Jump to content

Bigmeu

Premium
  • Content Count

    2,685
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    13

Everything posted by Bigmeu

  1. Alla luce di quanto accaduto quest'anno, non pensate che in F1 ci debba essere una regolamentazione più chiara sui terzi piloti? Mi spiego meglio. Racing Point prima e Haas e Mercedes+Williams poi, si sono ritrovate nella condizione di dover rimpiazzare un pilota per vari motivi. Nonostante ci fossero dei collaudatori/terzi piloti designati, il sostituto scelto non è sempre stato preso da quella lista e soprattutto non c'è mai stata una chiara scelta. Non sarebbe il caso che venga reso obbligatorio per un team avere un terzo pilota designato per la stagione, il quale dovrebbe essere sempre pronto a sostituire uno dei due titolari. Magari rendergli obbligatorie anche un paio di FP durante l'anno. È vero che spesso il ruolo del terzo pilota è stato quello di scaldare la sedia per tutta la stagione, però quest'anno si sono evidenziati tutti i problemi nel non avere una figura pronta a guidare. Non deve per forza essere un pilota "scalda sedia", come Mercedes(Russel) e Ferrari(Giovinazzi) il terzo pilota può essere un pilota già in griglia, o magari un pilota di F2. L'importante è che sia chiaro e definito chi rimpiazza i titolari in caso di emergenza. Domenica ci troveremo in pista Fittipaldi che non sale su una F1 dai test 2019 e Aitken che per culo ha fatto le FP1 in Stiria e Russel che la W11 l'ha vista solo negli specchietti mentre veniva doppiato. E Hulkenberg uguale, si è trovato a salire su una vettura che aveva visto solo in tv. Almeno gli ultimi due sono piloti di F1, mentre Fittipaldi e Aitken si troveranno in pista e alla meglio saranno solo lenti e spaesati, alla peggio saranno lenti, spaesati e pericolosi. Trovo ridicolo che ogni team abbia 2,3,4, 5 nomi per collaudatori e riserve, poi si mettono a chiamare quello appiedato l'anno prima perché gli da più garanzie/sa cosa vuol dire gestire una F1 ibrida/i piloti indicati non hanno superlicenza o i 300km di test/i piloti indicati sono impegnati in altre categorie a 8000km di distanza/i piloti indicati sono Gutierrez, Stevens, Vandoorne, Di Resta o Chandock.
  2. Bigmeu

    Piloti di riserva

    @White Star il pilota di riserva dovrebbe idealmente essere un pilota che è in grado di salire in macchina anche se il titolare sta male 5 minuti prima delle FP1. dovrebbe essere quindi un membro della squadra a tutti gli effetti e presente ad ogni pista. Dovrebbe anche idealmente avere una conoscenza ottimale della vettura e delle relative procedure. Quello che ipotizzi tu è quello che succede già ora. Si nominano 3 riserve(o non si nominano affatto) e chi è libero sale in macchina. Invece designando un terzo pilota (al massimo 2) la squadra si assume la responsabilità di chi guida e il rischio di non portare il suddetto pilota in trasferta. Se la riserva della Haas è Schumacher, Schumacher scende in pista. Quando ha firmato sapeva quali erano le sue responsabilità e che avrebbe corso il rischio di non correre delle gare di F2. Ripeto, Fittipaldi ha la licenza per via del Covid e del titolo 2016 in formula 3.5 e un quinto posto sculato in f3 asiatica quest’anno. Se non avessero esteso a 4 gli anni per la superlicenza, manco sarebbe potuto scendere in pista. I terzi piloti di Racing point sono Gutiérrez e Vandoorne. Che hanno lo stesso ruolo in McLaren e pure in Mercedes. Eppure alla fine I sostituti sono stati Hülkenberg e Russell. Williams ha Chandock tra le riserve. Un pilota che non scende in pista da anni. che senso ha nominare una rosa di riserve se poi possono attingere a piloti a caso. Come se nel calcio, una volta nominata la panchina di una squadra di terza categoria , si facesse entrare Messi perché passava di lì.
  3. Bigmeu

    Piloti di riserva

    Non penso vadano cambiate le dinamiche del mercato piloti, ma semplicemente deve esserci un pilota designato per la sostituzione dei titolari(ed eventualmente gli altri piloti a cascata) Ovvero: 1) salta un Mercedes, il sostituto designato è Russell, con relativi accordi con Williams già in atto. 2) Russell è in Mercedes, il sostituto designato è Aitken. Con relativi accordi con la scuderia di F2 per il quale corre. poi ogni team può avere quanti collaudatori vuole, però il terzo pilota è uno e uno soltanto. Se impossibilitato a raggiungere il circuito per tempo la macchina sta al box.
  4. Nessuno dei due mi fa impazzire, ma anche per me Deletraz sarebbe stato la scelta più ovvia. Anche solo perché ha corso settimana scorsa sulla stessa pista, ha conoscenza delle gomme Pirelli (vero che in F2 sono differenti, ma da quello che dicono nemmeno tanto) e soprattutto perché in generale non ha sculato la superlicenza.
  5. Bigmeu

    George Russell

    Beh inedita per modo di dire. Più della metà del tracciato è quello di settimana scorsa. In ogni caso penso sia meglio debuttare su una pista inedita a tutti piuttosto che su una nota. Almeno tutti partono comunque con un leggero svantaggio nel dover imparare la pista e l'adattamento alla macchina può essere fatto contestualmente alla ricerca del limite della pista. Tra l'altro, saltare dall'ultima macchina in griglia alla prima per distacco, dovrebbe dargli un sacco di confidenza in più. Nota a margine. Se dovesse correre anche Abu Dhabi, avrebbe la concreta possibilità di superare Vettel in classifica. Gli basterebbero due secondi posti...
  6. Perez ha milioni di sponsor uguale. Ma lui ha dichiarato che non ha intenzione di restare in F1 solo per stare in griglia. O si gioca qualcosa o preferisce stare a casa. Magari Haas avrebbe preferito Perez e una manciata di milioni in meno, piuttosto che Mazepin. L'esperienza e la solidità di Perez ti fanno risparmiare in pezzi di ricambio e guadagnare punti (e magari milioni) che Mazepin in teoria non ti porta. Poi magari il russo si scopre un fenomeno e Steiner ha fatto jackpot.
  7. Redbull è per il 51% di proprietà di un thailandese, Albon ha quindi un forte alleato in casa. È anche vero che il socio thailandese non ha mai messo becco nella F1, con Matesich e Marko a fare bello e cattivo tempo. Hulkenberg può servire da cartina tornasole per il junior team dopo i fallimenti Albon e Gasly, ovvero per capire se è effettivamente Max che fa cose straordinarie con quella macchina, oppure sono i compagni a fare mezzo schifo. Albon si è fatto 1 stagione e mezza e, anche considerando i due podi che Hamilton gli ha rovinato, si è affacciato in zona podio solo 4 volte(concretizzando 2). Con la seconda vettura del mondiale e senza nemmeno una terza forza a ridosso, com'era Ferrari lo scorso anno, fa fatica anche ad arrivare quarto. Ha più quarti posti Ricciardo con una Renault che non è minimamente terza forza. Se Redbull vuole puntare al titolo o almeno mettere pressione a Mercedes, ha bisogno che il secondo pilotata sia sempre in zona, in modo da poter differenziare la strategia e complicare i piani a Mercedes.
  8. Più probabile che fosse da contratto un numero definito di PL e quindi possibile che girerà più per la volontà di Alfa di non pagare penali/mantenere un buon rapporto con Orlen.
  9. Stai dicendo che le donne non hanno cervello? Sessistah!!1!111!! Al momento potrebbe essere scambiato al massimo per una prostata...
  10. Ad inizio gara avremmo firmato con il sangue per un terzo e quarto posto. Direi che la gara di entrambi è stata ottima, bravo Charles a provarci, è andata male, ma non è un dramma.
  11. Questo è il Seb che i tifosi conoscono. Questo è il Seb campione. Quando si accende così è un piacere vederlo guidare, soprattutto nella prima fase di gara. Fortunato nelle ultime curve ad approfittare del duello tra Charles e Sergio, altrimenti sarebbe comunque finito dietro al compagno, però gara ottima. Un caso che questa prestazione arrivi con Binotto lontano?
  12. Se Russel dovesse essere appiedato dalla Williams, non vedo nemmeno così improbabile che facciano saltare Bottas immediatamente. Ambrogio non è che stia brillando( già non era un razzo prima, ma adesso...), e già con questa vettura è quasi dietro a Verstappen in classifica, se Redbull trovasse un secondo all’altezza e con praticamente le stesse macchine, l’anno prossimo potrebbero seriamente puntare al costruttori. Bottas avrà anche un contratto ma da quello che ho capito l’ha trattato direttamente con kallenius e Mercedes, se veramente INEOS entra con la maggioranza relativa, si potrebbe paradossalmente trovare nella stessa situazione di Russel, in cui la nuova proprietà può rivedere gli accordi già presi.
  13. Due debuttanti in Haas sarebbero un rischio. Ferrari potrebbe girare Giovinazzi in Haas e portare Mick in Alfa. Shwartzman al 90% si fa un altro anno in F2.
  14. Più che altro Redbull deve iniziare a muoversi per il dopo Verstappen. A meno che il prossimo ciclo vincente non sia dei lattinari, Max alla prima occasione utile saluterà tutti per accasarsi in Mercedes. Gasly è cresciuto ma non è una prima guida da top team. Albon men che meno. Tsunoda bravino ma non sembra un campione. Marko deve sbrigarsi a trovare un nuovo fenomeno, altrimenti saranno nei guai. Hulk va bene come soluzione nel breve periodo, ma nel lungo periodo non mi sembrano messi benissimo.
  15. Ma Mazepin non ha la superlicenza. Ha 20 punti della gp3 2018 e attualmente in F2 ne sta guadagnando 10 con il sesto posto. Deve arrivare almeno quinto per avere 40 punti. Non impossibile dato che il terzo ha solo 7 punti in più, però non è così scontato.
  16. Non so esattamente il regolamento cosa dica, però se il motore fosse rinominato tipo Maserati, magari la specifica può essere differente. Se fosse possibile e Ferrari avesse un minimo di peso politico sbatterebbe sul piatto quella come unica opzione. O così o che vadano a supplicare i francesi o imparassero a costruirsi i motori da soli.
  17. Se Russel venisse appiedato in Williams dovrebbero iniziare a pagare i motori, che se non erro adesso arrivano gratis o quasi. Non conosco i prezzi nel dettaglio, ma Perez dovrebbe portare abbastanza soldi da coprire la fornitura di motori, le penali da pagare a Russel e qualcosa in più. A questo punto non escluderei una rottura totale del rapporto con Mercedes per passare ad un motorista meno caro. Potrebbe addirittura non essere un idea bislacca vederli creare una Joint venture con Redbull per rilevare il reparto motori Honda e sviluppare una PU “indipendente”. Williams Advanced engineering dovrebbe avere le capacità tecniche per sviluppare la parte ibrida. Tornando a Russel, se dovessero appiedarlo penso che Mercedes potrebbe non farsi problemi a scaricare Bottas. Penso che fosse nei piani iniziali, ma Claire si era impuntata nel far rispettare il contratto di George.
  18. Due russi in un team americano lo vedo altamente improbabile. Due debuttanti, a meno che non sei alla disperata ricerca di denaro, non sono esattamente la soluzione migliore. Soprattutto se hai disponibili Perez e Hulkenberg. A meno che Haas non stia trattando seriamente la cessione a SMP racing. In quel caso la coppia diventa quasi quella più credibile.
  19. Beh che non sia un fenomeno è acclamato. Nessuno si aspetta di vederlo lottare per il titolo prima o poi. Sicuramente è un onesto mestierante che contro Raikkonen non sta facendo la figura dello scarsone totale. Penso anche che se riuscisse a strappare un biennale correrebbe anche meglio. Sapere che ogni mossa che fai può valere il rinnovo o negartelo non deve essere una situazione piacevole. Per esempio, magari ne aveva pure per passare Grosjean alla ripartenza, ma era in decima posizione e il francese è sempre un rischio averlo intorno(soprattutto visto che si stava giocando i primi punti in stagione). A forzare la staccata o il sorpasso in un punto non convenzionale avrebbe rischiato solo di fare danni e di buttare la gara per nulla.
  20. Penso più che altro che un pilota "esterno" gli possa essere utile per capire i reali rapporti di forza tra i loro piloti. Se per esempio prendessero Hulkenberg, che ha avuto Ricciardo(di cui conoscono il valore) come compagno senza prendere eccessiva paga, e questo si piazza fisso a 1-2 decimi da Max, allora Albon e Gasly sono delle pippe tremende, se invece galleggia ad un secondo da Max vuol dire che è l'olandese ad aver fatto il salto negli ultimi anni e quindi chiunque gli affianchi farà più o meno schifo a seconda di quanto difficile è la vettura da guidare.
  21. Non si possono imputare al pilota le prestazioni di una vettura, nel bene e nel male. Non è ne colpa ne merito di Hamilton aver avuto per molti anni una macchina dominante. È merito di Hamilton aver battuto quasi sempre il suo compagno di squadra È merito di Rosberg (e del motore in Malesia) aver battuto Hamilton un anno ( e aver mostrato prestazioni ottime negli altri) È demerito di Bottas non essere nemmeno al livello di Robserg. Perché qua sembra che la macchina vincente l'abbia avuta solo Lewis, quando invece ci sono due piloti con che hanno avuto lo stesso materiale sono stati battuti 32 a 22 Rosberg e 38 a 9 Bottas. Anche se hai la macchina dominante, se non sei un campione arrivi secondo (o peggio). Pensate che con Grosjean e Stroll in Mercedes la macchina sembrerebbe così dominante? Forte si, ma non di questo livello. Così come si è sempre pensato che la Mercedes di Bottas è quella attaccabile. Non vedo ragioni per sminuire il risultato di Hamilton, i numeri di gare e vittorie sono comparabili con quelle di Schumacher, quindi hanno avuto più o meno lo stesso rendimento, e non è che il tedesco al contrario abbia guidato carriole per anni. Io sposo comunque la teoria per il quale il confronto tra epoche è impossibile. Fangio in una vettura attuale manco ci entrerebbe e Hamilton non penso riuscirebbe a fare quello che faceva Fangio con la W196. Poi alla fine sono solo numeri, e anche questi sono relativi. Oggi si corrono 21 gare a stagione, nel 1950 si arrivava a stento a 10, nel 1990 erano circa 16. Oggi i regolamenti sono bloccati per anni e servono gettoni anche per cambiare colore alle tute dei piloti, prima volendo portavi una macchina diversa ad ogni Gp e le auto dominanti restavano in giro almeno un paio d'anni. Oggi si arriva in F1 a 19 anni, prima si entrava a 25/26 e prima ancora a 30. Nel prossimo futuro il record di Michael verrà battuto più volte e probabilmente i pluricampioni del domani si assesteranno a fine carriera a 100-120 vittorie. Con 25 gare all'anno e un ciclo vincente di due o tre stagioni, raggiungere le 50 vittorie sarà abbastanza semplice. Basta imbroccare anche 2 cicli vincenti durante la carriera e le 100 vittorie non sono fuori portata)
  22. Boh a me sembra di parlare con i muri. Io non ho mai detto che Mick non meriti di stare dove sta e che sta rubando/ha rubato campionati. Ho solo detto che ci sono interessi che spingono che vanno oltre il suo puro talento(che secondo me è inferiore a quello del compagno e di Ilott) È un buon pilota, ma con quel cognome è una fottutissima macchina da soldi ed è quindi nell'interesse di tanti vederlo arrivare in F1. Nel ventaglio dei cinque piloti FDA in F2, Mick è sicuramente quello che doveva emergere quest'anno e così sta facendo. Quando dico che Shwartzmann si è perso e che guida una macchina meno uguale, non vuol dire che lo hanno sabotato, ma può semplicemente voler dire che avendo capito di non avere sbocchi in F1 per l'anno prossimo, ha smesso di pagare per avere componenti nuovi ad ogni gara e tutta la macchina sempre al 100%, puntando a risparmiare qualcosa e a giocarsela l'anno prossimo, che tanto questa è andata. Abbiamo gia discusso sulla regola del vincente in F2 che non può difendere il titolo. Se vinci e non hai un sedile per l'anno dopo al 90% ti bruci. Delle volte conviene non vincere. Proprio perché hai citato Rossi, ti faccio un analogia. Pensi che il dottore continui a correre perché si diverte? Pensi che gli diano ancora moto ufficiali perché è Valentino ed è tutto dovuto? Si beh magari è in una piccola parte vero, però corre perché ancora lo ricoprono ancora di soldi e perché bene o male muove ancora tanto pubblico(e soldi), molto più di quasi tutti gli altri piloti Moto Gp. Pensare però che in questo mondo conti solo la prestazione pura è un'utopia. Non è una colpa o un demerito di Mick avere una fan base ereditata dal padre, come non va denigrato per questo. Ma pensare che non abbia ricevuto spintarelle (anche essendone ignaro) è ridicolo. C'è Liberty media che si sta sfregando le mani a pensare ai campionati che potrebbe avere da qui ad un paio di anni. Schumacher, Verstappen, Leclerc, Norris, Russell come gioiellini, + Sainz, Gasly e Ocon che schifo schifo non fanno. Se poi riuscisse a livellare pure le squadre si troverebbe in lotta Mercedes, Ferrari, McLaren, RedBull, Aston Martin e magari pure Alpine.
  23. Io non ho denigrato Mick. Il suo lavoro lo sta facendo e anche bene e non troverei scandaloso vederlo arrivare in F1. Sicuramente tra i piloti nell'attuale F2 è tra i migliori. Resta il fatto "insolito" che il suo compagno, che sembrava lanciato verso il titolo, ha smesso di capirci qualcosa proprio quando lui ha iniziato ad ingranare. Così come è un fatto che la storia si sta ripetendo. Per la seconda volta nella sua carriera nella seconda stagione in una categoria(quella del o la va o la spacca), quando ormai sembrava bollato come delusione, abbastanza improvvisamente emerge dal gruppo proiettandosi come probabile vincitore finale. Sarà anche un caso e lui sarà uno che ingrana con calma, ma uno che ha un cognome così muove i soldi ed è interesse di molti vederlo arrivare in F1. A nessuno prima di lui era mai riuscito a realizzare 5 podi consecutivi in F2, nemmeno a Leclerc o Russell. Bravo lui per carità, però è un anomalia, soprattutto perché non sembra essere fatto della stessa pasta di Leclerc o Russel. (Accadde a Vandoorne in GP2 nel 2015, ma correva praticamente da solo) A quasi nessuno frega di Illot, Shwartzman o Lundgaard, ma di Mick si interessano tutti. Basti vedere quanti utenti del forum si sono avvicinati alla F2 rispetto al passato. Basti vedere quanta gente già da un paio d'anni lo invocava direttamente in Ferrari prima al posto di Kimi e poi al posto di Seb. Non è questione di complotti, è semplicemente così che va il mondo. Non basta essere bravi a fare una cosa. Mick è bravo abbastanza, ma forse come prestazione pura ne ha meno di Ilott e Shwartzman, ma rispetto agli altri due ha già una fanbase, ereditata dal padre, che farebbe impallidire chiunque. Probabilmente già ora è seconda solo a quella di Hamilton e Verstappen. Ilott sa già che gli serve un miracolo per il prossimo anno, dato che al momento o vince e spera oppure è meglio che chieda a Ghiotto e Merciello informazioni per le Gt3, mentre Robert sa ancora meglio che gli conviene farsi un secondo anno in F2 (vista anche la pochezza di chi probabilmente salirà dalla F3) per giocarsi un sedile nel 2022.
×