Jump to content

L.Costigan

Members
  • Content Count

    1,927
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

L.Costigan last won the day on June 1

L.Costigan had the most liked content!

Community Reputation

351 Laureato

About L.Costigan

  • Rank
    Membro Senior
  • Birthday 09/12/1984

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Senna e Lauda
  • Team Preferito
    La Ferrari

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Più che altro ha raccolto una folta schiera di affezionatissimi molto poco lungimiranti. Il talento di Lec non si discute, così come la sua fame. La Ferrari non vincerà un tubo per ancora 3/4 anni (minimo). Lec secondo me a breve deciderà di andare in un team vincente. C'è da stare attenti anche alla McLaren, perchè sono in miglioramento e la Ferrari è capacissima di farsi passare anche da loro, dopo che si è fatta sorpassare dalla RB.
  2. Binotto cerca di imitare Toto e non gli riesce. Faccia di Toto dalla sua piscina: Comunque, senza fare nomi, adesso sono tutti contro Binotto. Prima erano tutti contro Arrivabene. Io Maurizio l'ho sempre difeso. Era meno esperto di F1 ma come gestione, pur non essendo Toto, era più capace di Binotto. Io comincio a sospettare che dietro Binotto si nasconda Domenicali. Che sia il suo pupazzo radiocomandato. Sparano le solite ca**ate e con la stessa goffaggine.
  3. Io invece sto riguardando la stagione 2006, l'ultima in Ferrari. La domanda è: Che cosa è successo tra Schumy e Montezemolo? All'epoca io non seguivo molto il "gossip" e non mi sono mai informato. Nella mia ignoranza pensavo che MSC avesse deciso d'amore e d'accordo di con il team di smettere. Riguardando la stagione e le interviste pre e post gara è chiaro che non è stato così. Scopro l'acqua calda, lo so. Intanto Kimi era stato messo sotto contratto già da inizio stagione prima di sapere se Schumy avesse o no continuato in Ferrari. Se si fosse ritirato o se avesse cambiato team. Questo mi porta a pensare che la frattura a inizio 2006 si fosse già consumata. MSC quando parla di fronte alle telecamere non è un uomo sereno. Non ha gli "eyes of the tiger" di chi vuole stravincere fino alla fine. Sembra il volto di una persona rassegnata in partenza che sta facendo una cosa contro voglia. A Imola, dopo la vittoria, Schumy va diretto a salutare i meccanici, non Montezemolo. Che allora scavalca le transenne, lo va a cercare ma MSC fa finta di non vederlo. Montenzuma allora lo prende e lo abbraccia, gli dice qualcosa nell'orecchio... Il linguaggio del corpo di MSC dice che non ha voglia di stare li a fare finta di andare d'accordo. Si divincola e va da Todt. Ai due vine quasi da piangere. Il resto è storia. Annuncia il suo ritiro dalla corse pochi minuti dopo. Gli viene dato un ruolo inutile quanto riduttivo nel 2007. Nel 2008 è terzo pilota, di fatto è fuori dal paddok. Nel 2009 quando può tornare spuntano "problemi alla schiena". Pochi mesi dopo al volante della Mercedes però non ci sono più.
  4. L.Costigan

    Mondiale 2006

    Classe 84. Nel 2006 avevo 22 anni, non un pischello ma venivamo da 5 mondiali consecutivi e un 2005 deludente per colpa (si diceva) degli pneumatici. Il binomio Ferrari-MSC sembrava invincibile. Il 2006 pareva l'anno del ritorno al dominio ma nessuno all'epoca sapeva che, dentro la Ferrari, Montezuma aveva rimescolato le carte in modo non proprio coerente. Ne MSC, ne Todt erano più gli stessi e con le stesse motivazioni, Brawn era andato via e si sapeva che Kimi aveva firmato per la Ferrari già a inizio mondiale. Con gli occhi di oggi è evidente che non era possibile vincere. Alonso era troppo affamato, la Renault era un team solidissimo. Le gare erano abbastanza pallose. L'aerodinamica era ormai padrona, con alettoncini, flap e quant'altro sparsi per tutta la vettura. Si parlava di "cuscinetto d'aria" che impediva di sfruttare la scia. Di tutte le modifiche regolamentari avute in 14 anni non c'è stato verso di risolvere il problema.
  5. L.Costigan

    Corona Circus

    Ragazzi svegliatevi. In autunno il nord del mondo farà i conti con la seconda ondata di Covid 19, esattamente come avviene per tutte le malattie causate da coronavirus. A oggi non esiste ne un vaccino ne una cura specifica. In questa situazione è già un azzardo rimettere tutto in moto in estate. L'autunno va pensato e pianificato sapendo di ritrovarsi in una situazione simile a quella appena passata. Non solo eventi a porte aperte sono impensabili, ma anche quelli a porte chiuse potrebbero saltare a effetto domino.
  6. L'anno in cui Massa andò in Williams e che avevano motori Mercedes fecero un ottima stagione, era quello il momento giusto per fare il salto di qualità. Avrebbero dovuto stringere una collaborazione più stretta con la Mercedes per assicurarsi di rimanere a livelli competitivi. Nel frattempo avrebbero potuto cercare un costruttore esterno che facesse da title sponsor e fosse pronto a investire. Avrebbero avuto dalla loro la garanzia di essere la 4/5 forza del mondiale con buone prospettive di crescita. Si trattava di pazientare per 3/4 stagioni. Claire invece per orgoglio si impuntò, considerando un disonore diventare un team satellite, e il resto è storia. Lei è una incapace, se ne deve andare.
  7. Alonso sta bene dov'è: fuori dalla palle. La Renault se vuole tonare al vertice anzitutto deve mettere in pista una macchina che possa lottare per i punti. E poi trovare un pilota motivato che la aiuti a crescere. Ocon è il profilo giusto secondo me. Le operazioni nostalgia non funzionano mai.
  8. L.Costigan

    Mondiale 2006

    Ho riguardato questo mondiale e devo dire che ho avuto emozioni completamente differenti. All'epoca Schumacher e la Ferrari mi sembravano invincibili e che le sconfitte arrivassero per sfortuna e/o problemi. Non è stato così. Effettivamente sia Schumy che il muretto avevano perso un po' di smalto e Alonso era un gradino sopra. MSC ha fatto alcuni errori evitabili durante la stagione ( mi viene in mente il ritiro di Ungheria) e anche la Ferrari non brillava più sulle strategie. C'era Domenicali al muretto d'altronde.. La stagione comunque è stata abbastanza noiosa, combattuta totalmente in qualifica e ai box con pochissima azione in pista tra i contendenti al titolo. Solo gli ultimi GP sono stato più emozionanti, ma niente se comparato a stagioni come 2000 o 2003.
  9. L.Costigan

    Corona Circus

    Io spero che non riescano a correre, voglio vedere che succede. Se i team implodono o lasciano, pazienza. Questi finché non si fanno male non sono disposti a cambiare. E allora che si facciano male sul serio. L'unica maniera per correre è a porte chiuse, con tutto il personale che lavora da remoto (casa o propria sede) con i soli addetti del pit stop sul posto. E lo staff della pista. Telemetria, briefing, strategie, tutto può essere gestito e analizzato senza essere sul posto. Invece che budget cap e altre regole del ca**o i team devono imparare a spendere di meno, con modelli di business sostenibili.
  10. Claire merita di essere mandata via a calci. Come faccia a essere ancora li non lo so. Solo per le persone che stanno rischiando il posto di lavoro dovrebbe avere la decenza di farsi da parte e tornare a giocare con il camper della Barbie.
  11. Premesso che se alla fin fine la decisione è arrivata per una questione di soldi c'è poco da fare (Seb dice di no), c'è un altra considerazione da fare. Poi la smetto di parlare dell'addio di Seb. La Ferrari con il nuovo budget cap dovrà aprirsi ad altre categorie, in Indy molto probabilmente. Un pilota come Seb in quest'ottica avrebbe potuto fare molto comodo, anche perchè come Alonso (ma meno di Nando) ne hai un ritorno mediatico anche solo grazie al suo nome. Non sarebbe stato meglio proporgli due anni di contratto (come Sainz) a stipendio magari ridotto e poi un ennesimo prolungamento spendibile però fuori dalla F1? A me pare che Seb abbia dimostrato di essere un grande uomo squadra ed'è un peccato aver perso la possibilità di assorbirlo nell'organico ed averlo disponibile per altre competizioni. Chiaramente ci sarebbe stato da sentire anche lui, che potrebbe non essere interessato a correre in altri campionati. Certo è che nel 2021 al 90% sarà fuori e se dovesse finire in Indy con un altra squadra sarebbe un vero peccato. Essersi separati così sa un po di sconfitta per entrambi.
  12. Solamente per il piacere di vedere la Mercedes non poter utilizzare il DAS, sarei contento se quest'anno non si corresse.
  13. Comunque se Sainz non prova il colpaccio perde la mia stima. Se è un vero pilota dovrà far sudare la leadership a Leclerc, ogni singola gara.
  14. Secondo me fino a Hockenheim era stato eccellente nella sua esperienza Ferrari. Aveva dato una ruotata a Hamilton ok, ma ho visto di peggio, tipo MSC su Villeneuve a Jerez. Il fatto di Hockenheim, per come è arrivato lo ha demolito psicologicamente. Prima della gara era in testa al mondiale, la Ferrari era la macchina migliore e prima nel mondiale costruttori. In gara era al comando con il solo compito di gestire. Poi accade l'imprevisto, una leggera esitazione, un piccola catena di eventi che su 1000 volte non riaccadrebbero. Un po' come il rigore di Baggio nel 94. La differenza è che Baggio si è ripreso, Seb no. Il tarlo dell'insicurezza lo ha eroso. Il peso della responsabilità lo ha schiacciato. Senza l'episodio Hockenheim avrebbe vinto il mondiale, martellando come aveva fatto fino a quella gara. E anche il 2019 sarebbe stato diverso. Purtroppo un singolo episodio ha determinato il resto della sua carriera. È stato anche sfortunato, va detto. Io non me la sento di metterlo in croce. Bene o male fino a Hockenheim è stato l'unico in griglia a battagliare con le Mercedes, anche quando non aveva il mezzo giusto. Peccato ma applausi ugualmente.
×