Jump to content

Red 5

Members
  • Content Count

    377
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Posts posted by Red 5


  1. Quello di Rosberg non sarà stato un sorpasso scorretto ma un sorpasso brutto si, solo pochi anni fa sorpassare in questo modo non lo potevi fare perché non c’erano tutte le vie di fuga di adesso nelle curve quindi se sbagliavi il punto di frenata finivi fuori te e anche il tuo avversario… quindi penalizzazione giusta, non da un punto di vista sportivo ma estetico :asd:

     

     


  2. L’errore davvero marchiano di Hamilton ieri per me è stato quello di farsi uccellare come un pollastro all'esterno della prima curva dopo essere riuscito per una volta ad azzeccare la partenza; nel tentato sorpasso mi pare fosse ormai affiancato con le ruote anteriore alla vettura di Rosberg quando l'altro ha stretto la traiettoria quindi credo che a quel punto potesse fare ben poco per evitare il contatto...


  3. Lorenzo come sempre imbarazzante in comdizioni particolari, altro che mondiale in carrozza Rossi e Márquez se la giocano..

    Già. Gp di ieri dedicato a chi dopo Losail già pompava Lorenzo come dominatore in carrozza sui brandelli del povero Rossi. :asd: Lo spagnolo sarà pure un martillo con pista asciutta e condizioni ottimali ma appena queste cambiano si squaglia come neve al sole ed evidenzia limiti preoccupanti.

    Gran peccato che sul momento più bello la gara sia stata spezzata in due... :censura2:


  4. Lo facciamo un giochetto e proviamo a girarla?

     

    Valencia 2015, Lorenzo è in testa al campionato con 7 punti di vantaggio su Rossi, ma dovrà partire dall'ultima casella per aver deliberatamente portato fuori pista Andrea Iannone nella gara precedente in Malesia.

    La colpa del nostro Iannone sarebbe stata quella di cercare di rallentare lo spagnolo per favorire la riconrsa mondiale di Rossi, anche se questo, proprio nell'ultimo giro in Australia, aveva superato Rossi regalando 5 punti a Lorenzo.

    Insulsa quindi la convinzione di Lorenzo, non convinto che quel regalino sul finale a Phillip Island sia stato di grande aiuto, ed anzi sia stata una copertura per insabbiare quanto fatto durante la gara ai suoi danni, ed ha continuato a pensare di essere caduto nella trappola del pilota Ducati per favorire Rossi.

    Così, dopo aver acceso un teatrino nella conferenza stampa Malese accusando apertamente il pilota della Ducati, in gara si è ben pensato di stendere il nostro Italiano, arrivando ad ammettere pubblicamente di averlo portato fuori pista perchè stremato dall'atteggiamento in gara di Iannone.

    Le scuse però stanno a zero e lo spagnolo, giustamente puntito dalla direzione gara, partirà ultimo. Poco cambia, visto che Lorenzo si sarebbe qualificato comunque in 12 posizione, lontano da tutti. Forse dovrebbe pensare ad aprire il gas, piuttosto di pensare che il mondiale dovrebbero vincerlo gli altri per lui.

    Ora ci sarebbe da capire di cosa si vuol lamentare il 4 volte campione del mondo.... Di chi è la colpa se Ropssi ed i due piloti Ducati sono costantemente piu veloci di lui? Dovrebbero farglielo vincere loro, visto che non è in grado di tenere dietro Rossi da solo, il mondiale?

     

    Alla fine la gara si è risolta con una facile rimonta di Lorenzo che, dopo aver passato le le moto open in mezzo giro, come inevitabile, si è ritrovato i connazionali spagnoli che si aprivano a ventaglio per farlo passare, arrivando in alcuni casi a buttarsi fuori pista, e da lì il 4 posto è stato cosa facile.

    Strano che nessuno abbia fatto notare questo particolare, tanto è stata nulla la resistenza degli avversari spagnoli.....

    Davanti Rossi ha tenuto un ritmo indiavolato per tutta la gara, con i connazionali della Ducati che lo seguivano da vicino e che, senza nulla da giocarsi, non hanno voluto rischiare manovre azzardate che avrebbero fatto il gioco dello spagnolo, privando l'Italia di un meritato titolo, raggiunto da un campione che, a 36 anni, era ancora il pilota piu veloce sia in qualifica che in gara, e che solo a causa di un paio di scivolate lo avevano tenuto dietro in campionato, a dover inseguire un pilota meno veloce e capace di scorrettezze come quella ai danni del povero Iannone.

    Gran finale di un mondiale meraviglioso, con tre Italiani sul podio a festeggiare il decimo titolo del pilota piu grande di tutti i tempi.

    Bravo Iannone, Bravo Dovizioso, e Rossi c'è, Rossi c'è, Rossi c'è, per la decima volta, la DECIMA volta.

     

    Scandalose le lamentele di Lorenzo che grida al complotto, dopo che i suoi connazionali non hanno opposto la minima resistenza alla sua rimonta.

    Che cosa dovevano fare, secondo lui, due Italiani che non avevano piu nulla da giocarsi in campionato, rischiare di stendere Rossi per regalare un mondiale alla spagna con il suo portacolori che non era in grado di vincerlo da solo, usando quell'unica arma dei piloti che dovrebbe essere la velocità?

    Ridicolo, che si vergognino, lui e la spagna, che imparino a tenere la bocca chiusa con false insinuazioni, e magari ad aprire il gas per vincerselo da soli, un mondiale di MotoGp.

    Rossi c'è, e questa è l'unica verità.

    La Dorna, orgogliosa di questo epilogo, ha deciso che intitolerà le ultime due curve di Valencia a Iannone e Dovizioso, veri eroi di giornata nel guardare le spalle al loro connazionale, come fù nel 90 per il grande Capirex. Perchè questo è lo spirito dello sport, e di quella nazione che in questo sport ha messo in pista i migliori piloti della storia.

    Rossi c'è!

     

     

    Ecco, sono sicuro che in un quadro come quello sopra non sarebbe volata una mosca sul fatto che i due italiani dietro non hanno cercato di mettere dietro Rossi, che nessuno avrebbe parlato di Ducati che dovrebbe licenziarli perchè sono pagati per fare il massimo per la squadra, di biscottoni e biscottini.

    Sarebbero stati degli eroi con vie e curve intitolate a loro, sarebbe stato il giusto e logico epilogo in una lotta dove solo uno dei tre si stava giocando qualcosa, e lo faceva contro un pilota di un altra nazione.

    Perchè questa è L'Italia, e Rossi, se non lo avessi gia detto, c'è.

    Aggiungo una postilla: e tutti quelli che qui sul forum giustificano Marquez starebbero dando contro a Rossi :asd:

     

    Comunque nessun dubbio che le cose sarebbero andate proprio così e nessun dubbio che in Spagna, dove adesso parlano di trionfo storico di Lorenzo e di un Rossi che ha perso la trebisonda, starebbero ululando contro la 'mafia italiana' ;)


  5. Ottimo post anche per me. La particolarità di quanto successo in questa Motogp 2015 rispetto agli altri episodi citati da chatruc è però che Marquez non era né coinvolto nella lotta per il titolo né stava facendo giochi di squadra; escludendo l'ipotesi di voler far vincere uno spagnolo (tipo quanto successo con Capirossi nel '90), che non mi pare da Marquez, l'unica spiegazione che resta è proprio l'antipatia (o la vendetta per i contatti di Assen e dell'Argentina). La cosa mi pare potenzialmente più 'pericolosa' degli altri casi perché potrebbe dare inizio a una vera e propria 'faida': es. Rossi, che secondo me difficilmente l’anno prossimo sarà di nuovo in gioco per il titolo, come si comporterà davanti a un ipotetico confronto Lorenzo-Marquez o Pedrosa-Marquez? Potremmo vederne delle belle...


  6. Ma se tu semini vento, alla fine, raccogli tempesta.

    Mi dispiace anche questo, eppure è la verità.

    Almeno, la mia verità.

     

    Su questa cosa ha ragione.

     

    Ma è ovvio che ha ragione. L'errore strategico di Rossi, e se ne accorto anche lui, è stato pensare che mettendo davanti alla stampa il (presunto) fatto che Marquez stava facendo il 'furbo' quello sarebbe rientrato nei ranghi e nelle ultime gare avrebbe giocato 'pulito'. Invece è successo l’esatto contrario.

     

    Qui il problema non è riconoscere la cappella di Valentino, ma continuare ad ostinarsi a negare che Marquez abbia aiutato Lorenzo.

    Ripeto: lo ammette Lorenzo stesso

     

    https://www.youtube.com/watch?v=8QgB-82EnkE


  7. Lorenzo gli ultimi giri aveva la posteriore distrutta – cosa dichiarata tranquillamente anche da lui – tant’è che ha cominciato a girare mezzo secondo più piano del suo ritmo costante invece per il resto della gara e tant’è che Pedrosa in pochi giri gli ha mangiato quasi tre secondi: ora, che i due piloti Honda abbiano avuto un occhio di riguardo, non lo abbiamo attaccato e quindi di fatto aiutato a fargli vincere il titolo lo ammette candidamente lo stesso Lorenzo, mica me lo sto inventando io ("Il titolo è mio, nostro, ma anche della Spagna")... quando si può sapere di che stiamo parlando??? :blink:

     

    Poi è ovvio che se fosse stato Rossi a vincere scortato da due italiani le reazioni dei media sarebbero state esattamente opposte, ma mi sa che sarebbero state opposte anche qui sul forum :asd:


  8. Con tutto che Marquez ieri non mi è piaciuto (ma non mi piaceva manco prima, quando tutti lo esaltavano, sempre stato troppo falloso per i miei gusti) avrei comunque voluto vedere i commenti indignati se ci fosse stato Rossi primo e Iannone e Dovizioso dietro con Lorenzo quarto.

    Si, ma come dopo Sepang continuate a collegare l'evento (anti)sportivo in sé con le sue conseguenze mediatiche: non è che i commenti indignati degli italiani a parti invertite, le reazioni isteriche che ci sarebbero sicuramente state in caso di vittoria di Rossi o i commenti di Vasco o Jovanotti possano in alcun modo modificare, o addirittura giustificare, i fatti di gara eh... è questi che bisogna analizzare e giudicare, mica quello che scrive mio cuggino su facebook


  9. Poco da dire, per quanto mi riguarda: gara che si è svolta secondo i binari ampiamente pronosticati, che erano peraltro evidentissimi a chiunque non avesse le fette di prosciutto sugli occhi. Al di là del tifo pro o contro Rossi (a me, per inciso, sono sempre stati sulle balle lui, il suo entourage e i suoi supporters) direi che è stato un 'biscottone' abbastanza indecoroso, probabilmente una delle pagine meno felici (e decenti) nella storia di questo sport. A memoria l'unico precedente che può esservi accostato è l'ultimo Gp della classe 125 nel '90, ma quella fu comunque una cosa estemporanea e limitata solamente all'ultima gara, qui invece abbiamo un pilota che di fatto negli ultimi 3 Gp ha fatto 'gioco di squadra' a favore un pilota di una marca avversaria. In ogni caso ricordo bene che in quell'occasione i giornali esteri parlarono di 'mafia italiana', oggi a buon diritto si dovrebbe parlare di vergogna spagnola.

     

    Ps: comunque sia chiaro che la colpa è tutta di Rossi che ha provocato Marquez nella conferenza stampa di Sepang, eh :asd:


  10. Perdere Lorenzo, che insieme a Marquez è probabilmente il miglior pilota attualmente in circolazione, per tenersi un Rossi ormai a fine carriera non mi sembrerebbe proprio un affare...

     


  11. Decisione giusta, in caso di sospensione questa vicenda sarebbe diventata ancora più grottesca di quanto già è.

    Comunque con la conferma del TAS di fatto Rossi il titolo lo ha già praticamente perso (a meno che Lorenzo si stenda).

    Gli rimane da sperare che le due Honda siano talmente superiori da fare gara a sé e di riuscire ad arrivare almeno sesto, oppure di fare la gara della vita e da ultimo riuscire a prendere Lorenzo (cosa che su pista asciutta direi impossibile)

     


  12. A me pare tutto un caso montato dalla stampa. In ogni caso anche avesse veramente detto che quelle di Adelaide '94 e Jerez '97 sono state delle manovre indecenti non vedo il problema, visto che è vero. Che poi Hamilton con la stampa non sia esattamente una 'cima' è altrettanto palese: purtroppo nella F1 di oggi si sente proprio la mancanza di piloti 'mediaticamente' forti, come i vari Lauda, Senna, Prost, Piquet, che i giornalisti se li giravano a loro piacimento...


  13. In caso di estrema necessità Lorenzo potrebbe sempre portare fuori traiettoria Rossi, dargli un calcettino, stenderlo e dire che lo stava infastidendo, tanto male che vada lo penalizzano alla prossima gara. :asd:

    Paradossalmente sarebbe una cosa se non più giustificabile sicuramente più comprensibile di quanto successo a Sepang, perché coinvolgerebbe due piloti direttamente in lotta tra loro per il titolo all'ultima gara (e poi non sarebbe sicuramente una novità, vedi ad esempio Capirossi-Harada in Argentina ’98). Come credo di aver ormai ripetuto parecchie volta per me l’anomalia in Malesia è stato l’entrata 'a gamba tesa' di Marquez in una contesa in cui non lui c’entrava più niente.

     

    Comunque ho come l'impressione che a Valencia possa succedere davvero di tutto, anche un Uccio che entra in pista e si butta sotto la moto di Lorenzo... :asd:


  14. Non comprendiamo come possa considerarsi parte lesa nei fatti che hanno riguardato Rossi e Marquez.

     

    E' chiarissimo, invece: Lorenzo era sicuro che squalificassero Rossi e di avere vinto il titolo a tavolino, vedasi la sua esultanza al traguardo, le sue isteriche dichiarazioni nel post-gara e il gestaccio del pollice verso sul podio. E' peraltro evidente come in tutta questa storia i nervi abbiano ceduto a lui così come a Rossi e a Marquez...


  15. Quanto al giro che citi della gara di Phillip Island, quello dove Marquez fa 1.30.5 beh... è il giro col block pass di Rossi su di lui al rampino in discesa e dove Iannone li fulmina entrambi, costringendo entrambi a raddrizzare la moto per fargli spazio.

    E infatti guardando gli intermedi, Marquez perde quasi mezzo secondo solo in quel settore.

     

    Le gare vanno viste con il pdf di tempi e intermedi accanto. Solo il video o solo i pdf raccontano metà della storia.

    Vabbè è stato più lento di Lorenzo in tutti i 4 settori e il potenziale per andare nettamente più veloce come poi s'è visto invece ce lo aveva benissimo...l'impressione che ho io è che possa aver iniziato a 'giocare' negli ultimi 7 giri: Lorenzo lo supera e lui fa 3 giri di seguito sopra l'1.30 dando al pilota Yamaha, che mi pareva abbastanza impiccato, quel mezzo secondo di vantaggio che poi ha mantenuto fino alla fine


  16. Ma guarda che il fatto che Marquez possa aver giocato con i suoi avversari e con Rossi in particolare ci può anche stare secondo me, e non ci vedo niente di scandaloso.

    prendo atto che siamo passati dal 'è una povera vittima delle circostanze' a 'forse ha giocato': il passo successivo potrebbe essere 'se è vero che ha giocato magari si può anche capire perché all'altro, che si sta giocando invece il mondiale, abbiano iniziato a fumare le balle', con tutto quello che ne poi è conseguito :asd:


  17. Mica vero, c'è stato un momento - parlo di Phillip Island - in cui hanno recuperato tutti e tre su Lorenzo, Marquez l'ha passato e Rossi gli era direttamente dietro.

    Non ha mai tentato di sorpassarlo.

     

    Sui problemi di Marquez nel tenere un passo costante e fare errori durante la gara... son tre anni che glielo vediamo fare.

     

    In Malesia vedendo i tempi, Rossi si fa l'intero quarto giro da solo davanti a Marquez che lo segue senza tentare nessuna manovra di sorpasso o disturbo. Rossi fa due errori non provocati. L'ultimo dei quali è alla staccata dell'ultima curva, cosa che gli fa mancare l'apex e permette a Marquez di prendergli la scia e passarlo alla prima curva.

    Alla 4, Marquez passa Rossi ma Rossi imposta l'ingresso alla 5 (la curva a sinistra della S) stando stretto: fa meno metri ma non riesce a stare cucito al cordolo. Marquez invece aveva disegnato l'ingresso, ha una velocità di percorrenza e traiettoria migliore e passa.

    Fair and brilliant, dicono su BTsport in diretta.

    Alla 9 (tornante in discesa) Rossi prova subito a ripassare ma si pianta in percorrenza e Marquez riesce ad aggirarlo all'esterno.

    Rossi allora lo passa alla 11, perdendo la pedana (era al limite). Già lì si gira a guardarlo con insistenza. Già aveva perso la pazienza in quel punto.

     

    Nel sesto giro Marquez fa i primi due settori davanti e giusto un paio di decimi più lento dei piloti davanti.

    Forse sarebbe stato più furbo, per Rossi, lasciar fare il ritmo a Marquez invece di andarlo a superare per poi fare un terzo settore - indisturbato - in cui perde oltre tre decimi da Lorenzo.

     

     

     

    Non devi guardare i primi giri, ma gli ultimi. Es. il terzultimo giro, dove Marquez fa un tempo lentissimo (1'30.564, due tornate dopo girerà in 1'29.280) e si vede abbastanza chiaramente anche a occhio nudo che fa 'da tappo', infatti Lorenzo si avvantaggia subito (e lo avevano quasi preso, Lorenzo infatti ha girato pianissimo per tutta la gara) e Iannone riesce poi a fare il clamoroso 'doppio sorpasso' su lui e Rossi… è all’inizio dell’ultimo giro che Marquez comincia a 'tirare': lascia Rossi quarto, in un amen si sbarazza di Iannone e in tre curve va a prendere e superare anche Lorenzo


  18.  

     

     

    Per me il calcetto c’è stato, solo che è stato furbo (o fortunato) a non farsi riprendere dalle telecamere, ma comunque la questione sostanziale, il punto nodale, il nocciolo vero della questione per me non è tanto la (presunta o meno) scorrettezza di Rossi – ne tantomeno quello che ne dicono Meda, Travaglio, il codacons & C. (anche perché in spagna ci vanno giù altrettanto pesanti, inventandosi ad esempio che Rossi sarebbe entrato in direzione gara urlando del bastardo a Marquez) – ma quanto affermato da Lin Jarvis:

     

    " if you analyse the race in details today and you study every move that Marc did, there was nothing illegal about any single move, but I think you have to see the bigger picture and you have to question the motivation of the style of race and the way and the attempt of Marc to clearly disturb Valentino to the maximum. "

     

    Marquez in Malesia (e forse anche in Australia, e sicuramente anche a Valencia) ha corso per ostacolare Rossi e di conseguenza favorire Lorenzo e quindi di fatto falsando il campionato: non lo avrà fatto con manovre apertamente illegali, ma per me questa sua condotta (quali che ne siano le motivazioni, antipatia congenita per l’italiano o ripicca per le sue parole nel pre-gara) è altrettanto censurabile e anti-sportiva e potenzialmente pericolosa della scorrettezza di Rossi, con in più l’aggravante che lui appunto non sta lottando per il mondiale.

     

     

    Allora:

    1- In Australia direi proprio di no, visto che se c'è uno che ci ha rimesso dalla condotta di Marquez è stato Lorenzo (5 punti fondamentali)

    2- In Malesia quasi sicuramente si, probabilmente per ripicca contro le offese (non parole, offese) di Rossi nella conferenza stampa di giovedì.

    A tal proposito sul corriere (va beh prendiamola con le pinze come tutte le sparate giornalistiche di questi giorni) si riportava come Marquez fosse rimasto totalmente sorpreso dalle accuse del pesarese, soprattutto dopo che a Philip Island a fine gara gli aveva stretto la mano e si era pure scusato per un contatto troppo rude.

    La mia ipotesi su questo è che la cosa sia stata montata dal clan di ruffiani che ruota attorno a Rossi che ha già dato ampio esempio di poca lucidità e scarsa sportività.

    Poi la cosa è ovviamente sfuggita loro di mano.

    3- A Valencia direi di lasciare il beneficio del dubbio a meno che tu non abbia la sfera di cristallo.

     

    In ogni caso anche se lo spagnolo (che per inciso non ha mai avuto la mia simpatia e non mi è neanche mai piaciuto il suo modo di guidare anche quando tutti lo esaltavano) ha rotto i co****ni domenica la cosa è una conseguenza dei comportamenti reciproci tra di loro.

    Per capire il suo comportamento, come per capire la pedata di Valentino, non si può tirarla fuori dal contesto.

     

     

    Ok, tu ti sei fatto una tua precisa opinione che ovviamente non è scalfibile (ovvero che è tutta colpa di Uccio :asd: )

     

    Io invece mi pongo qualche dubbio:

     

    Australia: Marquez era nettamente il più veloce in pista e anche Rossi era ben più veloce di Lorenzo (ha girato per parecchie volte sotto il miglior crono dello spagnolo) e non gli è finito davanti solo perchè è stato impelagato tutta la gara appunto con Marquez, alternando giri veloci ad altri anche di un secondo più lenti; Marquez è poi andato a prendere Lorenzo solo una volta che Rossi non poteva più farlo, quindi qualche dubbio su una sua condotta di gara non del tutto 'cristallina' (cosa che oltre che Rossi sostiene comunque anche Iannone) onestamente io ce l’ho.

     

    Malesia: qui nessun dubbio, Marquez ha gettato la maschera (sempre che ce l’avesse, in caso contrario è rimasto offeso dalle dichiarazioni del pre-gara, facendo quindi paradossalmente il gioco di Rossi) ed è sceso palesemente in guerra contro l'italiano.

     

    Valencia: non ho ovviamente la sfera di cristallo, ma se Marquez, in Spagna, porterà via punti a Lorenzo facendo vincere il mondiale a Rossi sono pronto a mangiarmi mouse, tastiera e monitor :lol2:


  19. Senna era un pilota piuttosto 'duro', soprattutto i primi anni, ma comunque non lo definirei uno scorretto... in ogni caso non si può paragonare con Hamilton solo per il fatto che comunque le 'scorrettezze' con quelle macchine erano molto più rischiose che con quelle di quelle di adesso: oggi con le macchine più robuste e sicure, i circuiti meno pericolosi e con le vie di fuga ecc. si possono prendere tranquillamente a ruotate o spingersi fuori pista senza tante conseguenze, infatti certe volte sembra di assistere a gare di kart... ai tempi di Senna se ti toccavi con un’altra monoposto come minimo eri fuori gara

     

     


  20. La scorrettezza di Rossi, secondo me, sta più nell'allargare la traiettoria che nel movimento con la gamba (che considero anch'io non volontario, o comunque non finalizzato a far cadere Marquez).

     

    Per me il calcetto c’è stato, solo che è stato furbo (o fortunato) a non farsi riprendere dalle telecamere, ma comunque la questione sostanziale, il punto nodale, il nocciolo vero della questione per me non è tanto la (presunta o meno) scorrettezza di Rossi – ne tantomeno quello che ne dicono Meda, Travaglio, il codacons & C. (anche perché in spagna ci vanno giù altrettanto pesanti, inventandosi ad esempio che Rossi sarebbe entrato in direzione gara urlando del bastardo a Marquez) – ma quanto affermato da Lin Jarvis:

     

    " if you analyse the race in details today and you study every move that Marc did, there was nothing illegal about any single move, but I think you have to see the bigger picture and you have to question the motivation of the style of race and the way and the attempt of Marc to clearly disturb Valentino to the maximum. "

     

    Marquez in Malesia (e forse anche in Australia, e sicuramente anche a Valencia) ha corso per ostacolare Rossi e di conseguenza favorire Lorenzo e quindi di fatto falsando il campionato: non lo avrà fatto con manovre apertamente illegali, ma per me questa sua condotta (quali che ne siano le motivazioni, antipatia congenita per l’italiano o ripicca per le sue parole nel pre-gara) è altrettanto censurabile e anti-sportiva e potenzialmente pericolosa della scorrettezza di Rossi, con in più l’aggravante che lui appunto non sta lottando per il mondiale.


  21.  

    Scemo Reggiani a tirar fuori sta storia e scemo io a rispondere a queste str****te a chi a gli da pure corda.

    Quando dici così fai proprio venir voglia di confrontarsi con te. :asd:

     

    Comunque: Paola Cazzola, ipse dixit. :asd:

     

     

    Che, poi, che la manovra di Rossi sia stata scorretta e da sanzionare mi pare che lo abbiamo detto praticamente tutti qui, me compreso, quindi a che pro continuare a tirare in ballo Fiorello, Jovanotti o 'sta cazzola qua? :asd:

     

    Se il 'fallo di reazione' (da cartellino rosso) dell’italiano è infatti chiaro e evidente quella che mi pare però la vera cosa anomala è la condotta di Marquez, che da che seguo il motorsport finora non mi era ancora capitato di vedere: uno che tagliato fuori dal mondiale si mette per ragioni tutte sue di traverso nella lotta al titolo iniziando a combattere una guerra privata con uno dei due contendenti e falsando di fatto il campionato (è infatti più che evidente che a Valencia tirerà la volata a Lorenzo).

     

    pseudo-assoluzione di Rossi a parte io sono abbastanza d’accordo con quanto scrive Cereghini: hanno sbroccato di brutto tutti e tre (Lorenzo compreso, che prima festeggia come avesse vinto il titolo per poi andare in escandescenze e perdere il suo tradizione aplomb quando gli dicono che Rossi non viene penalizzato...)

    http://www.moto.it/MotoGP/nico-cereghini-pressione-e-scoppi-irregolari.html


  22. Ma io in realtà non sto pensando proprio niente, e quella della combine comunque sembra un'eventualità irreale anche a me; ho semplicemente constatato che, tempi alla mano, anche in Australia la condotta di gara di Marquez può dare adito a qualche sospetto e che Lorenzo ha fatto l'ultimo giro più da pirla di tutta la sua carriera...

     

×