Jump to content

simo89

Inactive
  • Content Count

    188
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Matricola

About simo89

  • Rank
    Nuovo Arrivato

Preferiti

  • Team Preferito
    Ferrari
  • Circuito preferito
    Nordschleife
  1. Primo: i motori aspirati dell'era pre-turbo arrivavano al massimo a 520-530 CV, e ti parlo del 12 cilindri piatto della Ferrari nell'80 e dei Cosworth DFV dell'84-85, forse 550 CV a voler stare molto larghi, ma di sicuro non oltre. E se teniamo conto che fino al 1982 la maggioranza delle monoposto aveva ancora motori aspirati, alla fin fine l'era dei motori super potenti è durata non oltre 4 anni, dato che poi dal 1987 hanno introdotto le restrizioni sulla pressione di sovralimentazione. Secondo: i motori turbo avevano più di 1000 CV solo in prova per pochissimi giri coi motori da qualifica, per il resto in gara non andavano oltre i 900 CV. Terzo: la maggioranza degli incidenti fatali degli anni '70 e '80 sono stati dovuti alla poca sicurezza delle monoposto o all'inadeguatezza dei mezzi di soccorso, non certo per l'inadeguatezza dei circuiti. La maggioranza dei circuiti attuali sono una cagata, perchè chi sbaglia non paga. Le vie di fuga in asfalto sono il de profundis di questo sport già non ridotto bene da 10 e più anni a questa parte. Non tiratemi fuori il discorso delle vie di fuga in asfalto per la sicurezza, perchè oggi con 'ste macchine non muore più nessuno e comunque se uno ha paura di farsi male, va a fare l'impiegato, non il pilota di F1.
  2. Ok va bene, punteggi raddoppiati, ma voglio una gara da 4 ore con 120 giri.
  3. spero tu sia ironico (allora scusami per non aver colto l'ironia), altrimenti è un ragionamento giusto in teoria, ma sbagliato in pratica: negli ultimi 20 anni il numero di GP è oscillato da stagione a stagione, senza contare la differenza di regolamenti, vetture, punteggi... La f1 cambia di anno in anno, quindi o si decide che i record non contano nulla, oppure si accettano così come vengono, con tutte le limitazioni del caso... ma record "falsi" non esistono (e quindi anche quello di senna è stato un grande record) Ok, di record falsi non ne esistono, però secondo me citare un record, omettendo il contesto in cui viene compiuto, equivale a parlare di aria fritta. Vettel ha fatto il record di pole nel 2011? Non vale niente, testimonia solo che il numero di gare è aumentato, anche Mansell molto probabilmente avrebbe fatto più pole nel 1992 se le gare fossero state più di 16. Alonso ha fatto il record di punti, cosa testimonia? Nulla, che il sistema di punteggio è cambiato, ecco cosa.
  4. Condivido in pieno pgm11. Il problema non sono "nuove regole" in generale, ma QUESTE nuove regole, che ci sono da una decina d'anni a questa parte, io direi dal 2003, identifico in quell'anno il principale snaturamento della F1 moderna, con l'introduzione del parco chiuso, l'abolizione del warm-up, l'introduzione di format di qualifiche molto discutibili e mille altre limitazioni astruse su motori, trasmissioni e robe varie. Non si tratta di vedere il passato come bello e idilliaco e il presente come schifoso e deprimente, ma quando le cose stanno effettivamente così, non si può che prenderne atto, o no? Ci sarà un motivo se la maggioranza degli appassionati di vecchia data la pensano in maniera simile o abbastanza simile in merito all'evoluzione del mondo della F1. Una volta semplicemente le regole erano libere, così che ognuno poteva progettare la macchina in tutta libertà, senza il patema di dover cercare per forza il limite del regolamento, limiti che tra l'altro vengono imposti più per manie di grandezza dei burocrati, che per motivi di sicurezza o di abbassamento dei costi, per quanto queste siano le scuse più comuni. Ognuno elaborava la propria tecnologia e ci si sfidava con macchine diverse che avevano soluzioni diverse ma magari ugualmente valide, invece oggi bisogna copiare la tecnologia vincente di qualcun altro per andare forte, data la limitatezza della possibilità di sviluppo delle auto (Brawn GP 2009 o Red Bull 2011). La cosa triste in tutto questo qual è? Che le squadre stesse hanno dato una mano all'affossamento della F1, perchè oltre a non aver mosso un dito contro l'eccessiva limitazione delle regole, non appena qualcuno dimostra di avere un vantaggio prestazionale per merito di un dispositivo vantaggioso (tipo f-duct mclaren del 2010), gli altri team, pur non essendo sicuri dell'illegalità di tale dispositivo, preferiscono buttarla in casino a mezzo stampa sostenendo la possibile illegalità, piuttosto che provare a ingegnarsi a loro volta per recuperare il terreno perso. Parliamo poi delle piste? La F1 diciamo da fine anni '60/primi '70 in poi è sempre dovuta stare su un equilibrio molto sottile che si giocava ai confini tra sport, spettacolo e sicurezza. Il punto è che adesso l'equilibrio è troppo spostato dalla parte della sicurezza: piste nuove tutte uguali, vie di fuga chilometriche, non c'è più il concetto di limite oltre il quale non puoi andare, puoi fare tutto, tanto non paghi. Non dico che i piloti debbano aver paura di morire e si debba tornare a macchine stile anni '60, di certo non rinnego l'enorme progresso della sicurezza, dico solo che trovo RIDICOLO ciò che hanno fatto alle piste, trasformate in mega parcheggi più che in autodromi, dove chiunque può correre, la differenza tra piloti scarsi e campioni fatica a venir fuori, proprio per i minori rischi e l'ormai completo assenza di un limite oltre il quale non puoi spingerti. Riassumendo: anzichè puntare su una competizione naturale e sana fatta di regole libere e piste tra loro diverse, hanno puntato sulla competizione drogata e artificiale fatta di regole limitanti e astruse che rendono quasi uguali le macchine e asettiche le piste. Mi dispiace enormemente, perchè questo era lo sport che amavo, ma questa F1 non mi appartiene più e ogni anno è peggio, a prescindere che vinca Vettel, Alonso o chiunque altro, ne faccio un discorso più generico. Vorrei sperare che migliorasse, ma la F1 come la intendevo io è finita nel 2002, tutto ciò che c'è stato dopo non l'ho più apprezzato come prima.
  5. Rimanendo in America, quanti circuiti splendidi ci sono? Si perde il conto...eppure hanno dovuto fare una cagata nuova di zecca per poterci portare la F1. E Austin è pure uno dei meglio riusciti, pensa te a che livello siamo arrivati...
  6. Io l'avrei modificato così: al posto della ridicola parte lenta finale che spezza il ritmo, prolungo il rettilineo e faccio una curva stile vecchia 130R di Suzuka e lo collego direttamente all'ultima curva prima del traguardo. Il resto mi piace, bella la prima curva e tutto il tratto misto successivo.
  7. Bello! Cacchio ci sta tantissimo, io però l'avrei modificato in maniera diversa!
  8. Assomiglia vagamente alla nuova pista di Kyalami...veramente troppo tortuoso per i miei gusti.
  9. Può essere, ma anche prendere i punti puri e semplici senza citare nient'altro è ugualmente insensato. Nel 2012 Hamilton ha chiuso con 2 punti in più, e cosa dobbiamo concludere, che si sono equivalsi? Se poi scendiamo nei dettagli, andiamo a vedere che Hamilton si è ritirato varie volte quando era in testa (Singapore, Abu Dhabi), ha avuto un incidente con Hulkenberg in Brasile, dove avrebbe potuto tranquillamente vincere, per non parlare dei problemi ai box in Cina e della retrocessione in griglia in Spagna. E siamo almeno a 3 vittorie sicure sfuggite di mano, per non dire 4. Cose che capitano eh, non è nè il primo nè l'ultimo che perde un campionato del mondo per colpa dell'affidabilità precaria del mezzo che guida, ma almeno ricordiamolo! Button non ha sfigurato, è vero, ma Hamilton è comunque stato superiore e manco di poco, soprattutto nel 2012 appunto.
  10. Ma cosa vuol dire autorevolezza? A me Marko non piace semplicemente perchè la maggior parte delle volte parla per dar aria ai denti e scatenare sterili polemiche. In tutto questo cosa c'entra il suo passato? Assolutamente nulla.
  11. simo89

    Williams FW35

    Fossi in loro, considererei seriamente l'opzione di tornare alla vettura dell'anno scorso, non ha di certo le risorse della Mclaren per cercare una soluzione.
  12. Bah, secondo me Magny-Cours non è una brutta pista! Di curve impegnative ce ne sono, non è così semplice....
  13. Mika Hakkinen e Dave Mustaine per me hanno una somiglianza impressionante.
  14. A me invece piace un sacco la F310B. Linee pulite ed eleganti, molto bella.
×