ma che ho una buona macchina e di sicuro spingerò di più per recuperare. Scelgo la strategia standard, e decido che mi fermerò al 5° giro come proposto. A sorpresa parto 11° e non 13°: retrocessi Max e Grosjean. Seb no, mannaggia, ci speravo . Partenza buona, mi sposto a destra…eheheh, e ne esce un primo giro assolutamente spettacolare, da cineteca: infilo Bottas all’interno alla seconda curva, poi Vandoorne nelle S del primo settore, poi nella staccata sotto il ponte infilo una Sauber e una Force India in maniera pulita in un colpo solo! La mossa l’ho imparata litigando nel traffico delle libere con Sirotkin , non tutto il male vien per nuocere. Sono già 5°, che primo mezzo giro “banzai”!!! Poi inseguo Alonso e sul rettilineo di arrivo siamo ruota a ruota… Mi difendo bene e tengo la posizione davanti ad Alonso. C’è anche una Renault nella lotta, sgrrr! Poi me ne libero, relativamente: ce l’ho sempre alle calcagna, dopo averlo passato alla chicane (tagliando un po’ la curva, ma non mi danno alcun avvertimento). Sono 4°, gli altri lontani. Mi propongono una strategia alternativa, entrare al 4° giro? Ma sei scemo? Rifiuto, ma capisce altro… entro al 5° come era previsto. Prima di cambiare gomme, mi dicono che l’usura è inferiore al previsto. Temevo il pit di Seb, invece no, lui continua. Pare che mi trattengano un attimo fermo, sgrrr. Esco dietro una marea di gente, fra cui Hartley. E la tenuta delle gomme soft nuove ma fredde fa davvero schifo, mammamia (ai box mi raccomandavano di non spingere subito…ma che cacchio! A saperlo tenevo ancora le vecchie!). Tengo a freno l’istinto di attaccare Hartley in maniera prode nelle 2 curve prima del ponte e me ne pento perché poi al tornante non ci riesco, gli attacchi del primo campionato in Williams sono un lontano ricordo, dev’essere che funzionava fino a difficoltà 80 o poco più. Vado lungo e perdo un po’ di tempo. Mi dicono di mettergli pressione e di fargli commettere un errore. Attacco Hartley in maniera sconsiderata alla chicane e taglio la curva, ottenendo l’ennesimo ammonimento…ahia…alla prossima sarà penalità! E poi sono stato un idiota perché entrava al box! Sono mestamente 4°, distanzio la Renault dietro ma la Force India davanti è a oltre 5”, come prima del pit. Non ho nemmeno il giro più veloce. Il distacco da Seb è di 14”, più o meno come prima della sosta, ma lui fa gara a sé, partiva dalla prima fila (a pochissimi millesimi dalla pole di Ricciardo!) e lotta con Ricciardo. Quando, finalmente, le gomme mi vanno in temperatura, riduco un po’ il distacco dalla Force India là davanti…4”5…3”8…bah? Ce la posso fare? Inizio a crederci un po’. Ci provo, ma quello è logico: io ci provo sempre, io spingo sempre al massimo! Inizio anche a vedere la sagoma di fronte a me. A 3 giri dalla fine, VSC…rallento... Poi pare che la vsc mi abbia regalato 1” da Perez…però ha tolto 1 giro alla mia possibile rimonta. Ma mi avvicino a passi da gigante…1”8, ultimo giro…ma cosa 1”8, gli sono negli scarichi quasi. Dopo mezzo giro sento l’odore della benzina , al tornante sono un po’ lontano ma mi butto…un po’ troppo, ma non volevo rischiare l’ala anteriore, entro dentro ma vado lungo, lui incrocia in uscita e mi ripassa davanti. Mi rifaccio sotto. Cerco di uscire bene dal cucchiaione, in realtà vado leggermente largo mancando il punto di corda e lui guadagna qualcosina. Gli prendo la scia. 130R, mi parte di coda la macchina, la controllo sulla sinistra facendomi fare una traiettoria strana, staccata della chicane, ultima occasione, mi butto dentro…ma la taglio un po’, i commissari mi graziano, lui però esce più veloce di me, io a ruotate lo spingo sull’erba sulla sinistra e difendo con le unghie e con i denti il 3° posto appena conquistato…non è proprio correttissimo ma non me ne frega niente , podioooo!!! Vince Seb, nooo! Ma la Ferrari è campione costruttori, ahahah!!! Ora mi bastano 10 punti, un 5° posto ad Austin ed è fatta. Il 3° gpv dietro i due davanti a me legittimano il mio podio. Ora il gpv mi manca da 3 gare, mmm… Dopo la gara adatto altri 2 pezzi di telaio ai cambi di regolamento, grazie ai nuovi importanti sconti.
  15. Mi sembra così strano... Sarà un problema di calibrazione dell'acceleratore, se non hai le ali troppo cariche. A me a F1 2018 l'ottava quasi quasi entra anche a Monaco in fondo al tunnel...
  16. Perch? non raccontare qui le nostre carriere a GP2-3-4? Io ho iniziato da GP2, ho fatto dei campionati, dal livello principiante via via fino al livello Asso. Ci ho giocato sempre con la tastiera. Poi ho avuto GP4, ho fatto vari test, e un primo campionato con la tastiera al livello semipro, poi con il volante ho fatto 2 campionati, uno al livello pro e uno al livello asso. I mondiali disputati al livello Asso sono stati i pi? belli, ne ho vinto uno a GP2 e uno a GP4, al primo colpo entrambi ma quanta fatica! Duelli esaltanti! Lo stile di guida ? per? cambiato, prima ero pi? aggressivo e "testa calda", poi sono diventato pi? lineare, anche se la voglia di strafare e la paura di sbagliare ogni tanto rifacevano capolino (miei vecchi difetti). Tra l'altro a GP2 facevo anche delle rimonte incredibili (dall'ultimo al 5?posto dopo un incidente al 1? giro, gara lunga 20%...), a GP4 non sono mai riuscito a vincere senza partire davanti...perch? in qualifica andavo molto forte, ma anche perch? i corpo a corpo in GP4 sono molto pi? difficili. Stregate le gare sul bagnato a GP4: nessuna vittoria, a fronte di alcune strepitose pole con gomme monsoon... Al mio campionato Asso a GP2, dopo 3 gare ero a -14 dal leader, alla fine ho vinto con 37 punti di vantaggio...2 pole (gli ultimi 2 gp, matematicamente campione) e 8 vittorie (di cui le ultime 4 gare...) cio? Monaco, Montreal, Silverstone, Spa, Estoril, Jerez, Suzuka, Adelaide. Invece a GP4 ero a -27 dopo 6 gare!!!! E incredibilmente ho vinto il titolo con 27 punti di vantaggio. La bellezza di 15 pole position (tutte dalla 3? gara in poi...) e vittorie a Interlagos, Monaco, Montreal, Magny Cours, Silverstone, HOchenheim, MOnza, Indianapolis, Suzuka. Magari racconter? alcune belle gare... ...anche di altri campionati disputati :-D E voi?
  17. Prova anche a ricalibrare l'acceleratore...non si sa mai
  18. Ogni auto ha le sua caratteristiche. Evidentemente devi comprare diversi sviluppi di resistenza del cambio, finchè non raggiungi la durata necessaria. A Baku puoi provare con ala anteriore a 1 e posteriore a 4
  19. Stagione 4 - Gara 16. GP DI RUSSIA Qualifiche. In Q1 faccio un solo tentativo, vado in testa, appena rientro al box mi vedo 2° passato di un decimo da Ricciardo, e va beh, pazienza. Finisco 3°, mostruoso il tempo di Vettel che mi dà 9 decimi nel terzo settore. Le Mercedes nei primi 10! Passo alla Q2, primo tentativo e vado in testa, poi miglioro ancora con gomme nuove, vado forte anche nel terzo settore stranamente (la chiave è l’uscita dalla chicane!!!), ma alla fine Seb mi frega ancora. Redivive le due McLaren, 2° e 4°. Q3, primo tentativo con un errorino, vado in testa ma non mi fido. Esco alla fine con il secondo treno, miglioro, spingo ancora ma vado sul rosso, taglio il traguardo…e leggo P2 , nooo! Mi fanno i complimenti, mi dicono che il piazzamento gli va benissimo e io gli rispondo “e a me no! Volevo la pole!!!” Sgrrr, e vedi un po’ te, dopo aver dominato le libere 2 e 3!!! Distacco di mezzo secondo, nemmeno così poco. Tempo assurdo di Seb, 1’26”9, già era clamoroso il mio…bah! E poiché la gara sarà sul bagnato, non sarà mica tanto facile scavalcarlo… Preferivo stargli io davanti! Sgrrr, che beffa, non ci voleva! Idea: a Singapore Seb a fine gara aveva un problema…nelle libere andava piano…avrà avuto pezzi usurati. In qualifica è andato forte, li ha cambiati, ma magari erano pezzi in più di quelli consentiti dal regolamento e…non partirà in pole? Vediamo se azzecco… Per la gara è prevista pioggia. Dicono: “Parliamo di Leone”, e te pareva si sono fissati con me. “Ha un gran vantaggio in classifica ed è ormai difficile che la situazione possa cambiare, oppure non è detto?”. A pindacciooooo!!! E l’altro “non è detto: basta un lungo alla prima curva, o al contrario un’altra prestazione buona, che cambia tutto, poi ricordiamo che in queste condizioni è facile che esca la safety car”. E dalli, e non portare sfigaaa!!! Però almeno ha detto qualcosa di diverso. Si parte con le full wet. E no che Seb non parte dietro…ho sbagliato, mannaggia. È sempre lì in pole. Mi propone +3 giri di carburante, ma sei fuori? Tolgo molto, lo lascio giusto giusto, anzi leggermente meno (-0.05 giri). Partenza. Pattino un po’, potevo partire meglio, peccato: sullo scatto Seb non era stato irresistibile e lo potevo fregare. Prima curva, no meglio la prudenza, ma taglio un po’ e ricevo un avvertimento…poi un altro…fanc !! Intanto Ricciardo, che partiva ultimo, è già fuori corsa. Incolpevole, fatto fuori da Stroll che va sull’erba e gli rientra addosso, spedendolo a muro. Ers su sorpasso, ma Vettel vola e guadagna subito 2”, mannaggia. Cerco di stare calmo e di rifarmi sotto, ma si allontana leggermente. In rettilineo uso anche la grassa. Sono ancora leggermente sul rosso col carburante. Già al 3° giro mi dicono che la pioggia calerà e mi propongono una strategia alternativa: montare al 3° giro le intermedie. Col meteo variabile, accetto al volo. Sarebbe a dire entrare ora! Vettel prosegue , Verstappen entra insieme a me e così molti altri. Avevo già 3”, o forse 5, da Vettel. Oia! Invece Verstappen dietro non mi stava dando fastidio. Esco, lungo alla prima curva (ma fortunatamente non penalizzato), faccio il gpv, ma Vettel, che entra dopo, esce davanti a me, mi guadagna 2” . Davanti a me Hartley, ha ancora le full wet! Lo attacco e lo supero nel primo settore. Sono 3°. Uno della McLaren, mi sa Alonso, è in testa, ha tenuto le full wet. E se avessi tentato io l’azzardo? Naah, erano le gomme giuste! Mi dicono che la pioggia cesserà tra 10’…mi aspetto di mettere le slick, ma la pista è ancora bagnata. Blocco il differenziale a 70%, ma vado più piano, allora risblocco a 50%. VSC all’8° giro, c’è Verstappen lento. Ho 9” da Seb . Via la VSC, il distacco si è ridotto a 8”. Spingo, c’è Leclerc dietro. Ma io guardo anche Vettel lì davanti, non mi va un’altra Singapore. Ah, se fossi stato io in testa…quella pole fregata, quella partenza così così… Il gpv è ancora suo, ma io riduco il distacco…6”, 5”…oh, gli sto mangiando 1”4 al giro! Stavolta Alex mi sa che non dice fesserie, ha ragione! Ma come mai questo crollo? Le gomme? Ma ha le stesse mie! Auto danneggiata? No, nemmeno! Mistero... Mancano 2 giri alla fine, e ho oltre 3” da recuperare…ho benzina in avanzo e metto in grassa fino alla fine…ultimo giro, circa 2”…ma mi avvicino ancora più prepotentemente di prima, me lo vedo davanti già nel primo settore…sempre più vicino…dopo il “rettilineo curvo” gli sono praticamente negli scarichi. No, niente manovre kamikaze. Si, dai, provaci, a costo di buttarlo fuori! Noo, meglio di no! Sennò ci rimetto anch’io e perdo pure il podio. Penultima curva niente da fare. Appare la bandiera a scacchi in grafica, come al solito in anticipo sui tempi, ultima curva mi butto all’interno…ma vado largo, aah, ripasserà in uscita…riaccelero per cercare di salvare la baracca e taglio il traguardo intraversandomi, ma soprattutto davanti a lui…e io allibito…CHE CCCULO!! CHE CUULOOOO!!! ALL’ULTIMA CURVA, AHAHAH, SSSIIIIII!!! HO VINTOOOOOOO!!! Che garaaa! Che gara spettacolare e rocambolesca!!! Suo il gpv ma chi se ne frega. 10° vittoria stagionale (ci tenevo ad andare in doppia cifra!). +100 punti su di lui, il che significa che mi basta mantenere questo vantaggio a Suzuka per vincere già il titolo, mentre Ricciardo è fuori dai giochi. Analizzo i tempi…Leclerc andava leggermente più veloce di me! Forse Seb aveva l’ala anteriore danneggiata, poiché all’8° giro ha avuto una collisione con Verstappen, che infatti andava piano ed è entrato ai box. Ma dal video pare intera la sua ala…mah!!! Alla luce del ritmo di quelli dietro era Seb troppo lento, non io veloce…però ho avuto comunque il merito di rimontare e di completare la rimonta con un attacco all’arma bianca che ha funzionato, anche se di traverso sul traguardo. Ora avrò il primo match ball in Giappone per cercare di chiudere i giochi
  20. STAGIONE 4 (terza parte) 11) GP DI GERMANIA. Aumento la difficoltà a 96. Ciononostante ottengo un’ottima pole position davanti a Seb, come l’anno scorso! In gara faccio una clamorosa partenza al fulmicotone, guadagnando oltre 1” già al primo settore! Dietro, Vettel e Ricciardo se le danno di santa ragione, poi prevale Seb; il mio vantaggio si assesta intorno ai 2”. Dopo i pit, Vettel si avvicina, tenta di attaccarmi e mi tocca senza danni al tornante, dall’esterno. Poi lo distanzio, marco il gpv e vinco con 3”5 di margine. Dietro, al terzultimo giro Ricciardo passa Vettel rovinando la possibile doppietta Ferrari. + 60 in classifica piloti. 12) GP D’UNGHERIA. Su una pista non facile, piove in qualifica! In Q1 sono inizialmente secondo, per poi precipitare al 12° posto. In Q2 sono in testa a 2’ dalla fine, ma mi sbattono all’11° posto, eliminato di pochi millesimi! Sono uscito dai box troppo tardi per tentare di migliorare. In gara oso la strategia, inversa, parto con le soft. Scatto benissimo come in Germania e risalgo al 6° posto, ma poi con le soft non ho ritmo. Quando gli altri entrano al pit mi trovo in testa di oltre 7” su Vettel, che nonostante le gomme nuove non riesce ad avvicinarsi e il distacco resta praticamente invariato. Dopo il pit esco 5° ma con le ultrasoft adesso volo: sorpasso Bottas alla chicane, poi prendo Verstappen, lo passo nella seconda zona drs, sono 3° a 7” da Ricciardo. Continuo a spingere e a guadagnare, riduco il distacco fino a 2” ma niente da fare: vince Seb davanti a Ricciardo e me. + 50 in classifica. Ancora mio il giro più veloce! Gara rovinata dalla qualifica, ma il podio è buonissimo per come si erano messe le cose… 13) GP DEL BELGIO. Scelgo un setup veloce ma rischioso, sovrasterzante, delicato nei curvoni veloci, anche in considerazioni delle previsioni meteo (non pioverà). Al di là della fatica e del rischio, ottengo una bellissima pole con oltre 0”7 di vantaggio sul secondo! In gara c’è umidità e la macchina è assai critica, mi prometto di non fare mai più assetti tanto delicati. Alla partenza respingo l’attacco di Vettel chiudendolo, ma per tutta la gara lo devo tenere a bada, insidiosissimo. Faccio il pit al 4° giro e resto in testa, ma all’8° giro Seb esce vicinissimo a me dal tornante La Source, poi apre pure il drs…in fondo al Kemmel prima gli lascio l’esterno, poi torno in traiettoria e lui si butta all’interno, ma io sono davanti con quasi tutta la macchina, all’apice della curva sento un urto e vedo dagli specchietti lui che si gira! Dal replay si vede che è un incidente di gara, la sua anteriore sinistra ha toccato la mia posteriore destra, ci siamo agganciati, non ho fatto nulla di scorretto. Arriverà 12° (lascia sfilare mezzo schieramento…), mentre io vinco in pace, anche se Verstappen si avvicina parecchio e all’ultimo giro mi frega di pochissimo il gpv, interrompendo la mia striscia record di 8 gare consecutive… Classifica: io 273, Vettel 198, Ricciardo 189. 14) GP D’ITALIA. Domino le 3 sessioni di qualifica…in Q3 Vettel sarebbe in grado di battermi se non facessi un mostruoso 1’17”678, con 2 decimi su Vettel e 6 su Ricciardo. Prima fila tutta Ferrari!!! Bellissimo per i tifosi, per la squadra, per noi tutti. Per la gara programmo il pit al 6° giro anziché al 5° e aggiungo un etto di benzina. In gara, alla partenza Seb mi affianca alla prima curva, ma io gli resisto in maniera pulitissima e lui si deve accodare. Poi lotta con Ricciardo e ha la meglio. Al 2° giro freno leggermente tardi alla Roggia, così Vettel mi si appiccica in uscita; gli lascio l’esterno ma lui si butta alla prima di Lesmo, io gli resisto andando un po’ lungo, vado in sottosterzo e manco il punto di corda, lui mi urta la fiancata e va nel prato, facendo sfilare tutti. Pascola nella via di fuga tra le Lesmo e torna in gara. Ho 3” sulle RB, che ben presto diventano 7, poi 10, poi 13…pazzesco! Entro ai box al 6° giro, Verstappen fa lo stesso, esco ancora in testa!!! Solo una Toro Rosso deve fare il pit, ma si trova al 2° posto. Seb fa il pit al 5° giro, poi urta in rettilineo una Force India che esce dai box danneggiando leggermente la sua ala anteriore, un attimo dopo viene tamponato da una Haas che lo spedisce addosso alla Renault davanti, completando la distruzione della sua ala anteriore. Nuovo pit al 7° giro, monta SS usate e mi frega il giro più veloce. Allora attacco, sfrutto ers e miscela grassa e tiro come un matto, scendendo di 1” sotto il mio crono precedente! E riprendendomi il giro più veloce! 1’19”720, contro 1’19”872 di Seb. Poi gestisco e vinco con ben 18” su Ricciardo! Seb 17° (davanti a Bottas, pensate a quanto è messa male la Mercedes! ), ma senza l’incidente al 2° giro mi avrebbe pressato per tutta la gara, ne son più che certo! Classifica: io 298, Ricciardo 207, Vettel 198. Grand Chelem per me, il secondo in carriera, il primo sull'asciutto. 15) GP DI SINGAPORE. Aumento la difficoltà a 97…e si vede! Vettel mi dà distacchi di circa 1”4-1”8 nelle libere. Per giunta in qualifica piove, in Q1 diluvia e passo alla Q2 per il rotto della cuffia in 14° posizione a 3” dal primo! In Q2 passiamo alle intermedie e poi alle slick (HS), sono 9° a 1”3 da Vettel primo, per un pelo in Q3! In Q3 è ormai asciutto, mi piazzo in prima fila ma a 1”6 da Vettel. Ancora una volta prima fila tutta Ferrari, ma che legnate da Seb! In gara ovviamente lui vola e mi distanzia subito. Rifiuto di anticipare il pit (al 3° giro è troppo presto!), ma non cambierebbe molto. Entro al 5° (Seb al 4°) ed esco davanti a Vandoorne. In poco tempo Alonso lo sopravanza, è a 2” da me, li annulla e mi attacca. Io mi difendo con ers e benzina. Mi attacca 2 volte in zona drs, ma lo contengo senza difficoltà. Si accoda a noi anche una Force India. Mi preoccupo di stare lontano dai muri. Vettel taglia il traguardo e via radio mi avvertono che sta rallentando perché da dei problemi…ma?!?!? Arrivo a ben 24”5 da Vettel, forse troppi, ma era decisamente più veloce di me (almeno 1"4 al giro). Il mio gpv è a 1”3 dal suo! Classifica: io 316, Seb 223, Ricciardo 215, Verstappen 161. Appuntamento in Russia…
  21. Girone A: Caterina e Charlotte Girone B: Minttu e Isabel Girone C: Elena e Lily Girone A: Caterina e Charlotte Girone B: Minttu e Isabel
×