Jump to content

Bigmeu

Premium
  • Content Count

    2,662
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    13

Bigmeu last won the day on June 14

Bigmeu had the most liked content!

Community Reputation

498 Laureato

About Bigmeu

  • Rank
    Membro Senior
  • Birthday 06/06/1992

Info Profilo

  • Posizione
    London
  • Professione
    Architetto

Contatti e Social

  • Website URL
    https://davidemeucci.wixsite.com/portfolio
  • LinkedIn
    https://www.linkedin.com/in/davide-alessandro-meucci-74b602124/

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Carletto-Tuttipazzi-Hulk
  • Team Preferito
    Alfa Romeo
  • Circuito preferito
    Monza

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Boh a me sembra di parlare con i muri. Io non ho mai detto che Mick non meriti di stare dove sta e che sta rubando/ha rubato campionati. Ho solo detto che ci sono interessi che spingono che vanno oltre il suo puro talento(che secondo me è inferiore a quello del compagno e di Ilott) È un buon pilota, ma con quel cognome è una fottutissima macchina da soldi ed è quindi nell'interesse di tanti vederlo arrivare in F1. Nel ventaglio dei cinque piloti FDA in F2, Mick è sicuramente quello che doveva emergere quest'anno e così sta facendo. Quando dico che Shwartzmann si è perso e che guida una macchina meno uguale, non vuol dire che lo hanno sabotato, ma può semplicemente voler dire che avendo capito di non avere sbocchi in F1 per l'anno prossimo, ha smesso di pagare per avere componenti nuovi ad ogni gara e tutta la macchina sempre al 100%, puntando a risparmiare qualcosa e a giocarsela l'anno prossimo, che tanto questa è andata. Abbiamo gia discusso sulla regola del vincente in F2 che non può difendere il titolo. Se vinci e non hai un sedile per l'anno dopo al 90% ti bruci. Delle volte conviene non vincere. Proprio perché hai citato Rossi, ti faccio un analogia. Pensi che il dottore continui a correre perché si diverte? Pensi che gli diano ancora moto ufficiali perché è Valentino ed è tutto dovuto? Si beh magari è in una piccola parte vero, però corre perché ancora lo ricoprono ancora di soldi e perché bene o male muove ancora tanto pubblico(e soldi), molto più di quasi tutti gli altri piloti Moto Gp. Pensare però che in questo mondo conti solo la prestazione pura è un'utopia. Non è una colpa o un demerito di Mick avere una fan base ereditata dal padre, come non va denigrato per questo. Ma pensare che non abbia ricevuto spintarelle (anche essendone ignaro) è ridicolo. C'è Liberty media che si sta sfregando le mani a pensare ai campionati che potrebbe avere da qui ad un paio di anni. Schumacher, Verstappen, Leclerc, Norris, Russell come gioiellini, + Sainz, Gasly e Ocon che schifo schifo non fanno. Se poi riuscisse a livellare pure le squadre si troverebbe in lotta Mercedes, Ferrari, McLaren, RedBull, Aston Martin e magari pure Alpine.
  2. Io non ho denigrato Mick. Il suo lavoro lo sta facendo e anche bene e non troverei scandaloso vederlo arrivare in F1. Sicuramente tra i piloti nell'attuale F2 è tra i migliori. Resta il fatto "insolito" che il suo compagno, che sembrava lanciato verso il titolo, ha smesso di capirci qualcosa proprio quando lui ha iniziato ad ingranare. Così come è un fatto che la storia si sta ripetendo. Per la seconda volta nella sua carriera nella seconda stagione in una categoria(quella del o la va o la spacca), quando ormai sembrava bollato come delusione, abbastanza improvvisamente emerge dal gruppo proiettandosi come probabile vincitore finale. Sarà anche un caso e lui sarà uno che ingrana con calma, ma uno che ha un cognome così muove i soldi ed è interesse di molti vederlo arrivare in F1. A nessuno prima di lui era mai riuscito a realizzare 5 podi consecutivi in F2, nemmeno a Leclerc o Russell. Bravo lui per carità, però è un anomalia, soprattutto perché non sembra essere fatto della stessa pasta di Leclerc o Russel. (Accadde a Vandoorne in GP2 nel 2015, ma correva praticamente da solo) A quasi nessuno frega di Illot, Shwartzman o Lundgaard, ma di Mick si interessano tutti. Basti vedere quanti utenti del forum si sono avvicinati alla F2 rispetto al passato. Basti vedere quanta gente già da un paio d'anni lo invocava direttamente in Ferrari prima al posto di Kimi e poi al posto di Seb. Non è questione di complotti, è semplicemente così che va il mondo. Non basta essere bravi a fare una cosa. Mick è bravo abbastanza, ma forse come prestazione pura ne ha meno di Ilott e Shwartzman, ma rispetto agli altri due ha già una fanbase, ereditata dal padre, che farebbe impallidire chiunque. Probabilmente già ora è seconda solo a quella di Hamilton e Verstappen. Ilott sa già che gli serve un miracolo per il prossimo anno, dato che al momento o vince e spera oppure è meglio che chieda a Ghiotto e Merciello informazioni per le Gt3, mentre Robert sa ancora meglio che gli conviene farsi un secondo anno in F2 (vista anche la pochezza di chi probabilmente salirà dalla F3) per giocarsi un sedile nel 2022.
  3. Mah, senza nulla togliere a Mick che ha fatto una gara veramente solida, le immagini dall'elicottero della partenza mostrano che il suo compagno guida una macchina con un motore diverso. Insomma le due Prema sono uguali, ma una è più uguale dell'altra. Il russo dopo i primi metri era nettamente il più lento tra le macchine inquadrate e poi anche la difficoltà che aveva nello stare in scia e a fare sorpassi nonostante il DRS. Giusto così comunque, come abbiamo già discusso conviene anche a Shwartzman non lottare per il titolo. Io sono convinto, come @Rio Nero, che questo campionato sia già stato assegnato a Mick, che per ovvie ragioni deve essere portato in F1. Robert ormai è fuori dai giochi (non matematicamente ma le sue possibilità sono quasi nulle). Callum secondo me è un pelo più forte di Mick, ma non tanto da far cadere su di lui le preferenze. Se vincesse il campionato obbligherebbe FDA e Ferrari a fare una figura misera nel preferire comunque Mick a lui.Vedrete che tra domani e il Bahrein 1 un misterioso guasto tecnico sulla UNI Virtuosi rossa decreterà la passerella finale di Mick all'ultimo weekend.
  4. Ma infatti il problema non è il passaggio o meno del campione direttamente in F1. Il problema è che se non passa lo si obbliga ad un anno di vagabondaggio tra le altre serie, quando invece potrebbe farsi un secondo anno in F2, magari affiancandolo a prove libere di F1, cosa che facendo campionati alternativi non sempre è possibile. Non penso che possa comunque prospettarsi il caso in cui uno vinca più di due campionati. Perché se uno vince 2 campionati di fila il posto in F1 qualcuno glielo da al 100%. Se vince al secondo e al terzo anno pure. Oltre il terzo anno inizieranno a subentrare altri parametri come i costi. Ha senso per un bicampione investire su una quinta stagione quando evidentemente in F1, passando da quella porta, non lo faranno mai entrare? Ovviamente no. Ma in ogni caso, anche se fosse ricco sfondato e volesse correre in F2 a vita e diventare 12 volte campione, perché impedirglielo? Gelael nel 2021 sarà al suo 6 anno di F2. Anni in cui ha pascolato a metà gruppo, senza particolari acuti. Mettiamo che quest'anno vinca Schwartzman, ma che FDA gli preferisca Schumacher per il sedile Alfa. Chi tra Robert e Gelael meriterebbe di più un sedile? Anzi, riformulo, chi dei due starebbe occupando un sedile che invece si potrebbe dare a qualche altro giovane?
  5. @Beyond Effettivamente solo DeVries, Valsecchi e Leimer non sono arrivati in F1, più Pantano che fece il percorso inverso. Però è anche vero che Gasly, Vandoorne, Palmer non sono passati in F1 come titolari l'anno successivo al titolo. Su quindici anni di Gp2/F2, sette piloti campioni non hanno fatto il salto alla categoria regina dopo il titolo e 3(e mezzo) non l'hanno proprio mai fatto. È vero quindi che chi vince il campionato, poi ha grandi probabilità di fare il salto, ma spesso la cosa non accade in automatico. Non essendo possibile obbligare un team random a prendere un pilota, si possono solo incentivare con grandi sconti sui costi di iscrizione o un bonus consistente, forzare un pilota di 20 anni a parcheggiarsi in una serie minore o a non correre per un anno, mi sembra una regola alquanto idiota.
  6. Mah, dal momento che ci sono piloti che sono al 4 o 5 campionato F2 senza aver quasi mai vinto nulla, trovo più ingiusto che piloti riempigriglia o con la valigia possano praticamente farsi una carriera in F2 senza problemi, mentre ai campioni si mette la carriera in discussione se non c'è spazio per loro in F1. Ipotizziamo che Ferrari non fosse riuscita a trovare un sedile per Leclerc dopo il titolo di F2. Ora come alternative avrebbe potuto parcheggiarlo come collaudatore/terzo pilota, obbligando un diciannovenne praticamente ad un anno di stop, oppure avrebbe dovuto mandarlo in Super Formula o in WEC o In FE. Perché a sto punto non dargli la possibilità di farsi un altro anno in F2? dove sarebbe la differenza con l'essere parcheggiato in Superformula o in GTE AM? Anzi, obblighi un ragazzo ad allontanarsi dal percorso su cui ha lavorato e investito fin da piccolo. Piuttosto che si limiti il numero massimo di stagioni in F2 e F3 che un pilota può fare, indipendentemente dal titolo o no. Massimo 3 stagioni per categoria (che sono già tanti), Poi se uno domina due anni di fila, una squadra di F1 interessata la trova sicuramente. Tanto uno che diventa campione al terzo anno non avrebbe le stesse attenzioni di uno che arriva e vince al primo anno. Chi resta più di tre anni toglie sedili a chi arriva da sotto.
  7. È sensata in linea teorica. Però poi devi creare i presupposti per chi vince di passare in F1. Se questo non avviene, allora restare in F2 dovrebbe essere un opzione. Non sempre le varie Academy hanno la possibilità di promuovere un pilota in F1, già i sedili sono solo 20, poi metti che le sinergie tra team offrono un range di massimo 2 o 3 squadre, non è scontato che ci sia la possibilità per il salto. Va a finire che nella migliore delle ipotesi il pilota verrà costretto ad un anno in Super Formula, alla peggio si gioca la carriera. Sostanzialmente si obbligano i campioni, magari pure vittoriosi al primo anno, a levare le tende ma i vari Gelael, Deletraz, Markelov, li lasci pascolare nella categoria per anni solo perché hanno i soldi per farlo.
  8. Sono d'accordo. Prendiamo un esempio dei giorni nostri. Mick Schumacher, Callum Ilott e Robert Schwartzman. Sono in 3, ipoteticamente per un solo sedile FDA in F1. Con Mick nettamente favorito per via del cognome. Ilott e Mick sono entrambi al secondo anno in categoria, quindi o vincono o si trovano altro da fare l'anno prossimo. A questo punto Ilott è costretto a vincere per "obbligare" Ferrari a promuovere lui e non Mick o almeno a trovare un sedile ad entrambi, ma a Schwartzman invece conviene defilarsi e accettare di buon grado la sconfitta e giocarsela il prossimo anno. Cosa che sta prontamente avvenendo. La regola che il campione di F2 non possa difendere il titolo mi è sempre sembrata ridicola. Piloti mediocri con la valigia si fanno anni e anni e chi vince rischia di vedersi interrotta la carriera perché "non può ne scendere ne salire" [cit.]
  9. Perchè Gasly era al secondo anno in Gp2 e a RB aveva interesse che vincesse il campionato, altrimenti avrebbero dovuto bruciarlo. Giovinazzi era praticamente figlio di nessuno e nessuno aveva interesse nel fargli vincere la categoria. Penso nemmeno lui in quello specifico momento vedesse la vittoria finale come migliore soluzione. Vincere gli avrebbe precluso la partecipazione al campionato successivo, cosa che, dato che non aveva ancora firmato con Ferrari, poteva essere un opzione più che valida. Vincere la Gp2/F2 senza un academy o un piano b alle spalle ti porta al 99% a fare la fine di Valsecchi.
  10. Sono un sostenitore di Antonio, però c'è da dire che non è che stia facendo vedere proprio belle cose. Si, in confronto a Kimi non ha poi sfigurato più di tanto, considerando che spesso si becca la strategia più "fantasiosa" tra i due. Però al suo secondo anno completo ci si aspettava un miglioramento netto nella gestione di gara, cosa che non è avvenuta. È veloce sul giro secco ma ha ancora dei grandi passi da fare nella gestione gara. Non ha rubato il posto a nessuno, ma a parte il duo Haas e forse Latifi, è il primo che toglierei dalla griglia per fare spazio ad un pilota emergente e di prospettive. Purtroppo per lui ha pochi, se non zero, sponsor e non ha un appeal mediatico. Fossi in lui mi aggrapperei a Ferrari, nella speranza di diventare un pilota ufficiale in un eventuale programma WEC/IMSA o Indy. Se Kimi non si ritira è fuori al 100%, se Kimi si ritira deve sperare che Alfa Romeo lo consideri una risorsa abbastanza importante da non privarsene. Magari lavora molto bene dentro alla squadra ed è apprezzato come pilota.
  11. Siamo sempre li a fare i soliti discorsi. Fare paragoni tra epoche differenti non ha senso. Nelle macchine di oggi Fangio e Ascari manco riuscirebbero ad entrarci. Non esiste un migliore di tutti i tempi. Hamilton e Mercedes sono i migliori dell'era turbo ibrido. Vettel e RB sono i migliori dell'era scarichi soffianti e ala posteriore a comodino Schumacher e Ferrari sono i migliori della prima era high tech della F1. E così via. Chi vince ha sempre ragione. Perché i campionati durano 20 gare e su 20 gare vince il pacchetto migliore(auto+pilota) e non quello con più botte di culo. Non è una colpa o un merito del pilota trovarsi sulla vettura giusta al momento giusto. Ricordo che nel 2012 quando Hamilton annunciò il passaggio in Mercedes tutti avevano proclamato la fine della sua carriera e la condanna all'oblio. A fine anno avrà pareggiato i titoli di Schumacher, con la seria possibilità di batterlo l'anno prossimo e sarà primo per numero di vittorie in F1. (oltre ad essere il primo a passare le 100 pole e le 100 vittorie) Merito suo? Si e no. Lui ha fatto il suo battendo quasi sempre i compagni, ma senza macchina non sarebbe andato da nessuna parte. Se vincesse Stroll vuol dire che lo avrebbe meritato, per costanza e prestazioni. Non è che i titoli valgono di più o di meno in base al nome del pilota che vince. Il valore dei titoli di Hamilton, di Vettel, di Schumacher, di Button, di Jody Scheckter e di tutti gli altri è identico. Sono tutti campioni del mondo allo stesso modo. Poi se uno ne vince più di uno avrà dei meriti in più, perchè confermarsi non è mai semplice (vedi Rosberg).
  12. Quella di oggi è indubbiamente una botta di culo, però ci vogliono anche queste nella vita. Quello che non mi spiego è Shwartzman che è completamente sparito nella seconda parte del campionato. A volerci pensar male si potrebbe anche pensare che tra i 3 FDA in testa, ci sia una vaga preferenza su chi debba essere il vincitore: - Illot è quello che meno interessa al pubblico e non muove ne soldi ne folle, bruciarlo non sarebbe una grande perdita. - Shwartzman è al primo anno, ha mostrato cose buone ma non sarebbe bruciato se non dovesse vincere e si facesse un secondo anno per vincere il titolo. Inoltre ha i soldi e per lui non sarebbe un gran problema. - Schumacher è al secondo anno in F2, DEVE vincere quest'anno perché è già scritto che salti in F1. Perdere contro un altro FDA obbligherebbe Ferrari a promuovere il vincitore e non lui, e per Mick si prospetterebbe alla meglio una carriera da Giovinazzi.
  13. A questo punto le soluzioni possibili sono solo 3. O sanno esattamente dov'è il problema e sanno anche che non possono risolverlo per limiti regolamentari. Cosa che spiegherebbe l'immobilismo. Inutile sforzarti per sistemare cose che non puoi sistemare. Oppure non ci stanno capendo un ca**o e non hanno nemmeno intenzione di farlo a breve. Se stessero brancolando nel buio mi aspetterei almeno che provino cose diverse ad ogni gp. Alla meglio trovi qualcosa che funziona, alla peggio continui a fare schifo. Se veramente il muso stretto è pronto, potrebbero portalo, testarlo e vedere cosa succede. Magari nel mondo reale e non in simulazione si rivela utile. Se non erro il 15 settembre scatta il secondo blocco delle componenti per il 2021 e loro non hanno portato nulla. Ipotesi finale e per me più gettonata. Sanno esattamente dov'è il problema, saprebbero anche come come risolverlo, ma questo implicherebbe l'ammissione dell'errore di progetto da parte di qualcuno al comando. Nessuno per orgoglio vuol ammettere di aver sbagliato e quindi non si fa marcia indietro o non si permette ad altri di provare nuove idee, anche a costo di buttare 2 stagioni.
  14. A lui è andata benissimo. Se poi aveva solo bisogno di cambiare ambiente ancora meglio. Per queste cifre avrebbero pure potuto tenerlo in Ferrari. Tanto il giovane rampante lo avevano già. Penso che il contratto di Sainz non abbia cifre poi tanto differenti (se non nella durata). A questo punto è evidente che a Maranello non lo volessero proprio tra le scatole e che il suo rinnovo non sia mai stato messo su nessun tavolo.
  15. Beh mica poteva dire "ho firmato con Aston perchè era l'unica alternativa al pensionamento dopo che Ferrari ha deciso che per guidare la macchina di Maranello devi chiamarti Carlo"
×